1. Libano: è sicuro?

    di , il 16/6/2009 17:52

    Ciao a tutti. Un po' per caso, ci e' venuto il desiderio di andare in Libano. Ma...sappiamo bene che e' un paese tormentato e ci chiediamo se si puo' girare in fai da te senza problemi.

    Non avremo che una settimana e pensavamo di limitarci a: Beirut, Baalbek, Byblos, e verso sud, Sidone e Tiro. Che dite, si puo' fare? Avete consigli? Suggerimenti? indirizzi?

  2. khelias
    , 18/3/2010 13:52
    ciao, grazie per le informazioni. io sarà in vacanza in libano per pasqua. per spostarci stiamo cercando una guida per ottimizzare i tempi. mi sai indicare qualcuno o un'agenzia a cui rivolgersi?se tu ci sei sarebbe divertente incontrarsi....ciao!
  3. Geanna
    , 11/10/2009 19:24
    Grazie a tutti voi che avete scritto….noi siamo tornati da poco da Beirut e sappiamo qual’e’ la risposta alla domanda che avevamo posto: SIIII il Libano e’ sicuro. Se avete qualche dubbio, allontanatelo e partite, non ve ne pentirete.
    Si puo’ girare in fai da te senza problemi, usando i mezzi pubblici (di costo bassissimo) o utilizzando i taxi e non c’e’ neppure problema a trovare una stanza (i turisti sono veramente pochi).
    Noi, in soli 5 giorni, abbiamo visto Baalbeck, Beirut, Beit Eddine, Sidone, Tiro, Tripoli, Byblos e le grotte di Jeita senza correre.
    Da notare che, se entrate via terra, contrariamente a quanto indica l’ambasciata del Libano, vi chiederanno di pagare circa 25000 LL a persona per un visto di 15 giorni.
    Se avete domande, scrivetemi pure.
  4. bose1979
    , 10/8/2009 21:14
    Ciao ragazzi!
    Vi scrivo proprio dal Libano, sono qui per lavoro da quasi sei mesi.
    Ho avuto modo di girovagare un pochino, non molto a dir la verità rispetto alla mia permanenza, però un minimo di idea me la sono fatta.
    Il Libano oggi è un Paese tutto sommato sicuro. Di solito si usa dividere idealmente il Paese in 2 aree, Nord e Sud utilizzando la periferia sud di Beirut come "limite". La parte settentrionale non ha problemi da anni ormai. Quella meridionale talvolta è teatro di qualche manifestazione, e perfortuna raramente ormai, qualche atto più duro. La massiccia presenza dei soldati ONU comunque garantisce stabilità e sicurezza anche a Sud.
    Vi scrivo qualche spunto di riflessione frutto dei miei giringiro:
    Tripoli la scelgo per l'autenticità del posto. Salite sulle rovine del Krak dei Crociati, ammirate la città brulicante e infine immergetevi nel suq e nel mercato lungofiume
    Byblos e tutte le mete classiche più conosciute sono ovvimente da non perdere. Inoltre d'estate sono piene di festival.
    Imperdibili le grotte di Jeita. L'Inferno dantesco come lo avete immaginato leggendo la Commedia
    Riguardo a Beirut ho una visione un pò controversa. A mio avviso è una città che sta perdendo l'anima a favore del solito vecchio dio Denaro, fra magnifici alberghi, locali ultramoderni, banche esclusive e boutique inavvicinabili. Il jet-set beirutino è ossessionato dal lusso pacchiano e scontato e cerca in ogni modo di mostrare a tutti le ultime chiccherie acquistate, che siano sigari da 100$, Orologi d'oro massiccio o Auto da sogno. La nightlife è chiaramente esclusiva. I Club migliori sono impossibili da violare se non avete un gancio per l'entrata.
    Passeggiare nel rinnovato e pulitissimo centro di Beirut, la cosiddetta Downtown, fa respirare aria di casa, soprattutto per chi ama lustrarsi gli occhi in Via della Spiga o in Via Condotti.
    Ma questa coperta sfarzosa e luccicante non riesce a coprire del tutto la realtà e la crudezza del passato recente della città. Palazzi diroccati e sventrati (chiedete del vecchio Holiday Hinn e dell'Hote Saint-George per farvi un'idea) dalle bombe della guerra del 2006 sorvegliano taciturni la Vita che vertiginosamente ricresce, ricostruisce, rimpasta il passato burrascoso e lo risputa abbigliato di vetro, acciaio e speranza.
    In fondo la bellezza di questo Paese è proprio questa, la convivenza di Genti e la coesistenza di stili di vita, perciò evviva il contrasto della Capitale con le sue realtà e con il resto del paese.
    Se volete spingervi a Sud consiglio Saida o Sidone città natale di R.Hariri, ricostruita dallo stesso. Un bel Suq e il Castello sul mare dominano.
    Tiro ha delle belle rovine romane. Se volete farvi un bagno li chiedete della Rest House.
    Una chicca, Qana, all'interno Sud è una delle due città (l'altra si trova in Israele) che si contende l'essere stata teatro della moltiplicazione dei pani e dei pesci di Gesù.
    Lungo le strade meridionali troverete qualche posto di blocco e incorcerete mezzi militari Libanesi e ONU. Non preoccupatevi, mostrando la loro presenza garantiscono sicurezza lungo le strade. Ai posti di blocco sfoggiate un bel sorrisone e un impercettibile gesto del militare di turno sarà il vostro lasciapassare.
    Qui le bandiere di Hezballah sventolano un pò ovunque. Un normale e rilassato comportamento da viaggiatore responsabile vi garantirà di evitare qualsiasi contrattempo. In qualsiasi parte del Mondo infatti è buona norma evitare di fotografare luoghi o persone senza averne chiesto il permesso.
    Le valli di Qadisha e della Beqaa, all'interno sono anche ottimi itinerari enogastronomici.
    Tenendo conto oltretutto che Damasco è a meno di due ore di macchina da Beirut.
    Un consiglio culinario, se volete mangiare in riva al mare tipicamente libanese e siete nei pressi di Beirut andate assolutamente da Manuella, molto vicino al casinò du Liban.
    A sud andate alla Phoenicien a Tiro, ma ancor meglio appena di fianco a quest'ultimo, da Toni, un pescatore con un ristorantino "essenziale" che per uno strano accordo, utlizza la cucina del ristorante blasonato ma vi fa spendere un terzo.
    Ultima cosa: le mie guide turistiche preferite sono L.P. ma devo dire che con questa edizione hanno un toppato. Aggettivi entusiastici sprecati e descizioni poco precise. Se potete cercate qualcosa di diverso.
    Buon divertimento e chissà che non ci incontriamo!
  5. samfurfaro
    , 31/7/2009 18:00
    Io sarò in Libano dal 10 al 14 Agosto. Soggiornerò a Tripoli a casa di amici Libanesi. Mi hanno rassicurato che la situazione è molto tranquilla. Saròli per vacanza ,ma cercherò di sfuttare l'oocasione per valutare qualche opportunità di business nel settore delle costruzioni in acciaio. Se qualcno è li per lo stesso motivo se ne potrebbe parlare.....
  6. samfurfaro
    , 31/7/2009 17:58
    Ciao
    non so quale sia il tuo budget per il viaggio però io ho trovato un volo a 279 Euro di sola andata da Roma a Beirut con Cts che rispetto a quanto offerto dalla concorrenza è veramente economico
  7. wezzoribrezzo
    , 24/7/2009 16:53
    anch'io sarò in libano dal 6 al 18 agosto in parte per vacanza e in parte per lavoro. e qualsiasi informazione sarà gradita. nel frattempo chiedo consiglio per una sistemazione a beirut. qualcuno ha da consigliare un posto particolarmente interessante tipo bello,buono,da spendere poco? :-)
    grazie
    Alessandro
  8. AntonioDePiano
    , 14/7/2009 12:48
    Se ci fosse qualche volo economico partire subito senza nessun timore.
  9. Geanna
    , 3/7/2009 10:47
    Ciao,
    intanto mi hai tranquillizzato...e questo e' gia' molto. Grazie.
  10. AmericaArrivo!
    , 1/7/2009 15:14
    Ciao Geanna,
    ti dirò..in questo preciso istante, mentre ti scrivo dalla mia scrivania in Iatalia, mio papà è in missione militare per conto dell' ONU proprio in Libano, a 20km da Beirut.
    Lui c'era già stato nell'82 e mi dice che da allora sembra un altro Paese. E' tutto tranquillo e si è evoluto moltissimo. Poi è chiaro che devi sapere valutare bene le zone. Questo per ora è quanto ti so dire. Se hai bisogno di informazioni dettagliate magari riesco a farti mettere in contatto con qualcuno del posto tramite papà.
    So di averti detto poco e niente, spero di aiutarti di più in futuro. Buone vacanze
  11. Geanna
    , 16/6/2009 17:52
    Ciao a tutti. Un po' per caso, ci e' venuto il desiderio di andare in Libano. Ma...sappiamo bene che e' un paese tormentato e ci chiediamo se si puo' girare in fai da te senza problemi.
    Non avremo che una settimana e pensavamo di limitarci a: Beirut, Baalbek, Byblos, e verso sud, Sidone e Tiro. Che dite, si puo' fare? Avete consigli? Suggerimenti? indirizzi?