1. Londra consigli per hotel (ROYAL NATIONAL HOTEL)

    di , il 9/7/2009 00:45

    Sconsiglio vivamente di andare al royal national hotel perche ha la valenza di un grande ostello,ho prenotato per otto notti due camere, ci hanno sistemati all'ultimo piano, a londra ci sono state giornate calde, senza aria condizionata, bagni miseri , rubinetti acqua calda e fredda separati doccia in vasca e fissa , senza bidet,senza asciugacapelli, due saponette al giorno e basta, senza ventola di aereazione , soffitti macchiati , pulizia scarsa.Colazione continentale misera: pan carrè scaldato ,burro e marmellata.Spesso la fila a far colazione , difficoltà a trovare posto, assalto generale,tavoli e tutto il resto con scarsa pulizia.Alla reception cordialità e sforzo a capire e farsi capire uguale a zero. Nessuno chiaramente parla italiano. Un vero porto di mare, di notte fino alle 7 del mattino alla reception non c'è nessuno e chiunque può entrare ed uscire dall'ostello.Se poi vi sistemano in un piano con gruppi spesso di studenti, ragazzini che di notte aprono e chiudono le por

  2. kalos
    , 9/7/2009 00:45
    Sconsiglio vivamente di andare al royal national hotel perche ha la valenza di un grande ostello,ho prenotato per otto notti due camere, ci hanno sistemati all'ultimo piano, a londra ci sono state giornate calde, senza aria condizionata, bagni miseri , rubinetti acqua calda e fredda separati doccia in vasca e fissa , senza bidet,senza asciugacapelli, due saponette al giorno e basta, senza ventola di aereazione , soffitti macchiati , pulizia scarsa.Colazione continentale misera: pan carrè scaldato ,burro e marmellata.Spesso la fila a far colazione , difficoltà a trovare posto, assalto generale,tavoli e tutto il resto con scarsa pulizia.Alla reception cordialità e sforzo a capire e farsi capire uguale a zero. Nessuno chiaramente parla italiano. Un vero porto di mare, di notte fino alle 7 del mattino alla reception non c'è nessuno e chiunque può entrare ed uscire dall'ostello.Se poi vi sistemano in un piano con gruppi spesso di studenti, ragazzini che di notte aprono e chiudono le por