1. Provenza

    di , il 9/3/2009 17:17

    Ciao a tutti, per evitare lunghi viaggi per le vacanza estive (mamme anziane!) avremmo deciso di trascorrere due settimane a luglio in Provenza (io, marito e figlio adolescente), soggiornando in residence per poter unire qualche giorno di mare con escursioni all'interno della regione. Non conoscendo la zona chiedo consiglio a chi è già stato sia in merito alla località (avremmo pensato a Hyeres, Le Lavandou, ecc.) che ad una struttura confortevole e magari non eccessivamente costosa. Grazie a tutti, un caro saluto

  2. Double
    , 27/6/2011 01:15
    Ciao a tutti! Io, marito e figlia di 8 anni vorremmo trascorrere una settimana in Francia del sud, mixando mare ed escursioni varie... ci hanno consigliato Le Lavandou... com'è? Da lì che escursioni si possono fare? Se conoscete qualche hotel grazioso e non troppo caro potreste segnalarmelo? In realtà dovremmo partire tra due settimane...
  3. sammas
    , 28/7/2009 10:48
    finalmente lo scorso week end son riuscita a fare 3 giorni di tour the force per visitare la provenza e vedere la lavanda tutto fantastico e sicuramente ci tornero,ho trovato persone gentili e genuine...in ogni caso la direzione verso SALT e' quella che permette di veder il maggior numero di campi
  4. snivi
    , 3/6/2009 09:55
    Una zona stupnda della Provenza è quella del Luberon, per intendersi quella dove è stato girato il film Un'ottima annata. Io ci sono stata un paio di anni fa in tarda primavera inizio estate. Come guida abbiamo utilizzato il libro Un anno in Provenza di Peter Mayle (edito dalla EDT, la stessa casa editrice delle guide Lonely), autore anche del libro da cui è tratto il film che ho citato prima.
    Molto belli sono i paesini di Bienneux, il piccolisimo borgo Beaux, non più di un centinaio di abitanti ma con una delle migliori trattorie in cui mangiare, Apt col suo mercato, Iles sur la Surgue e i suoi canali e caffè lungo le sponde.
    E' veramente una zona bellissima e interessante da vedere!
  5. vale_1606
    , 26/5/2009 16:17
    Per quanto riguarda la lavanda vi do qualche info:

    Una delle zone migliori per ammirare la lavanda in fiore è il Plateau di Valensole, una zona dell'Alta Provenza compresa tra i paesi di Greoux les Bains, Valensole, Riez, Puimoisson ed Estoublon.
    Si tratta della più vasta area di produzione della lavanda e, insieme al vicino Plateau d'Albion, è uno dei migliori luoghi dove ammirare la coltivazione di questa pianta.
    Il secondo centro della lavanda è Sault.
    Il periodo di fioritura della lavanda va da giugno ad agosto, secondo la varie zone e la loro esposizione, l'altitudine e la situazione geografica.
    Mentre a Valensole la piena maturazione della pianta si completa a giugno, a Sault l’altitudine maggiore fa sì che i fiori raggiungano il massimo splendore più tardi. Quando altrove la lavanda inizia a sfiorire, a Sault si è ancora nel pieno del tripudio fiorito.

    Esistono vari tipi di lavanda:

    la lavanda officinale (o vera, o fine, o angustifolia), utilizzata in medicina ed erboristeria
    Cresce bene in collina e montagna. E' di piccole dimensioni ed ha un solo fiore per ogni stelo. Si riproduce per seme e la sua resa in olio essenziale estratto in corrente di vapore è intorno allo 0, 8%. Si utilizza in medicamenti grazie alla presenza di Linalolo, responsabile delle principali proprietà terapeutiche.
    La lavanda fine sopporta eccellentemente il clima freddo e i suoi terreni prediletti sono situati a partire da 800 metri d’altitudine per raggiungere i 1400 e oltre. Questa lavanda cresce soprattutto in Provenza e nel momento della fioritura che avviene tra aprile e maggio, la pianta sviluppa dei lunghi peduncoli non ramificati, il cui colore varia dal lillà al viola.

    Lavandula spica: è la lavanda spigo (chiamata anche "lavanda maschio" o "grande lavanda"). L’altro suo nome botanico è Lavandula latifolia, che vuol dire "a foglie larghe". Le sue foglie sono larghe e vellutate. I suoi steli di fioritura sono lunghi e possono presentare più spighe di fiori. La lavanda spigo ama molto il clima caldo e i terreni calcarei secchi. Il suo habitat si situa a partire da 600 metri d’altitudine. La fioritura è tardiva (luglio-agosto) e i fiori hanno un odore molto canforato, il che la rende meno apprezzata in profumeria.

    la lavanda ibrida (o lavandino), creata per i giardini (raggiunge anche i 100 cm di altezza) ed impiegata anche nella preparazione di prodotti detergenti.
    Il lavandino cresce bene in pianura e collina. E' di dimensioni più grandi e ha 3 infiorescenze per ogni stelo. Non fa seme perché è un ibrido, ossia un incrocio, tra lavanda vera e lavanda spica ( o spigo, o latifolia). Essendo sterile si può riprodurre solo per talea. La sua creazione risale agli anni 50 quando l'industria di prodotti detergenti faceva grande richiesta di olio essenziale. Il Suo profumo è molto più forte di quello della lavanda vera, leggermente canforato ed erbaceo, comunque fresco e piacevole. Non può essere usata per le preparazioni medicinali, ma è ottima per profumare l'ambiente, la biancheria ed i prodotti per l'igiene.
    La sua resa in olio essenziale distillato in corrente di vapore si aggira intorno al 4%.
    Oggi il lavandino è la specie più coltivata, per contro la qualità dell'essenza è meno buona, ed è utilizzata quindi principalmente per prodotti industriali.
  6. dreamsvale
    , 25/5/2009 15:13
    ciao a tutti!
    verso meta' luglio ho una settimana di ferie e pensavo di fare un giro tra provenza e camargue con la tenda spostandomi ogni giorno!ci sono campeggi nella zona??avete un itinerario da consigliare?anche per vedere la lavanda.
    grazie
  7. Dormouse
    , 24/5/2009 00:18
    La Provenza è stupenda!
    Da non perdere: Avignone, Fontaine de Vaucluse, Roussillon, Gordes( e l'Abbazia di Senanque), Moustier S.te Marie.
    Per vedere la lavanda, le zone dove transitando l'ho vista, sono: Valensole e l'Abbazia di Senanque.
    Se può essere d'aiuto ecco il link al mio sito dove descrivo il viaggio fatto in Provenza:
    http://www.dormouse.it/Provenza.html
    Ciao e buon viaggio!!!
  8. sammas
    , 19/5/2009 17:17
    CREDO CHE CON IL CALDO CHE STA FACENDO ANCHE A FINE GIUGNO CI SIA GIA LA LAVANDA??
    PERO ANZICHE FARE UN MINI TOUR,QUALE POTREBBE ESSERE UN POSTO DOVE SOGGIORNARE MA CHE SIA UN PUNTO DI PARTENZA DA DOVE SI POSSONO EFFETTUARE ESCURSIONI GIORNALIERE?
  9. luisella fumi
    , 18/5/2009 23:25
    Ciao, da tanti anni andiamo in Provenza e ho trovato un villaggio turistico molto bello sulla penisola di Gens che prosegue da Hyeres, in francese presq'ile de Gens. Se piace la vita un po' selvaggia è un vero paradiso: casette immerse nel verde di pini e macchie mediterranee, spiagge da scoprire ogni giorno oppure la spiaggia organizzata. se vuoi ti puoi collegare con il sito del villaggio www.Belambra.
  10. uboot-72
    , 20/4/2009 23:54
    Ciao, sono stata nelle vacanze di Pasqua nella zona di Le Lavandou, ho alloggiato in un hotel bellissimo che si chiama Azur Hotel, situato su una collina a pochi minuti dalla spiaggia, con un panorama strepitoso sulle isole d'Hyeres, costo 75 euro la doppia. La zona ha moltissime spiagge carine (Lavandou, Sainte.Claire, Aiguebelle, Fossette), e dei borghi antichi molto belli come Bormes les mimosas, tutto pieno di fiori e stradine, e Ramatuelle, vicino a Saint-Tropez.
    I prezzi delle pizzerie-ristoranti mi sono sembrati mediamente più cari che altrove, ma nella media.
  11. vale1986
    , 14/4/2009 11:12
    Ciao,
    io sono andata in Provenza in marzo, la città che mi è piaciuta di più è Montpellier, non perdetevela è bellissima!!! Vale
  12. profpalmy
    , 5/4/2009 19:34
    Sono stata in Provenza l'anno scorso (ho raccontato il viaggio anche qui) e pur avendo scelto di dedicarci maggiormente all'entroterra ho fatto due bagni indimenticabili:
    1) a Pont du Gard: ci si bagna nel fiume sotto l'antico acquedotto romano. Imperdibile.
    2) a Saintes Maries de la Mer, dopo un piacevole tour della Camargue e delle saline in trenino turistico.
    Tra le visite dell'entroterra non dimenticherò mai:
    1) Le Baux de Provence, rocca medievale con ricostruzione delle antiche catapulte che vengono messe in funzione a certi orari) e vicino la Cathedrale d'Images, dove con sottofondo di musica vengono proiettate immagini su immense cave naturali, l'anno scorso il tema era Van Gogh. Bellissimo.
    2) Isle sur la Sorgue con i suoi canali e le ruote di mulini ad acqua
    3) l'Abbaye de Senanque, classico della lavanda, ma anche senza è bellissima. Un luogo dell'anima.
  13. sammas
    , 30/3/2009 19:10
    ..NEL FRATTEMPO HO FATTO 4 GG A MULHOUSE,CARINA SI ANCHE SE PREFERISCO COLMAR CHE HO VISITATO LO SCORSO ANNO.
    STUPIDAMENTE NON MI SONO INFORMATA CON VOI SU COSA AVREI POTUTO MANGIARE...!chi vuol intendere...
    A PRESTO PER PROSEGUIRE CON L ITINERARIO DI VIAGGIO INTANTO CHIEDO :
    E DOPO CHE TAPPE TOCCHIAMO?
  14. Irene & Claudio
    , 26/3/2009 15:42
    Noi l'anno scorso avevamo chiesto alla gente del posto e ci avevano detto che il periodo della lavanda è proprio fine giugno. Anche noi speravamo di trovare qualche pianta già fiorita, nonostante fosse solo l'inizio di giugno, ma purtroppo niente; per fortuna siamo stati "consolati" da immense distese di papaveri!
    Per quanto riguarda la prima tappa, una sosta di una mezza giornata a Monte Carlo non è da tralasciare. Poi consiglerei di spostarsi verso l'entroterra e in particolare verso la piana di Valensole, passando per il paesino di Moustiers Sainte Marie. Un'immagine che spesso si vede sulle cartoline della Provenza fiorita di lavanda è quella dell'abbazia di Sénanque, vicino a Gordes.
  15. sammas
    , 25/3/2009 18:29
    quindi per avere la stessa immagine di quei campi viola ora e' chiarissimo che si parla di luglio..e una cosa e' stata appurata.
    mentre facendo il tour in auto qual e' la prima tappa in assoluto da effettuare?
  16. Kia81
    , 24/3/2009 23:12
    per essere sicuri che la lavanda sia in fiore è meglio luglio! però magari anche a fine giugno qualcosa c'è...