1. Malta non è un posto bello (in senso classico..)

    di , il 27/10/2009 10:54

    Malta non è un posto bello nel senso classico del termine: poco più che uno scoglio è piatta e brulla, neanche un fiume né uno specchio d'acqua dolce; la vegetazione è scarsa e per lo più fatta d'arbusti; l'unica concentrazione di piante d'alto fusto è in un luogo chiamato "Boskett" e ci fanno le visite guidate. Le spiagge di sabbia sono poche, molto affollate e generalmente piuttosto trascurate; la costa infatti è occupata per lo più da impervie scogliere, che viste dal mare ti danno un senso di sgomento, se solo lasci andare la fantasia e ti immagini di vederle apparire durante una tempesta o di incontrarle al termine di un naufragio, impossibile ed inaccessibile approdo sul quale si infrange anche l'ultima speranza. Neppure l'opera dell'uomo arricchisce lo scenario: l'architettura, fatta eccezione per le due capitali, quella attuale La Valletta e quella antica Rabat, è squadrata ed elementare ed esprime la sensibilità ed il gusto del geometra più che l'ingegno dell'artista

  2. gigi lisergico
    , 27/10/2009 10:54
    Malta non è un posto bello nel senso classico del termine: poco più che uno scoglio è piatta e brulla, neanche un fiume né uno specchio d'acqua dolce; la vegetazione è scarsa e per lo più fatta d'arbusti; l'unica concentrazione di piante d'alto fusto è in un luogo chiamato "Boskett" e ci fanno le visite guidate. Le spiagge di sabbia sono poche, molto affollate e generalmente piuttosto trascurate; la costa infatti è occupata per lo più da impervie scogliere, che viste dal mare ti danno un senso di sgomento, se solo lasci andare la fantasia e ti immagini di vederle apparire durante una tempesta o di incontrarle al termine di un naufragio, impossibile ed inaccessibile approdo sul quale si infrange anche l'ultima speranza. Neppure l'opera dell'uomo arricchisce lo scenario: l'architettura, fatta eccezione per le due capitali, quella attuale La Valletta e quella antica Rabat, è squadrata ed elementare ed esprime la sensibilità ed il gusto del geometra più che l'ingegno dell'artista