1. Basta ai pregiudizi sull'albania e sugli albanesi

    di , il 7/4/2005 00:00

    Credo che con un pò di informazione piu' veritiera..ci si possa ben rendere conto che l'albania non è quel posto truce e abietto che tutti noi pensiamo..io in albania ci sono stato 25 volte..e posso dirvi una cosa sola..è un posto caldo ,ospitale, dove ci vivono persone normali...come noi..se qualcuno crede che siano diversi...perchè non lo sono

  2. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    giuseppe
    leggi bene l'articolo non parla di violenza sulla ragazza ma parla che al padre non li andava un gennere albanese del resto mi sa che in un futuro ti possa accadere visto che anche tu ce' l'hai a morte con li albanesi ( ma io veramente non te lho auguro e lo dicco sinceramente)
    poi per parlare su la percentualle dei assini che secondo te sonno del sud italia e extracomunitari io ti chiedo MA NON TI VERGOGNI?????
    ma come puo dire certe cose ma mica i ragazzi del nord sono tutii angiolini
    Senti Giuseppe....
    Io non ce' lho ne con li Italiani ne con nesuno in questo mondo
    Ma voglio dirti una altra cosa che nei giorni d'oggi i giovani sempre piu si stano "IMPAZENDO" ed e una cosa veramente brutta perche poi ci troviamo davanti a dei fatti come quello della ragaza che uccida fratellino e mamma con il suo ragazzo, o come quelli che uccidono uno solo per il fatto di aver protetto un disabile........
    Sfortunatamente Giuseppe il mondo e cosi, e adesso sta andando tutto in pezzi......... i giovani d'oggi sonno sempre e di piu violenti e tendono a fare quello che vogliono e questo arriva secondo me per la tropa liberta lasciatta a loro..
    ma non e un giusto ragionameto quello che fai te che quelli dell sud ect NO nn e VERO......
    E poi un altra cosa..
    Il tragico fatto di Varese lo hanno comentatto tutte le medie ed e arrivato pure un discorso del ministro pisanu ma per il giovane albanese non ne ha parlatto nesuno solo 5 sec di notizia li hanno dedicatto e pure anche lui avveva una famiglia un padre una madre e dei fratelli e sorelle come del resto li aveva il povero ragazzo di Varese ma nesuno in questo mondo non sie ricordatto di lui.....
    Il Presidente albanese e il primo ministro hanno speditto alla famiglia dell giovane barista un messagio di consolazione ( fatto che me mi sembra asurdo) ma non so che lo Berluskoni e Campi lo hanno fatto nei confronti della famiglia albanese....
    e sai la cosa piu peggiore??
    Il corpo dell giovane albanese e ancora nell orbitorio in una cella frigoriferica che aspetta l'autopsia...... e sai da quando?? da ben 2 setimane e forse un po di piu....
    te che ne pensi e giusto?
    a me mi pare di NO e lo grido fortemente...
  3. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    giuseppe, ma come ti permetti di dire che ic riminali sono tutti al sud (o in albania)????
    certo... al nord ci si limita solo ad amamzzare i propri figli o i propri genitori... solo IL PEGGIO DEL PEGGIO!!!!
    naturalmente, io l contrario di te, non generalizzo... era solo per farti un esempio e dimostrare la tua ingoranza ed il tuo razzismo!!!
    VERGOGNATI!!!!!
  4. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    X Eugert Aliaj
    prima di tutto il tuo connazionale albanese è stato ucciso dal padre della sua fidanzata perchè quest'ultima veniva picchiata.
    Cosa non molto comune vero Eugert? Tu lasceresti picchiare tua figlia dal suo fidanzato? Io no.
    Per quanto riguarda tutti gli altri casi che hai citato, sono casi che come al solito accadono al sud, o nei quali sono coinvolti meridionali che per quanto riguarda la violenza sono bravi quanto la maggior parte dei tuoi connazionali.
    Poi ovviamente anche al nord succedono queste cose ed è anche vero che spesso sono coinvolti ragazzi del nord.
    Io non dico che voi siete tutti criminali, assolutamente, ma devi ammettere che la percentuale di casi in cui sono coinvolti ragazzi albanesi o comunque extra comunitari e meridionali è altissima.
  5. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    Libera ma tu eri quella del sito degli Egiziani che importunavano le Italiane? Peccato sia stato chiuso all'improvviso perché era veramente interessante.
  6. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    Libera il link non e mai uscitto almeno credo pero se mi fai il favore di mandarmelo via mail ti sarei gratto.
  7. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    Che ne dicci Paolo devo continuare ???????
    ma fammi il piaccere sei cosi stupido da non capire che il bene e il male e parte di una persona??
    l'uomo e come la medaglia caro mio con il suo latto buono e il suo latto cativo e non e colpa mia se uno mostra solo il latto cattivo
    per essempio come te....
  8. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    Napoli, faida senza fine
    giovane ucciso a colpi di pistola
    E' successo a Casavatora. Lavorava in un'agenzia di pratiche auto


    Controlli di polizia a Napoli

    NAPOLI - Lo hanno raggiunto mentre era in sella alla sua moto, una "Honda" e gli hanno esploso contro alcuni colpi d'arma da fuoco. Dario Scherillo, 26 anni, incensurato, è stramazzato al suolo privo di sensi ed è morto dopo pochi minuti.

    Il delitto è avvenuto questa sera, poco dopo le 20,30, a Casavatore, un comune del napoletano, confinante con il quartiere Secondigliano, dove da alcune settimane si sta consumando una sanguinaria guerra di camorra per il controllo del mercato della droga il cui bilancio, finora, conta 23 vittime.

    Scherillo è stato ucciso in via Segrè con diversi colpi d'arma da fuoco. Gli assassini che, secondo una prima ricostruzione erano in sella ad uno scooter, si sono allontanati precipitosamente. Per far luce su questo delitto gli investigatori stanno prendendo in esame tutte le ipotesi, compresa quella della rapina. Forse il giovane ha tentato di mettere in salvo la sua "Honda" in sella alla quale stava facendo rientro a casa e i malviventi per indurlo a fermarsi avrebbero aperto il fuoco.

    La precisa ricostruzione della dinamica dell'agguato, che sarà stabilita solo nelle prossime ore (determinante, in tal senso, il racconto di eventuali testimoni), potrebbe indirizzare gli inquirenti a proseguire o ad abbandonare definitivamente questa ipotesi.

    L'unico dato certo è che Scherillo era incensurato. La sua famiglia, a Casavatore, viene descritta, come tranquilla, composta da onesti lavoratori. Anche la vittima lavorava presso un'agenzia di pratiche automobilistiche proprio nel vicino quartiere di Secondigliano, dove nelle scorse settimane è divampata la faida tra gli uomini del boss Paolo Di Lauro, detto "Ciruzzo 'o milionario ed un gruppo di ex fedelissimi che avrebbe deciso di mettersi in proprio per la gestione del mercato della droga.


    Una faida cruenta che non sta risparmiando neanche persone innocenti, come Gelsomina Verde, 22enne, incensurata, uccisa e poi data alle fiamme solo perchè aveva stretto una amicizia scomoda o un anziano morto a causa delle percosse subite da un gruppo di delinquenti che voleva sapere dove si fosse nascosto il figlio della sua compagna.

    E poi i numerosi attentati dinamitardi contro abitazioni ed esercizi commerciali di persone non coinvolte direttamente nella guerra ma compiuti a scopo intimidatorio.

    Forse lavorando proprio nel quartiere di Secondigliano Scherillo è stato involontario testimone di qualcosa e per questo sarebbe sarebbe stato ucciso? Al momento tutte le ipotesi vengono vagliate attentamente dai carabinieri del comando provinciale di Napoli. Gli inquirenti non si sbilanciano mentre continuano a raccogliere ogni elemento che potrebbe risultare utile alle indagini.


    (6 dicembre 2004)
  9. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    Difende disabile, ucciso in discoteca a Policoro

    Francesco Mitidieri, di 23 anni, accoltellato durante un litigio cominciato per motivi banali davanti ad un disco-pub. Fermati dai Carabinieri quattro giovani

    POLICORO (MATERA) - E’ morto forse per difendere un disabile aggredito da un giovane in un pub-discoteca, Francesco Mitidieri, l’imbianchino di 23 anni ucciso la notte scorsa a Policoro (Matera) con alcuni colpi di coltello sferrati da un coetaneo che ט stato fermato dai Carabinieri insieme a tre suoi amici.
    E’ su questa ipotesi che gli investigatori stanno lavorando dalla notte scorsa, anche sulla base di diverse testimonianze. Tutto sarebbe cominciato quando uno dei quattro fermati avrebbe rivolto uno sguardo «pesante» alla fidanzata del disabile. Questi ha chiesto spiegazioni e, per tutta risposta, sarebbe stato aggredito e fatto cadere della sedia a rotelle. Il suo aggressore lo avrebbe anche colpito con calci e pugni quando era a terra: a quel punto, alcune persone, fra le quali Mitidieri, sono intervenute per cercare di riportare la calma.
    Ma proprio Mitidieri ט stato colpito con un coltello: ט stato trasportato in ospedale da un amico, ma vi ט giunto morto. L’assassino e i suoi tre amici (non sono ancora del tutto chiare le responsabilitא di ciascuno di loro nella vicenda) sono fuggiti dal locale, inseguiti da numerosi avventori. Poco dopo, sono stati bloccati dai Carabinieri, che stanno cercando di trovare il coltello con il quale Mitidieri ט stato colpito.
    L’inchiesta ט coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Matera, Elisa Sabusco, che ha disposto l’autopsia sul cadavere di Mitidieri.

    8/5/2005
  10. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    per Paolo
    Malato di cancro fuma sul bus, accoltellato Lite a Bordighera: non voleva spegnere la sigaretta ed è stato aggredito da un operaio che lo ha ferito al volto STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
    IMPERIA - È stato accoltellato sull'autobus perché non voleva spegnere la sigaretta. È accaduto a Bordighera, sulla riviera del ponente ligure. Protagonisti della lite un disoccupato di 54 anni e un operaio ortofrutticolo di 51, entrambi di Sanremo. «Sono malato di cancro e faccio quello che voglio» aveva detto il fumatore suscitando la reazione dell'altro passeggero. L'aggressore, Enzo Carca, 51 anni, è stato denunciato dai carabinieri per lesioni. Entrambi dovranno rispondere del porto abusivo di arma da taglio: infatti anche il fumatore, Sergio Ferrero, era armato di coltello. L'uomo è accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale.
    LA LITE - Erano passate da poco ler 10, quando sull'autobus è salito l'operaio. Ha notato subito l'altro passeggero accendersi una sigaretta e lo ha rimproverato chiedendogli di spegnerla. «Sono malato di cancro e ho le ore contate, quindi faccio un po' quello che voglio» gli ha risposto l'altro. Il primo ha insistito ed scoppiata un'accesa discussione. Ad un certo punto, Ferrero ha estratto un pugnale e lo ha puntato contro Carca. Questi a sua volta ha tirato fuori dalla tasca un coltello ancora più lungo e ha sferrato all'altro un fendente allo zigomo. Nel tentativo di parare il colpo, Ferrero si è ferito anche ad una mano. Accompagnato al pronto soccorso di Bordighera è stato medicato e dimesso con prognosi di 20 giorni.
    16 giugno 2005
  11. Eugert Aliaj
    , 17/6/2005 00:00
    Per Paolo
    Uccide il fidanzato della figlia: «Per onore» Il delitto di fronte a numerose persone nella piazza. L'omicida: «Ho difeso l'onorabilità di mia figlia». STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
    ENNA -«Ho difeso l'onore di mia figlia». E' la giustificazione data da Salvatore Salvaggio qualche istante dopo aver ucciso a coltellate un giovane albanese, Abdullah Kaja. E' accaduto ieri sera a Pietraperzia, grosso centro agricolo in provincia di Enna. Il cittadino extracomunitario era stato a lungo fidanzato con la figlia diciassettenne di Salvaggio e al padre quest'unione non era mai piaciuta tanto che la figlia aveva abbandonato casa per andare a vivere con il fidanzato. Ma Salvaggio ha continuato a osteggiare il rapporto. Ieri sera è sceso in piazza Vittorio Emanuele che era particolarmente affollata, si è avvicinato all'albanese , ha estratto un grosso coltello da cucina e ha colpito Kaja alla gola. Salvaggio ha continuato a sferrare colpi sul corpo inerme del giovane, fino a ucciderlo con un colpo al cuore. Decine di persone hanno assistito alla scena. Dopo pochi minuti sono giunti i carabinieri e hanno arrestato Salvaggio che non ha opposto nessuna resistenza. Adesso è rinchiuso nel carcere di Enna, con l'accusa di omicidio volontario premeditato. Il giovane albanese era arrivato in italia circa dodici anni fa e viveva da dieci anni nella cittadina in provincia di Enna. Aveva un regolare permesso di soggiorno ed era stimato e benvoluto dai cittadini di Pietraperzia. I carabinieri con l'aiuto dell'interpool stanno cercando di rintracciare i parenti della vittima per annunciargli il triste evento.
    13 giugno 2005
    .
  12. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    X Guido
    Allora comunista drogato come stai oggi? Ti sei già fatto un paio di cartoni in zona montagnola... Scommetto che hai anche la bandiera della pace esposta al balcone... Vero?
    Ti sei trombato un albanese questa notte? Forse preferisci questa sera, sarai più tranquillo.
  13. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    Cara Libera
    Boh... forse hai ragione tu... io non sono un esperto di comunità internet! Anzi è la prima volta che patecipo ad un forum. Io comunque le cose interessanti dette da altri, soprattutto da Gherti, me ne ricordo bene (forse perchè ho la possibilità di andare in internet spesso e li leggo i messaggi senza dover andare indietro).
    Ciao e... mica mi ero offeso.
  14. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    Ciao Gert
    beh per la lingua ti posso capire, però mica è necessario che scrivi tutto tu. Ti ho mandato quel link della mia amica perchè è appunto un collage di notizie reperite su internet ed in parte scritte da lei. Poi se vuoi una mano, chiedi in dito: io per esempio non mi rirerei certo indietro a correggere qualche errore in italiano.

    Per Guido: ho seguito parzialmente la vicenda e mi ricordo che avevi chiesto a Gert di fare questa cosa, ma forse non hai realizzato che in genere sui forum ci si attende un botta e risposta un confronto.. così oltre ai cafoni scappano anche quelli che vorrebbero discutere seriamente... e pare che proprio in questi giorni si sia scatenata una polemica proprio sugli albanesi.
    E' vero che il forum riguarda i viaggi, ma questo è un topic ben preciso che si chiama appunto "Basta ai pregiudizi verso gli albanesi" e le persone dovrebbero attenersi. Cmq il mio non era un rimprovero, era semplicemente un consiglio e doppio: prima di tutto ho scritto che queste informazioni così messe qui vanno perse perchè poi inevitabilmente passeranno indietro e saranno quasi inaccessibile. Hai mai provato ad andare indietro di dieci pagine su questi forum? io sì e nonostante la fibra ottica, è snervante. Il secondo motivo è che è pure un non sense scrivere tante cose belle se tra uno sforzo e l'altro ci becchi l'urlo razzista del cretino.. insomma.. io se facessi della mia città da qualche parte, starei male a sentirla in pasto ai cani...
    ed infine il motivo che ti ho spiegato in principio.
    Ripeto niente di male, ma qui invece che leggere lunghi post, sarebbe meglio confrontarsi ed ho visto che già di albanesi con cui confrontarsi da queste parti ce ne sono.
    dunque?
    Per il discorso con King scorpion gli dicevo semplicemente che ad una domanda avevo risposto altrove.
  15. Turista Anonimo
    , 17/6/2005 00:00
    Gente ma il link nella pagina principale non c'è più???
  16. Turista Anonimo
    , 16/6/2005 00:00
    Guido, sei un grande!!!!!