1. Da Trieste a Tirana

    di , il 14/6/2007 21:30

    Salve a tutti, vi scrivo per chiedervi un aiuto. Tra quindici giorni circa dovrei partire per un lungo viaggio di lavoro (con l'auto) nei Balcani. La partenza sarà a Trieste e arriverò fino a Tirana passando per Slovenia, Croazia, Bosnia, Serbia, Montenegro e poi ovviamente in Albania.

    Sarò solo, penso, o al massimo con un collega fotografo. L'idea è quella di toccare tutti i punti simbolo dei vecchi e nuovi Balcani: la memoria delle guerre, dell'immigrazione, le speranze della nuova Europa e così via.

    Cercheremo/cercherò di parlare con più persone possibili, dall'uomo della strada al professore universitario, fino al politico. Per questo vi chiedo aiuto. Avrei bisogno di qualsiasi informazione possiate darmi: dalle guide agli interpreti, dagli alloggi alle strade da percorrere, dai luoghi alle tradizioni (feste, processioni o quant'altro). Insomma, un aiuto a tutto campo.

    Vi ringrazio davvero per l'aiuto che potrete o saprete darmi.

    Un saluto.

    Giacomo

  2. giacomobassi
    , 14/6/2007 21:30
    Salve a tutti, vi scrivo per chiedervi un aiuto. Tra quindici giorni circa dovrei partire per un lungo viaggio di lavoro (con l'auto) nei Balcani. La partenza sarà a Trieste e arriverò fino a Tirana passando per Slovenia, Croazia, Bosnia, Serbia, Montenegro e poi ovviamente in Albania.
    Sarò solo, penso, o al massimo con un collega fotografo. L'idea è quella di toccare tutti i punti simbolo dei vecchi e nuovi Balcani: la memoria delle guerre, dell'immigrazione, le speranze della nuova Europa e così via.
    Cercheremo/cercherò di parlare con più persone possibili, dall'uomo della strada al professore universitario, fino al politico. Per questo vi chiedo aiuto. Avrei bisogno di qualsiasi informazione possiate darmi: dalle guide agli interpreti, dagli alloggi alle strade da percorrere, dai luoghi alle tradizioni (feste, processioni o quant'altro). Insomma, un aiuto a tutto campo.
    Vi ringrazio davvero per l'aiuto che potrete o saprete darmi.
    Un saluto.
    Giacomo