1. Posta : Tanzania

    di , il 15/2/2010 13:58

    ...Cosa dire?!?

    Appena tornata dalla Tanzania ho ancora negli occhi tutte le immagini ed i profumi che mai avrei pensato di vedere e sentire... Il nostro safari è stato qualcosa di veramente stupendo (avere una famiglia di leoni che attraversa la strada davanti alla Land Cruiser oppure assistere ad un combatimento tra ippopotami non è cosa di tutti i giorni)....

    E poi cosa dire di Zanzibar dove abbiamo soggiornato per quattro (pochissimi) giorni.... A proposito ad Uroa abbiamo incontrato "Re Leone" che diceva di essere vostro amico....e con il quale abbiamo fatto una bellissima escursione all'isola di Qwale dove abbiamo mangiato delle aragoste buonissime....

    E poi le persone.... Sempre disponibili e gentili... Il nostro autista per il Safari John (da noi soprannominato Schumi perchè correva all'impazzata su strade a dir poco dissestate) aveva sempre gli occhi sorridenti ed anche se capiva poco della nostra lingua rideva ad ogni nostra risata....e quando alla fine ci ha salutato sembrava sinceramente commosso e dispiaciuto.....

    I bambini poi.... Che correno dicendoti "Iambo" e ti sorridevano.....

    Insomma un viaggio difficile da dimenticare....

  2. Assunta Cappelli
    , 15/2/2010 13:58
    ...Cosa dire?!?
    Appena tornata dalla Tanzania ho ancora negli occhi tutte le immagini ed i profumi che mai avrei pensato di vedere e sentire... Il nostro safari è stato qualcosa di veramente stupendo (avere una famiglia di leoni che attraversa la strada davanti alla Land Cruiser oppure assistere ad un combatimento tra ippopotami non è cosa di tutti i giorni)....
    E poi cosa dire di Zanzibar dove abbiamo soggiornato per quattro (pochissimi) giorni.... A proposito ad Uroa abbiamo incontrato "Re Leone" che diceva di essere vostro amico....e con il quale abbiamo fatto una bellissima escursione all'isola di Qwale dove abbiamo mangiato delle aragoste buonissime....
    E poi le persone.... Sempre disponibili e gentili... Il nostro autista per il Safari John (da noi soprannominato Schumi perchè correva all'impazzata su strade a dir poco dissestate) aveva sempre gli occhi sorridenti ed anche se capiva poco della nostra lingua rideva ad ogni nostra risata....e quando alla fine ci ha salutato sembrava sinceramente commosso e dispiaciuto.....
    i bambini poi.... Che correno dicendoti "Iambo" e ti sorridevano.....
    Insomma un viaggio difficile da dimenticare....