1. Rolando intorno al mondo

    di , il 20/9/2007 00:00

    E’ possibile fare un Giro del Mondo “roteando” in carrozzella, con pochi soldi?

    Questa è la sfida lanciata dal nostro amico Rolando, che intende partire seguendo l’itinerario: Roma, Nepal, Vietnam, traversata del Pacifico, Perù, Brasile, Roma... E questo è il forum dove tutti voi potete intervenire per dargli delle dritte e per vivere con lui l’ “impresa di una vita”

    Aiutiamolo a programmare questo viaggio...

  2. Redazione
    , 8/1/2010 11:33
    *************************************************************************************
    Ciao a tutti, lasciamo questo forum visibile sul sito perchè nonostante Rolando abbia terminato il suo viaggio e non aggiorni più questo suo spazio da un po', il suo diario è molto interessante e può essere utile a tanti viaggiatori! Un grande sprone a superare barriere, paure, ostacoli non solo fisici, ma anche psicologici! Buona lettura e buon viaggio...
    *************************************************************************************
  3. cugino bruno
    , 10/11/2008 18:54
    Ciao rollo, sono veramente tuo cugino bruno, oh pensa che fantasia ho avuto per trovare il name!!!! Io e la luisa ci siamo visti il video e le foto mentre ti fai tatuare la medusa. A cugi te voio bene, ti salutano tutti i miei figli Davide , Daniele, Dario, Diego e la cagnetta Dina, oh quì so in troppi perchè nun me porti co te!!!????????????????????? voio scappa!!!!!!??????????? scherzo ad ognuno il suo viaggio, ciao ro fammi sapere attulamente che combini. bruno
  4. Rotolando
    , 24/9/2008 16:29
    Bella vita Mondo,

    ciao David tutto bene!? scusami se non mi sono fatto sentire ma abitando nei boschi umbri m i dimentico che esiste il computer e altri strumenti similari.. es verdad compadre...... ho il biglietto per l'india il 1 novembre...Non riesco piu a stare fermo per un periodo maggiore di 6 mesi, i miei pensieri, la mia mente, devono alternare, cambiare panorami, situazioni, avvenimenti, Voglio andare nel sud dell'India e voglio ripassare a Goa, viaggio che feci nel 1994. Ora sono a Roma mi sto organizzando per partire... Ti saluto e staremo in contatto, quando viaggio ho molti più contatti con gli internetcaffe..
    ciao a tutti e a presto
    Rolando
  5. davovad
    , 9/9/2008 15:32
    Finalmente, dove ti eri perso?
    Chao
  6. La Spiaza
    , 9/9/2008 01:47
    Ciao Rolando!
    Buon viaggio!!!

    :DDDDD
  7. Rotolando
    , 30/8/2008 08:27
    Monte peglia
    casale Iskia

    bella vita a tutti sono ro(to)lando

    mi sembra lontano il giorno che sono ritornato infatti sono passati 6 mesi di cui 3 mesi per orientarmi e e smettere di viaggiare e poi mi sono buttato all'orto tutta l'estate allegrandomi le nottate con feste e vari concerti sia a umbria Jazz, al Trasimeno blues e mi sono andato a vedere il grande Caparezza. ho passato una buona estate un buon clima ma è ora di partire e questa volta con la mia esperienza parto solamente con il voler unicamente seguire le mie volonta percettive e le voglie del mio sentimento seguiro l'aria dell'istinto e gia ho il biglietto solo andata per Bombay per il primo novembre
    Intanto vi invito ad orvieto il 5-6-7 settembre per la nona edizione del festival degli Artisti di Strada
    per ora vi abbraccio buone cose a tutti
    ciao
  8. brawler
    , 16/6/2008 21:30
    caro rolando
    ormai son quasi tre anni che seguo le tue avventure in giro per il mondo e devo confessarti che oltre ad appassionarmi tanto, ho imparato moltissimo dalla tua immensa forza d'animo e caparbia.sei un modello per me.nel mio piccolo sto creando un sito in cui racconto i miei viaggi in giro per il mondo e ci terrei tanto che tu dessi un'occhiata.il link e' www.born2travel.it sarebbe bello ricevere un tuo commento. a presto mark e chissa' che nn ci becchiamo da qualche parte nel nostro piccolo grande globo..
  9. ARL
    , 25/2/2008 15:18
    PER ROLANDO
    ho incontrato la tua splendida mamma per un caso fortuito, mi ha passato il tuo indirizzo presso turisti per caso e volentieri ti saluto.
    Ammiro la tua grinta; sei la dimostrazione vivente che volere è potere.
    Di alla tua mamma che non è necessario portare il tuo indirizzo presso il negozio dove ci siamo incontrate; dicendole che la saluta la signora dei "cappelletti" capirà.
    immagino che l'argomento delle teu conversazioni telematiche siano i viaggi; in proposito ho poco sda dire, se no che di fatto ho viaggiato poco, ma con i miei minimaltour (cioè, attraverso le foto, i racconti ed i servizi TV altrui, e con una forte dose di fantasia, ho viaggiato molto.
    ti saluto moltocordialmente
    rosanna (ARL)
  10. littlelady
    , 13/1/2008 01:23
    condivido pienamente con te le impressioni sulla gente e sui posti che hai visitato,viaggiare fa crescere interiormente le persone,lascia da parte tutte le superficialità del mondo occidentale e cosidetto progresso,che per me è recesso di civiltà,abbiamo molto da imparare dalle piccole etnie che vivono fuori dai contesti determinati dal consumismo.Anch'io viaggio appena posso e mi piace integrarmi coi popoli del paese che visito.Le emozioni che provi davanti alle bellezze della natura sono una cosa che ti porterai sempre dentro,confrontarti anche con il passato ti fa riflettere su quanto l'uomo ha lasciato di maestoso,e qualche volta anche di terrificante,di errori che speri che non si ripetano mai più.
    Spero di leggere ancora qualche tuo racconto ,io quest'anno ero fine novembre in ecuador,ho visitato dei villaggi con gente meravigliosa,un paese che porterò nel cuore.Buon rientro
  11. Orsagiuliva
    , 22/12/2007 20:12
    ...tantitantitantitantitantitantitantitantitantitanti
    auguri di buone feste a te....e di un meraviglioso proseguo verso il tuo rientro in Italia.
    (personalmente vorrei che il "può darsi "che scriverai ancora nei prox mesi possa diventare una" certa certezza"....)
    :O).......
  12. Rotolando
    , 22/12/2007 16:45
    Habana dicembre 2007

    Buona vita ai turistipercaso buona vita a tutti
    Termine di un viaggio di due anni intorno al mondo in solitaria su una sedia a ruote

    Dejen aprendida siempre una vela
    Porque un dia volvere
    Osvaldo Guayasamín ( pintor ecuatoriano)

    Incominciai il giromondo con la necessita´ di soddisfare i miei sensi e sto terminando appagato e pieno di emozioni memorizzate nel cuore e immagini di luoghi che di volta in volta mi appaiono nei sogni, nella camera dei ricordi le mie solitarie avventure sono accompagnate da suoni, voci , odori ..................
    L´alba ´Himalayana e i riflessi di neve rosata sui vetri d Nagargot con il fratellone Flavio, il mio primo viaggio in solitaria in treno nelle foreste nord Thailandesi fino a Ventiane , la piccola citta dei grandi templi buddisti di Lua Pra Bang, il maestoso Mekong confine di 4 stati, il caos kaotiko dei mercati di Ho Chi Min, i tramonti fosforescenti che porta l´oscuro nei millenari palazzi di Angor Wat, le immersioni nei fondali del nuovo mondo marino di Boracay, la spopolata Zelanda grande quasi quanto l´italia ma con 5 milioni di abitanti ,la jungla dei Matai i consigli degli anziani di Samoa con la sua doppia barriera,i cento cerchi degli atolli di Tonga, il passaggio dal bosco di aranceti al deserto salato Cileno, la valle Colca di Arequipa regno dei condor, le tribu Indios sul rio dell´Amazzonia, le deserte spiagge del parco di Tayrona e ..................................................... la mia Cuba dove mi sento e sono a casa sto in famiglia.................
    “(Sono arrivato all´Habana nel 1995 presso una famiglia di amici di mia sorella, precisamente a Santa Fe´ all´est dell´Havana. Mamma Marta Monzote Papa Fernando Funes e uno dei figli Fernando Funes Monzote e l´altro figlio Rey (gia´sposato non viveva con loro), all´epoca erano impegnanti in uno istituto Agrario, la loro specializzazione era rivolta a una riconversione della agricoltura classica e monocultura in una basata sulla agricoltura biologica sostenibile. Hanno ideato, lavorato con grossi sacrifici e varie difficolta´costituendo la prima Associazione biologica agricola Cubana. Mamma Marta e figlio Fernando lavoravano uniti come ricercatori, raccolta di dati, lavoro pratico e di laboratorio in uno studio sperimentale nella riconversione al biologico, il loro lavoro era fatto con ardente passione, con approfondimenti personali e particoleggiati con rigorosa semplicita´ e sopratutto con una coscienza amorosa rivolta alla vita, alla natura e salvaguardia del pianeta. Grazie a loro oggi Cuba e´pronta per una totale riconversione al Biologico...... Mi hanno accolto nella loro casa e da subito sono stato parte della famiglia mettondomi a disposizione tutto quello che loro tenevano siamo cosi in confidenza che conoscono ogni mio particolare problema. Bene all´inizio del viaggio avevo programmato di organizzare una festa con Fernando, tutta la famiglia ha seguito il mio viaggio, ma una tragedia e´avvenuta il 17 maggio del 2007
    Mamma Marta si accascio´
    nell´innocenza perdita dei sensi,
    serrando gli occhi alla vita
    si trascino´ con se´ il colore della speranza,
    portandosi via il suo giardin d´amor,
    rinasceranno´ nelle terre di Cuba
    la vita che Lei ha seminato,
    nelle lacrime dei suoi Cari io rivedo il volto dei ricordi,
    sappiamo che il vuoto che lascia non ritornera´
    ma la Sua gioia contanima la sua famiglia
    ...resista la famiglia perche´ Lei lo vuole
    per sempre Compagna Rivoluzionaria
    tuo hijo Rocho
    Cosi che da quel giorno non ho piu´pensato alla festa ma solo arrivare piu´velocemente a Cuba per stringermi con/nel loro dolore...... grazie famiglia Funes Monzote)”

    Non ho classifiche di paesi piu´belli o piu´brutti credo invece che ogni panorama esistente nel mondo e´il fascino meraviglioso...............
    Ovunque ho conosciuto buona gente, ovunque la mia curiosita´si e´confrontata con diverse culture dove nuovi amici mi hanno donato il disinteressato scambio di affetto...
    Il primo tattoo del rastafaniano Toni di puket, l´Amore per lady Em e la festa dei monaci buddisti, il pianto di Muet e lúmilta´ degli amici di Sao Beach, la cena a base di pipistrelli nel villaggio Kamer, Joey e i suoi pirati artisti nei mari delle isole dalle 19 lingue, Janes e la Descarga Cubana di Aukland e gli enormi Maori, la famiglia di Matareva beach e il regalo di un tattoo tradizionale Samoano in un giorno di festa, l´aiuto fisico degli amici di Pachamama e le grandi suonate dei ragazzi del sol nascente di San pedro di atacama, Gregor il giocoliere dei semafori di Iquitos e i niños del trafficato Rio delle Amazzoni, River l´artigiano Indio dell´ammazzonia colombiana, l´indiminticabile allegra compagnia di Paco capitano di peschereccio nel mare di Taganga...
    Buona gente, nel mondo c´é buona gente non siamo soli, lo scambio di un sorriso di una parola di pace di un sapere differente e´nella curiosita´di ogni popolo...........................
    Le paure iniziali che tenevo da rotolante si trasformano in esperienza continuata giorno dopo giorno, treno dopo treno, taxi dopo taxi, cavallo dopo cavallo, traghetto dopo traghetto, aereo dopo aereo, bus dopo bus, sentiero dopo sentiero................le paure delle difficolta´si trasforma in gioia e questa felicita´mi permette di dire con tranquillita´ che con il semplice vissuto il semplice respirare differenti paesaggi differenti colture sono stato un semplice turista sulla sedia a ruote viandante per il mondo e un poco mi sento parte del mondo, le mie mani hanno toccato nuovi alberi e radici , i miei occhi hanno visto nuove piume e e nuovi orizzonti, ho assaggiato sapori squisiti e le mie ruote hanno tracciato nuove orme che posso mettere a dispozione per chi vuol affrontare viaggi su ruote con pochi soldi a dispozione, per ricordare ho attraversato il mondo con solo 1000 euri al mese e inizialmente con l´appoggio economico dei miei amici del Monte Peglia e di Roma e dei miei Famigliari
    Sto chiudendo il viaggio, il circolo della terra e´concluso i 40.000 km circa dell´equatore sono passati, sto tornando in Italia, non subito ancora, perche ora sono a Cuba nella casa di papa Funes e mi incontro con gli amici della Giganteria, un gruppo di Artisti di Strada vivaci e con un´infinita creativita artistica, lavorano nel centro dell´Havana e hanno aperto il loro cuore per ricevermi e farmi passare momenti di festa e allegria con loro, passero´ il natale in famiglia Funes e il capodanno a casa di Mayuli artista callejera della giganteria ............. poi il 2 gennaio vado in colombia e aspetto la mia amichetta Tiziana che viene a trovarmi e andremo nel parco di Tayrona a spalmarci nelle deserte spiagge di Taganga, terra sacrata degli antichi indio Koqui ( non so come si scrive) gente piccolissima , minuti tutti vestiti di bianco con un buffo e lungo copricapo bianco, si vedono accoppiati che scendono dalla sierra e vanno a visitare la loro sacra spiaggia di taganga masticandofogliedicoca, si notano subito da lontano e velocemente spariscono penso perche non riconosco piu´ la loro terra occupata dalla multirazziale gente che ora popola il sud america........ poi a meta febbraio ritorno qui a cuba e con Fernandito a fine marzo prenderemo un volo per l´olanda perche ferna deve difendere la sua agrotesi nell´universita´Olandese e io ridiscendero´in treno , almeno che qualche mio amico mi viene a prendere in macchina c´e´qualcuno che si offre????????? He he he
    Nel non programmato viaggio desideravo visitare il centro america ma confesso che ho voglia di tornare in italia e lasciare questo desiderio sospeso per un prossimo viaggio.......
    Volevo ringraziare la redazione di TURISTIPERCASO per lo spazio concesso gli unici che fra tanti che ho scritto della mia avventura mi hanno risposto Ciao Patrizio Ciao Silvia passate buone feste e continuate con il vostro meraviglioso lavoro, a proposito Silvia lasciami ancora qualche tempo sul sito puo´essere che prima di marzo riscrivero´...... grazie ancora
    Mando il mio cuore alle persone che ho conosciuto nella strada mai vi scordero´
    Un saluto alla terra nella speranza di un veloce recupero ambientale ( ai potenti del mondo spegnete i motori attappate i pozzi petrolifici ritornate al riciclaggio e metteteve in relax perche la terra e´stanca del vostro soppruso)
    E per ultimo MI dedico una poesia scritta da un mio Amico AutorePoetaScrittore della colombia che mi ha dato l´onore di passare le ore del tramonto sulla bahia di taganga raccontandomi i mari del caribbe
    ROLA LA OLA
    Rola la ola
    Peinado el mar
    sin que una gota
    cambie de lugar

    rola la grande
    rola la chica
    rola la larga
    y la cortica

    rolando viene
    rolando va
    desde muy cerca
    o de mas alla´

    rola despacio
    rola de afan
    rola con furia
    o con humildad

    rolando viene
    rolando va
    desde muy cewrca
    o de mas alla´

    Jaime Vasquez M. (poeta vivente colombiano)
  13. davovad
    , 18/12/2007 21:42
    Ciao Rolando, ¿sei già arrivato a Cuba?
  14. franceschino
    , 7/12/2007 16:48
    Caro Rollo. come và? Sono Franceschino. Ricordi ?Stavamo insieme A Saigon e Phu-Quoc. Non ho ancora letto le ultime sul tuo sito. Spero rivederci presto. Il mio ind. è nicoli.francesco@libero.it
  15. francescopaolom
    , 27/11/2007 11:11
    ciao da franco (fg) se leggi questo messaggio scrivimi su francescopaolom@yahoo.it
  16. francescopaolom
    , 26/11/2007 22:12
    Ci dispiace di non averti trovato in linea, ma speriamo che tu sia felicemente affaccendato. Appena puoi facci sapere in quale angolo di mondo stai rotolando, e a quali persone stai portando la tua infinita energia. Ad un precoce e felice reincontrarci.
    Ciao da franco(fg) e rappafè.