1. E se regalassimo una zanzariera?

    di , il 2/11/2007 08:24

    La malaria uccide 2 milioni di persone all’anno, la metà sono bambini, come a dire 120 bambini all’ora, 3000 al giorno!

    Queste cifre sono la misura di un fallimento in parte voluto: chi pensa che i grandi governi centrali non facciano abbastanza solo per scarsa sensibilità, ignorano come le morti per malaria, assommate a quelle per fame, TBC, AIDS, oltre a quelle legate alle interminabili guerre etniche, siano, specie per riguardare razze “non bianche”, un efficace strumento di controllo demografico.

    La consapevolezza di tale mostruoso cinismo, non ci esime naturalmente dal cercare di sensibilizzare, nelle sedi opportune, tali governi, affinché abbandonino la logica “cosmetica” di operazioni umanitarie una tantum, a favore di un impegno reale che privilegi la logica della vita rispetto a quello della morte.

    Nel frattempo?

    Meditavo proprio tempo addietro, leggendo il forum relativo a “cosa regalare all’estero”, su come sarebbe utile, quando si va in zone a rischio malarico, portarsi

  2. Holderlin
    , 2/11/2007 08:24
    La malaria uccide 2 milioni di persone all’anno, la metà sono bambini, come a dire 120 bambini all’ora, 3000 al giorno!
    Queste cifre sono la misura di un fallimento in parte voluto: chi pensa che i grandi governi centrali non facciano abbastanza solo per scarsa sensibilità, ignorano come le morti per malaria, assommate a quelle per fame, TBC, AIDS, oltre a quelle legate alle interminabili guerre etniche, siano, specie per riguardare razze “non bianche”, un efficace strumento di controllo demografico.
    La consapevolezza di tale mostruoso cinismo, non ci esime naturalmente dal cercare di sensibilizzare, nelle sedi opportune, tali governi, affinché abbandonino la logica “cosmetica” di operazioni umanitarie una tantum, a favore di un impegno reale che privilegi la logica della vita rispetto a quello della morte.
    Nel frattempo?
    Meditavo proprio tempo addietro, leggendo il forum relativo a “cosa regalare all’estero”, su come sarebbe utile, quando si va in zone a rischio malarico, portarsi