1. Posta : Appello in marcia fra i ghiacci per difendere l'Alaska

    di , il 15/2/2010 13:59

    Una guida in marcia per salvare l`Arctic refuge dell`Alaska ed i suoi Nativi.

    Ario Sciolari, guida alpina veneta, sta riuscendo in un`impresa eccezionale:

    La traversata invernale solitaria dell`intera Alaska da sud a nord, un itinerario compiuto in sci e racchette da neve tirandosi dietro una piccola

    Slitta con tutto l`occorrente per sopravvivere attraverso l`immensa wilderness della grande Alaska selvaggia: montagne, boschi, fiumi per

    Migliaia di km, con un piccolo insediamento umano solo ogni 3 o 4 settimane circa ove riposare e rifornirsi.

    Ario, partito il 12 dicembre scorso dall`Alaska meridionale, e' ora nella Valle dell' Hulahula River, sul versante opposto delle splendide Brooks

    Range, in prossimita' delle Pianure Costiere a circa 70 gradi nord di latitudine, dopo aver percorso circa 1100 km in 4 mesi, attraverso le

    Montagne, con la neve alta e temperature tra i -30 e i -45.

    7, 8 ore di marcia sono la sua media giornaliera con distanze che variano dagli 8 km dei giorni peggiori ai 30 di quelli migliori.

    Meta finale di questa traversata, la fine dell`Alaska, a nord, sulle coste ghiacciate dell`Oceano artico, presso il villaggio eschimese di

    Kaktovik, ancora 100 km circa attraverso le Pianure Costiere e poi.....

    L'incredibile arrivo sull' Oceano!

    Obiettivo principale al quale e` legata la traversata di Ario: una protesta contro la volonta`di distruggere l`Arctic Refuge (zona incontaminata

    Vasta quanto il nord italia) e i suoi nativi Gwich`in da parte degli USA, desiderosi di estrarre il poco petrolio presente la` sotto.

    Aggiornamenti sulla traversata, uno alla settimana, sul sito di Ario (www.backtothemother.it), ove si puo' trovare, sempre cliccando "AAK - Alone

    Across Alaska, Italiano", ogni informazione sull`Arctic refuge, i Gwich`in, e la lotta in sua difesa.

    L`arrivo di Ario in cima a quest`impressionante traversata solitaria (quella che lui definisce... "un grido per salvare Madre Terra, un grido per dire:

    Smettete di devastarla, non ne avete ALCUN diritto!!!"), e`previsto tra il 19 e il 25 Aprile.

    Il sito ufficiale:

    Http://www.backtothemother.it/frames.html

  2. Katia 1
    , 15/2/2010 13:59
    Una guida in marcia per salvare l`Arctic refuge dell`Alaska ed i suoi Nativi.
    Ario Sciolari, guida alpina veneta, sta riuscendo in un`impresa eccezionale:
    la traversata invernale solitaria dell`intera Alaska da sud a nord, un itinerario compiuto in sci e racchette da neve tirandosi dietro una piccola
    slitta con tutto l`occorrente per sopravvivere attraverso l`immensa wilderness della grande Alaska selvaggia: montagne, boschi, fiumi per
    migliaia di km, con un piccolo insediamento umano solo ogni 3 o 4 settimane circa ove riposare e rifornirsi.
    Ario, partito il 12 dicembre scorso dall`Alaska meridionale, e' ora nella Valle dell' Hulahula River, sul versante opposto delle splendide Brooks
    Range, in prossimita' delle Pianure Costiere a circa 70 gradi nord di latitudine, dopo aver percorso circa 1100 km in 4 mesi, attraverso le
    montagne, con la neve alta e temperature tra i -30 e i -45.
    7, 8 ore di marcia sono la sua media giornaliera con distanze che variano dagli 8 km dei giorni peggiori ai 30 di quelli migliori.
    Meta finale di questa traversata, la fine dell`Alaska, a nord, sulle coste ghiacciate dell`Oceano artico, presso il villaggio eschimese di
    Kaktovik, ancora 100 km circa attraverso le Pianure Costiere e poi.....
    l'incredibile arrivo sull' Oceano!
    Obiettivo principale al quale e` legata la traversata di Ario: una protesta contro la volonta`di distruggere l`Arctic Refuge (zona incontaminata
    vasta quanto il nord italia) e i suoi nativi Gwich`in da parte degli USA, desiderosi di estrarre il poco petrolio presente la` sotto.
    Aggiornamenti sulla traversata, uno alla settimana, sul sito di Ario (www.backtothemother.it), ove si puo' trovare, sempre cliccando "AAK - Alone
    Across Alaska, Italiano", ogni informazione sull`Arctic refuge, i Gwich`in, e la lotta in sua difesa.
    L`arrivo di Ario in cima a quest`impressionante traversata solitaria (quella che lui definisce... "un grido per salvare Madre Terra, un grido per dire:
    smettete di devastarla, non ne avete ALCUN diritto!!!"), e`previsto tra il 19 e il 25 Aprile.
    il sito ufficiale:
    http://www.backtothemother.it/frames.html