1. L'Etiopia e il fascino della regina di Saba

    di , il 3/7/2009 12:30

    Un viaggio alternativo sulle orme della regina di Saba, figura sospesa tra mito e leggenda, ma più attuale che mai, che consiglio a tutti.

    Donna d'amore e di guerra, è riuscita ad unire il suo popolo e a sfidare il saggio re Salomone in un'ardua gara di enigmi per mettere alla prova la sua nota sapienza.

    Dall'unione con il re Salomone è nato Menelik ("figlio dell'uomo saggio"), capostipite di una stirpe reale che rende gli etiopi un popolo eletto.

    Macheda continua ad affascinarci anche oggi, così come migliaia di viaggiatori prima di noi (all'inizio del Novecento André Malraux traversò lo Yemen alla ricerca dei sontuosi palazzi ad Axum).

    E in nessuna parte del mondo la leggenda di questa meravigliosa regina è più viva che in Etiopia, dove Macheda rappresenta il mito fondante della loro civiltà.

    Questa figura unisce e riallaccia le radici di molti popoli: probabilmente ha origini giudee, ma esiste anche una versione persiana e viene citata nel Corano. Grazie a lei il mito del

  2. Giovanna1
    , 3/7/2009 12:30
    Un viaggio alternativo sulle orme della regina di Saba, figura sospesa tra mito e leggenda, ma più attuale che mai, che consiglio a tutti.
    Donna d'amore e di guerra, è riuscita ad unire il suo popolo e a sfidare il saggio re Salomone in un'ardua gara di enigmi per mettere alla prova la sua nota sapienza.
    Dall'unione con il re Salomone è nato Menelik ("figlio dell'uomo saggio"), capostipite di una stirpe reale che rende gli etiopi un popolo eletto.
    Macheda continua ad affascinarci anche oggi, così come migliaia di viaggiatori prima di noi (all'inizio del Novecento André Malraux traversò lo Yemen alla ricerca dei sontuosi palazzi ad Axum).
    E in nessuna parte del mondo la leggenda di questa meravigliosa regina è più viva che in Etiopia, dove Macheda rappresenta il mito fondante della loro civiltà.
    Questa figura unisce e riallaccia le radici di molti popoli: probabilmente ha origini giudee, ma esiste anche una versione persiana e viene citata nel Corano. Grazie a lei il mito del