1. DISTURBO BIPOLARE

    di , il 13/5/2005 00:00

    Ciao a tutti

    VI PREGO CON IL CUORE IN MANO subito di non regalarmi frasi fuori luogo perchè apro questo forum per essere aiutata seriamente.

    Mio fratello soffre del disturbo bipolare stato misto. E' molto grave e porta al suicidio.

    Chiedo a chiunque di voi sappia qualunque cosa in merito, di aiutarmi.

    Sono disperata...

    Grazie infinite per chi vorrà aiutarmi in un qualsiasi modo..

  2. Turista Anonimo
    , 12/8/2005 00:00
    Ciriciao gente!!
    eeehh l'estate, tutti in vacanza, pochi schiavizzati a lavorare.. eccomi qui.. sono rimasta anch'io a Roma!!
    Cara Alessandra, non perdere le speranze, anch'io ho questo disturbo, ma alla fine ho capito che non me ne devo fare un problema.. c'è e allora? c'è gente che vive senza un rene, che va avanti nonostante malattie gravissime,legata coraggiosamente alla vita! e bene, perchè non posso farlo anch'io, che in fondo posso dirmi fortunata rispetto a tanti altri malati! credo che se si riesce a convivere con questo disturbo, forse lui poi si stufa e toglie le tende se non ha più campo libero per agire... ;>
    non so se è una conseguenza del bipolare, ma la cosa che più mi fa soffrire è che non riesco a eliminare quella profonda e morbosa gelosia che provo nei confronti di chi amo.. vedo tradimenti ovunque.. però ho anche adottato un meccanismo di difesa nei confronti di questi pensieri devastanti.. li esteriorizzo, cioè dico che non sono parte di me, ma fanno parte del disturbo, che è lui (maledetto) che mi fa venire questi sordidi pensieri.. in somma scarico la colpa su quel brutto bastardo del bipolare.. e io mi sento più leggera, e non dò, o almeno cerco, di non dare peso alle sue costruzioni mentali!!!!
    e poi da un pò sto leggendo un bel libro, si intitola le donne e il desiderio (l'autrice non me la ricordo), parla del fatto che siamo cosi perchè ci vergognamo di essere quelle che in realtà siamo.. vorremmo essere delle immagini da copertina, dei sapientoni.. ma non vogliamo assolutamente essere noi stessi.. perchè ciò implicherebbe la presa di coscienza dei nostri limiti, dei nostri difetti, cosa normalissima dopo tutto..
    e se invece per la prima volta, guardandoci allo specchio, provassimo a dire, ma lo sai che mi vai bene cosi?! e se gli altri mi criticano, mi disprezzano? CICCIA!!!!!!
    un besito grande grande, devo fuggire al lavoro!!!
    CIRICIAO GENTE!!!
  3. Alessandra A. 1
    , 8/8/2005 00:00
    Ciao a tutti.Mi chiamo Alessandra e ho 24 anni,la prima crisi bipolare(euforica) l´ho avuta a 16 anni.Ora é da tre anni che non ho alcuna crisi...peró non é facile comunque,il problema principale di questa malattia,secondo me ,é propio la sua imprevedibilitá,dappertutto sento e leggo che é praticamente impossibile guarire,e allora mi devo rassegnare che prima o poi mi verra un 'altra crisi.Lo so,uno dei lati del mio carattere é il pessimismo,dovrei vivere giorno per giorno e non pensarci,ma propio non ci riesco.Inoltre tra pochi anni vorrei un figlio,ma con il litio che prendo come si fa?Il mio psichiatra addirittura dice che posso avere un figlio contemporaneamente al litio,é pazzo o ha ragione lui?
    Ciao a tutti!
  4. Antonella Stefano
    , 3/8/2005 00:00
    Ciao Alessia, grazie per il benvenuto ma, grazie soprattutto perché l'aver letto la tua e-mail mi ha dato un po' di speranza. Ti auguro un "imbocca al lupo" per la futura convivenza, a presto. Antonella
  5. Turista Anonimo
    , 31/7/2005 00:00
    Ciao Ragazzi!
    E' un pò che manco, scusate!! per i nuovi arrivati un salutone grande grande!! Ciao Renzo, ciao Antonella!!
    Allora: ho 30 anni e da 5 sto in cura per il bipolare! Ho passato dei momenti bruttissimi!! Su e giù, su e giù.. nemmeno le montagne russe più alte del mondo mi starebbero alla pari in cambiamento d'umore.. eppure sai che vi dico? Sono così, e allora? ho questo disturbo, ok!! c'è chi vive con un rene solo, chi con 10 bypass.. io con il bipolare!! e vi dico pure che con la psicoterapia ora sto da Dio..(ops, ridimensioniamo, grande errore dei bipolari è sentirsi Mr. Incredibile!! ihih ^^!)
    Comunicazione Ufficiale: grande cruccio della mia odierna vita era andare a vivere con il mio ragazzo.. Bene, decisione presa a due mani, P A R T O!!
    C'è un pò di fifa, ma che diamine, io ho questa di vita, la prossima ci penserò quando verrà!! ;>
    Per tornare seri, caro Renzo, penso che per chi soffra di questo disturbo la voglia di essere amati è incredibile, ma se la persona in se stessa non prende coscienza della cosa, del fatto che PUO' essere amata, non so.. io ora come filosofia di vita, mi dico che va bene qualsiasi cosa, perchè la vita ti da mille risposte, alle domande che poni, solo che non le vedi perchè non sono quelle che vuoi vedere.. ci convinciamo che "dobbiamo"(io ABBOOOORRRROOOO questa parola!mannaggia a quel greco che ha inventato la parola Dovere!) vivere in un determinato modo! SBAGLIATO! se pensiamo che c'è speranza, sempre, in tutto! se facciamo quel sospiro liberatorio.. ehi ma quanto diventa bello il mondo!!!
    Vi mando un mega grandissimo bacione a tutti!!!
    p.s. beato chi va in ferie.. qui si lavora fino a settembre.. e poi... fiuum.. volo da quella testa dura del mio ragazzo!!! chissà... baci
  6. Antonella Stefano
    , 30/7/2005 00:00
    Ciao, un mio familiare soffre del disturbo bipolare, non sappiamo più cosa fare, si vive 24 ore su 24 in relazione al suo umore che cambia repentinamente, la lasci al buio chiusa in camera sua disperata perché la sua vita non ha più futuro e dopo un po' la trovi truccata e vestita di tutto punto pronta ad andare a spendere nei negozi e comprare cose che mai si utilizzeranno. Sta da un anno in cura con un conosciuto professore, ma i risultati non si vedono anche perché interrompe le cure e smette di prendere alcuni farmaci.
    Chiedo a Voi, si può uscire da questa malattia? Oppure il risultato finale sarà che alla fine impazziremo tutti coloro che le stiamo accanto? Grazie
  7. Renzo Mastroianni
    , 29/7/2005 00:00
    Chissà forse un giorno la medicina potrà guarire la depressione.
    Per ora riesce solo a stabilizzarla.
    E' difficile che sia in pace con se stessa e quindi serena.
    Sai a volte ho l'impressione di essermi innamorato di un'altra persona che poi è sparita e io non so più dove trovarla.
    Vabbè ma questo non c'entra con la malattia o forse si.
    Già mi viene questa riflessione è una delle poche malattie dove l'amore viene vanificato.
    E parlo anche di amore materno.
    Come ha potuto ignorare completamente ns. figlio.
    Eppure una piccola creatura bella come tutti i piccoli nati darebbero amore forza e slancio anche al più arido cuore.
    Tutto questo purtroppo è un mistero che si infittisce sempre più e che coinvolge sempre più persone.
    Basta ascoltare la cronaca su quanti casi di madri incoscienti circolano.
    Io la penso così ma non per offendere o discriminare chi soffre di depressione perchè anzi sono persone speciali.
    Ma per spronarle a non finire in uno stato di compassione-apatia che porta al disastro della persona.
    Ciao Patrizio ciao Susy siete forti!
  8. Mailla
    , 28/7/2005 00:00
    Ciao Renzo,
    tu credi non passerà mai quella fase così brutta alla tua ex-moglie? Non l'hai mai vista bene, serena?
    ciao
  9. Renzo Mastroianni
    , 27/7/2005 00:00
    La mia ex moglie soffre di depressione bipolare.
    Ho vissuto due anni di inferno, cioè il tempo di convivenza.
    Dio solo sà quanto l'amavo e quanto mi manca e quante volte sono corso dietro di lei a sventarle suicidi e cazzate varie.
    Due anni di dottori, psichiatri, andiamo da quello che consiglia tuo padre, ospedali passegiate all'aperto vacanze di riposo.
    Io non voglio ne te ne il bambino voglio solo morire.
    E ancora crisi depressive polizia ambulanze e io intanto accudivo mio figlio neonato che adesso ha 7 anni.
    Un giorno una signora alla reception a Imola, dove la condussi per la paraplegia che si era procurata lanciandosi dal balcone, mi disse guardi che è una condizione che rimane a vita e anche se sei un angelo non puoi farle niente lei dirà che la vita non vale la pena viverla e la colpa è tua di questo o di chi le sta vicino.
    Ora capisco qualche maligno penserà lui sotto sotto ha fatto qualcosa.
    Magari almeno mi darei una risposta logica.
    Invece ad oggi l'unica risposta che riesco a darmi è che questa è una malattia, la più brutta e pericolosa secondo me.
    Io oggi sono un uomo felice a metà cioè quella che riguarda mio figlio che con orgoglio e tanta fatica continuo a crescere.
    Lei vaga da un'ospedale ad un'altro ed è in pace così vivendo senza confrontarsi con il mondo reale.
    Sai le strutture pubbliche andrebbero potenziate per questi problemi ma in ogni caso sono gli unici posti dove possono avere un vero conforto.
    In famiglia loro soffrono di più perchè più ti dai a loro e più loro soffrono pensando che sono dei falliti che rompono solo le scatole anche ai familiari.
    E' un cane che si morde la coda e se se la morde in pubblico e tra i familiari non la molla mai.
    Scusami se la forma della mia risposta fa pena ma veramente mi costa molta fatica scivere di questo e lo faccio con piacere.
    Adesso faccio un respiro profondo e ti saluto.
    ciao.
  10. Turista Anonimo
    , 27/7/2005 00:00
    Scuola Cassano?
  11. Turista Anonimo
    , 27/7/2005 00:00
    Disturbo bipolare. Primo: la diagnosi è corretta? Se sì, bisognerebbe vedere di che tipo è (ce ne sono diversi). Il fratello di Joline dovrebbe comunque assumere dei regolatori dell'umore (litio, acido valproico), naturalmente sotto consiglio di un valido psichiatra (scuola di Cassano). Auguri!
  12. Turista Anonimo
    , 24/7/2005 00:00
    grazie
  13. Turista Anonimo
    , 23/7/2005 00:00
    Magari ferie......
    L'altro giorno mi avevi chiesto una cosa a cui non ti ho mai più risposto... in che modo cerco di incanalare la sua creatività?? Cerco di coinvolgerla per quanto mi è possibile in un qualcosa in cui so riuscirebbe bene e con soddisfazione, poi, in realtà, mi risulta molto difficile riuscirci... Di sicuro ho capito questo... che lei da sola non si infilerebbe mai in niente, quindi l'ideale sarebbe proprio inserirla in un qualcosa senza lasciarle troppo margine di decisione (che sembra anche un po' brutto da dire...)... Ma so con sicurezza che una volta in gioco, riesce a tirar fuori il meglio di se (oddio... di sicuro non senza una qualche conseguenza successiva...positiva o negativa che sia...). Ma di tutto questo ne sono certa... poi ovviamente io conosco benissimo lei, non credo si possa molto generalizzare...

    Buone vacanze.
  14. Turista Anonimo
    , 22/7/2005 00:00
    tutti in ferie?
  15. Turista Anonimo
    , 8/7/2005 00:00
    Buonasera a tutti!!
    Ciao mia stupenda joline!!! si hai proprio ragione su tutta la linea!! Mio padre è un represso per quanto riguarda mia nonna.. è la sua Dea.. e ti dirò che un pò mi fa pena.. perchè poco dopo che mi ha detto quelle cose, mi ha anche detto "Tu sei mia figlia, ma lei è mia madre.." come per dire A te ti voglio bene, ma con lei sono in debito perchè mi ha creato.. E questo pensiero lei gliel'ho fa sempre pesare.. ma, sarò egoista, questi sono problemi loro.. ora sembra tornata una parvenza di tranquillità in casa.. Sai Joline cosa penso.. Che mia nonna abbia VOLUTO vivere una vita AMARA.. Si è sposata molto tardi, con mio nonno perchè se no rimaneva zitella (parole sue).. ha vissuto costantemente con il giudizio degli altri come regola di vita.. persino quando è morto mio nonno ha detto " l'ho accudito fino all'ultimo, anche se non se lo meritava, cosi nessuno mi può dire di non essere stata una brava moglie".. Mio nonno non è stato per niente uno stinco di santo, ma era "vero", mia nonna per fare la bella faccia con 'sti famosi ALTRI ha sempre mentito.. se ci penso mi viene da ridere.. pensa che quando faceva la spesa, passava per i vicoletti nascosti del suo paese per non far vedere cosa comprava..
    Cara Joline, io ho una voglia incredibile di liberarmi dal giudizio degli altri.. perchè ho imparato che comunque c'è sempre quella persona che non gli starà bene come fai.. come dice Paolo Rossi?
    Se sei bello ti tirano le pietre, Se sei brutto ti tirano le pietre, qualunque cosa fai, ovunque tu andrai sempre pietre in faccia prenderai..
    E quindi se permettete, allora faccio a modo mio!
    Vi voglio un mondo di bene!! un bacione a Tutti

    P.s. vorrei chiedervi se avete del materiale sull'Assertività? è interessante, e sto leggendo qualcosa.. chi mi può aiutare a capire meglio come si diventa assertivi?
    Ciao ciao beso a todos.. ;)=
  16. Turista Anonimo
    , 8/7/2005 00:00
    Ciao carissima Alessia, buongiorno!
    posso dirti una cosa? anzi, già ti chiedo scusa per quel che ti dirò! ma se qui ci sono dei malati, questi sono tuo padre e tua nonna!!!!! Punto primo, mi sembra che tua nonna (e mi sembra di leggere il mio passato in quel che scrivi!) sia sempre stata troppo giudicona degli altri e non di se stessa. Altro che ansiosa, e proprio rompi-coglioni! Ma guarda te, se perchè una persona ha delle fisse deve per forza deve inculcarle agli altri! se a lei il televisore dopo le 10 le da' noia, dovrebbe andarsene a letto a riposarsi invece di stare a perdere tempo e forze nel dirti cosa dovresti fare tu o meno! e se lei si è abituata ad alzarsi come i galli prima dell'alba, non vedo perchè lo debbano fare tutti!!! tuo padre a dargli ragione sbaglia più di lei e mi sa che è stato vittima delle manie di tua nonna per comportarsi oggi così! tu sii ferma su ciò che credi veramente, e non far si che questi problemi, che sono solo ed esclusivamente di loro, diventino anche tuoi! già una persona ne ha tanti per conto suo, t'immagini accolarsi quelli di tutti??!! nooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!
    Un'altra cosa importante: non dar peso a quel che ti ha detto tuo padre su di te, sul tuo problema, sul tuo ragazzo. So che è doloroso, che spesso ferisce più una parola che uno schiaffo, ma visto l'impegno che hai dato per superare questo scoglio e la vita che vivi è puramente tua, non devi dare il diritto agli altri di calpestarti provocandoti rabbia o dolore!!! Cerca di passarci sopra e fai cura delle cose positive che ti vengono invece regalate. Solo di quelle positive! quelle negative lasciale agli altri!
    Mi piace tanto leggerti! sei grintosa! mi piace anche come reagisci! si vede che sei una persona forte e determinata e solo per questo, non perder tempo dietro a chi non ti comprende, chiunque esso sia!!!!! e poi sia tuo padre che tua nonna, ti vogliono bene, solo è facile dire cose così in momenti come questi! Penso che anche per tuo padre, avere tua nonna in casa, sia comunque uno stress!

    Un bacio immenso e se non ci sentiamo prima, buonissimo week end!!!! divertiti, svagati, ma soprattutto ridi che è la gioia più grande che una persona può avere e che nessuno ti toglie!!!!!

    Un bacione e abbraccione a tutti!