1. India

    di , il 5/9/2006 22:08

    Salve. Per chi scende la prima volta a Delhi ed esce dall'aeroporto la prima impressione è di essere finito in un immenso calderone bollente pieno di chiasso e vociare indescrivibile, l'India si presenta per quello che è: un apparente (e non solo apparente) caos in cui tutto funziona in maniera inspiegabile per noi occidentali,per questo è molto importante arrivare con un minimo di organizzazione alle spalle. È più facile di quello che si pensa viaggiare in questo paese, le soluzioni ci sono tutte: treni che raggiungono tutte le destinazioni per chi ha un po' di tempo e una miriade di Driver che con la loro auto vi portano da un capo all'altro del paese per pochi soldi. Personalmente non sento il bisogno di appoggiarmi a un'agenzia, sono peraltro molto ben organizzate ma hanno il culto di farvi vedere l'impossibile in pochi giorni. Consiglio di organizzarsi con l'ottima guida della Lonely Planet, per ciò che riguarda l'India la trovo una vera bibbia. Se volete vi posso aiutare per organizzare un bel giro e anche per trovare hotel per tutte le tasche. Per l'itinerario, come prima volta, vi consiglio il Rajasthan con le città di Agra, Jaisalmer, Jodpur, Jaiphur e Pushkar, Udaipur e altre. Se vi servono consigli, indirizzi anche di un buon e sicuro driver, scrivete senza problemi. Se decidete di andare al mare (quando qui è inverno) vi posso aiutare con alcune dritte e posti molto belli. Penso sia cosa gradita a tutti se al ritorno del vostro viaggio lasciate qui due righe di commento perché tutti possano trarne vantaggio, grazie.

    Bikaner

  2. bikaner1948
    , 29/6/2010 19:35
    Per kia84:Dunque,andiamo con ordine:Il tratto Zainabad-Bhuj è notevole ma è fattibile in un solo giorno partendo all'alba ma questo non penso sia un problema,l'unico inconveniente potrebbe arrivare appunto dal monsone che rende, a tratti,quelle strade già di per se dure,impraticabili ma questo come già sai fa parte dell'imponderabile dell'India; a Bhuj alla stazione di polizia ti fanno il permesso anche di pomeriggio ed è già valido per il giorno dopo.I villaggi che puoi visitare sono scritti sul permesso:quelli sono e non altri,magari saranno scritti in indi ma il driver te li traduce di certo.Quindi calcolando che il giorno che arrivi fai i permessi,pernotti,il mattino dopo vai a visitare i villaggi,ripernotti a Buhj e il giorno dopo potresti ripartire...ma tutto questo solo in teoria,in pratica,fossi in te,prenderei un giorno in più di calcolo per la zona di Buhj.Immagino sai già che quella è una zona molto,molto dura,con infrastrutture per il turismo appena sufficenti ma lo avrai di certo calcolato,io ci ho passato dieci giorni e alla fine ti giuro che ho fatto un sospiro quando ne sono uscito.Il tempo.Nel Gujarat a settembre il monsone è quasi esaurito,ma come gli indiani,nemmeno lui è mai puntuale,potrebbe avere dei bei colpi di coda ma il più è ormai passato,lo trovi invece ancora sufficentemente allegro nell'Andrah Pradesh e li le strade non sono di certo migliori del Gujarat,si ci sono stato,ma solo di passaggio.Non ho mai fatto l'antimalarica,ho sempre fatto l'antitifica e l'antiepatite,la profilassi antimalarica l'ho fatta solo una volta che sono sceso nello Sri Lanka ma ma ha fatto star male e non l'ho più fatta,in tutti i casi è sempre meglio se ti rivolgi a un centro malattie tropicali,magari c'è ora qualche prodotto che non da più di tanto fastidio.Nei v oli interni più che il peso sono molto,molto fiscali nel controllo bagagli,evita forbici,coltellini e batterie varie,te le sequestrano con la promessa di ridartele all'arrivo ma poi non le vedi più...I voli sono sufficentemente sicuri,gli aerei sono in buono stato,almeno quelli che ho preso io.A Palitana si può fotografare,basta pagare...li sono giainisti e non gradiscono molto tutto ciò che è frutto del sacrificio di qualche animale,quindi niente accessori di pelle,loro girano con un velo sulla bocca per non ingerire insetti...sono molto fiscali su queste cose,sempre con un sorriso ma molto fiscali.A mumbay mi hai messo in crisi perchè penso che l'aereoporto nazionale e internazionale sia sempre quello,non vorrei sbagliarmi ma mi sembra che siano attaccati,in tutti i casi fuori dal terminal sostano una miriade di taxi,quelli regolari sono neri,a mumbay alzano i prezzi ad ogni istante,tratta prima il prezzo.A mumbay sono stato al Residency hotel,ottimo e pulito.Per gli altri hotel posso darti quello di Diu il fantastico Gangasagar hotel,economico ma molto funzionale e direttamente sul mare,per gli altri hotel all'interno del Gujarat non me la sento di passarteli...a quel tempo erano già scadenti e ora penso che siano diroccati,parlo di nove anni fa...Per tutto ciò che riguarda il driver ti scrivo sulla mail e comunque ti faccio i complimenti per il tour che hai imbastito.Meraviglioso e soprattutto molto coraggioso ma sarai ripagata,quel giro l'ho fatto appunto anni fa,senza il driver...stupendo e unico.Il gujarat è poco visitato ma meriterebbe molto di più,ciao
  3. kia84_
    , 28/6/2010 17:33
    Bene, ora inizio con le domande, saranno tante e lunghe...me ne scuso... alcune forse anche banali, ma magari riusci a togliermi dei dubbi. Grazie davvero.
    1. la domanda più importante e che non saprei proprio come fare: come puoi vedere faremo una sosta a Zainabad (nel deserto), oltre perche è molto interessante il luogo, è perchè vorrei mettere una pausa nel viaggio per arrivare a Bhuj. A Bhuj ho vari dubbi: intanto ho visto che ci sono 260 km da Zainabad a Bhuj, ricordandomi le distanze che facevo nel Rajastan, credo sia possibile farlo in giornata per il driver (è la distanza più lunga dell'itinerario ed è nel deserto) Che ne pensi tu ? Ma soprattutto, ho previsto 2 giorni a Bhuj perchè nello stesso giorno del trasferimento tra Zainabad e Bhuj, una volta arrivati, vorremo prendere subito il permesso alla Polizia, credi si riesca a fare tutto in giornata? Avendo il volo già prenotato dall'Italia per il sud dell'India dopo 10 giorni, non vorrei perdere un giorno in più a Bhuj e quindi fare meno tappe, eventualmente compro direttamente un giorno dopo il biglietto... ho paura di sbagliare i tempi....Cioè, pogrammare un giorno per trasferimento e 1 giorno per la visita dei villaggi, si riesce ? O meglio che metto 3 giorni a Bhuj ?
    Ma soprattutto, qui non capisco e nella guida non è spiegato: come funziona ? Dopo aver fatto i permessi alla polizia (mi pare sia gratis), chi mi dice quali sono i villaggi da visitare ? Sarà il driver che ci porta o qualcun'altro che organizza ? E' meglio trovare qualcuno che sia informato e che troverò nel posto ? Nella lonely p. non è spiegato.
    Per questo motivo sto aspettando di comprare i biglietti interni.... vorrei capire se 2 giorni a Bhuj è sufficiente o meno anche se negli itinerari delle agenzie che ho trovato in interent, mettono 2 giorni....
    2. Distanza a Mumbai tra aeroporto nazionale e internazionale ? E' molto ? Immagino ci siano tuc-tuc o taxi a quell'ora della notte che ci portano da un'aeroporto all'altro ? Arriviamo alle 3.35, e abbiamo poi l'aereo per Ahmedabad alle 8.20, tra presa di valigie ed altro mi sembra il tempo sia sufficiente, che dici ?
    2. Quale clima troveremo nel Gujarat ? Settembre è ancora periodo di monsone pieno (credo), a ottobre dovremo trovare la coda del monsone ? O è già finito ? E' nell' Andrah Pradesh ? Da come ho capito il monsone a ottobre c'è ancora ...corretto ?
    3. So che non mi puoi dare un opinione medica, ma solo a titolo informativo, volevo sapere se tu hai fatto l'anti-malarica per il Gujarat ? E per l' Andrah Pradesh (Sei stato? ); quando sono stata nel Rajastan non l'ho fatta: vorrei evitarla anche ora per vari motivi. Essendo zona desertica non mi preoccupa molto il Gujarat, ma mi preoccupa l'Andrah Pradesh essendo zona più verde e anche vicino al mare... chiederò comunnque al mio medico e all'ASL ma volevo avere una tua opinione.
    4. Nei voli interni ci sono controlli ferrei ? Più che altro per quanto riguarda il peso, volevo portare vestiti ed altro quando andrò nel centro umanitario e magari strada facendo nel Gujarat mi compro qualcosa... magari sforo il peso... ma i voli sono sicuri ?!?!?
    5. Vale la pena la sosta a Mandwi ? O non me la consigli ? L'ho vista su alcuni itinerari in internet...
    6. Ho idea di prenotare da casa gli hotel in queste città per stare sicura: ad Ahmedabad, nel deserto a Zainabad, a Hyderabad e a Mumbai. Conosci qualche buon hotel/guesthouse da consigliarmi ? (anche non solo di queste città ma di tutte in generale...)
    7. Girnar-Hill / Palitana: sei stato ? Nella guida c'è scritto che non si possono portare oggetti di pelle, ti risulta ? E per quanto riguarda la macchina fotografica ? Si può usare ?
    8. Ultima domanda, ma importantissima: ora posso contattare il driver, credi gli possa andare bene l'itinerario ? … per i contatti attendo tue (private), da come avrai capito saremo in 2.
    Credo sia tutto, mi sono dilungata anche troppo. Grazie infinite dell'aiuto e attendo tue.
    Grazie.
  4. kia84_
    , 28/6/2010 16:44
    Ciao Bikaner !volo acquistato con la Turkish, 470 euro, andata 30 settembre ritorno 23 ottobre !!!!! Si parteeeee !! Allora, intanto ti posto l'itinerario che ho preparato (cosicchè possa servire anche per altri viaggiatori), poi ti invierò un altro post con tutte le domande... dimmi cosa ne pensi, ti piace ?tralascio qualcosa di importante ? Naturalmente è sempre indicativo (anche se spero di farcela a vedere tutto) ma coi tempi indiani..... non si sa mai !! buona lettura a tutti.
    30 settembre
    volo per Mumbai
    1 ottobre
    Arrivo alle 3.35 a Mumbay, trasferimento da aeroporto internazionale a aeroporto nazionale, partenza per Ahmedabad ore 8.20 arrivo alle 9.30, conoscenza del driver, trasferimento in hotel
    visita di Ahmedabad
    2 ottobre
    Visita dei pozzi poco fuori Ahmedabad e partenza verso Modhera (con il tempio del sole), e verso Patan (importanti per i tessuti e per i templi giainisti)
    Pernottamento a Patan
    3 ottobre
    Partenza verso il “Little Rann Sanctuary”, (una vasta zona desertica dove nel periodo dei monsoni si riempie d'acqua, mentre nel periodo di siccità la terra prende il nome di “tartaruga” per le crepe che vi si formano, in questa zona vivono gli unici asini selvatici asiatici e popolazioni tribali), si può raggiungere solo tramite visite organizzate, quindi ci fermeremo a Zainabad dove c'è un resort.
    4 ottobre
    Verso Bhuj (città della penisola del Kucth-terra antica e popolata da antiche tribù nomadi) e villaggi tribali, qui va richiesto il “visto” per il giorno dopo alla polizia locale per andare a fare visita alle popolazioni nomadi.
    Pernottamento a Bhuj
    5 ottobre
    Visita dei villaggi nomadi
    Pernottamento a Bhuj
    6 ottobre
    Sosta a Mandwi? Verso Jamnagar, città poco turistica con un bellissimo templio.
    Pernottamento a Jamnagar
    7 ottobre
    Sosta a Dwarka la città di Krishna, e poi verso Portbandar (luogo di nascita di Gandhi)
    Pernottamento a Portbandar
    8 ottobre
    Visita di Portbandar (non c'è molto se non i luoghi di Gandhi)e andare verso Junagadh
    Pernottamento a Junagadh
    9 ottobre
    Andare all'alba a GIRNAR HILL (insieme di templi giainisti, salita di 10.000 scalini....)
    Decidere se rimanere a Junagadh o andare diretti a Diu (cittadina di mare)
    10 ottobre
    Diu cittadina di mare con influssi portoghesi
    Pernottamento a Diu
    11 ottobre
    Andare verso Palitana (similare a Girnar Hill, dislivello di 600 m con 3.200 scalini per ammirare i templi)
    51 km da Bhavnagar
    Pernottamento a Palitana
    12 ottobre
    Farci portare dal driver fino a Bhavnagar e salutarlo.
    Prendere aereo da Bhavnagar (ore 15.00) per Hyderabad (ore 20.35 )
    Dal 13 ottobre, visiteremo Hyderabad, poi prenderemo un treno verso Vijawada e staremo nel villaggio della “mia” bambina per poi ripartire un giorno prima del rientro in Italia per Mumbay, visitarla e poi tornare a casa.....
  5. bikaner1948
    , 28/6/2010 10:56
    Per Emmabo,Ciao,effettivamente la regione del Kerala è strutturata da anni per essere una meta sicura e ben organizzata per il turismo anche se personalmente rimpiango molto il Kerala di anni fa quando l'unica occupazione per passare le giornate in spiaggia era quella di aiutare i pescatori a tirare su le reti imitando con la voce le loro cantilene,ma questo fa parte ormai di un Kerala che non esiste quasi più ma che tuttavia può andar bene per altre forme di turismo.La regione si è velocemente adeguata alle nuove esigenze occidentali e sorgono come i funghi centri benessere e massaggi più o meno qualificati con relativi guru. La spiaggia di Kovalam è il centro di questa situazione,una baia incantevole dove però,in alcuni punti,è assolutamente sconsigliato fare il bagno causa le forti correnti che portano al largo.Il villaggio è molto carino e quasi interamente improntato alle varie tecniche ayurvediche e centri massaggi con,di conseguenza,un notevole afflusso turistico,preferibile è la vicina Samudra,più tranquilla e meno affollata.Merita una visita la città di Quilon(Kollam),da qui partono varie escursioni nei meravigliosi canali che la circondano,da non perdere,ti consiglierei anche di visitare Munnar,famosa per il suo tè e immersa in un paesaggio veramente mozzafiato.Se poi ti dovessi stancare della vita di spiaggia aggiungerei un'escursione fino a Kanyakumari,all'estremo sud dell'India,un posto pieno di magica atmosfera e poi su fino alla magica Madurai con i suoi imperdibili templi.Spero di esserti stato utile,per altre info sono qui,ciao
  6. emmabo
    , 27/6/2010 12:17
    Ciao Bikaner
    sono Emma, da un po' di tempo ho in mente l'India, in particolare il Kerala. Non riuscendo a trovare compagni di viaggio avrei deciso per un tour in solitaria. Avrei a disposizione circa 2 settimane a fine dicembre oppure inizio gennaio.
    Mi farebbe piacere avere da te alcune dritte circa le mete più interessanti, le cose da non perdere, dato che non ho molto tempo ed infine se, come ho letto in molti diari, è davvero una meta sicura e facile da gestire anche per una donna sola.
    Grazie mille
    Emma
  7. bikaner1948
    , 10/6/2010 12:31
    innanzitutto il periodo: più che la pioggia è il caldo che può creare dei problemi,le piogge durano non molto,sono scrosci a volte violenti che creano disagi sulle strade ma in India i disagi ci sono anche quando non piove...Il Rajasthan è la meta ideale per iniziare a conoscere un pò l'India,è strutturato in maniera sufficente come hotel e strutture varie ma mai dimenticare che è pur sempre India, con tutti i suoi problemi e anche le grandi soddisfazioni che è in grado di dare. Mi sembra di aver capito che il primo hotel a Delhi l'hai già prenotato,se così non fosse posso consigliarti Anoop hotel,lo trovi anche in Internet per prenotare:pulito,cucina sempre attiva e gradevole e frequentato soprattutto da viaggiatori. L'itinerario che ti posso consigliare è un pò quello classico: dopo Delhi potresti dirigerti verso Agra e la vicina Fathepur Sikri, qui puoi alloggiare ad Agra presso l'hotel Maya,non c'è sulle guide ma garantisco senza ombra di dubbio,a seguire c'è la città rosa di Jaipur con vicino la cittadina di Amber con la classica salita a dorso d'elefante fino sulla collina,molto turistico ma anche suggestivo,qui ho alloggiato al Bissau Palace,ordinato e bello.Da Jaipur ti consiglierei di scendere a Udaipur,pigramente adagiata sulle rive di uno splendido lago,qui ho soggiornato all'hotel Raj palace ma sono molte le sistemazioni in questa città e anche il driver è in grado di aiutarti,poi ti dirò meglio.Da qui potresti risalire fino alla città di Jodhpur e qui ho sogggiornato in una bellissima haveli che si chiama appunto Haveli Guest House,splendida e con un'ottima cucina,da questa città se non fa troppo caldo potresti proseguire fino a Jaisalmer,è nel deserto,maestosa e unica,bisogns vedere però le condizioni del tempo e delle strade ma come ti dicevo prima l'eventuale driver ti può tranquillamente aiutare e per finire il tour in una città rilassante e unica ti consiglio Pushkar,strepitosa,qui c'è il piccolo hotel Withe house:pulito e fantastico come cucina. Gli alberghi che ti consiglio sono logicamente di mio gusto:puliti e sicuri ma indiani,non sono grand'hotel con lussi e specchi ma essenziali,pratici,ordinati per un viaggio.Il resto te l'ho scritto sulla mail,per altre info sono qui
  8. devin
    , 10/6/2010 11:27
    ciao, è interessantissimo quello che ci racconti dell'India. Io partirò con il mio compagno e nostro figlio il 30 luglio e torniamo il 23 agosto. Abbiamo prenotato solo il volo e la prima notte a Deli xchè arriviamo alle 3 di mattina. Ho visto che parli spesso del driver, come funziona con lui? Ti porta dove vuoi x tutto il tempo della vacanza? Mi puoi mandare l'indirizzo mail x contattarlo x favore. Volevo anche chiederti se ci sei stato in agosto nel Rajasthan ed eventualmente se è piovuto molto.
    grazie mille per ora, sei veramente gentile e UTILE!
  9. bikaner1948
    , 9/6/2010 15:21
    Per Inespri: E' un mini tour via terra affatto difficile e che non presenta molte difficoltà(si fa per dire perchè in India sono all'ordine del giorno) e ti do indirizzi di alberghi puliti e indiani, a volte spartani ma di certo puliti.A Delhi ti consiglio hotel Anoop,lo trovi anche in internet, un albergo di viaggiatori in un quartiere molto caratteristico di Delhi e con una buona cucina funzionante tutto il giorno.Ad Agra e Fatephur(sono molto vicine) l'hotel Maya, il proprietario è un chiaccherone ma molto simpatico e anche qui il ristoro non è male e in più è vicino al Taj.A Jaipur ed Amber(vicine anche queste) sono stato all'hotel Bissau Palace,una volta era pieno e ho ripiegato su quello che c'è di fronte di cui non ricordo il nome ma entrambi sono ok.Per il soggiorno al mare dove vuoi andare,in quella zona non ho indirizzi e caso mai me li passarai tu perchè avrei voglia pure io di farci un giro. La mail del driver te la mando in posta privata.Se siete viaggiatori fai da te immagino che siete a conoscenza di come muovervi senza problemi, in India l'unico "fastidio"sono le offerte assillanti dei mendicanti e di personaggi che si professano guide ma in verità non lo sono. Se vi servono altre info sono qui
  10. bikaner1948
    , 9/6/2010 15:03
    Per Kia 84: Sono veramente contento che tutto sistia incastrando nella giusta maniera,ti aggiorno che il driver ha ora anche una mail ed è quindi più facilmente contattabile,caso mai quando mi invii l'itinerario te la mando,ciao e avanti tutta.
  11. inespri
    , 9/6/2010 12:32
    ciao bikaner,
    ad agosto io e il mio ragazzo partiremo per la prima volta per l'india. Abbiamo a disposizione 16 giorni pieni e siamo abituati ai viaggi fai da te.
    Per ora non abbiamo ancora fissato niente ma l'idea generale era di trascorrere il primo giorno a delhi, la mattina dopo partire per un mini tour e visitare Agra, <strong>Fatehpur sikri, </strong>Jaiphur, Amber, prendere un volo per port Blair alle isole Andamane e stare lì 6 giorni ad Havelock (appassionati di barriera corallina)Infine tornare a Delhi e trascorrere gli ultimi 2 giorni prima del rientro in Italia a fare shopping..
    Secondo te è fattibile? Mi piacerebbe se potessi darmi qualche dritta su alberghetti carini , puliti ed economici (circa 1000/1500 rupie a notte) per le tappe interne( per il mare abbiamo già un idea) e l'indirizzo mail del tuo driver, così da poterlo contattare e verificare diponibilità e costi...
    Ti ringrazio fin da ora per le informazione che potrai fornirmi
    A presto
  12. kia84_
    , 9/6/2010 11:22
    Ciao Bikaner, ti volevo aggiornare che il mio tour è stato ultimato, E' BELLISSIMO!
    Ho trovato un ragazzo che vuole fare il tour insieme a me ! Così risparmio negli spostamenti e negli hotel e non sono sola.
    La prossima settimana ho la certezza se ho 3 settimane e 1 mese e poi acquisto il biglietto aereo.
    Ho varie cose da chiederti …. ma prima per sicurezza voglio aspettare di avere i biglietti dell'aereo in mano. Comunque mi conviene prendere l'aereo fino a Ahmadabad, in macchina da Mumbay ad Ahmadabad ci metterei troppo tempo.
    Quindi, quando ho tutto in mano ci aggiorniamo....e ti mostro anche l'itinerario per vedere che ne pensi....e chiederti qualche dritta....intanto ti volevo tenere aggiornato.
    Grazie mille per l'aiuto. Grazie davvero.
  13. lillivia
    , 28/5/2010 17:35
    Bikaner grazie mille davvero!!
    Allora adesso studieremo bene la guida e poi ti riscrivo quando ho un po' di dettagli in più.

    Ciao buona serata!
  14. bikaner1948
    , 28/5/2010 17:20
    Per llillivia:Innanzitutto ti confermo che i maggiori parchi in quel periodo sono chiusi,magari qualcuno aperto c'è,ma non ne sono a conoscenza perchè durante i torridi monsoni sono propensi a chiudere tutti. Tutti i miei viaggi in India me li sono organizzati in maniera autonoma con l'aiuto della Lonely Planet e Internet,il fai da te in India è facile e le immancabili sorprese fanno un pò parte di tutti i paesi,quindi sono perfettamente d'accordo con te nell'organizzarti da sola il viaggio.L'itinerario?Beh,basta invertirlo e diventa ottimo...ora ti spiego.Se arrivi a Delhi potresti scendere direttamente a Varanasi,ci vuole un giorno e mezzo con un driver(poi te ne parlo),praticamente Delhi,si passa la notte a Lucknow e il mattino dopo si arriva a Varanasi.Città imperdibile per una visita in India:bella e maledetta ma terribilmente unica e vera.Penso che un paio di giorni siano più che sufficenti e non è essere giapponesi...basta e avanza perchè l'impatto merita ma è altrettanto forte...Da varanasi si può risalire verso Khajuraho e poi proseguire per Agra e le città del Rajasthan:Jaipur,Jodhpur,Jaisalmer,Bikaner,Puskhar.Nelle vicinanze di Jaisalmer c'è un piccolo villaggio dove danno la possibilità di dormire nelle capanne in pieno deserto;comunque le città di Jaisalmer,Puskhar e Bikaner sono nel deserto.Ora ti parlo degli spostamenti.I treni sono di sicuro il mezzo che in India arriva in ogni angolo,l'unico problema è che lo sanno anche gli indiani...e quindi ci vogliono prenotazioni e in alcune tratte vanno fatte molto prima;io viaggio con un driver che ormai conosco da anni.Una persona seria e scrupolosa di cui garantisco personalmente;un autista e un amico con prezzi veramente buoni.Conosce perfettamente il posto per dormire nel deserto;li non arrivano bus o altro.E' contattabile da qui via telefono e vi preleva all'aereoporto e resta a vostra disposizione giorno e notte per il periodo concordato,ho indirizzi di buoni alberghi quindi quando avrete deciso contattatemi e vi invio indirizzi ed eventuale numero di telefono del driver;ciao
  15. bikaner1948
    , 28/5/2010 16:51
    Per Dannydado:Beh,il monsone in India inizia di solito a fine maggio e finisce,al sud, anche verso ottobre-novembre.Più che la pioggia sono le alte temperature che possono dare qualche problema,la pioggia un pò rinfresca anche se non ha mai vie di mezzo e in certe regioni scende talmente violenta da provocare più guai che ristoro. Il giro che pensi di fare al nord è quello classico,senza problemi(in teoria)ma permettimi di dirti che in 16 giorni vedere il nord e una parte del sud lo trovo azzardato...In India funziona tutto ma i tempi non sono di certo i nostri,gli inconvenienti sono all'ordine del giorno e si è costretti a tenerne conto per non ritrovarsi alla fine con il fiatone e cercare di raccapezzarsi con qualche foto per capire dove si è stati...Ti consiglio di dedicare le tue vacanze alla parte nord;è si frequentata ma è anche molto vasta e alcuni luoghi(pushkar) meritano più di qualche giorno di visita.I parchi nazionali in quel periodo sono chiusi per i monsoni e per il caldo e ti consiglio quindi di dedicare al sud e relative escursioni naturalistiche un periodo a se. Il Rajasthan è bellissimo,le città di Jaisalmer, Pushkar,Bikaner,Jaipur e altre sono piene di cultura e di storia che non basterebbe un mese per apprezzarle a fondo,attorno a queste note località brulicano villaggi ed etnie che vale la pena veramente di visitare,soprattutto la parte nord-ovest,nel Gujarat. Se senti anche il bisogno di qualche giorno di mare Diù non è affatto da scartare.Una piccola cittadina in puro stile portoghese,con piccole vie e miriadi di artigiani che vi lavorano,una spiaggia veramente bella e quella a nord-ovest assolutamente deserta e unica,un mercato del pesce colorato e unico nel suo genere.Io ci ho passato venti giorni,noleggiato un motorino e ti garantisco che è una sosta di tutto relax.Ho indirizzi e punti di riferimento per molte delle citta che ti ho nominato e anche il numero di telefono di un driver fidato,sicuro e sempre pronto a farti visitare luoghi fuori dai tracciati turistici,contattabile da qui per il tuo itinerario.quando deciderai tutto scrivimi pure e ti darò indicazioni e numero di telefono,ciao
  16. lillivia
    , 28/5/2010 12:22
    Ciao Bikaner!
    Finalmente quest'estate riesco ad andare in India per prima volta (Rajasthan).
    Io e il mio ragazzo partiamo il 22 luglio e torniamo il 15 agosto, Roma-Delhi. Il periodo è quel che è, ma del resto bisogna accontentarsi.
    Premetto che abbiamo 27 anni e che entrambi abbiamo numerose esperienze di vero backpacking (soprattutto Centro e Sud America ), e vorremmo poter viaggiare anche in India così, senza troppe pianificazioni.
    Allo stesso tempo so che dato che il tempo a disposizione non è tantissimo, è bene aver presente fin dall'inizio il giro che vogliamo fare e le alternative che abbiamo.
    Ho visto dalla Lonely Planet del Rajasthan (è del 2009 quindi direi ottimo) che suggeriscono una serie di itinerari ma vorrei chiedere a te qualche suggerimento.
    Andresti a Varanasi? Mi sembra una deviazione un po' eccessiva, calcolando che detesto fare la giapponese, e preferisco fermarmi un giorno in più in un posto piuttosto che ammazzarmi per vederne uno in più (e nel caso, treno di notte o aereo?).
    Desidero assolutamente andare nel deserto, hai qualche consiglio da darmi anche per dormirci?
    So che tutti suggeriscono di prendere un driver. Tu che dici? Se ne può anche fare a meno? O magari solo per certe tratte? In realtà mi piace molto l'idea di poter entrare in contatto con un locale, ma sono più per la soluzione bus e treni, tu che dici?
    Ho visto che dicevi che i parchi sono chiusi l'estate, confermi vero?
    E' bene appoggiarsi, già dall'Italia, a qualche tour operator locale? O il fai-da-te funziona comunque?

    Grazie mille e scusa le domande sconnesse... sicuramente me ne verranno in mente altre.