1. Terremoto ad Haiti

    di , il 27/1/2010 11:25

    La Redazione di Turistipercaso esprime profondo cordoglio per tutte le vittime del terribile terremoto di Haiti e solidarietà ai superstiti e ai familiari delle vittime.

    Aspettiamo con ansia notizie dei nostri connazionali non ancora rintracciati.

    Apriamo questo forum per raccogliere i pensieri dei Turistipercaso dedicati alla popolazione haitiana e le segnalazioni di iniziative a sostegno dei soccorsi e della ricostruzione.

  2. simobrac
    , 23/1/2010 15:25
    Ciao a tutti!
    Credo che questa tragedia sia di dimensioni indescrivibili, tenendo conto che già la situazione prima del terremoto era a dir poco critica per questa gente.

    Oltre alle donazioni personali, che non vengono male e che credo che già molti di noi abbiano provveduto a fare, abbiamo creato un gruppo italo-spagnolo (ma sono benvenuti tutti, cerchiamo di mettere qualcosa anche in inglese) su Facebook che si chiama "Ideas para recaudar fondos para Haití (y otras causas)" cioé "Idee per raccogliere fondi per Haiti (e altre cause)" in cui, come indica il nome, cerchiamo di raccogliere idee originali per coinvolgere persone del nostro entourage -amici, parenti, colleghi di lavoro - a donare qualche euro, magari anche più di una volta, alle ONG.

    Per ora abbiamo fatto i "biscotti solidali" in ufficio (150 e rotti euro in un giorno) e "invita il tuo amico haitiano a una birretta", che sarebbe l'iniziativa di questo week-end... il concetto di base è appunto cercare di non metterci a posto la coscienza con i nostri 10, 20 o 50 euro donati all'indomani del terremoto, ma continuare una donazione più costante nel tempo con iniziative semplici e veloci da organizzare anche solo tra pochi amici e che però si ripetano nel tempo e, con uno sforzo minimo nostro, portino un po' più di speranza laggiù... perché sarà pure vile denaro, ma senza quello stanno morendo, e con le ONG sarà pure difficile sapere dove vanno a finire i soldi, ma è l'unico modo che abbiamo per aiutarli da qua.

    Detto questo, tanto di cappello ha chi ha avuto il coraggio di andare laggiù ad aiutare, noi da qui vogliamo cercare di dare comunque il nostro piccolisssimissimissimo contributo!

    Vi lascio il link, per chi volesse dare un'occhiata:
    http://www.facebook.com/group.php?gid=266425678562&v=info#/group.php?gid=249570782827&ref=mf
  3. Redazione
    , 20/1/2010 11:27
    Pubblichiamo un comunicato stampa degli amici di Terre des Hommes
    --------------------------------------------------------------

    Sostegno a distanza: l'aiuto che serve ai bambini di Haiti

    Terre des Hommes, presente ad Haiti già prima del sisma, lancia un appello per il sostegno a distanza dei bambini vittime del terremoto. L’organizzazione sta operando con il suo personale locale e internazionale per portare soccorso alle vittime del terremoto, in primo luogo i bambini. Ma necessariamente sta pianificando gli interventi a lungo termine per assicurare ai bambini di Port au Prince istruzione, assistenza sanitaria e un posto sicuro in cui vivere anche dopo la prima emergenza. Per questo Terre des Hommes si sta attivando già da adesso per avviare il sostegno a distanza dei bambini più bisognosi.

    “Questa forma di solidarietà, a nostro parere”, dichiara Raffaele Salinari, Presidente di Terre des Hommes, “è la più rispettosa dei diritti di tutti quei bambini che appartengono a famiglie in difficoltà, sia a causa di catastrofi naturali che per povertà endemica. Piuttosto che cedere alla forte richiesta di adozioni internazionali, che in questo momento per Haiti appaiono per lo meno come procedure affrettate, riteniamo che la risposta giusta per il futuro sia l’adozione a distanza, che rispetta il principio di sussidiarietà nell’interesse superiore del minore e che aiuta concretamente le loro famiglie. Ricordiamoci che i bambini sono il futuro di quella nazione e noi abbiamo il dovere di sostenerli ”.

    Terre des Hommes, attraverso la sua rete internazionale, è presente da decenni ad Haiti con progetti di sostegno in favore dell’infanzia. Il suo orfanotrofio “Opera Nostra Signora delle Vittorie” di Port au Prince fortunatamente non ha subito danni gravi, ma è privo di servizi essenziali come la maggior parte degli edifici. E’ qui, nella scuola adiacente e in centri come questi che sarà avviato il Sostegno a Distanza nelle prossime settimane.

    E’ possibile richiedere subito un sostegno a distanza di un bambino ad Haiti collegandosi alla pagina http://www.terredeshommes.it/sostegno_distanza.php

    oppure mandando una mail a sad@tdhitaly.org

    o ancora effettuando il versamento di 300 Euro annui sul cc postale 321208 oppure sul cc bancario IT53Z0103001650000001030344 specificando sempre la causale: Sostegno a distanza Haiti.

    --------------------------------------------------------------

    Terre des hommes (TDH) Italia onlus è una delle più accreditate organizzazione non governativa che si occupano di aiuto diretto all'infanzia in difficoltà nei Paesi in via di sviluppo. TDH Italia oggi è presente in 23 paesi di tre continenti con 88 progetti di aiuto umanitario d’emergenza e di cooperazione internazionale allo sviluppo, con programmi in settori quali salute di base e protezione materno-infantile, educazione di base, formazione professionale, protezione dei bambini di strada ed in conflitto con la legge e promozione dei diritti umani. TDH Italia lavora in partnership con ECHO ed è accreditata presso l’Unione Europea e l’ONU. TDH Italia fa parte della Terre des hommes International Federation (TDHIF), che nel 2010 compie 50 anni di attività. Complessivamente nel 2008 gli 11 membri della federazione hanno portato avanti 933 progetti in 65 paesi. Per informazioni: www.terredeshommes.it e www.terredeshommes.org
  4. Patrizio Roversi
    , 19/1/2010 16:37
    Ciao a tutti, vi segnalo un articolo pubblicato su Repubblica giovedì 14 gennaio scorso. Non appena fisseremo l'appuntamento anticipato nell'articolo, ovviamente, sarete i primi a saperlo.

    Patrizio

    .................................................................
    Repubblica, "Già scattata la solidarietà, raccolta di denaro e medicinali"

    Il terremoto che ha sconvolto Haiti, causando oltre centomila morti, ha fatto subito scattare le operazioni di solidarietà per raccogliere soldi e medicinali da inviare alla popolazione del piccolo stato centroamericano. Sotto le Due Torri l'Associazione Internazionale Haiti Integrity Project (A.i.h.i.p.), nata nel marzo 2008 grazie a Zacherie Anoine, biotecnologo haitiano che lavora al Sant'Orsola, organizzerà nei prossimi giorni una serata all'oratorio San Filippo Neri per raccogliere fondi. L'associazione si occupa di realizzare progetti scientifici, culturali ed artistici tra la realtà haitiana e il nostro paese.
    Nell'ottobre del 2008 ha avuto il suo battesimo con un'iniziativa organizzata al quartiere Santo Stefano. “Entro domani apriremo un conto corrente e stiamo mettendo in piedi una serata con Patrizio Roversi, dove trasmetteremo alcuni video girati ad Haiti e tratti dalla trasmissione Turisti per Caso. Confidiamo nella solidarietà dei bolognesi – dice il presidente dell'associazione – all'iniziativa parteciperà anche l'ambasciatrice haitiana in Italia, Benoit Geri, che potrà spiegare meglio quello che è successo. Da questa mattina sto cercando di mettermi in contatto con il governo haitiano, ma è impossibile. È uno dei giorno più difficili per il mio paese, ci vuole l'aiuto di tutti.”
    All'iniziativa di solidarietà prenderà parte anche il policlinico Sant'Orsola “L'ospedale si è subito fatto avanti – spiega il vicepreside dell'A.i.h.i.p., il professor Giuseppe Ferrari – speriamo di raccogliere più soldi e medicinali possibili per aiutare la popolazione haitiana”


    Sotto le Due Torri la situazione dell'Isola Haitiana ha messo subito in moto l'Associazione Internazionale Haiti Integrity Project. L'associazione ha aperto un conto corrente (Iban IT68 P063 8502 4031 0000 0002 703 causale: Terremoto Haiti)
    .................................................................
  5. e.berti85
    , 14/1/2010 13:40
    Come aiutare per il terremoto ad Haiti:
    Croce rossa
    numero verde 800.166.666
    donazione online causale "Pro emergenza Haiti" www.cri.it
    bonifico bancario causale "Pro emergenza Haiti"
    IBAN IT66-C0100503 3820 0000 0218020

    Save the Children
    donazioni online con carta di credito (nessuna commissione) www.savethechildren.it/2003/donazioni/donazioni.asp?ERH=y
    oppure C/C postale n. 43019207

    Medici senza frontiere
    con carta di credito telefonando al numero verde 800.99.66.55 oppure allo 06.44.86.92.25
    con bonifico bancario
    IBAN IT58D0501803200000000115000
    C/C postale 87486007, intestato a Medici senza Frontiere inlus, causale Terremoto Haiti
    Online www.medicisenzafrontiere.it
  6. Redazione
    , 27/1/2010 11:25
    La Redazione di Turistipercaso esprime profondo cordoglio per tutte le vittime del terribile terremoto di Haiti e solidarietà ai superstiti e ai familiari delle vittime.
    Aspettiamo con ansia notizie dei nostri connazionali non ancora rintracciati.
    Apriamo questo forum per raccogliere i pensieri dei Turistipercaso dedicati alla popolazione haitiana e le segnalazioni di iniziative a sostegno dei soccorsi e della ricostruzione.