1. Amo Lisbona

    di , il 17/10/2008 10:45

    Devo ammettere che sono curioso. Ho girovagato per diverse capitali Europee cercando sensazioni nuove. Praga, una bomboniera, piccola e piacevole da girare. Budapest, dispersiva con il solito ponte e l'immancabile castello. Amsterdam,( economicamente cara) una piccola Venezia, con gente irritante e scontrosa. Madrid, monumentale e bella, con una vita notturna variegante e pericolosa. Barcellona per i più giovani, comunque piena di vita. La sera è obbligatorio andare a Barcelloneta. Infine LISBONA, è stato detto quasi tutto su questa splendita città, dove la pulizia delle stade è d'obbligo, come rispettare la fila nei negozi e nel prendere un mezzo pubblico (non vale per la metro). La città, la gente, i luoghi e le caratteristiche, non hanno bisogno di guide per scoprirli. Si deve lasciare tutto al caso, lasciandosi abbandonare dalla voglia di rimanere incantati dalle sorprese. Potrei indicarvi mille posti dove andare, ma vi rovinerei la gioia di scoprirli. Ogni volta che torno a Rom

  2. stryke
    , 17/10/2008 10:45
    Devo ammettere che sono curioso. Ho girovagato per diverse capitali Europee cercando sensazioni nuove. Praga, una bomboniera, piccola e piacevole da girare. Budapest, dispersiva con il solito ponte e l'immancabile castello. Amsterdam,( economicamente cara) una piccola Venezia, con gente irritante e scontrosa. Madrid, monumentale e bella, con una vita notturna variegante e pericolosa. Barcellona per i più giovani, comunque piena di vita. La sera è obbligatorio andare a Barcelloneta. Infine LISBONA, è stato detto quasi tutto su questa splendita città, dove la pulizia delle stade è d'obbligo, come rispettare la fila nei negozi e nel prendere un mezzo pubblico (non vale per la metro). La città, la gente, i luoghi e le caratteristiche, non hanno bisogno di guide per scoprirli. Si deve lasciare tutto al caso, lasciandosi abbandonare dalla voglia di rimanere incantati dalle sorprese. Potrei indicarvi mille posti dove andare, ma vi rovinerei la gioia di scoprirli. Ogni volta che torno a Rom