1. Rotolo in giro per il mondo

    di , il 16/10/2005 00:00

    Ciao a tutti mi chiamo Rolando sono nato a Roma ma da un po’ di anni vivo sul Monte Peglia in Umbria circondato da boschi e gente contadina nata o divenuta poi, per vivere in armonia con la nostra terra.

    Sono sempre stato un viaggiatore sognatore, anni fa decisi di abbandonare l’idea di vivere come vuole il canone frenetico della nostra civiltà.. Verso la metà degli anni ottanta partii per l’Europa senza una lira in tasca e con tutti gli espedienti ho vissuto per tre anni in tutte le maniere, da Cadiz della frontera agli squot londinesi. In un incidente motociclistico nell’89 mi si ruppe la colonna vertebrale in due pezzi. Rinacqui paraplegico dopo un anno intero tra ospedali e clinica di riabilitazione. In realtà secondo me quello che offre la riabilitazione statale e standardizzata per i diversi problemi di natura motoria non è sufficiente e certamente non è specifica caso per caso……comunque la vera prova è quando esci, sai che sei un corpo nuovo, che qualcosa ti cambia, il mon

  2. Rotolando
    , 16/10/2005 00:00
    Ciao a tutti mi chiamo Rolando sono nato a Roma ma da un po’ di anni vivo sul Monte Peglia in Umbria circondato da boschi e gente contadina nata o divenuta poi, per vivere in armonia con la nostra terra.
    Sono sempre stato un viaggiatore sognatore, anni fa decisi di abbandonare l’idea di vivere come vuole il canone frenetico della nostra civiltà.. Verso la metà degli anni ottanta partii per l’Europa senza una lira in tasca e con tutti gli espedienti ho vissuto per tre anni in tutte le maniere, da Cadiz della frontera agli squot londinesi. In un incidente motociclistico nell’89 mi si ruppe la colonna vertebrale in due pezzi. Rinacqui paraplegico dopo un anno intero tra ospedali e clinica di riabilitazione. In realtà secondo me quello che offre la riabilitazione statale e standardizzata per i diversi problemi di natura motoria non è sufficiente e certamente non è specifica caso per caso……comunque la vera prova è quando esci, sai che sei un corpo nuovo, che qualcosa ti cambia, il mon