1. Rischio Monsoni?

    di , il 17/1/2005 00:00

    Ciao a tutti...

    Sono in piena crisi decisionale in merito alla nuova meta da visitare..LAOS CAMBOGIA E VIETNAM dovrebbero essere stupendi..ma in agosto è il periodo giusto? C'è rischio di essere somemrsi dai monsoni?

    Mi date un consiglio?

    Grazie mille!!!

    Denny's :0)

  2. Turista Anonimo
    , 24/1/2005 00:00
    ciao.. il dilemma era meglio scalzi o cone scarpe da trekking? la seconda che ho detto... pessima scelta.
  3. Denise Xxx
    , 24/1/2005 00:00
    Ma Ciao Andreaesse!!
    Anch'io sono stata in India con la cacca di mucca che galleggiava altezza ginokkio! quelli si che sono ricordi!
    Sono d'accordo quando si dice che il viaggio comporta un certo impegno, però credo che sia anche giusto informarsi rispetto al paese che si intende visitare..no??
    ;0)
  4. Turista Anonimo
    , 21/1/2005 00:00
    comunque Denny ce n'è per tutti i gusti:copio.....e incollo

    Per andare in Vietnam non esiste un periodo migliore di un altro. Infatti, quando una regione è troppo piovosa o fredda, o incredibilmente afosa, c'è sempre un'altra zona in cui il tempo è sereno e si sta bene. Nel sud del paese si possono individuare con una certa approssimazione due stagioni: la stagione umida (da maggio a novembre, con alte punte di piovosità da giugno ad agosto) e la stagione secca (da dicembre ad aprile). Il periodo più caldo e umido è compreso tra la fine del mese di febbraio e maggio. La zona costiera centrale gode invece di un clima secco da giugno a ottobre. Anche nella parte settentrionale ci sono due stagioni: inverni freddi e piovosi (da novembre ad aprile) e calde estati (da maggio a ottobre). Naturalmente, le regioni montane sono più fresche di quelle costiere e durante l'inverno le temperature possono scendere anche sotto zero. Le zone centrali e settentrionali sono occasionalmente vittime di tifoni, specialmente tra giugno e novembre.
  5. Turista Anonimo
    , 21/1/2005 00:00
    come non essere d'accordo con Annalaura. Il monsone poi ti lascia tempo di proteggerti, ti avvisa: hai circa un minuto tra il sorriso ebete stupito di quando avvisti il primo lontano nuvolone nero e il trovarti con le cacche di mucca che galleggiano ad altezza ginocchio ( lo dico per esperienza personale indiana). Comunque ti divertirai è uno spettacolo della natura, come il sole e il teporino primaverile, ma non fare l'errore di chiedere quanto può durare: la risposta è deprimente.
  6. Turista Anonimo
    , 20/1/2005 00:00
    che figata! il filtro naturale sky-mons digradante da grigio a verde risaia!! lo voglio anch'io!...
    quand'è che posso vedere le tue foto a proposito?.... la mia mail ce l'hai sempre?...
  7. Turista Anonimo
    , 20/1/2005 00:00
    Ciao Ka. Sì, effettivamente sembrava un'arringa...
    Vabè, buon monsone a tutti. Una cosa positiva è che (aridaje) con il filtro naturale sky-mons, digradante da grigio a verde risaia, son venute proprio delle belle foto!
  8. Turista Anonimo
    , 20/1/2005 00:00
    Che donna!...... ;)

    ciao Annalà!
  9. Turista Anonimo
    , 20/1/2005 00:00
    La scorsa estate sono stata quasi tutto il mese di Agosto in Birmania. Di pioggia ne ho vista e presa tanta, ma il viaggio è andato benissimo. Informati bene sull'incidenza del monsone sulle varie regioni, ad esempio nel mio caso a Bagan ho addirittura trovato il sole, e anche nella regione di Mandalay. Una buona guida riporta questo genere di informazioni.

    Alla vigilia della mia partenza giungevano notizie allarmanti su aluvioni che interessavano la parte a nord dell'Irrawadi, e mentre ero lì per un paio di giorni una strada è anche stata bloccata. Del resto ci sono mesi in cui il caldo è davvero opprimente, in assenza di piogge.
    Insomma, il clima perfetto non esiste, ho imparato questo. Qualche settimana fa ero in Marocco, paese bellissimo, in cui ho patito non poco il freddo, ma si deve anche guardare al positivo. A Mandalay la scorsa estate anche una piccola passeggiata ti faceva sentire come nel film Full Metal Jacket, invece a Fes si camminava che era una meraviglia.

    Magari non è questo il caso, ma fioriscono dozzine di forum sul tema: come sarà il tempo lì, pioverà troppo su, quanta nebbia ci sarà giu. Mi lasciano perplessa: viaggiare comporta impegno, anche quello di procurarsi una borsa impermeabilizzata per proteggere la macchina fotografica in caso di piogge torrenziali, entrare nell'ordine delle idee che si possa patire il caldo, o che non si riesca ad avere la foto del secolo al tramonto.

    Diversamente consiglio di andare alle Canarie: 25 gradi tutto l'anno, cielo sereno e via!
  10. Giuseppe Brenna
    , 20/1/2005 00:00
    ciao!!!
    il mese di agosto fa parte della "stagione umida". Nel '98 andai proprio in questo periodo Thailandia e Cambogia.
    In Thailandia nel nord c'è sempre stato il sole, invece nella zona di Bangkok pioveva sempre (e anche forte...) la mattina.
    In Cambogia siamo arrivati ad Angkor verso sera sotto la pioggia, ma poi il giorno dopo abbiamo visitato tranquillamente le rovine (cielo coperto e fortissima umidità). Il secondo giorno invece, mentre ci si rilassava nel secondo piano dell'Angkor Wat, c'è stato un forte acquazzone di breve durata.
    In Vietnam sono stato ad ottobre e da quello che so, i mesi da evitare (soprattutto nella zona centrale) sono quelli che vanno da dicembre a febbraio a causa delle inondazioni.
    Ad agosto va la maggior parte dei turisti occidentali e il tempo comunque non dovrebbe impedirti di visitare....certamente sarà molto più umido e proprio per questo gli occasionali scrosci di pioggia apportano un po' di sollievo.
  11. Turista Anonimo
    , 20/1/2005 00:00
    visto che l'ho letta pochi giorni fa, ti riporto qui la risposta della GPC del Laos, Duccio, in merito alla stessa domanda posta nel suo forum da un'altra persona:


    19/01/05 di (lando2001@hotmail.com)

    agosto non e` proprio la stagione che definirei consigliata per Laos e/o Cambogia, ma il motivo e` piu` che altro l'umidita` a mille. La pioggia c'e`, si`, e quando viene e` davvero tanta; "stagione delle piogge" non vuol dire pero` "pioggia ininterrotta per settimane/mesi", e si tratta comunque di un periodo caldissimo, per cui quella che ti arriva in testa si gode e
    basta.
    Strade interrotte ne puoi trovare, si`, ma piu` che altro nella zona nordest della Cambogia. Le opzioni in Laos sono decisamente minori, per cui le poche strade che hanno al nord cercano di tenersele buone (e comunque sono abbastanza protette dalla jungla), e quelle al sud sono in condizioni
    ottime, per cui resistenti all'acqua anche quando abbondante. E mal che vada trovi sempre un fiume a cui appoggiarti per i trasporti.
  12. Denise Xxx
    , 17/1/2005 00:00
    Ciao a tutti...
    sono in piena crisi decisionale in merito alla nuova meta da visitare..LAOS CAMBOGIA E VIETNAM dovrebbero essere stupendi..ma in agosto è il periodo giusto? C'è rischio di essere somemrsi dai monsoni?
    Mi date un consiglio?
    Grazie mille!!!
    Denny's :0)