1. Posta : Fus

    di , il 15/2/2010 13:58

    Scusate l'intromissione, di solito consulto questo sito per motivi più allegri. Sono un artista del coro del Teatro Regio di Torino,dal 21 ottobre siamo in sciopero della fame contro i tagli allo spettacolo che porteranno alla chiusura degli stessi teatri. Perderanno il lavoro coristi orchestrali macchinisti sarte truccatori ballerini ecc. Sui giornali parlano solo di compensi faraonici dei "famosi" e delle mal gestioni di amministratori che come potete immaginare sono messi li dagli stessi politici e di musica ed arte non ne capiscono niente. Ma che ne sarà di noi che passiamo la vita a studiare e fare della qualità un dovere. La cultura è un diritto di tutti,un paese si può dire civile se i cittadini possono scegliere leberamente di pensare, ma forse è proprio perchè ci vogliono manipolare che sta succedendo questo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno, aiutateci.

    Grazie

  2. Manuela Giacomini
    , 15/2/2010 13:58
    Scusate l'intromissione, di solito consulto questo sito per motivi più allegri. Sono un artista del coro del Teatro Regio di Torino,dal 21 ottobre siamo in sciopero della fame contro i tagli allo spettacolo che porteranno alla chiusura degli stessi teatri. Perderanno il lavoro coristi orchestrali macchinisti sarte truccatori ballerini ecc. Sui giornali parlano solo di compensi faraonici dei "famosi" e delle mal gestioni di amministratori che come potete immaginare sono messi li dagli stessi politici e di musica ed arte non ne capiscono niente. Ma che ne sarà di noi che passiamo la vita a studiare e fare della qualità un dovere. La cultura è un diritto di tutti,un paese si può dire civile se i cittadini possono scegliere leberamente di pensare, ma forse è proprio perchè ci vogliono manipolare che sta succedendo questo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno, aiutateci.
    Grazie