1. Catania ed Etna

    di , il 16/11/2007 14:08

    Per i sentieri natura sull'Etna: www.etnatracking.com

  2. brus79
    , 28/1/2013 11:26
    La festa di sant'Agata.

    Dal 3 al 5 febbraio, Catania celebra la festa della sua patrona. Circa un milione di persone si riversano nelle strade, fedeli e curiosi vengono da tutto il mondo per assistere a un tratto della cerimonia.


    Tralascio gli aspetti più noti del martirio di Sant'Agata e della festa stessa, (che si possono trovare anche su Wikipedia) e mi soffermo su alcuni aspetti che non ho trovato in rete, legati all'attualità della festa.


    I fedeli, o devoti, indossano il classico abito bianco detto "sacco". Spesso vengono chieste intercessioni alla Santa, in cambio delle quali si offrono devozione propria, dei propri cari e l'accensione di ceri tanto più grandi quanto più importante è la grazia richiesta.


    Fino a qualche anno fa, questi ceri venivano portati a spalla lungo tutta la processione dai singoli devoti, a volte erano così pesanti che questi erano affiancati da un'altra persona che lo aiutava. La scena era di forte impatto emotivo, ma era anche causa di molti problemi alla viabilità nelle settimane successive, dato che praticamente le strade della città venivano ricoperte di cera. Per questo motivo, da qualche anno dovrebbe essere ufficialmente vietato il trasporto dei ceri accesi, che devono rimanere confinati in apposite aree.


    Descriviamo brevemente 3 dei momenti più intensi della processione:


    1) La salita di san Giuliano: forte è il dibattito se tale salita venga affrontata dai fedeli che trascinano il fercolo solamente con la propria forza o tramite l'ausilio di un motore elettrico. Resta il fatto che si tratta di un elemento affascinante ma estremamente pericoloso, tanto che alcuni anni addietro un ragazzo perse la vita. Da allora, la salita viene effettuata al passo


    2) Il canto delle monache di clausura: in via Crociferi, solo in occasione del passaggio della Santa, queste donne escono dalle proprie celle per cantare la propria devozione alla santa


    3) I fuochi d'artificio, tra i più spettacolari cui si possa assistere.


    Segnalo un carattere importante dell'agiografia di Sant'Agata: la leggenda che la volle resistere alle braci ardenti è probabilmente una chiara simbologia verso l'Etna, da sempre risorsa e minaccia per la città. I cittadini avevano bisogno di sapere che la propria Santa era in grado di resistere al fuoco, e quindi di proteggerli dalle eruzioni
  3. brus79
    , 22/5/2011 20:34
    Sabato 28 Maggio farò da guida per una gita GRATUITA alla grotta di Serracozzo. Per informazioni e iscrizioni, potete andare direttamente sul sito http://www.etnatracking.com/index.php

    A presto!
  4. marilù70
    , 17/7/2010 20:23
    Sono venuta a Catania dopo tanti anni perchè vivo a Torino, ma i miei genitori sono della Sicilia.
    Con i miei parenti ho visitato il centro storico di Catania che ho trovato migliorato
    in quanto ho notato che hanno restaurato il Duomo e reso più accogliente la piazza.
    Salendo per Via Vittorio Emanuele ho visitato il Teatro Greco e ho fatto shopping in un negozietto dove ho comprato il pesto di pistacchio e poi sono andata al Monastero dei Benedettini con annessa la chiesa di San Nicola. Tornata a casa dei miei cugini abbiamo preparato la pasta aggiungendo la panna e un pò di speck.
    Favolosa!!!!!! Non l'avevo mai mangiata ! Insieme alle ottime granite e al latte di mandorla alla fine sono ingrassata di tre chiliiii.Comunque ne valeva la pena.Quando venite in Sicilia vi consiglio di visitare il centro storico, dimenticavo i negozi di Via Etnea. Unica nota negativa la difficoltà di trovare parcheggio.
    Basta comunque avere delle scarpe comode per poter girare tranquillamente-
  5. maurius
    , 19/4/2010 20:20
    ciao brus79
    oggi mi hanno cancellato il volo e sono stato prenotato per domani. io ho l'auto della ditta così cercherò di seguire il tuo consiglio di andare con l'auto fino al rifugio sapienza.
    al mio ritorno (se riesco a partire) ti farò sapere com'è andata
    grazie dei consigli ciao
  6. brus79
    , 19/4/2010 13:22
    Ciao Mauro,

    scusa per il ritardo, purtroppo non credo arrivino notifiche sui messaggi, quindi se non controllo il sito, mi perdo le vostre richieste. Eventualmente, inviatemi una mail, sempre da turisti per caso.

    Allora, per andare sull'Etna: non so come tu sia attrezzato. Se sei in auto, ti conviene arrivare al Rifugio sapienza da Nicolosi. Lì, tramite funivia e jeep si arriva fino a 2900 metri di altezza (costa un pò, mi pare 48 euro, ma non vorrei dire cose errate... l'ultima volta l'ho presa 6 anni fa!). A questo punto, solitamente ci sono le guide che ti portano fino ai crateri aperti più o meno a quella quota e ti spiegano un pò di cose, senza altri costi aggiuntivi (almeno, l'ultima volta che ci sono stato io, era così). Al cratere centrale non ti ci portano! Se vuoi, puoi andarci tu, ma è molto faticoso, restano comunque oltre 400 metri di dislivello su fondo sabbioso. Secondo me ne vale la pena, i colori del cratere centrale sono incredibili.

    Se non hai l'auto: il modo più economico per andare su è con la linea di autobus "AST", di seguito posto l'orario: http://www.aziendasicilianatrasporti.it/opencms/opencms/ASTHtml/Orari/ORARIOinvCT07.htm.

    Se vuoi appoggiarti a delle strutture che propongono escursioni partendo direttamente da Catania, puoi farlo, ma i costi arrivano a 200 euro, secondo me assolutamente improponibile.

    Se vuoi farti qualche giro in autonomia, puoi anche dare un'occhiata al sito che gestisco io per i sentieri natura: www.etnatracking.com.

    Fammi sapere.

    Ciao

    Brus
  7. maurius
    , 12/4/2010 19:18
    ciao brus79
    devo passare 10 giorni di lavoro a catania e ho la domenica 25 libera.vorrei andare sull'etna ma guardando anche altri siti non capisco se ti portano con jeep o con funivie fino alla cima e se l'escursione è libera o bisogna appoggiarsi a qualche agenzia del posto.
    mi puoi aiutare? grazie e ciao
    mauro
  8. silviagy
    , 7/4/2010 16:21
    grazie!!!
  9. suero
    , 3/4/2010 09:05
    caio silviagy
    allora, ho dato un'occhiata e credo che i collegamenti per caltanissetta dovrebbero esserci direttamente dall'aeroporto.
    :
    <b>SAIS Trasporti</b> | Tel. +39 095 536201
    Via D’Amico, 181 - 95100 Catania - <a href="http://www.saistrasporti.it/" target="_blank" rel="nofollow"><u>www.saistrasporti.it</u></a>
    Collega l’aeroporto con Agrigento, Caltanissetta, Canicattì.
    sul sito non è specificata la partenza da Fontanarossa, quindi prova a telefonare per avere la certezza di non doverti spostare fino alla stazione di Catania per prendere l'autobus.
    Nel caso in cui ti dovessero dire che la tratta non effettua fermate all'aeroporto, una volta ritirati i bagagli, prendi un bus urbano dell'AMT che porta alla stazione centrale (il biglietto costa circa 1€ e puoi tranquillamente chiedere all'autista di indicarti dove sia la stazione dove partono i bus SAIS). una volta arrivata alla stazione centrale, attraversa la piazza e troverai la biglietteria di competenza.
    ciao e divertiti!!
  10. suero
    , 3/4/2010 08:41
    ...ottima lista di bar e locali, sicuramente tra i più noti della citta, ma a mio parere...e per i miei gusti ne mancano alcuni...:
    COLAZIONE: per la granita impossibile non menzionare il Mitos, bar con vista sui faraglioni di Acitrezza nela quale si puà gustare un ottima granita...e anche degli ottimi gelati!!
    sempre per la granita ricordiamo " Al Tropical" piccola gelateria di via Musumeci (n. 84) a pochissimi metri dalla piazza vittorio emanuele III, meglio nota come piazza umberto. ottimi i gelati, ottime le granite...ottimo il servizio che offre nei tradizionale camion dei gelati che si muove per le strade del quartiere ovviamente nella bella stagione.
    TAVOLA CALDA ( e colazione classica): Ricordiamo anche bar come Spinella, sito accanto al già menzionato Savia. Personalemte lo preferisco a quest'ultimo...questione di gusti!!
    altro bar è Scardaci, dietro la villa bellini...ottima la colazione soprattutto!
    A questi vorrei aggiungere una nota per il bar Aiello, di cui hai già parlato, ma credo importante ricordare che a qualsiasi ora si possono gustare ottime specialità...è difatti uno dei bar aperti la notte...insieme all'Etoil d'or, al bar castello...(ottimo ma un pò fuori mano visto che non è al centro) e ovviamente AL MITICO LABORATORIO DI VIA NAPOLI!!!! la notte è una meta fissa...prodotti appena sfornati e di ottima qualità...indescrivibile l'involtino alla crema!!!!!!!

    DOLCI: oltre ai noti bar, ricordiamo delle pasticcerie ottime...al lungomare, in p.zza Mancini Battaglia, c'è Quaranta....non ci sono parole per descrivere quali bontà si possono gustare al suo interno!!!! e fanno ovviamente anche la colazione!
    pasticceria "VERONA", in via Pasubio, nei pressi di via G. Leopardi....fantastica!!!!!!
  11. silviagy
    , 31/3/2010 16:54
    Ciao, il 9 aprile arriverò a Catania (in aereo) e da lì dovrei trasferirmi a Caltanissetta. Su internet ho trovato la compagnia di bus SAIS che copre questa tratta, ma non è indicato il luogo di partenza da Catania e dove acquistare i biglietti, mi sai aiutare per favore? Va bene anche qualche altra soluzione, naturalmente, in alternativa, mi puoi consigliare qualcosa? Grazie in anticipo!
    Silvia.
  12. fluor
    , 13/11/2009 09:24
    Grazie per i consigli, Brus.
    Riguardo all'appartamento sto cercando, ma con scarsi risultati a Catania città. Ora aspetto risposte nelle zone zone limitrofe: Acitrezza, Acicastello, Nicolosi etc. anche perchè i prezzi sono più bassi. Ho visionato il sito che hai proposto e mi si sono aperti gli occhi alla vista della foto di Cava Grande. Ci sono stato due anni fa. L'ho vista da turista, sapevo che c'era ancora tanto da vedere da eravamo piuttosto stanchi. La discesa ma soprattutto la salita è qualcosa di indescrivibilmente stancante, però vieni ripagato dal posto incantevole.
  13. brus79
    , 4/11/2009 12:06
    Ciao Fluor,

    purtroppo non è facile trovare quello che cerchi! Le zone tranquille e carine nelle città sono per definizione i centri storici e lì trovare posto con la macchina non è facile.
    Tra l'altro a Catania c'è un caos con la macchina... sarà un'avventura :-)

    A parte questo, ti posso suggerire le zone seguenti:

    1) Il lungomare tra Piazza Europa e Ognina. Vedi in zona San Giovanni Licuti, è prettamente balneare quindi magari di inverno puoi trovare qualcosa a prezzi ragionevoli. Però da lì non puoi andare in centro a piedi

    2) Corso Italia/Viale XX Settembre: la parte più moderna della città, in zona tribunale la macchina di sera riesci a metterla e puoi andare in centro a piedi, ma... di giorno il traffico è pazzesco

    3) Gli archi della marina, in pieno centro, da quelle parti potresti riuscire a trovare posto in piazza Borsellino, ma regolarsi con la macchina non è facilissimo.

    Io sono abbastanza appassionato di Etna, gestisco il sito www.etnatracking.com e tra natale e capodanno sarò a Catania. Se vi va, possiamo fare un giro da qualche parte.

    Ciao

    Brus
  14. fluor
    , 2/11/2009 11:29
    Ciao. Per il periodo di Capodanno vorrei andare a Catania per 9 giorni, alloggiare in appartamento e visitare sia la città che i dintorni. Riguardo all'appartamento pensavamo di trovarlo in centro cosicchè se la sera vogliamo mettere due passi ci viene facile. Qualcuno può dirmi una zona tranquilla e carina, magari dove poter trovare facilmente il parcheggio visto che la macchina dovremmo lasciarla fuori la notte?
    Grazie.
  15. Ruggi
    , 3/8/2009 10:58
    Io per esperienza personale, (consigliato dal padrone del B&B dove alloggiavo) aggiungerei anche per i pranzi o cene quella Trattoria - pizzeria all'interno del porto (l'approdo, può essere?) con un menù fisso a base di pesce composto da 3 antipasti, 3 primi e 3 secondi il tutto a 25 euro. Ottimo, abbondante, di qualità: un prezzo che da noi al nord te lo sogni!
  16. brus79
    , 12/7/2009 23:49
    CATANIA: GASTRONOMIA

    Purtroppo io lavoro a Milano da un pò e torno a Catania una volta al mese, quindi non sono aggiornatissimo sui locali di ultima apertura... ma i classici non tramontano mai e vale davvero la pena di visitarli. Ma per prima cosa occorre sapere cosa si può trovare di tipico a Catania, quindi prima di elencare i locali, descriviamo i cibi :-)

    TAVOLA CALDA: è il "fast food" catanese per eccellenza, infatti mi chiedo come facciano a sopravvivere i McDonald con tutta la roba buona ed economica che si può trovare nei bar a Catania. Il re della tavola calda è l'ARANCINO, una pallozza di riso ripieno con qulunque cosa vi possa venire in mente. L'arancino classico è quello al ragù, ma se ne trovano anche con le melanzane, burro e prosciutto, spinaci, ecc. Data la sua potenziale pesantezza, io stesso lo prendo in pochi e selezionati posti, dunque attenzione! Gli altri elementi tipici della tavola calda sono i seguenti:
    CARTOCCIATA: è una specie di pizza chiusa al forno, anche questa può essere ripiena con qualunque cosa. E' molto buona se è appena sfornata, altrimenti a volte diventa un pò "stopposa".
    CIPOLLINA: è un involucro di pasta sfoglia ripiena di pomodoro, formaggio e cipolle... buona, ma un pò pesante
    SICILIANA: è una pizza chiusa FRITTA, spesso con l'acciuga dentro.
    Ci sono anche altri tipi di tavola calda... qui mi sono limitato ai classici :-)

    COLAZIONE: a Catania si può fare colazione con una marea di roba. Dimenticate i cornetti (brioche) surgelati del nord-Italia (per chi ha la sfortuna di doverseli sorbire...), a Catania non esiste bar che non abbia il suo laboratorio di pasticceria o che si rifornisca in un laboratorio a fianco.
    D'estate regnano incontrastate GRANITA e BRIOCHE. Se chiedete una brioche a Catania, vi daranno una brioche senza ripieno con una specie di bottone sopra. E' fatta ESCLUSIVAMENTE per accompagnare la granita o per riempirla di gelato.
    I CORNETTI (le brioche del nord Italia...) sono ripieni di qualunque cosa dolce possa esistere: oltre ai classici crema, nutella e marmellata, potete trovare ricotta, pistacchio, cioccolato bianco, ecc ecc ecc.
    PANZEROTTI: involucri di pasta frolla ripieni di crema pasticcera o crema al cioccolato (da qualche parte li fanno anche con la ricotta).
    INVOLTINI: sono come i panzerotti, cambia l'esterno che è fatto di pasta sfoglia
    IRIS: brioche fritte ripiene di crema
    RAVIOLA: involucro di pastasfoglia al forno ripieno di ricotta

    DOLCI: questi li conoscete tutti... CANNOLI e CASSATE sono i classici, ma se entrate in una qualunque pasticceria rimarrete sconvolti dalla quantità di roba che trovate in vetrina. Da un pò è uscita la moda della torta Sette Veli, ma a me non fa impazzire.

    RISTORANTI: a Catania si può mangiare sicuramente del buon pesce. Una cosa abbastanza tipica della mia zona è la CARNE EQUINA, che si può mangiare anche la sera a buon mercato in molti posti dove la arrostiscono praticamente in strada.

    CHIOSCHI: girando per la città, soprattutto la sera vi capiterà di imbattervi in dei chioschetti pieni di gente. In questi posti servono le bevande tipiche analcoliche (hanno anche le birre, ma quelle le trovate anche al supermercato...) catanesi. Sono dei bicchieroni di seltz (acqua gassata miscelata al momento) con degli sciroppi dolci e limone. Il più classico è il SELTZ LIMONE E SALE che in realà è un pò aspro. Io consiglio il LIMONE AL LIMONE o il MANDARINO AL LIMONE. Chiaramente potete chiedere quello che volete, con frutta o senza, e se siete coraggiosi potete anche chiedere un FRAPPE' ALLA NUTELLA o meglio ancora al pistacchio... una bomba calorica non proprio adatta all'estate ma buonissima.

    Adesso che sappiamo un pò meglio cosa si mangia, passiamo al dove...

    TAVOLA CALDA: qui non si scappa: l'arancino più buono di Catania secondo me si mangia da SAVIA, in via Etnea ad angolo con via Umberto. Fa anche delle pizzette spettacolari e della buona tavola calda in genere. Altri posti dove si mangia dell'ottima tavola calda sono: L'Etoile D'Or vicino al Duomo, Aiello, Il Cafè de Paris ed Ernesto sul lungomare. Sicuramente ce ne sono altri, questi sono i miei preferiti

    COLAZIONE: la granita più buona, come ho scritto nel post sui dintorni di Catania, si mangia a Santa Maria la Scala. In città fanno delle ottime granite da Saint Moritz (ce ne sono 3 in città, secondo me è anche fa anche il gelato più buono di Catania), da Renna e dal già citato Ernesto. In tutti questi posti si trovano anche degli ottimi cornetti, panzerotti, ecc.

    DOLCI: oltre ai posti citati per la colazione, si trovano degli ottimi cannoli da Mantegna, in via Etnea vicino Savia. State attenti che d'estate, a Catania, spesso la ricotta artigianale non si trova, quindi vi fanno dei mediocri cannoli con la ricotta di industriale. In alcuni posti, d'estate fanno solo cannoli alla crema, niente ricotta. Recentemente ho scoperto un negozietto in via Oberdan che si chiama "I dolci di una volta", fa dei dolci secchi buonissimi, ho assaggiato le "cassatelle di Agira", erano davvero ottime.


    RISTORANTI: il classico a Catania è "Sicilia in bocca", ce ne sono un paio in città. Buono anche "L'Antica Marina". In Piazza Duomo trovate anche "l'ambasciata del mare", un pò più caro degli altri ma molto rinomato. A me piace molto un locale che si chiama "Da Rinaldo", un pò fuori dal centro storico (Via Simili Giuseppe, 59), dove ti "ammazzano" letteralmente di antipasti e poi devi almeno prendere un primo anche se non ce la fai più. Alla fine ti lasciano la bottiglia di limoncello sul tavolo, per darti il colpo finale.
    Ottimo anche il locale "Il Sale", in via santa Filomena, usa un sacco di prodotti tipici siciliani, birre artigianali, ecc.
    Carina la pizzeria "I Cutulisci", sul mare a San Giovanni Licuti.
    Se volete cenare in modo più "rustico", potete andare nella zona del castello Ursino e farvi servire una grigliata mista di carne in uno dei tanti locali in piazza.

    CHIOSCHI: ce ne sono tanti dislocati per la città. Il mio preferito è in piazza Borgo (oggi piazza Cavour), ma ce ne sono altri ad esempio in piazza Umberto.

    Aspetto commenti e consigli dai miei conterranei :-)