1. TURISMO IN CAMPER

    di , il 31/12/2004 00:00

    Ho comprato da pochi giorni un camper usatissimo, ne sono stato sempre affascinato (della vita in camper), vorrei condividre esperienze e suggerimenti con chi da tempo condivide questa "filosofia di vita"...

  2. Ubaldo Pallotta
    , 23/2/2005 00:00
    Mi associo alla constatazione che la maggior parte della "comunicazione vacanziera" si riferisce a viaggi certamente non economici ( voli + auto + hotels 4 stelle ).
    La vacanza in camper dovrebbe garantire il giusto mix di "viaggio" ed "avventura" ( c'è sempre da riparare o disporre + funzionalmente qualcosa ) insieme a costi contenuti ed una legittima indipendenza.
    Questo in teoria, in pratica ho potuto verificare quanto segue :
    Italia > scarsa disponibilità di strutture veramente comode, attrezzate ed a buon mercato. In Umbria mi sono sentito chiedere qualcosa come 48 ? al giorno ( in giugno !!!) in un campeggio. I Comuni che dichiarano di aver disposto delle aree di sosta, in realtà lasciano utilizzare le piazze dei mercati... e così via. In tali condizioni fare dei week-end diventa problematico.
    Discorso diverso ovviamente sono le vacanze, basta andare all'estero per ritrovare la giusta accoglienza per il caqmperista. Pensate che in Galizia abbiamo trovato dei parcheggi di supermercati attrezzati con i pozzetti di scarico; in Norvegia ci sono le Aree di sosta lungo le statali con locali WC e doccie riscaldati e comunque in generale i costi dei campeggi sono assolutamente + normali.
    All
  3. Turista Anonimo
    , 25/1/2005 00:00
    be' vedo comunque che è una filosofia non molto condivisa, nei forum si parla tanto di turismo fai da te ma vedo che pochi rinunciano alla comodità di un otel a 4 stelle...

    non demordere federica, il mio usato non è poi male, e adesso fanno finanziamenti a 10 anni..
  4. Turista Anonimo
    , 14/1/2005 00:00
    Che invidia! sai percè? perche non mi posso permetter n camper nuovo ed ho paura a comprarne uno usatissimo....ho 2 bambini, sai com'è....però li porto in tenda...la vita on the road è il massimo!
  5. Turista Anonimo
    , 11/1/2005 00:00
    ciao Marco!
    dai 3 ai 18 anni ho sempre fatto le ferie con i miei in camper, quindi ne so qualcosa... abbiamo girato l'europa e il marocco con questo mezzo e devo dire che ne conservo buonissimi ricordi!... libertà, flessibilità, natura.... un tempo era così, oggi è un po' + difficile girare in camper senza dover per forza andare nei campeggi (cosa che noi odiavamo!!!) o senza avere barriere architettoniche (in tante città ci sono sbarre che impediscono ai camper di accedere)... mi ricordo che in Croazia dormivamo sulle spiagge deserte, la sera facevamo il barbecue col pesce appena pescato da mio padre e poi dopo cena ci sdraiavamo tutti e 4 (con mio fratello) sul letto grande sul retro del camper con le porte posteriori spalancate a guardare il cielo, la via lattea e le stelle cadenti... sembro un po' una romanticona, ma scommetto che pochissimi ragazzi oggi dividono certe esperienze con i propri genitori.... e quello era un modo per star in famiglia, scoprire il mondo, imparare a vivere in spazi piccoli (si litigava spesso ovvio!), dividersi i compiti (rifare i letti, lavare i piatti, ecc...), essere flessibili... arrivavamo in un posto e ci restavamo finché non ci stufavamo e cambiavamo destinazione... devo dire che anche se sembra un po' retro' e hippie come modo di fare le vacanze, oggi ne conservo un bel ricordo....
  6. Marco Benfe
    , 31/12/2004 00:00
    Ho comprato da pochi giorni un camper usatissimo, ne sono stato sempre affascinato (della vita in camper), vorrei condividre esperienze e suggerimenti con chi da tempo condivide questa "filosofia di vita"...