1. Andare in Brasile, ma non solo in vacanza...

    di , il 9/1/2005 00:00

    Ciao a tutti, ho letto un sacco di cose interessanti su questo forum, ma volevo chiedere una cosa, io e il mio ragazzo vorremmo programmare un viaggio di almeno tre mesi in Brasile, non abbiamo idee precise sul luogo, ma quello che vorremmo fare è trovare anche un posto per lavorare, in modo da non spendere un capitale durante quesi tre mesi...

    Secondo voi è possibile conciliare l'idea di un viaggio con la possibilità di lavorare?

    Chiaramente non abbiamo intenzione di arricchirci, ma di "sopravvirere", senza dilapidare il conto in banca...

    Ci sono delle zone "migliori" in cui ci conviene andare?

    La nostra idea sarebbe quella di "ricaricarci" li in Brasile, per poi tornare in Italia e ricominciare una "nuova vita", dato che, ad esempio, per un viaggio così lungo dobbiamo lasciare il lavoro...

    Spero di essermi spiegata e che qualcuno riesca a darmi qualche informazione,

    Ciao e grazie

    Silvia

  2. Domenico Crimaldi
    , 30/8/2005 00:00
    Io invece comincio a credere che non valga la pena cercare un confronto sereno ed educato su questi forum.
    Ringrazio per avermelo fatto capire.

    Non so se il proprietario di Tutto Italia sia ricco.
    Ricco mi sembra una parola grossa.Una parola che non ho mai usato.
    Il senso generale del mio post era differente.Era una velocissima riflessione sul mercato brasiliano(e in generale).
    Si potrebbe riassumere:
    il problema e´che in Brasile mancano opportunita´o il problema e´che tutti quelli che hanno fallito lo hanno visto solo ed esclusivamente come una grande spiaggia dove avviare gelaterie,pousadas,ristoranti e via dicendo?
    Insomma,come e´il mercato brasiliano?
    Sarebbe un tema interessante,se vi fossero informazioni esposte in maniera garbata e educata.

    Un saluto a tutti
    Domenico
  3. Domenico Crimaldi
    , 27/8/2005 00:00
    Il Brasile e´al 32esimo posto nella classifica dei paesi che muovono il turismo internazionale.Troppo poco.Anzi molto male.Per un paese enorme e pieno di bellezze naturali...Questo dato da solo dovrebbe scoraggiare investimenti nel turismo.Senza fare altre considerazioni.
    Ma il Brasile non e´solo ristorazione e turismo.Anche se molti italiani lo vedono cosi´.
    E´il paese dove il settore della estetica(tutto quanto vi e´collegato)non e´mai andato in crisi anche durante le crisi piu´nere degli anni piu´neri.Anzi e´cresciuto ogni anno(un record,praticamente).Perche´?Semplicemente perche´i brasiliani sono il popolo piu´vanitoso del mondo(non sto esprimendo una opinione,e´un dato).
    E´il paese dove 23 milioni di persone soffrono la fame ma altre persone comprano costosissimi prodotti importati dalla Italia.
    Nella mia citta´,Belo Horizonte,piuttosto tradizionalista e conservatrice in tutto,soprattutto nei gusti,vi e´un grande negozio (Tutto Italia)dove si trovano tutti quei sapori tipici...Il titolare gudagna tanto che viaggia continuamente in Italia sempre alla ricerca di nuovi prodotti e fornitori.
    Ah,dimenticavo.
    La moglie del cugino di mia moglie(scusate il gioco di parole)ha aperto una clinica di bellezza in un quartiere "nobre".
    E altri due grandi cliniche di bellezza sono state aperte recentemente in Belo Horizonte,una da 400.000 reais e l´altra da 300.000.
    Capisco molto il sogno di un "posto al sole" che hanno tanti italiani.
    Ma le opportunita´sono altre.
    Ciao
    Domenico
  4. Tiziano Rivetti
    , 26/8/2005 00:00
    salve a tutte le persone che vogliono uscire dalla cosiddetta vita normale che si svolge in italia ed è alla ricerca di nuove emozioni. Sono un commerciante di caserta e vorrei investire in brasile ho un po di risparmi da parte e mi rivolgo a persone che gia hanno conoscenze del posto e sono ben informati sulla burocrazia ed altre problematiche che possono subentrare. cerco soci veramente interessati.saluti
  5. Pino M.
    , 25/8/2005 00:00
    Ma che cavolo andate a comprare pousada o aprirvi ristoranti italiani?
    Ragazzi ste cose non funzionano, tante persone italiane sono tornate a casa con le ossa rotte e io sono uno di questi.
    Vi imploro, statevene a casa vostra, in Basile andateci solo in ferie e basta!
    Oppure se avete la testa tanto dura, piuttosto che aprirvi locali in posti turistici, andate nelle cittadine di periferia a Rio o Sao Paulo e apritevi l'unica cosa che da soldi in Brasile: una Lanchonete o una Padaria!
    Apritela non dove c'è il turista bensì dove c'è il brasiliano che poi è quello che ti porta i soldi.
    Gli Italiani (o europei) in brasile hanno tutti fallito.
    Bisogna prendere come esempio dagli unici stranieri che sono riusciti a sfondare: i Portoghesi e guarda caso le Padarie (panetterie) gestite da portoghesi vanno a mille.
    Soprattutto a Rio, mangiano sempre. Ma non al ristorante bensì nelle lanchonete.
    Nella Avenida Rio Branco ci saranno 1000000 lanchonete e credetemi sono tutte strapiene dal mattino alla sera!! A loro non piace stare 30 minuti seduti in un tavolo, preferiscono una cosa veloce ed economica!
    Vendete 4 salgadinhos, del succo e vivete da Dio!
    Credetemi una lanchonete ben posizionata, incassa come minimo dai 9000 ai 10000 reais al mese!
    E poi da un paio d'anni stanno introducendo anche le macchine da caffè espresso per la felicità dei proprietari visto che il brasiliano sta cominciando a consumarne in quantità industriale.
    Ho letto di ristoranti calabresi o pousade....non provateci nemmeno altrimenti durate poco!
    E poi come cavolo fai a fare una soprassata se la materia prima non c'è?
    La dovresti fare con materiali importati certo, ma poi la devi vendere a 50 reais a pezzo... e chi te la compra????
    Ciao a tutti
  6. Tommaso 5
    , 5/8/2005 00:00
    ecco la mail
  7. Tommaso 5
    , 5/8/2005 00:00
    ciao a tutti,
    ho 26 anni , a due anni dalla laurea e numerose esperienze di sfruttamento..oops! lavoro..comincio ad accarezzare la famosa idea di mollare tutto per una nuova vita tropicale brasiliana. Insomma quanto di più stereoptipato esista, però..in fondo perchè no?
    tra breve avrò una consistente disponibilità economica e vorrei trovare il modo di farla fruttare sulle coste della bahia( hotel ,ristorante, autonoleggio, pousada, bar ecc.) semplice? so che non lo sarà, ma sono molto determinato. cerco soci (magari già in loco)con validi suggerimenti per questo progetto.

    un saluto , Tom

    p.s. ho sentito che si sconsiglia di comprare casa in brasile. se è vero, da cosa dipende?
  8. Michele Porcari
    , 3/8/2005 00:00
    ciao a tutti i partecipanti al forum.sono michele,ho 25 anni e sono laureato in economia del turismo.sono stato per la prima volta in brasile nel 2004(a recife) e da allora ci sono ritornato diverse volte(a fortaleza,natal,rio,salvador,maceiò).
    inutile dire che sono innamorato pazzo di questo paese.
    cerco di andar via dall'italia,per lavorare in brasile,sempre nel campo del turismo o dell'economia in generale.
    magari qualcuno leggendo questo annuncio potrebbe aiutarmi.se avete buone notizie scrivetemi.grazie mille e buona giornata
  9. OFFSHOREWORLD
    , 30/7/2005 00:00
    Per chi vuole investire, un forum per trovare soci e le risposte degli esperti http://forums.cjb.net/brazilinvest.html
  10. OFFSHOREWORLD
    , 27/7/2005 00:00
    Provate a dare un' occhiata a questa proprieta' http://www.offshore-world.org/Property5508.htm
    Pousada (pensione) - Ristorante - Bar sulla spiaggia e tutto per solo 110 mila Euro!
  11. Francesco Bogoni 1
    , 26/7/2005 00:00
    Ciao, ho 23 anni, ho una laurea triennale in scienze dell'architettura di cui rimanendo in patria non so che farmene, e ho tanta voglia di partire. Ho cercato per molto tempo offerte di lavoro o di studio in Brasile ma sempre legate ad attività italiane o europee: il punto è che non me la sento di mollare tutto adesso che ancora non ho una specializzazione in mano e nessun guadagno che possa coprirmi. Ho pensato di continuare a studiare in Brasile ma credo che una laurea brasiliana sia riconosciuta o vista ugualmente che una laurea europea (qui non sono io ad essere europacentrico!) perciò al momento mi limito a chiedere una anno di trasferimento in Brasile, oltre che continuare a tenere gli occhi aperti…
    Ma se avete informazioni di qualsiasi tipo a proposito fatemi sapere…
    francesco
  12. Iarim Bianchi
    , 16/7/2005 00:00
    stai per aprire un negozio o un suprmercato in brasile cerchi un socio
  13. Cristina Sira
    , 15/7/2005 00:00
    Ciao a tutti. Mi chiamo Cristina ho 25 anni e sono di roma.
    Io ed una collega/amica di lavoro abbiamo chiesto ed ottenuto sei mesi di aspettativa lavorativa...destinazione sud america. partenza prevista i primi di novembre...
    prima tappa messico e poi vorremmo piazzarci un pò in brasile alla ricerca di qualsiasi cosa da fare.
    Leggo che ovviamente la cosa non è cosi semplice come un pò tutti pensiamo, incantati da tante storie che io stessa ho sentito e su cui ho ricamato sogni...su presunte fortune realizzate in questi paesi da "sogno". Partiamo con un gruzzoletto ma non tanto da far pensare però all'avvio di qualche localetto sulla spiaggia.
    Partiamo entrambe forse con motivazioni diverse... ma principalmente per vedere solo che succede dentro e fuori di noi......con la premessa di un viaggio sicuramente importante.
    Se qualcuno si avvia li per quel periodo ho scritto la mail....
    ciao a tutti
    cristina
  14. Loredana Rossi 1
    , 14/7/2005 00:00
    ciao vero barone, stai tranquillo porto seguro è una citta bella e divertente, e se non vuoi incontrare ragazze di programma, come le chiamano loro, dovresti restare in albergo, purtroppo dove c'è molto turismo e poverta questo è il prezzo che si paga,grazie anche ai nostri connazionali che arrivano qui convinti di poter comprare tutto,credo di averne conosciuti abbastanza per dirti di evitarli all'estero, ma ti posso assicurare che ci sono moltissime ragazze per bene , io vivo ad arraial d'ajuda da un anno e ho amiche che conducono una vita normale, se hai bisogno d'aiuto sono qui
  15. Domenico Crimaldi
    , 8/7/2005 00:00
    Le donne brasiliane sono molto piu´"serie"di quello che dicono i luoghi comuni.
    Probabilmente le cose(sbagliate)che si dicono dipendono dal Brasile "turistico",dove la prostituzione(nelle zone povere del Nord-Est)e´piu´diffusa.
    Ma esiste un Brasile di quasi 200 milioni di persone.Un popolo molto religioso,conservatore.Prendete per esempio i movimenti evangelici che stanno crescendo velocemente.Sono persino fanatici quando si parla di morale e sessualita´.Le ragazze vengono rigidamente controllate.Guai se la lunghezza della gonna non e´quella giusta.
    Credetemi,un paese enorme come il Brasile e´un tantino piu´complesso dei facili luoghi comuni.
    Ciao
    Domenico
  16. Domenico Crimaldi
    , 8/7/2005 00:00
    Ah, e visto che si tratta di un tecnico specializzato la legge parla di 3 anni di esperienza come diceva appunto Lorenzo.

    Ciao
    Domenico