1. Com'è la gente in Honduras?

    di , il 16/5/2008 10:16

    Devo andare, a giugno, a girare un video in Honduras, se non mi sbaglio il clima è avverso, ma siccome il documentario è più sulle persone, ero interessato a sapere come sono disposti verso gli stranieri.

  2. Matusca
    , 6/6/2008 16:27
    Ho lavorato in Honduras un anno, a Tegucigalpa e l'ho visitato tutto e posso dire che la gente, uscendo da Tegucigalpa e da San Pedro Sula (cittá abbastanza caotiche e abbastanza insicure) é abbastanza gentile e cordiale, disponibile. Ha ragione chi dice che il problema risiede in come si pone il turista verso di loro. In quanto a fotografare consiglio di chiedere il permesso. A me una india (centenaria, secondo la signora che era con lei) me lo disse chiaro "Me sacas el espíritu". Qualsiasi cosa si pensi della loro concezione del mondo dobbiamo rispettarli e vederemo che loro rispetteranno noi. Non conosco le isole ma probabilmente in terraferma la gente é piú cordiale, perché ci sono pochi turisti che spesso si comportano come pare loro senza fermarsi a considerare la cultura e le esigenze degli abitanti del luogo e spesso senza avere neppure un'idea di dove si trovano (ne ho trovati molti)
    PS La regola di chiedere il permesso vale per tutti i paesi di area india, Argentina e Cile compresi.
  3. daniluca
    , 26/5/2008 07:36
    Ciao Anna!! Ciao Ale!! :-))
  4. f4rf4ll486
    , 25/5/2008 22:20
    va bè.. alla fine hai sempre ragione tu :)
    io giuro che nn mi esprimo +, alla fine allora w la maleducazione!

    ciao
  5. marco.drudi
    , 25/5/2008 21:10
    farfalla per prima cosa io ho detto: "che domanda ignorante è?".. è quindi la domanda e non la persona..
    per ultimo nessuno crede di aver ragione o pensa di essere superiore ad altri.. anzi.. ognuno viene qui, esprime la propria opinione e si discute.. tutto qua.. senza nessuno che da addosso ad altri o cose del genere.. per me questa domanda rimane una domanda sbagliata in partenza, non la persona Gianni69, che nemmeno conosco..
    la polemica a cui alludi è riferita ancora una volta al posto (sharm/marsa alam) e non era un attacco a te (esattamente come questa volta)..tant'è che tu usi in quei post la parola "pecorona" che nessuno ti aveva detto..
    se vuoi andartela a leggere vai pure qui:
    http://www.turistipercaso.it/viaggi/forum/testo_guide.asp?ID=6006&index=200

    Annarita non ho cambiato parole ma solo punto di osservazione.. soprattutto tu che vivi all'estero te ne accorgi.. in Olanda, come nella maggior parte dei paesi nord europei, per esempio, l'omosesualità è generalmente molto più accettata rispetto a quanto avviene nel sud dell'europa.. dal punto di vista "nordico" noi siamo dei "chiusi" sotto questo profilo ma degli "aperti" nelle relazioni interpersonali mentre per noi, si sa, i "nordici" vengono sempre considerati dei popoli "aperti" culturalmente ma "chiusi" con gli "sconosciuti".. ora tu dimmi questo corrisponde alla tua esperienza vissuta o è un luogo comune abbastanza diffuso?
    io credo che i "nordici" siano al contrario di ciò che si dice aperti da entrambi i punti di vista.. sia gli svedesi che i finnici, ad esempio, li ho trovati generalmente disponibili e gentili..

    allo stesso modo potrei però contraddirmi dicendo che gli olandesi sono anche degli xenofobi/omofobi per via delle note vicende di cronaca..

    dove sta la verità? un/a omosessuale dovrebbe temere di girare per Amsterdam o può andare tranquillo?

    ..Depende, de qué depende, de según como se mire todo depende..

    concludo dicendo che in linea di principio chiunque si rechi in un paese estero, soprattutto se con culture molto diverse rispetto alle nostre (come nel caso dei popoli latinoamericani per il nahual) la regola principale da seguire, a mio avviso, è quella del nostro adeguamento, nel limite delle nostre possibilità, alle loro tradizioni, la buona educazione e il rispetto.. senza considerare che già per il fatto di essere italiani normalmente si attirano subito simpatie.. al contrario degli statunitensi..
  6. f4rf4ll486
    , 25/5/2008 12:06
    per marco drudi: beh se molti la pensano come me ci sarà un motivo..
    che tu sia una guida per caso e un membro molto attivo del sito, nn ti autorizza (A parer mio) a dare dell'ignorante in modo gratuito ad una persona che nn conosci. che tu abbia fatto il giro dell'europa in bicletta o a piedi, o che tu abbia fatto forse il giro del mondo 700 volte.. non giustifica la maleducazione che spesso hai: l'anno scorso nei viaggi fai da te avevi attaccato anche a me in modo gratuito. ma cmq non mi sembra l'opportuna "sede" x far ste considerazioni, anzi mi scuso con la redazione x questi OFF TOPIC.

    saluti a tutti

    alessandra
  7. marco.drudi
    , 25/5/2008 11:46
    Annarita scusa ma in base a quale dettato stabilisci se un paese o una cultura è aperto o chiuso?
    se si guardano le situazioni degli altri paesi partendo solamente dal proprio punto di vista è chiaro che gli altri ai nostri occhi appaiono sempre e soltanto come dei diversi..
    ..le popolazioni di origine araba come i francesi che mangiano gli spaghetti scotti insieme al pollo..

    x farfalla
    vedi farfalla, chi ti scrive per mail molto probabilmente non ha intenzione di confrontarsi sui forum perchè probabilmente non ha capacità di dialogo e confonde chi scrive la propria opinione con chi vuole far tacere le opinioni altrui..

    su TpC le persone che spessono intervengono nei vari forum, come il sottoscritto, cercano di esprimere la loro opinione (indipendentemente dal fatto che sia condivisa/piaccia o meno) e si confrontano.. a volte pacificamente altre duramente.. ma questo si chiama confronto.. tant'è che il sig. Gianni in questione ancora, come accade migliaia di volte, fa una domanda e poi svanisce nel nulla..

    buona domenica,
    Marco
  8. pankarita
    , 25/5/2008 11:46
    Ciao a tutti

    Vorrei aggiungere che le popolazioni di origine maya anche se cordiali, non amano affatto essere fotografate e/o riprese... pensano infatti che la foto/ripresa rubi loro l’anima, il nahual, che poi è rappresentato da un animale (ognuno ha un nahual particolare e solo gli sciamani sanno quale sia l’animale totemico di questo nahual, almeno finché gli indigeni raggiungono la maggiore età). Per questo bisogna stare attenti alle inquadrature e non fare primi piani, perché qualcuno se la può prendere molto. Chiedete sempre PRIMA di fotografare!!! Questo vale ovviamente non solo per l'Honduras, ma anche per Messico, Guatemala, Belize ecc...
  9. daniluca
    , 25/5/2008 11:16
    ..Anche perchè non è che si è tutti viaggiatori!

    E non è detto per scelta!!

    ...Mi spiego, magari c'è chi viaggia da pochi anni, vuoi perchè nel corso della sua vita non ha potuto, vuoi per mille altri motivi (tra cui una diversa mentalità)...E quindi per questo non ha quella sensibilità di chi viaggia da parecchi anni in giro x il mondo...

    Non si può essere così categorici...altrimenti ci troviamo in 4 gatti a pensarla tutti uguale...

    Ciao, Gianni, non ti sei più fatto vivo...spero che le informazioni che ti ha dato viaggiatrice01 ti possano essere utili..Mi sembrano molto accurate e dettagliate :-)
  10. viaggiatrice01
    , 25/5/2008 10:09
    mi spiace, non sono dello stesso parere di marco. Ogni paese ha appunto i suoi usi e costumi, un modo diverso di rapportarsi agli altri, un diverso modo di comunicare, ecc. Per mia esperienza, siccome sono anni che vado in centramerica, le popolazioni ispanichei sono estremamente cordiali e comunicative, specie quelle di origine maya, molto più degli italiani, ad esempio, e di tante altre popolazioni. In honduras sono stata a Roatan: anche lì come in altri paesi del centroamerica, è sufficiente stare un pò alla fermata di un bus, per iniziare una conversazione con gente del posto. A Roatan vi sono 3 gruppi etnici:gli ispanici, i caraibici di colore anglofoni, e i garifuna, che parlano la loro lingua india, e vivono in paesini, isolati dalle altre etnie. Sono gente povera e pacifica. utilizzano le loro tradizioni per guadagnare qualcosa, ballando i loro balli tipici negli hotel. Sono presenti anche in Belize, oltre che in honduras. Alcuni non vogliono essere fotografati. Gli anglofoni sono concentrati nella parte orientale dell'isola,che non è turistica poco frequentata, e mi hanno detto, sconsigliabile da visitare
  11. f4rf4ll486
    , 24/5/2008 21:04
    Beh, io cmq certe uscite le trove scorrette. e un pò maleducate. credo che bisogni sempre rispettare le domande e i quesiti altrui. Gianni mi pare nn abbia offeso nessuno, mentre al contrario in molti l'hanno 1pò massacratello.. cmq chiudo la polemica, a quanto pare condivisa da parecchi utenti che mi hanno scritto per mail dicendomi che certe uscite poco felici sn molto comuni dalle solite persone in molti altri forum.
    cmq chiudo

    saluti

    (ciao anna!!)
  12. marco.drudi
    , 24/5/2008 18:46
    farfalla86 non esiste un paese chiuso o aperto.. esistono delle culture e delle tradizioni da rispettare.. una volta che chi ti ospita vede che tu mostri rispetto per le sue "regole" non ti metterà nessun limite..

    non si tratta di maleducazione ma di una risposta stupida (come per esempio la mia) ad una domanda altrettanto stupida..
  13. f4rf4ll486
    , 24/5/2008 12:20
    non capisco perchè si debba rispondere con maleducazione ad una semplice domanda. Mi sbaglio o il sito tpc è utile alla gente per info e aiuti? ha semplicemente chiesto se magari la gente in honduras è un pò chiusa su certe cose (tipo documentari, filmati etc..) oppure è disponibile.. mah la gente è un pò frustratella sec me..

    saluti alessandra
  14. daniluca
    , 21/5/2008 14:37
    Giustissimo consiglio!!:-)
    Dai poi Gianni quando torni facci un pò sapere come è andata!

    Un salutone a Marco!
    Dani
  15. marco.drudi
    , 21/5/2008 12:27
    tutto dipende da come noi ci impostiamo nei confronti di chi ci ospita e non da come loro ci accolgono...
  16. daniluca
    , 21/5/2008 08:18
    Ciao Gianni,
    gli scorsi giorni sono stati un pò particolari ed alcuni forumisti si sono arrabbiati per certe sciocchezze detta da un'utente.."singolare"..

    Non so come sia la gente in Honduras, tu però osservali e cerca di capire se a loro può fare piacere o meno essere ripresi e chiedi sempre il permesso.

    Questa è una regola che vale in qualsiasi stato del mondo...

    Buon viaggio!