1. Ecuador: raccontatemi!!!

    di , il 27/7/2007 18:40

    ...ancora un mese e partirò in Ecuador.

    Non solo turismo, ma vivrò là, fra quelle persone, immersa in quella cultura per undici mesi (per l'esattezza, ad Ambato)...e non ne vedo l'ora!!!

    Sono curiosissima..se ci siete stati, raccontatemi, parliamo...ogni minimo dettaglio potrà senza dubbio essere utile, per non parlare di consigli...quali le città da non perdere assolutamente, ad esempio??

    Un grazie in anticipo e un abrazo :)

    Barbara

  2. silvia73
    , 31/3/2008 15:26
    ciao a tutti! noi stiamo pensando al nostro viaggio di nozze x quest'estate a metà luglio... le galapagos e l'ecuador sarebbero una delle mete per noi + interessanti (adoriamo viaggiare in libertà, zaino in spalla e a contatto con la natura.. quindi abbiamo deciso di organizzare in questo modo anche la luna di miele). Potete dirci però se luglio sia un buon periodo per il continente e le isole galapagos? GRAZIE!!!
  3. simoBE
    , 12/2/2008 15:04
    Ciao a tutti,
    l'anno scorso ho trascorso 23 giorni fantastici visitando l'Ecuador: prima le Galapagos poi il continente. Per le Galapagos abbiamo prenotato yatch per la crociera e volo con circa 6 mesi di anticipo, questo penso sia dovuto non tanto alle formalità burocratiche, ma alla grande massa di gente (soprattutto americani) che visitano l'arcipelago. Per tutta l'organizzazione del viaggio ci siamo appoggiati a Fabio (caro amico di TpC) che e' riuscito ad esaudire tutti i nostri desideri e ci ha fatto risparmiare un bel po' rispetto a quello che avremmo speso prenotando dall'Europa. Dal mio punto di vista consiglio caldamente la crociera di una settimana su una barca di piccole dimensioni (noi eravamo in 16): ci siamo trovati benissimo, cabine comode e pulite, doccia con acqua calda, ottimo cibo ed escursioni indimenticabili con una guida simpaticissima (trekking+snorkelling)! Abbiamo anche trascorso 3 giorni aggiuntivi ad Isabela, ancora piuttosto selvaggia e per questo molto affascinante! (vi consiglio l'escursione a cavallo sul vulcano).
    L'Ecuador e' davvero un paese stupendo…..se potete, prendetevi tutto il tempo possibile per visitarlo in tutte le sue parti!
    Da non perdere: Cuenca, la salita su Chimborazo e Cotopaxi…che lasciano senza fiato ( in tutti i sensi), il trenino per la Nariz del Diablo, Quito, il mercato di Sasquili, Banos (anche se ora il vulcano Tunguragua e' in eruzione), El Angel dove c'e' una distesa immensa di margherite giganti ( che detto cosi' puo' sembrare riduttivo, ma vi assicuro sembra di essere su un altro pianeta), Mascarilla, laguna del Quilotoa, l'Amazzonia….
    Davvero paesaggi indimenticabili!

    Buon viaggio a tutti!
  4. gregorena
    , 26/1/2008 14:57
    Ciao Raffaella, ho trovato questa pagina del sito di un Lodge italiano in Ecuador che potrebbe magari esserti utile
    http://www.pachijalreserve.com/articoli/details.php?tit=Crociere%20alle%20Galapagos&bg=blu&codice=777

    Buona giornata
    Renato
  5. Boschiasso
    , 10/1/2008 12:28
    Ciao sono raffaella, sogno da tempo di andare alle Galapagos e vorrei sapere da chi è gia stato: quali probblemi effettivamente ci possono essere per i permessi ad entrare nell'aercipelago e quanto lunghi posso essere i tempi di attesa. Ho saputo che è necessario prenotare con largo anticipo la visita alle galapagos. Qualcuno mi dice che se non prenoti dall'europa, rischi di non poter andare una volta in loco. Sinceramente non ci credo, ma chi meglio di qualcuno che vi è già stato può aiutarmi? Io vorrei andare per un mese in Equador e poi da li visitare le galapagos, fermandomi su un'isola principale e da li fare escursioni. Cosa mi dite? grazie infinite
  6. gregorena
    , 27/11/2007 19:28
    Trasmetto un mio testo scritto a proposito dell'Ecuador.

    Perché uno dovrebbe venire in Ecuador?

    Tutto deriva dalla morfologia del paese.

    L’Ecuador è un paese che si sviluppa in altezza e questo spiega la sua grande diversità paesaggistica o per dirla più seria, la sua grande bio-diversità Si può passare in poche ore in macchina dai cinquemila del Cotopaxi sulle Ande al mare di Esmeraldas. Uno parte da Quito, la capitale che si trova a più di 2800 sul livello del mare, e dopo due ore di macchina arriva alla Reserva Ecologica Pachijal, che si trova 1200 metri più in basso. Ovverosia: quattro o cinque ecosistemi più giù. E in una giornata di pulman può andarsene da Quito all’Amazzonia.

    Nel Bosco Nuvoloso si possono osservare centinaia di specie di uccelli, migliaia di specie di fiori, ivi comprese orchidee e bromelie, per non parlare delle farfalle, e delle piante e di tutto il resto (cito solamente le rane, per le molte specie).

    Tanta biodiversità non poteva che portare con sé tanta diversità culturale. Sono tredici le nazionalità indigene che sono sopravvissute dopo qualche secolo di pressione esterna su di loro. E sono vive ed orgogliose della loro lingua e della loro cultura. Per non parlare della comunità nera, soprattutto localizzata nella provincia dii Esmeraldas. E anche tutto questo è visitabile senza che il viaggio diventi troppo lungo o troppo pericoloso e faticoso.

    Da noi, a Pachijal, vivevano gli Yumbos, popolo di commercianti che metteva in contatto la Costa con la Sierra, trasportando le merci lungo gli antichi sentieri, i Culuncos. A chiunque scavi da noi può capitare di trovare terracotte e attrezzi domestici, tracce dei molti insediamenti che c’erano nella zona. A cinque chilometri dalla Riserva c’è Tulipe, un antico Centro Cerimoniale Yumbos, ora gestito da una comunità e visitabile.

    E qui poi c’è stata la dominazione spagnola, lasciando dietro di sé tante tracce, molte brutte altre più belle. Fra queste il Centro Coloniale di Quito, Cuenca ed i suoi tetti colorati e tante haciende disseminate per il paese che a volte hanno trasformato la casa padronale in albergo o ostello.

    Una volta passeggiavo lungo il Malecon di Guayaquil in compagnia di un indigeno dell’Amazzonia e di uno del Chimborazo (compagni di viaggio che condividevano con me le peripezie di un volo per l’Europa che stava avendo qualche problema) quando giungemmo al punto in cui erano messe in mostra le statue di tutti i grandi personaggi dalla Conquista ad oggi. L’indigeno dell’Amazzonia se ne uscì, con ironia leggera e sottile:- Guarda, sembra quasi che prima di loro qui non ci fosse nessuno- scoppiando poi a ridere.
    Ebbene sì! l’Ecuador è anche un paese dalle molte contraddizioni.

    E poi ci sono le Galapagos. Stanno là, in mezzo al mare, tanta gente non sa che sono Ecuatoriane. Un mito aleggia intorno a queste isole e la loro unicità lo merita. Ma tanti sono i segnali di pericolo che cominciano a levarsi. Il nuovo Presidente dell’Ecuador, Correa, ha ufficialmente preso posizione per una maggiore attenzione alla conservazione delle Galapagos. Speriamo bene.
  7. bufius
    , 30/9/2007 23:32
    Ciao sono stato in Ecuador qualche anno fa. Un solo piccolo ma utile consiglio. Il viaggio in aereo è molto lungo. Poichè l'aereo è rumoroso. Ti consiglio di portarti dei tappi per le orecchie. Potrai così riposare e viaggiare con tranquillità.
    Mauro
  8. giomilli
    , 11/9/2007 12:20
    ciao, sono stata in ecuador nel gennaio 2006, è stato un viaggio bellissimo..17 giorni favolosi, di cui 5 passati alle galapagos....il luogo per me mito in assoluto...a proposito delle galapagos posso dirti che se vuoi qualcosa di non troppo caro ti conviene escludere la crociera, ne ho sentito parlare abbastanza male...(cabine scomodissime, poca igiene, niente acqua ecc), ti consiglio piuttosto di fermarti su di un'isola in hotel o posada e poi fare escursioni da li....vale la pena assolutamente.
    buona avventura
    gio
  9. vimalmo
    , 29/8/2007 14:40
    Ciao Barbara,
    sono contenta che tu abbia scelto Ecuador per fermarti, io sono di lì e vivo ormai da 6 anni in Italia ti posso dire che è meraviglioso le persone sono molto disponibili gentili e sopratutto sempre allegre con quella voglio di vivere senza pensare al domani, hai scelto una città molto bella anche per le sue artesania, ti consiglio di girare anche le altre regione come ad esempio Manabì che si trova nella costa ha delle spiagge molto estese e belle, anche Esmeralda dove se mangia molto bene si te piace il pesce, anch'io andrò questo mese a rivedere la mia terra e la mia famiglia che amo tantissimo, sicuramente andrò ad Ambato e tutta la sierra, magari chissà senza conoscerci si trova in giro.
    Ti auguro di trovare quello che stai cercando perché sono sicura che vorrai restare lì e non tornare.

    Saluti
    Mabel
  10. saharaha74
    , 24/8/2007 13:25
    mi date qualche dritta per le galapagos??tipo crociere economiche o altri itinerari???
    Sara
  11. mariasudakaya
    , 21/8/2007 13:56
    Sono molto contenta per te, Ambato è sicuramente un posto molto carino per iniziare la tua avventura in Ecuador.
    Noto che gli altri utenti hanno avuto esperienze molto positive, ma soprattutto nella regione delle Ande...
    Vorrei consigliarti invece la regione della Costa, in Europa siamo troppo abituati a vedere l'Ecuador come un paese esclusivamente andino, ma la cultura ecuadoregna è nata e si continua a sviluppare nella Costa.

    Sono due regioni diversissime, con gente molto diversa sia fisica che psicologicamente (anche il cibo è completamente diverso... la musica, i balli, tutta la cultura della Costa è diversa). Ti sembrerà di aver visto due paesi, anzichè uno, quando tornerai. E' proprio per questo motivo che l'Ecuador è cosi' ricco!
    Soltanto quando si vede e si capisce questa profonda differenza si riesce a percepire tutta l'anima di questo piccolo paese.
    Spero, allora, che farai un salto anche alla Costa (Guayaquil, la ruta del sol, Montañita, Puerto Cayo, Salango, Canoa, Esmeraldas, Machalilla, Los Frailes), e se hai tempo anche alla regione amazzonica (da Ambato è molto facile raggiungerla).

    Buon viaggio

    PS: Anche le Galapagos non sono niente male!
  12. Paoletta.dad
    , 13/8/2007 13:53
    Ciao Barbara
    1 anno fa in questi giorni ero a Otavalo
    che dirti .... se ti possono servire i miei piccoli indirizzi e altro vai (se hai voglia) a leggere il racconto che ho inserito nel sito ed intitolato EUADOR PER CASO del 13.09.06.
    Cosa posso aggiungere oltre a tutte le mie impressioni a caldo già scritte .... ho tanta nostalgia
    dell'Ecuador, della sua popolazione e delle Galapagos e dei suoi animali.
    In questi giorni sto curiosando i documentari di Patrizio e Syusi sulle Galapagos, ma fino ad oggi non ho trovato l'atmosfera magica nella quale mi sono trovata io e che ricordo con grandissima nostalgia. E questo mi spiace.
    In ogni caso vista la tua lunga permanenza ... approfittane !!! visita il più possibile!!
    buon viaggio
  13. Nanal
    , 10/8/2007 13:10
    Ciao!
    io sono stata in equador qualche anno fa per turismo.. 20 giorni circa. Sono stata prima a Quito e mete intorno (mercato di Otavalo, meta del mundo....), tra l'altro abbiamo trovato un taxista che aveva vissuto in italia ed è stato genitilissimo e con poca spesa ci ha scarrozzato 3 giorni in tutti i dintorni di quito.
    Poi abbiamo preso un autobus e (15 ore di tragitto) siamo andati a Loja (spero di ricordarmi bene il nome), cittadina molto graziosa in mezzo alle montagne (al di là della cittadina in sè sono bellissime le montagne).
    Poi a Guayajil, sul mare: fantastico il tragitto da Loja a qui: su un autobus mezzo scassato che faceva tappa in tutte le piantagione e gente che saliva con animali, pannocchie da vendere, the alla coca...
    E infine Galapagos e... è inutile dire che sono il paradiso terrestre, fantastiche!! tra l'altro, prenotarle dall'equador costa meno che da qui, quindi ti consiglio proprio di pensarci a un viaggetto, anche solo 2/3 giorni!
    Buon soggiorno, come ti invidio...
    baci!
    Anna
  14. ilo74
    , 2/8/2007 12:42
    ciao barbara
    il contributo che posso darti per la tua esperienza non è molto pratico...io infatti sono stata in equador nel '99 e quindi ormai è passato tanto tempo.
    non ho girato molto, ho fatto un campo di lavoro in un paesino minuscolo, lanza urco, immerso nelle ande e fra la gente del posto.
    è stata un'esperienza dura ma stupenda.
    per i luoghi da poter vedere ti dico subito che chito non merita molto, io l'ho trovata davvero molto sporca, inquinata e caotica.......
    siamo stati a visitare il mercato di otavalo ovviamnte, siamo andati alla metà del mundo e a banos, deliziosa località termale.
    siamo riusciti ad andare anche sul cimborazo, ovviamnte non in cima ma siamo rrivati a 5,500 mt, stupendo!!!!!!!
    ti auguro di vivere un'esperienza magnifica.
    ps ho visto che sei stata anche tu in madagascar, l'ho visitato l'anno scorso, che paradiso!
    ciao ilaria
  15. occhineri
    , 27/7/2007 18:40
    ...ancora un mese e partirò in Ecuador.
    Non solo turismo, ma vivrò là, fra quelle persone, immersa in quella cultura per undici mesi (per l'esattezza, ad Ambato)...e non ne vedo l'ora!!!
    Sono curiosissima..se ci siete stati, raccontatemi, parliamo...ogni minimo dettaglio potrà senza dubbio essere utile, per non parlare di consigli...quali le città da non perdere assolutamente, ad esempio??
    Un grazie in anticipo e un abrazo :)
    Barbara