1. Birra

    di , il 7/1/2008 09:41

    Il forum del turista che ama la birra artigianale Italiana, Europea ed oltre...

    In maniera consapevole.

    Nazioni, stili, gusti, profumi, sapori, odori.....

    E chi più ne ha.....

  2. utente_deiscritto_10
    , 29/3/2008 15:51
    "Per spezzare una lancia in testa agli olandesi, a dispetto del fatto che le birre nederlandesi sono sciape, gli autoctoni hanno un sistema socialmente simpatico per berle al bar: quando si esce la sera, ogni membro della compagnia infatti "offre" a turno un giro a tutti con l'effetto che a fine serata ognuno beve tante birre quante persone sono uscite quella sera (o un multiplo intero di esse)."...


    L'ho appena letto su un blog e l'ho voluto citare perche' e' una cosa che, effettivamente, qui nei Paesi Bassi (non solo nelle due regioni olandesi) accade spesso (me l'hanno confermato anche gli amici di qui). Soprattutto in occasioni particolari, come quando si esce per festeggiare (compleanni, ricorrenze varie, festivita'... Anche a Carnevale).
    Oppure, quendo la sera si esce in una cittadina o comunque in un posto non grandissimo, dove i pub/bar non sono piu' di 10 o 15, i usa anche bere ALMENO una birra in ognuno di questi locali!
    :-D
  3. utente_deiscritto_10
    , 15/2/2008 23:00
    *** Le vent du Nord qui me fera capitaine... ***
    Birre belghe & C. approdano in Italia

    Nell'atmosfera tipica del Mare del Nord che si respira nel nuovo locale "Le Vent du Nord" potrai provare le più pregiate birre del Belgio (spillatura "alla belga" compresa!) e i piatti tipici della sua gastronomia, dai primi al dolce.
    Davvero da leccarsi i baffi!

    Milano, Via Sannio 18

    Per maggiori informazioni: leventdunord.it


    [fonte: Ufficio belga per il turismo]
  4. moby
    , 23/1/2008 21:49
    'sera a tutti...
    sono appena tornata da londra e ho bbevuto una guinness annacquatissima :( ma la scena migliore è stata in un market notturno dove i ragazzi litigavano per le peroni :)))))) so' soddisfazioni!!!!
  5. utente_deiscritto_10
    , 21/1/2008 10:30
    Orsuccia, quando mi inviti dalle tue parti a farci un bel boccale di birra?
    :-D


    Dalle mie (o meglio, nella mia citta', non dove sto ora) parti e' famosa e amatissima l'ormai mitica BIRRA RAFFO (ora il marchio e' della Peroni), birra lager (chiara e dal gusto asciutto) italiana prodotta dal 1919 al 1987 nella birreria omonima di Taranto.
    E' per antonomasia "la birra dei tarantini".
    Nel 1987 il gruppo Peroni decise di chiudere lo stabilimento di Taranto e di trasferire la produzione a Bari. Il che per i tarantini e' stato un vero e proprio tradimento.
    Il gusto asciutto, moderatamente amaro, di qeusta favolosa birra e' ottenuto da una sapiente ed equilibrata combinazione tra luppolo delle migliori varietà aromatiche e malto di eccellente qualità.
    Ha un colore dorato, una spuma abbondante di media persistenza e una gradazione alcolica di 4,7%.
    Queste caratteristiche la rendono adatta ad essere abbinata con il pesce alla griglia o con un'insalata di pomodori non troppo maturi.
    La sua storia ebbe inizio nel 1919 quando lo stabilimento di produzione fu inaugurato da Vitantonio Raffo. La famiglia lo condusse fino al 1961, anno in cui raggiunse una produzione di 23 mila ettolitri e fu ceduto al Gruppo Peroni che decise di conservarne il marchio onorando un passato glorioso.
    La birra Raffo, che passando al gruppo Peroni già vantava risultati eccellenti non solo in Puglia ma anche in Basilicata e Campania, dove ha sempre annoverato affezionati estimatori, con l'arrivo degli anni Settanta si trovò a produrre 48 mila ettolitri.
    Oggi la si trova persino in qualche localino anglosassone... :-)
  6. utente_deiscritto_10
    , 21/1/2008 10:22
    Filippo, io al massimo come souvenir porto via i sottobicchieri...
    :-P
  7. Toni
    , 15/1/2008 22:18
    DOS equis
  8. Toni
    , 15/1/2008 22:17
    Oggi a Roma ho inaspettatamente trovato le birre messicane "Pacifico" e "XX" (doe equis) che non credevo si potessero reperire qui in Italia.
    Sono disponibili al supermercato Conad situato nella stazione Termini, che ha un buon assortimento di birre anche se a prezzi un pò alti,
    Scusate la pubblicità al supermercato, ma è per una buona causa!
  9. carlets
    , 14/1/2008 22:58
    Ciao a tutti,mi sono appena registrato e vorrei presentarmi lanciando un piccolissimo sondaggio: anche voi come me collezzionate birre dei paesi che visitate e di quelli che gentilmente i vostri amici si portano appresso dai loro viaggi?
    a me appassiona tanto ritornare in Italia con questo tipo di souvenir....:)ciao,Filippo
  10. Orsagiuliva
    , 11/1/2008 21:14
    macccccome....nessuno "parla" dei birrifici italiani?

    Dalle mie partine , per esempio, esiste un paese meraviglioso che vanta -tra le altre cose-un ottimo birrificio artigianale:
    Apricale (come già scritto sul giornale del cibo)

    E nel resto d'Italia?!?!?!?
    ...:O)
  11. utente_deiscritto_10
    , 11/1/2008 18:52
    Dani, sapevo che la birra ti avrebbe attirato fin qui... Ahahahahah!!!
    Smack!



    Ciao Carol!
    :-)
  12. daniluca
    , 11/1/2008 12:54
    Io concordo con Toni...la Guinness a Dublino è superlativa!!!!!!
    Non credo sia solo suggestione...forse anke il trasporto incide in parte! Boh!

    Cmq...la Guinness da Dublino..è un passaggio obbligato!
    Troppo buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!

    Dani
  13. supercarol
    , 11/1/2008 11:02
    sì sì, LO SO LO SO.
    La mia voleva essere solo una spiegazione in più.
    ciaoooo!
  14. utente_deiscritto_10
    , 10/1/2008 14:28
    Carol, mi sa che hai frainteso i nostri discorsi e quanto riportato (pure virgolettato)... Non e' che io o altri volessimo dire "questo e solo questa fa cosi'"... Con Toni, per esempio, cercavamo di dare una spiegazione a quello che aveva "provato"...
    :-)
  15. supercarol
    , 9/1/2008 13:07
    Ciao!
    Per Annarita Z.
    Non è solo la Heineken a dirlo, è così. La schiuma serve da protezione alla birra, per mantenerla inalterata mentre sta nel bicchiere tra un sorso e l'altro, serve a non farla ossidare pe ril contatto con l'aria.
    Per la questione Guinness, la storia dell'acqua vale per tutte le birre!! L'acqua che si usa nel fabbricare la birra ha un ruolo molto importante come e quanto gli altri ingredienti nel gusto e aroma finali del prodotto.
    Le birre prodotte con acqua purissima sono le + pregiate!!
    Ricordatevi che pur usando gli stessi ingredienti (acqua orzo/frumento, malto, luppolo, lievito), il gusto della birra cambia a seconda della tipologia di questi stessi ingredienti ( la fonte dell'acqua, la cultivar di orzo o di frumento, il malto, il ceppo di lievito, la cultivar di luppolo).
    Invito gli amanti della birra e coloro che stanno solo da poco abbracciando questa passione a scovare nella vostra zona microbirrifici artigianali, spesso lì si vende e si gusta la birra più autentica!
    ciao
    Carol
  16. utente_deiscritto_10
    , 8/1/2008 17:47
    Ancora BIRRA E PAESI BASSI...
    Nuova chicca in arrivo...
    "De Wildeman" di Amsterdam (indirizzo: 5 Kolksteeg) è il posto giusto per chi è grande intenditore di "bionde"!!
    ;-)
    Altro luogo interessante, sempre nella capitale neerlandese, è "Maximiliaan", microbirreria (e anche ristorante la sera) che si trova sulla piazza del Nieuwe Markt, dietro il quartiere a luci rosse.
    Altra microbirreria è "T’IJ", ospitata in uno dei due mulini di A'dam, ad est della Centraal Station. Bella l'esposizione di circa 2000 bottiglie (vuote) di birre internazionali (qualcuna anche italiana).