1. Posta : Consiglio: Berlino

    di , il 15/2/2010 14:03

    Commenti Berlino, periodo fine Novembre 2009.

    Che dire di Berlino ?! prima di mortificare con i pochi elogi che mi vengono in mente questa città, va detto che il passato inverno la meta delle nostro "stacco" per le città europee è stata Madrid... Quindi capirete, per chi ha visto entrambe le città la difficoltà seppur minima di accostamento.

    Che dire dunque di Berlino, ampia, moderna, sincronizzata alla perfezione coi suoi innumerevoli mezzi di trasposto, pulita laddove gli occhi del turista si trasformano in percorsi da promuovere e solida; sembra in effetti che l'abbiano poggiata lì, plasmandola da un cubo di vetro e ferro fatto in officina.

    Noi personalmente l'abbiamo trovata anche buia nelle varie traversate oceaniche dei suoi viali autostradali.

    Per chi mette le bandierine sulla cartina casalinga dei viaggi compiuti, è una meta in più da smarcare, per chi invece intende il viaggio, come qualcosa di intimo, capace di lasciarti un sapore di malinconia sull'ultimo biglietto della metro timbrato prima di ripartire, beh, sarà soggettivo ma non è senz'altro appagante vedere una cultura incentrata quasi esclusivamente sulla disciplina ferrea dell'organizzazione sociale e poco anzi nulla sul calore che ti lascia a livello umano.

    Per il resto, vedere luoghi dipinti come interessanti e trovarsi di fronte alla modernità quasi sbattuta in faccia come fiore all'occhiello sopra un vestito di gesso.... È limitante.

    Buon viaggio comunuque a tutti coloro che anelano alla perfezione!!!.

  2. ideafix
    , 15/2/2010 14:03
    Commenti Berlino, periodo fine Novembre 2009.
    Che dire di Berlino ?! prima di mortificare con i pochi elogi che mi vengono in mente questa città, va detto che il passato inverno la meta delle nostro "stacco" per le città europee è stata Madrid... Quindi capirete, per chi ha visto entrambe le città la difficoltà seppur minima di accostamento.
    Che dire dunque di Berlino, ampia, moderna, sincronizzata alla perfezione coi suoi innumerevoli mezzi di trasposto, pulita laddove gli occhi del turista si trasformano in percorsi da promuovere e solida; sembra in effetti che l'abbiano poggiata lì, plasmandola da un cubo di vetro e ferro fatto in officina.
    Noi personalmente l'abbiamo trovata anche buia nelle varie traversate oceaniche dei suoi viali autostradali.
    Per chi mette le bandierine sulla cartina casalinga dei viaggi compiuti, è una meta in più da smarcare, per chi invece intende il viaggio, come qualcosa di intimo, capace di lasciarti un sapore di malinconia sull'ultimo biglietto della metro timbrato prima di ripartire, beh, sarà soggettivo ma non è senz'altro appagante vedere una cultura incentrata quasi esclusivamente sulla disciplina ferrea dell'organizzazione sociale e poco anzi nulla sul calore che ti lascia a livello umano.
    Per il resto, vedere luoghi dipinti come interessanti e trovarsi di fronte alla modernità quasi sbattuta in faccia come fiore all'occhiello sopra un vestito di gesso.... È limitante.
    Buon viaggio comunuque a tutti coloro che anelano alla perfezione!!!.