1. Natale -Capo d'anno Sri lanka???

    di , il 30/9/2009 11:17

    Ciao tutti mi chiamo Gihan e sono di Lecco.

    Ho 29 anni e sono nativo dello Sri lanka però sono crescuto in Italia..

    Mi piace viaggiare musica e fotografia.

    Sto organizzando un viaggio -Sri lanka

    Partenza dal 14 dice - 2 gen.

    Tutto organizzato da me +biglietto + sistemazione alberghi +guida

    1500euro...

    Informazione : gihandesilva@libero.it

    Skype:gihan.de

    Tele: 3280649373

    :

    La città misteriosa di Anuradhapura, riemersa dalla foresta equatoriale;

    La fortezza aggrappata a un monolito di Sigiriya, coi suoi leggendari affreschi;

    Le rovine di Polonnaruwa, che testimoniano di una mitica Età dell'Oro.

    NURADHAPURA / SIGIRIYA / (POLONNARUWA) / SIGIRYA

    Dopo la prima colazione partenza per Sigirya. Il nome che nell'antico singalese significa "Rocca del Leone" si deve ad una fortezza naturale di gneis dove, nel V secolo d.C. Si consumò la tragica e breve favola del Re parricida Kassyapa. In un anfratto della parete rocciosa si possono ammirare le leggendarie "fanciulle di Sigiriya

  2. gihan
    , 30/9/2009 11:17
    Ciao tutti mi chiamo Gihan e sono di Lecco.
    Ho 29 anni e sono nativo dello Sri lanka però sono crescuto in Italia..
    Mi piace viaggiare musica e fotografia.
    Sto organizzando un viaggio -Sri lanka
    partenza dal 14 dice - 2 gen.
    tutto organizzato da me +biglietto + sistemazione alberghi +guida
    1500euro...
    informazione : gihandesilva@libero.it
    skype:gihan.de
    tele: 3280649373
    :
    la città misteriosa di Anuradhapura, riemersa dalla foresta equatoriale;
    la fortezza aggrappata a un monolito di Sigiriya, coi suoi leggendari affreschi;
    le rovine di Polonnaruwa, che testimoniano di una mitica Età dell'Oro.
    NURADHAPURA / SIGIRIYA / (POLONNARUWA) / SIGIRYA
    Dopo la prima colazione partenza per Sigirya. Il nome che nell'antico singalese significa "Rocca del Leone" si deve ad una fortezza naturale di gneis dove, nel V secolo d.C. Si consumò la tragica e breve favola del Re parricida Kassyapa. In un anfratto della parete rocciosa si possono ammirare le leggendarie "fanciulle di Sigiriya