1. Gaffes all'estero

    di , il 28/1/2010 09:09

    Tutti sappiamo che nelle moschee si entra senza scarpe, ma quante e quali usanze, regole e leggi non scritte sarebbe meglio conoscere per evitare magre figure, mancare di rispetto o, peggio, finire nei guai nei vari paesi del mondo?

  2. sy. 24
    , 19/3/2010 14:52
    Mi spiace di essere risultata presuntuosa, non era certo mia intenzione!!! E' che leggendo le varie precauzioni da prendere all'estero mi è venuto da sorridere...mi sono sembrate esagerate e anche sbagliate quindi se le informazioni sono corrette il tutto risulta essere utile e divertente, altrimenti penso sia solo disinformazione.
    S.
  3. pitiante
    , 16/3/2010 14:33
    ops era un msg per Sy.64
  4. pitiante
    , 16/3/2010 14:32
    forse non volevi ma sei parso un poco presuntuoso, nei confronti di questo forum che invece può essere curioso simpatico e utile! Certo che ci si informa sul luogo e usi e costumi, ma a volte delle stranezze-curiose o meno simpatiche non le trovi, così ne puoi venire a conoscenza e evitare GAFFES, appunto il titolo del forum . .
  5. artemisia59
    , 15/3/2010 16:26
    Notizia di oggi: 1 mese di carcere per due turisti inglesi che si sono baciati in un ristorante di Dubai.
  6. cangurina911
    , 14/3/2010 12:48
    per le donne ricordatevi di portarvi dietro , se andate in paesi arabi, un foulard da mettere in testa quando entrate nelle moschee..... e per non avere la sensazione strana di camminare su tappeti umidi, portatevi delle calze da tennis, dietro, come ho fatto io in turchia!
    in certe regioni della Turchia, non amano i pantaloni corti, perciò occhio!

    sia per i maschietti che per le femminuccie (fortuna che io avevo un bell'asciugamanone immenso dietro......me lo so messo tipo pareo, e problemi zero , i turchi han capito che non volevo offendere nessuno)
  7. ZANNAMAU
    , 13/3/2010 20:58
    ecco alcune che so io....
    Giappone= mai brindare dicendo cin-cin, le signore arrossirebbero pechè state citanto l'organo riproduttivo maschile. <b>dite Campai !</b>
    Maurizius=non invitate una ragazza a mangiare due spaghetti, facendole il segno della forchetta che
    li arrotola usando due dita, la state invitando a letto....
  8. sy. 24
    , 12/3/2010 09:35
    Penso che quando siamo all'estero sia evidente il fatto che siamo turisti, di conseguenza la mancanza involontaria di rispetto nelle regole altrui è tollerata. Se entri in moschea con le scarpe ti viene detto di toglierle ma non incappi in nessun guaio, al massimo non ti fanno entrare, giustamente.
    Ho viaggiato in Oriente e Occidente e mai mi è successo di trovarmi in situazioni spiacevoli! Chiunque ti spiega cortesemente dove stai sbagliando e t'invita ad adeguarti.
    Riguardo la presenza del ciclo nelle donne che dovrebbe impedire l'entrata nei templi buddisti penso sia dovuta alla probabile credenza che le mestruazioni sono considerate cosa impudica, sporca e quindi rende la donna indegna, in quel momento, di presentarsi davanti al dio. Non credo che nessuno si permetta di controllare, è questione di coscienza indivduale.
    In ogni caso, quando sia viaggia, sarebbe sempre indispensabile conoscere almeno un pò il Paese che ci si appresta a visitare, proprio per il piacere di conoscere oltre ai luoghi anche gli usi e i costumi del popolo che lo abita.
    S.
  9. DIDIADRY
    , 28/2/2010 10:03
    .. una domanda x siculo:

    ma tutte le regole che hai scritto le hai testate? oppure le hai copiate direttamente dai vari link che ci sono su internet?
    perchè a Singapore ad esempio non ci sono particolari regole per le effusioni in pubblico (c'è il decoro nei modi di fare verso le donne e ovviamente non si deve eccedere nelle manifestazioni affettive) ma sulla pulizia sì, ad esempio non si può importare il cewing-gum e quindi neanche gettarlo in terra .. e guai a gettare carta in terra...
    in Usa nei ristoranti entra prima o la donna o l'uomo, così come anche in Europa, erano regole dettate dei tempi passati quando c'erano situazioni di rischio per le donne..
    io sono andata in Svezia e in Norvegia e penso che anche in Finlandia, stato cugino della penisola scandinava, la libertà individuale sia simile .. a meno che tu non abbia notato di persona questa strana particolarità ..
    ciao!
    Adriana
  10. eos76c
    , 27/2/2010 17:43
    In Etiopia quindi è meglio che non ci vado! Sono allergica al pomodoro! :-P
  11. Matusca
    , 26/2/2010 15:55
    Argentina
    Non è semplicemente non accettare una tazza di mate, è non accettare di condividere di aspirarel'acqua con l'erba mate con una stessa cannuccia (bombilla) usata da tutti gli altri. Prima aspira con la bombilla il mate una persona, dopodiche il cebador riempe il contenitore (chiamato mate anche lui) d'acqua e passa e cosí via e laq bombilla non cambia mai. E' un grande onore quello che vi fanno, di condividere con voi il mate. Ma non si offendono piú di tanto, state tranquilli. In quanto all'inno, nelle occasioni ufficiali in teatri si alzano tutti, ma in altre occasioni (manifestazioni politiche o culturali) non è detto che tutti si alzino. E non succede niente e nessuno vi guarda male.
  12. siculo
    , 26/2/2010 10:15
    Ecco ancora altre indicazioni:
    In Corea se siete al ristorante non riempitevi il bicchiere ma aspettate che lo faccia chi è seduto di fronte a voi
    In India regali si aprono sempre in privato, mai in pubblico
    In Etiopia sei si è invitat a pranzo da una famiglia il padrone di case intinge un pezzo di pane nel sugo e lo porta con le dita alla bocca dell' invitato. Rifiutare e grave offesa
    In Argentina non accetare una tazza di Mate, la bevanda nazionale e considerata una scortesia.
    Apprezzarla rumorosamente invece no.
    In Thailandia il massimo dell' ospitalità è offrire una ciotola di bachi da seta bolliti.
    Quando si è seduti e si presenta una persona non è cortese alzarsi in piedi cosa che invece si fa in occidente
    In Europa sono gli uomini i primi ad entrarein un locale pubblico per controllare la situazione: Negli Usa invece entra per prima la donna
  13. Seppyefrago
    , 25/2/2010 16:19
    Complimenti siculo..hai dato dei consigli davvero preziosi!! Io e mio marito siamo dei viaggiatori incalliti ed in ogni posto in cui siamo stati, abbiamo sempre cercato di rispettare le loro usanze e tradizioni anche se certe volte non d'accordo!! Vi racconto una stranezza: la nostra ultima tappa del viaggio di nozze è stata Bali in cui siamo stati 10 giorni. Durante un'escursione siamo stati in un tempio. All'entrata c'era scritto su un enorme cartello cosa si poteva portare nel tempio e cosa era vietato. Tutte cose normali..ma la cosa che ci ha stupito di più è stato leggere alla fine delle elenco che le donne che hanno il ciclo non possono entrare nel tempio. Ci siamo guardati stupiti...dopodiche mio marito mi dice: "Vorrei sapere come fanno a controllare!!!" Chissà quale sarà il motivo...
  14. artemisia59
    , 19/2/2010 14:02
    Accidenti, siculo, sei una miniera ! Converrà stamparci tutte le tue dritte!
  15. siculo
    , 19/2/2010 11:47
    Continuo con altre indicazioni per evitare gaffes :
    In Islanda non fate gli spiritosi sulle favole di fate e gnomi. Gli Islandesi sono molto orgogliosi delle loro tradizioni.
    In Canadà è maleducato parlare inglese entro i confini del Quebec francofono.
    In Argentina il codice penale punisce chi non si alza in piedi durante l'inno nazionale.
    A Singapore evitate di andarci in viaggio di nozze.I gesti affettuosi in pubblico sono considerati sconvenienti.
    Nel Sud-est asiatico copritevi la bocca davanti alle statue di Buddha in segno di rispetto
    Inoltre risucchiare il brodo rumorosamente e segno che apprezzate la cucina, non che siete cfoni.
    A Tonga quando piove non aprite l'ombrello.
    Laggiù si usa per ripararsi dal sole.
    In Nepal non toccate le donne vestite di bianco.
    E' il colore del lutto.
    In Malasya i turisti che praticano il nudismo o girano in topless possono essere espulsi.
    In Birmania per rispettare la religione Buddista non toccare immagini e statue di Buddha e non farsi fotografare con le spalle rivolte verso le statue.
    In Indonesia non scattare foto ai bimbi: gli si ruba l'anima.
    Toccare il capo a un bimbo è pericoloso. Per gli induisti si interrompe il flusso di intelligemza verso gli dei
    In Mali per fotografare occorre il permesso.Si può ottenere però pagando.
    in Giordania rifiutare The o Caffè èconsiderata un offesa così come comprare qualcosa senza contrattarne il prezzo.
    SICULO
  16. siculo
    , 19/2/2010 11:04
    Ecco alcune indicazioni:
    I Finlandesi sebbeni nolto aperti non gradiscono le effusioni in pubblico.
    I Tedeschi amano la puntualità mentre Francesi e Spagnoli accettano ritardi fino a 15 minuti.
    In Cina non toccate spalle,braccia o testa.Non è permesso o tollerato nessun contatto tra estranei o passanti, tanto meno baci sulla guancia.
    Sempre in Cina non dite mai Cin Cin . Infatti con questo nome le mamme indicano ai bimbi l'organo genitale maschile.
    Il Laos, Cambogie e Thailandia salutate congiungendo le mani al di sotto del naso.
    In Corea e in molti paesi dell'Asia non soffiate il naso davanti a persone che stanno mangiando.Siculo