1. Turchia nell'unione europea? si o no ?

    di , il 20/12/2004 00:00

    So che in questi ultimi giorni non si parla di

    Altro nei bar. Ma è giusto che nell'Europa Unita

    Debba trovare posto la Turchia?

    Beh insomma ... Loro hanno tradizioni diverse e

    Troppo offensive per la nostra comunità !!

    Io non credo sia il caso, gia i nostri figli a

    12 anni iniziano a fumare, con la Turchia nell'UE

    Sarebbero ancora più invogliati a farlo !!

    A questo punto assumiamo anche l'Iraq nell'UE e

    Poi vedremmo i nostri figli girare coi fucili..

    E voi che ne pensate?

    Aldo

  2. Edo 4
    , 27/6/2005 00:00
    Dai Elisa, non esagerare....Vabbè che qualcosa non va, ma dire che in Italia non siamo all'avanguardia in fatto di libertà di opinione e di condizioni delle carceri è un'idiozia enorme. Vattene in giro per il mondo e ti renderai conto di quanto tu sia fortunata a vivere in questo Paese.
    E comunque no alla Turchia in Europa, e non perchè abbia paura del diverso, ma semplicemente perchè bisogna prima rafforzare l'attuale Unione. I referndum in Francia e in Olanda non ti hanno insegnato niente?
  3. Elisa 67
    , 22/6/2005 00:00
    penso che la gente abbia solo paura del confronto con il "diverso" e che sia molto facile scaricare sugli altri le cause dei problemi che noi non riusciamo a gestire.
    cmq in fatto di ritorno al fondamentalismo religioso, ai confini non controllati, alle condizioni delle carceri, alla libertà di opinione, non mi pare che in italia siamo tanto all'avanguardia!!!
  4. Tacos De tachi
    , 28/5/2005 00:00
    siete molto sexy
  5. Ciro Montella
    , 24/5/2005 00:00
    La Turchia in Europa neanche per sogno...Ma che hanno da spartire con noi quelli? Sono sempre stati estranei al nostro processo culturale, non garantiscono i diritti fondamentali (le prigioni sono in condizioni medievali), e come se non bastasse, negli ultimi anni si è assistito anche ad un ritorno del fodamentalismo religioso. E poi basta con l'argomentazione assurda dell'importanza strategica che avrebbe una loro adesione all'UE, da questo punto di vista è più che sufficiente la loro appartenenza alla NATO...
    Ah, dimenticavo: la Turchia sta in Asia, non in Europa...
  6. Turista Anonimo
    , 1/5/2005 00:00
    Possiamo essere contrari o favorevoli quanto vogliamo, ma la cosa non si può tecnicamente fare... il centro del discorso è questo!
    Come se non bastasse il casino che abbiamo già ora, l'UE nel 2007 o al più tardi 2008 si allargherà anche a Romania e Bulgaria: siamo arrivati al punto di saturazione oltre il quale se si continua con tutti questi allargamenti non rimarrà più nessuna entità riconoscibile per "unione"!
    La maggioranza schiacciante dell'opinione pubblica europea (fra il 65 e il 75%) è contraria a all'ingresso della Turchia e chiede maggior democrazia per l'UE, non ulteriore allarga-allarga dissennato!
  7. Diego Martinez
    , 22/4/2005 00:00
    buona sera a tutti!

    voglio rispondere a Marco quel ragazzo che ha parlato sulla turchia in maniera "arrogante". Non credo che sia una vantaggiosa idea la turchia in europa dal punto di vista politico socio-económico ma penso che davanti gli occhi di dio siamo tutti pari; per quanto riguarda al tuo discorso secondo me dovresti avere un pochino di rispetto.
  8. Danielepetri
    , 21/4/2005 00:00
    Io sono contrario, semplicemente perchè la Turchia non è in Europa.
    Ne è dimostrazione che anche la vostra classificazione la mette in Asia.
    ciao a tutti
  9. Milena Frola
    , 21/4/2005 00:00
    Io sono tendenzialmente d'accordo con l'entrata della Turchia in Europa per alcune ragioni. Quella fondamentale è che l'Europa ha bisogno di estendere la sua zona di influenza a zone nevralgiche, e la Turchia lo è, innanzitutto dal punto di vista geografico, poi politico e commerciale. Inoltre è essenziale che si cerchi un punto di incontro con paesi a maggioranza religiosa musulmana, e il mettere i turchi in una posizione di pari opportunità con gli europei mi sembra un buon punto di partenza.
    E' chiaro che questo paese deve fare enormi passi avanti in tema di rispetto dei diritti politici e civili della popolazione.
    Per il resto, tutti i discorsi rispetto ad eventuali sottrazioni di lavoro mi sembrano veramente semplicistici. Non sono i turchi o i cinesi che ci portano via il lavoro, è il sistema economico mondiale che sta cambiando e tutti ne godiamo i benefici, ma ne paghiamo anche le spese.
  10. Turista Anonimo
    , 20/4/2005 00:00
    Beh, ragazzi, io non esagererei nell'essere bonario e voler far entrare tutti in questa unione Europea. Non stiamo mica parlando di Onu o Nato.
    E' vero che la Turchia ha un piccola parte in Europa e che potrebbe essere un buon mediatore per i paesi musulmani (e lo può essere lo stesso), ma ci sono altri aspetti da analizzare prima.
    Per quel che riguarda la pena di morte nel 2004 cinque paesi sono diventati abolizionisti per tutti i reati: Bhutan, Grecia, Samoa, Senegal e Turchia (fonte Amnesty).
    Entrare in Europa significa essere in grado di controllare il flusso di gente ai propri confini esterni alla comunità; se facciamo fatica noi italiani a controllare le nostre coste, non oso immaginare i turchi che oltre al mare devono controllare pure il deserto.
    Come non bastasse essendo entrata Cipro nell'Unione non credo che questi ultimi siano molto d'accordo nel far entrare un paese col quale non hanno rapporti di buon vicinato (ed è dire poco).
    Vogliamo parlare dell'inflazione che affligge la Turchia da anni?
    Secondo me non c'è fretta nel farli partecipare al nostro progetto ed è bene che i tuchi lavorino con calma per meritarsi di entrare in questa Unione che non deve essere un porto di mare ma una congregazione di paesi che rema dalla stessa parte.
    Scusate il lessico scarno ma vado di fretta.
  11. Turista Anonimo
    , 16/4/2005 00:00
    Io sono favorevole: la Turchia è un paese "ponte" tra il mondo islamico e quello occidentale, speso divisa tra queste due identità, nella ricerca di un proprio equilibrio laico, tanto voluto da Ataturk, ma che spesso cade nella rete dell'estremismo religioso. L'ingresso nell'U.E. la allontanerebbe dalle pericolose influenze degli stati confinanti, e la costringerebbe ad adottare degli standard più moderati (es. l'abolizione della pena di morte). E poi parte del suo territorio è in Europa...
  12. Alessandro Villani
    , 14/4/2005 00:00
    no!
    Altra cultura, altra mentalità, altra religione ma soprattutto possono toglierci milioni di posti di lavoro.... tipo i cinesi che sono in Italia.
    Se poi consideriamo pena di morte, ed altre leggi che non si addicono a società un minimo evolute...... il NO è ancora più grande.
  13. Turista Anonimo
    , 24/2/2005 00:00
    No, l'hanno abolita.
  14. SaraP.
    , 24/2/2005 00:00
    Da emerita ignorante... mi hanno detto che in Turchia c'è la pena di morte, è vero?grazie, sara
  15. Marco 110
    , 14/2/2005 00:00
    Caro Raffaele,

    vivo da due anni ad Istanbul: prima a Moda e adesso a Kartal.
    Leggendo il tuo articolo, mi rendo conto che Istanbul doveva essere una citta' estremamente europea e civilizzata. Purtroppo, come sappiamo entrambi, l'immigrazione verso la citta' da parte dalle campagne ha trasformato Istanbul in un grande agglomerato senza confini e senza identita'. Qui ci trovi tutti i tipi di persone: oltre ad essere brutti sono anche ignoranti. Le donne che si coprono la testa (li chiamo TALEBANI), crescono in numero giorno per giorno. Due anni fa non vi erano tanti Talebani spero solo che non impongono di indossarlo alla mia moglie greca!!! Questo e' dovuto al Signor Erdoğan il quale vuole imporre la sua politica islamica: ma e' fermato dall'esercito che aspetta solo sua una mossa falsa del premier per poterlo destituire. Erdoğan disse sull'hurriet che coprirsi il capo e' alla moda. So comunque che un giorno la turchia entrera' in europa: spero solo che quando cio' accada qui sia tutto migliore o almeno un po'. Poi abbiamo la questione Curda: esseri selvaggi con attitudini violente.
    C'e' tantissimo da parlare ma il tempo che ho a disposione non e' molto. Scrivero' altre e-mail.

    Aspetto, magari delle risposte da tutti.

    Ciao
  16. Turista Anonimo
    , 9/1/2005 00:00
    PER QUANTO MOLTE PERSONE ABBIANO IDEE DIVERSE DALLE NOSTRE NON SI DEVONO INSULTARE, L'IMPORTANTE è CHE UNA PERSONA PARLI SAPENDO CIO' CHE STA DICENDO E ESSENDO BEN INFORMATA SUGLI ARGOMENTI...
    BUON ANNO A TUTTI E VOGLIAMOCI BENE!!!!!!!