1. Posta : Kenya!!

    di , il 15/2/2010 13:59

    Sinceramente il Kenya non ci era neppure mai passato per la mente, avevamo solo intenzione di farci qualche giorno di vacanza insieme e l'unico imperativo era: CALDO, SOLE, MARE!Nel giro di pochi giorni abbiamo organizzato il tutto: abbiamo trovato un'offerta all inclusive in agenzia, ci hanno assicurato che il posto era carino e, soprattutto, adatto a 2 ragazze che viaggiavano sole...Finalmente la notte tra il 2 e il 3 dic.dopo un'odissea trascorsa a Fiumicino in attesa dell'aereo che doveva portarci a Mombasa siamo partite...Il mio primo ricordo del Kenya è il Kilimangjaro:svettava al di sopra delle nuvole con la sua cima innevata...è stato uno spettacolo...Poi l'atterraggio a Mombasa, l'attesa degli altri passeggeri ospiti del nostro "hotel/villaggio"e finalmente l'arrivo a Diani: onestamente tutto quello che avevo visto attorno all'aeroporto e lungo il tragitto verso l'Africana Sea Lodge mi aveva lasciato un pò "stranita", è un altro mondo, nulla di paragonabile all'Europa.E a dire il vero i primi 2giorni fai un pò di fatica ad entrare nell'ottica del "pole pole"africano,ad entrare in sintonia con i loro ritmi, le loro abitudini.Ma alla fine ti adatti...e come!!Noi per fortuna avevamo 2 settimane a disposizione, ci siamo concesse 2gg di safari allo Tzavo Est, una giornata di escursione all'isola di Funzi e...ci siamo innamorate! Quando siamo partite avevamo sentito parlare del famoso "mal d'Africa", ma noi eravamo convinte che non ci saremmo "ammalate": 2 single di 28 e 30 anni, laureate(io quasi!!), assolutamente indipendenti e cresciute senza troppe privazioni...ma figuriamoci se potevamo innamorarci di un posto dove per lavarti usi solo acqua salmastra, in cui la tv è un bene di "stra-lusso", dove quando cammini devi star attenta alle cataste di immondizia che si susseguono sparpagliate lungo il bordo dei mercati e delle strade....E invece ci siamo ammalate anche noi e credo che la nostra sia una malattia cronica visto che stiamo già progettando il ns prossimo viaggio e addirittura l'eventualità di un "futuro" lì!Infatti vorremmo trovare il modo di creare una qualche sorta di attività che ci permetta di passarci gran parte dell'anno...E' inutile che vi racconti giorno dopo giorno la mia permanenza in Kenya, quello che ho visto è qualcosa che mi porto dentro e che non ci sono parole per descrivere, è una sorta di paradiso "fai da te"( perchè cmq di agi non ce ne sono moltissimi!) che ti incanta...per non parlare delle persone,il loro sorriso è contagioso....

  2. Roberta Di legge
    , 15/2/2010 13:59
    Sinceramente il Kenya non ci era neppure mai passato per la mente, avevamo solo intenzione di farci qualche giorno di vacanza insieme e l'unico imperativo era: CALDO, SOLE, MARE!Nel giro di pochi giorni abbiamo organizzato il tutto: abbiamo trovato un'offerta all inclusive in agenzia, ci hanno assicurato che il posto era carino e, soprattutto, adatto a 2 ragazze che viaggiavano sole...Finalmente la notte tra il 2 e il 3 dic.dopo un'odissea trascorsa a Fiumicino in attesa dell'aereo che doveva portarci a Mombasa siamo partite...Il mio primo ricordo del Kenya è il Kilimangjaro:svettava al di sopra delle nuvole con la sua cima innevata...è stato uno spettacolo...Poi l'atterraggio a Mombasa, l'attesa degli altri passeggeri ospiti del nostro "hotel/villaggio"e finalmente l'arrivo a Diani: onestamente tutto quello che avevo visto attorno all'aeroporto e lungo il tragitto verso l'Africana Sea Lodge mi aveva lasciato un pò "stranita", è un altro mondo, nulla di paragonabile all'Europa.E a dire il vero i primi 2giorni fai un pò di fatica ad entrare nell'ottica del "pole pole"africano,ad entrare in sintonia con i loro ritmi, le loro abitudini.Ma alla fine ti adatti...e come!!Noi per fortuna avevamo 2 settimane a disposizione, ci siamo concesse 2gg di safari allo Tzavo Est, una giornata di escursione all'isola di Funzi e...ci siamo innamorate! Quando siamo partite avevamo sentito parlare del famoso "mal d'Africa", ma noi eravamo convinte che non ci saremmo "ammalate": 2 single di 28 e 30 anni, laureate(io quasi!!), assolutamente indipendenti e cresciute senza troppe privazioni...ma figuriamoci se potevamo innamorarci di un posto dove per lavarti usi solo acqua salmastra, in cui la tv è un bene di "stra-lusso", dove quando cammini devi star attenta alle cataste di immondizia che si susseguono sparpagliate lungo il bordo dei mercati e delle strade....E invece ci siamo ammalate anche noi e credo che la nostra sia una malattia cronica visto che stiamo già progettando il ns prossimo viaggio e addirittura l'eventualità di un "futuro" lì!Infatti vorremmo trovare il modo di creare una qualche sorta di attività che ci permetta di passarci gran parte dell'anno...E' inutile che vi racconti giorno dopo giorno la mia permanenza in Kenya, quello che ho visto è qualcosa che mi porto dentro e che non ci sono parole per descrivere, è una sorta di paradiso "fai da te"( perchè cmq di agi non ce ne sono moltissimi!) che ti incanta...per non parlare delle persone,il loro sorriso è contagioso....