1. Posta : Polinesia francese

    di , il 15/2/2010 13:58

    Ciao Susy e Patrizio. Il mio nome è Paolo il 17/9/2005 mi sono sposato con una stupenda ragazza di nome Serena. Abbiamo deciso di fare il nostro viaggio di nozze dal 18 al 22 di settembre a New York e dal 23 al 8 di ottobre in polinesia. Le isole che abbiamo visitato sono state: Moorea, Bora Bora, Rangiroa e Fakarawa. A New York ci siamo lasciati travolgere dal ritmo frenetico della città. Abbiamo visto tutta Manhattan con tutti i suoi quartieri e Brooklyn con relativo ponte attraversato a piedi. In Polinesia abbiamo visitato le isole in lungo e in largo fatto escursioni in mare e fatto dei bellissimi bagni. La polinesia è stupenda con il suo mare, le sue spiaggie, la sua flora, la sua fauna e i suoi simpaticissimi abitanti. Nell'isola di Rangiroa abbiamo conosciuto Bruno. Un divertente abitante che ci ha raccontato di avere fatto da guida a Susy lo scorso anno e ci ha raccontato la vostra giornata sull'isola. Purtroppo il vaggio è durato troppo poco e il ritorno in Italia ma soprattutto al lavoro con 15 gradi di differenza non è stato facile da assorbire. Un saluto da Paolo e Serena.

  2. Paolo Casati
    , 15/2/2010 13:58
    Ciao Susy e Patrizio. Il mio nome è Paolo il 17/9/2005 mi sono sposato con una stupenda ragazza di nome Serena. Abbiamo deciso di fare il nostro viaggio di nozze dal 18 al 22 di settembre a New York e dal 23 al 8 di ottobre in polinesia. Le isole che abbiamo visitato sono state: Moorea, Bora Bora, Rangiroa e Fakarawa. A New York ci siamo lasciati travolgere dal ritmo frenetico della città. Abbiamo visto tutta Manhattan con tutti i suoi quartieri e Brooklyn con relativo ponte attraversato a piedi. In Polinesia abbiamo visitato le isole in lungo e in largo fatto escursioni in mare e fatto dei bellissimi bagni. La polinesia è stupenda con il suo mare, le sue spiaggie, la sua flora, la sua fauna e i suoi simpaticissimi abitanti. Nell'isola di Rangiroa abbiamo conosciuto Bruno. Un divertente abitante che ci ha raccontato di avere fatto da guida a Susy lo scorso anno e ci ha raccontato la vostra giornata sull'isola. Purtroppo il vaggio è durato troppo poco e il ritorno in Italia ma soprattutto al lavoro con 15 gradi di differenza non è stato facile da assorbire. Un saluto da Paolo e Serena.