1. Emergenza-rifiuti

    di , il 16/1/2008 11:43

    In relazione al sondaggio che negli ultimi giorni appare sulla home-page, sento la necessità di dire la mia che, in Campania, ci vivo. Le immagini che la televisione mostra impietosa a tutta l’Italia e non solo, si riferiscono solo alla provincia di Napoli e non al centro storico, patrimonio dell’umanità ed unica meta dei turisti, quindi io non rinuncerei ad un viaggio nella mia regione, come pur vedo che la percentuale maggiore del sondaggio ha attualmente risposto. Ma vorrei aggiungere che questo ci amareggia ancora di più: io faccio parte di quella numerosa, e purtroppo dimenticata troppe volte, schiera di cittadini onesti, che non crede che il disordine di Napoli faccia parte del suo folklore, ma vorrebbe più ordine e civiltà. La colpa dell’emergenza, come degli altri problemi di cui questa città soffre, non è di noi onesti lavoratori, come sento dire da troppo tempo!Vorrei condividere con voi i miei sentimenti e sentire anche le vostre opinioni.

    Roberta

  2. maiko
    , 7/3/2008 07:33
    Wow, Marina,
    grazie, grazie, grazie!!!
    Non so cos'altro dire, se non che condivido con te l'amore per la nostra fantastica città e soffro nel vederla abbandonata!!!
    Grazie ancora!
  3. CORSICA
    , 4/3/2008 12:26
    Ciao, sono Marina
    gpc di Napoli e Procida.
    Vorrei dire la mia senza vena polemica, solo riportando il mio ultimo intervento sul mio forum Napoli, ormai deserto. Grazie per lo spazio.

    "E' tanto che su questo forum non interviene nessuno, e ne comprendo i motivi.

    Come moderatrice di questo forum sento che dovrei dire qualcosa sulla disastrosa situazione nella quale viviamo attualmente nella città di Napoli e gran parte della provincia, eppure non posso che abbozzare con un sorriso imbarazzato e dire a tutti i viaggiatori "Spero di rivedervi presto".

    Non mi pare il caso di politicizzare il problema, perché questa evidentemente non è la sede opportuna. E la mia frustrazione di cittadina non mi consente nemmeno di scrivere di getto un'infervorata apologia della città.
    Credetemi, questa città è splendida e non solo per il bel centro storico, il lungomare e la celebre piazza del Plebiscito.

    In questa città sopravvivono realtà sociali e culturali che difficilmente troverete altrove: qui, tra le immondizie e una popolazione fatta in gran parte di miserabili che hanno garantito alla città la pessima fama di cui gode (meritatamente, lo affermo con forza da napoletana) ci sono scorci di vita e di umanità unici: non parlo solo del folclore del bucato colorato steso nei vicoli, non parlo solo della pubblicizzata e fantomatica "ospitalità" dei campani...

    Io sto parlando di quella meravigliosa popolazione che alla Sanità (quartiere storicamente povero della città) si offrirà di accompagnarvi al cimitero delle Fontanelle se glielo chiederete, perchè ancora crede che offrire un fiore ai morti nell'ossario possa garantirvi "un buon matrimonio"; parlo degli anziani che ancora baciano la mano alle signore; parlo della solidarietà di un intero quartiere che condivide il lutto di una singola famiglia; parlo del profumo del caffè, dell'inspiegabile esigenza degli artigiani di Rua Catalana di rendere unica quella strada con le loro sculture che decorano il vicolo; parlo di quella incessante fiera dei libri a Port'Alba e della VERITà che ancora esiste negli artigiani presepiali a San Gregorio, che non sono li per un teatrino allestito per turisti.
    Parlo dei cardini e dei decumani greci che ancora calpestiamo mentre corriamo a lavoro o all’università (tra i clacson, lo smog soffocante e il traffico di motorini che liberamente circolano nelle strettissime e tortuose stradine del centro storico), parlo di un castello in mezzo al mare e dell’emozione nello scorgere il Maschio Angioino quando si arriva dal mare, di sera.
    Parlo di quell’anziana signora che ancora vive facendo splendidi fiori di carta e vendendoli nel suo basso; parlo del profumo del mare che quando c’è vento possiamo sentire nelle nostre case, nonostante le macchine e i gas di scarico devastino la città in ogni punto.
    Parlo del profumo delle caldarroste, d’inverno, per strada;
    e dei bambini che fanno di una delle più belle piazze di Napoli ai più sconosciuta, davanti ad una grande chiesa chiusa da decenni, in rovina, il proprio campo di “pallone”.
    Parlo del nostro immenso Caravaggio in una piccola cappella del centro;
    della città greca sottoterra;
    di Spaccanapoli, che taglia la città vista dall’alto di Castel Sant’Elmo;
    di chi, vestito di campanacci e impugnando lattine in cui brucia incenso, ancora ti vende soluzioni al “malocchio”;
    dello strano culto della morte che c’è qui, e di quello quasi pagano della Madonna e Sant’Anna.
    Parlo di un vulcano spento che ha cristallizzato intere civiltà e ancora ci fa un po’ di paura, visto dagli scogli.

    Parlo di tutta questa bellezza, tra le immondizie e la scarsa sicurezza, perché forse non la vedrete mai …

    Marina"
  4. fracar
    , 25/2/2008 16:34
    e i politici... tra l'altro... hanno tappezzato napoli di manifesti elettorali... MA NON SI VERGOGNANO???? TUTTI I CAMPANI (ME COMPRESA) NON DOVREBBERO VOTARE!!!!!!!! assolutamente!!!!!!!!!!1 sono + di 10 anni che viviamo così. ma che scherziamo? e votiamo ancora??? dobbiamo farci prendere ancora in giro????? la provincia ad oggi è ancora sommersa.
  5. maiko
    , 15/2/2008 12:44
    Sono andata a leggere l'articolo, è terribile, soprattutto se si pensa che la maggior parte è plastica!!!Qualcuno fa qualcosa per sensibilizzare l'opinione pubblica su questo problema?Dall'articolo sembra che pochi ne siano a conoscenza
  6. paolocolombo
    , 15/2/2008 10:25
    ciao a tutti.
    a proposito di emergenza rifiuti..lo sapevate che in mezzo al pacifico si è venuta a creare un isola di spazzatura di 2500km di diametro???!!!
    guardate la news su http://www.scienze.tv/node/1535
    è spaventoso
  7. maiko
    , 26/1/2008 09:34
    Io aspetto le prossime elezioni, ma qualcosa mi dice che sono tutti uguali...
  8. ezio
    , 25/1/2008 09:41
    Salve a tutti, io sono stato a Napoli a dicembre per un giorno in occasione di una gita per visitare i mercatini dei presepi. A me è piaciuta Napoli ma, è ovvio, la mia considerazione è limitata solo alla visita di un giorno. Tuttavia non riesco a capire: a Napoli e regione comanda la sinistra, anzi Bassolino, da oltre 15 anni ; mi ricordo che quando si insediò la prima volta a Napoli parlò di nuovo rinascimento della città e poi l'unica cosa che fece fu la ristrutturazione di Piazza Plebiscito. Ma perchè il popolo campano, composto prevalentemente da persone corrette ed oneste, non decide di cambiare questa classe politica e di rifiutare la delinquenza ???
  9. giramonda
    , 25/1/2008 09:08
    è veramente incredibile! e credete che qualche tg le dica tutte queste notizie?
  10. maiko
    , 24/1/2008 22:01
    Ciao Venessian:hai ragione e i miliardi che la giunta Bassolino ha ricevuto per risolvere il problema mi chiedo che fine abbiano fatto!!!
  11. maiko
    , 24/1/2008 22:00
    La scorsa estate a Conca dei Marini, fantastica frazione di Amalfi, è crollata la terrazza di un appartamento in affitto ed un uomo è morto e altri sono rimasti feriti, a proposito dell'abusivismo edilizio;ieri per il forte vento qui in provincia di Napoli, a S.Giorgio a Cremano, un palo della luce è crollato e dun uomo è morto spiaccicato nella sua auto...chissà magari da quanto quel palo doveva essere rimosso!!!c'è sempre qualcuno che deve rimetterci la pelle?
  12. VENESSIAN
    , 24/1/2008 18:04
    Ciao
    sono stato per lavoro circa 6 anni fa a Napoli, Caserta e Acerra.
    La situazione era la stessa, montagne di rifiuti dappertutto, solo adesso si scopre il coperchio della pentola.......
  13. giramonda
    , 24/1/2008 15:41
    si hai ragione maiko...è una vera vergogna...il caso dei rifiuti è solo la goccia (se così vogliamo chiamarla) che ha fatto traboccare il vaso...come hai detto tu ci sono molti altri problemi di fondo...e comunque non solo in una regione, lo posso assicurare...pensiamo per esempio all'abusivismo edilizio sulle coste! ti pare un problema minore dei rifiuti? purtroppo, come si dice, finchè non ci si sbatte il naso contro nessuno sa nulla di niente....
  14. maiko
    , 23/1/2008 21:46
    Sono d'accordo giramonda che dovrebbe cambiarsi prima la mentalità di molti, ma spesso si fa "di un'erba, un fascio" ed è questo che non accetto più, di essere confusa con gli altri: io ed altri come me lottiamo, ma spesso non otteniamo nulla e non solo per i rifiuti. Ti faccio un esempio: io abito in una strada senza uscita, che conduce su una collina e da più di un anno è per metà priva di illuminazione pubblica; ci siamo diverse volte lamentati al comune, ma senza esito...è a questo che faccio riferimento!!!
  15. giramonda
    , 23/1/2008 17:25
    x maiko: ciao, sono laura vengo da vicenza...ma se tutto questo accade come hai appena detto, perchè nessuno fa qualcosa per migliorare la situazione? con qualcuno intendo dapprima le istituzioni, ma anche i cittadini dovrebbero alzare la voce e pretendere che i rifiuti vengano smaltiti in modo corretto! è inutile lamentarsi se poi non si agisce! sono con te, spero che questo gran problema si risolva al più presto!
  16. giramonda
    , 23/1/2008 17:24
    x maiko: ciao, sono laura vengo da vicenza...ma se tutto questo accade come hai appena detto, perchè nessuno fa qualcosa per migliorare la situazione? con qualcuno intendo dapprima le istituzioni, ma anche i cittadini dovrebbero alzare la voce e pretendere che i rifiuti vengano smaltiti in modo corretto! è inutile lamentarsi se poi non si agisce! sono con te, spero che questo gran problema si risolva al più presto!