1. Esplorare le isole Cook

    di , il 3/5/2008 01:24

    Quest'estate visiterò le isole cook!!! wow!!!! ho già programmato tutto quanto, ma voglio sapere tutto e di più su cosa fare, vedere e vivere!

    I racconti di viaggio su queste isole sono pochi, hci sa qualcosa lasci un appunto utile per tutti!!!

    Kia orana.

  2. renton69mark
    , 13/5/2008 01:27
    mille grazie paola per i tuoi consigli, ne faremo buon uso!!!
    se ti dovesse venire in mente qualcos'altro sei la benvenuta e ci faresti davvero piacere! siamo talmente in estasi per la prossima partenza che ogni notizia ci fa scalpitare.
    mi farebbe piacere sentire anche altri viaggiatori, ma mi rendo conto che non deve essere una nazione frequentatissima dagli italiani... anche perchè è dall'altra parte del mondo :D:D:D:D:D:D
    ciao per ora.
    Luca.
  3. paolagermania
    , 9/5/2008 14:19
    Per il cellulare non vi so dire, non lo abbiamo portato. Abbiamo telefonato una volta dal telefono pubblico e abbiamo speso una fortuna.
    prima di partire abbiamo cambiato un po' di soldi in dollari neozelandesi e in Travellers' Cheques (sempre in dollari neozelandesi), il resto ad Avarua.
    Non cambiate troppo, la valuta delle Cook non viene cambiata in Europa.
    Prima di partire si deve pagare una "tassa di partenza", bisogna tenersi un po' di soldi a disposizione per questo scopo.
    Se volete passare una domenica mattina indimenticabile potete...andare in chiesa. I canti tradizionali delle Cook sopravvivono solo come canti religiosi. I missionari inglesi hanno infatti bandito ogni forma di arte "pagana". Quindi se vi mescolate alla popolazione locale (uomini coi pantaloni lunghi, donne preferibilmente col capo coperto e senza fiori nei capelli) potete ascoltare durante la funzione religiosa questo canto corale bellissimo, a più voci, emozionante e coinvolgente. Chiedete al lodge in quale chiesa si canta ancora nel modo tradizionale.
    Intanto vi saluto
    Paola
  4. renton69mark
    , 9/5/2008 09:58
    per quanto riguarda le comunicazioni con l'italia?! il cell non funziona vero!? tutto via e-mail?
    il cambio dei soldi conviene farlo all'aereoporto o alla banca o altro?!
    grazie paola, il tuo aiuto è davvero prezioso.
    se ti dovessero venire in mente altre informazioni scrivi pure a più non posso!

    ciao. Luca & Valeria.
  5. paolagermania
    , 7/5/2008 21:55
    Ho dimenticato le escursioni:
    A Rarotonga abbiamo affittato un ciclomotore (è obbligatorio fare l'esame per ottenere una patente locale) e abbiamo girato soprattutto per le diverse spiagge ma anche un po' all'interno. Molto interessante il Cultural Village. Ci sono delle cascate nella giungla che formano una pozza freschissima in cui fare il bagno, è molto divertente e si incontrano tante famiglie locali. Non ci sono indicazioni stradali, basta chiedere in giro.
    Ad Aitutaki abbiamo affittato anche lì un ciclomotore per girare l'isola e arrivare al punto di ritrovo delle escursioni in barca. Le escursioni variano di poco, se ne fai tre o quattro informandoti prima sull'itinerario riesci a visitare tutti i motu e fare qualche "doppione" (tutti vanno a One Foot Island per esempio). I motu sono tutti uguali, variano le possibilità di snorkelling.
    Di nuovo ciao Paola
  6. paolagermania
    , 7/5/2008 21:47
    Non ho fatto immersioni ma tanto snorkelling, soprattutto ad Aitutaki.
    Ad Aitutaki purtroppo quando sono andata io era sconsigliatissimo fare il bagno sull'isola principale, per il pericolo dei pesci pietra. Chiedi al lodge, ti sapranno indicare le spiagge sicure.
    In compenso abbiamo fatto tutti i giorni un'escursione sui motu e nella laguna. Abbiamo prenotato giorno per giorno, ci sono tantissime offerte e alla fine abbiamo scelto quelli più simpatici.
    Prova a considerare l'idea di includere anche isole meno turistiche, come Mauke o Atiu. Non sono così da cartolina come Aitutaki o Rarotonga, ma autentiche e interessantissime per la possibilità di vivere la vera Polinesia e di entrare i contatto con la gente. Due notti bastano, ma sono memorabili. Air Rarotonga fa voli regolari, Lonely Planet ha tutti gli indirizzi.
    Le notti polinesiane sono incantevoli, ricordo con emozione soprattutto una notte in cui c'era il cielo terso (non succede spesso, i nuvoloni tropicali sono onnipresenti) e abbiamo potuto ammirare la Croce del Sud ed altre costellazioni che nel nostro emisfero non si vedono. Eravamo a Mauke, dove l'inquinamento luminoso è quasi assente e quindi le stelle risaltano tantissimo.
    Ciao Paola
  7. renton69mark
    , 7/5/2008 01:09
    ciao paola, grazie dell'intervento!
    io ho già prenotato in bungalow con cucinotto in piccoli lodge, sia su rarotonga che su aitutaki.
    inoltre due notti sul motu akaiami della laguna di aitutaki.
    dovrò attrezzarmi un pò trovando quanlche posto per fare la spesa e risparmiare un pò!
    la mia ragazza è già entusiasta delle notti isolane e vorrebbe sapere qual'è secondo te il posto più bello dove assistervi....
    tu hai fatto immersioni?
    come escursioni quali mi consigli e c'è davvero bisogno di prenotarle?

    quante domande.......... ciao grazie.
    LUCA & VALERIA
  8. paolagermania
    , 6/5/2008 22:08
    Io sono stata per tre volte alle isole di Cook, purtroppo è passato qualche anno dall'ultimo viaggio.
    Ti consiglierei di fare un cosiddetto island hopping, cioè di visitare diverse isole. Ogni isola ha un suo fascino particolare, e soprattutto quelle più periferiche mantengono uno stile di vita molto rilassato e impregnato della antica cultura polinesiana.
    Puoi consultare i giornali online, tipo Cook Island News (www.cinews.ck), ti danno un'idea della vita quotidiana di quei luoghi.
    Eviterei di soggiornare negli albergoni, ci sono molte strutture piccole a conduzione familiare che permettono il contatto diretto con la popolazione del luogo.
    Negli albergoni però come ospite esterno puoi assistere agli spettacoli di danza, con buffet di cucina tipica. Sono manifestazioni prettamente per turisti, ma un danzatore mi ha spiegato una volta che sono molto importanti per la popolazione locale come sprone a coltivare la danza e la musica tradizionali (oltre a permettere di arrotondare lo stipendio). Le isole di Cook vantano i migliori danzatori di tutta la Pollinesia (e non parlargli di Tahiti!!!).
    Se hai qualche curiosità fammi sapere, penso di conoscere benino questo meraviglioso angolo di mondo. Credo però che le informazioni più pratiche e particolareggiate che ho a disposizione su prezzi o alloggi ormai siano datate.
    Consulta la guida Lonely Planet specifica di Rarotonga e le isole di Cook, ci ha aiutato moltissimo e viene aggiornata regolarmente.
    ciao e...ti invidio!
    Paola
  9. renton69mark
    , 3/5/2008 01:24
    Quest'estate visiterò le isole cook!!! wow!!!! ho già programmato tutto quanto, ma voglio sapere tutto e di più su cosa fare, vedere e vivere!
    i racconti di viaggio su queste isole sono pochi, hci sa qualcosa lasci un appunto utile per tutti!!!
    kia orana.