1. Trasferirsi in California

    di , il 16/11/2004 00:00

    Per trasferirsi in America è molto difficile? Mi piacerebbe abitare in California ma, come fare per trovare casa, lavoro, ecc....

  2. Danilo 8
    , 25/8/2005 00:00
    vorrei avere informazioni per affittare una stanza o appartamentino per mio figlio Fede in San Diego vicino all'università San Diego.(periodo dal 19/9 al 31/1/2006)
    se possibile qualche indirizzo n.telefono o e-mail e eventualmente prezzi.
    grazie
    dan
  3. Turista Anonimo
    , 18/8/2005 00:00
    A parte che con 1200€ ci fai poko a Los Angeles... ma per vivere negli stati uniti o hai una carta verde o hai un permesso di lavoro. Non è così semplice, a meno che tu voglia fare il clandestino, ma non dureresti molto :D
    Quindi devi per forza avere un lavoro stabile sia per i soldi che per la permanenza.
    1 Sono perito informatico anche io, e in america vale poco, quello che sappiamo fare noi lo sanno fare + o - i ragazzini. Punta su un'altro lavoro, ma la vedo dura se non hai agganci.
    il surf... c'è da chiederlo? lo compri la ovvio!
  4. Enrico A
    , 14/8/2005 00:00
    ciao,
    fra un anno sarò un perito informatico ,
    in poche parole un programmatore,
    il mio sogno (sarà anche per colpa della tv es. telefilm oppure canzoni ),è sempre stato quello di andare in california zona los angeles ,
    non mi importa se sarà difficile come dicono motli che ci hanno gia provato, il fatto e, che voglio sbattarci il muso anche io !!!
    Cosi se va bene avro coronato il mio sogno se va male sarà stata una esperienza .
    Dovrei chiedervi un consiglio?
    1 essendo un programmatore posso lavorare dove mi pare.
    Lavorando in una ditta italiana ma vivendo in california si vengono a creare problemi buracratici?????
    In più ho una casa di proprieta a roma che potrei affitare facilmente sui 1100-1300 € .
    Campare con i soldi della casa e qualke lavoretto extra oppure un lavoro normale c'e la protrei fare e vivere dignitosamente ???? (con tutti i miei svaghi ragazze surf ecc)
    Un altra cosa li c'e richiesta di periti informatici o programmatori ???
    Se dovrei partire con questi presupposti cosa dovrei fare??
    Ps: il surf lo compro li ho lo porto dall' Italia????
  5. Gg Gg 1
    , 29/7/2005 00:00
    dunque, ti parlo di quello che ho visto io
    nel 94 quando lasciai stanford la offerta per un impiego che ebbi la' fu di 68000 $
    la benzina costava allora 1.23 a gallone
    una macchina buona (mx3 mazda, un 1600 a 6 cilindri) sui 14000
    l'assicurazione era sui 400$ per quarter
    una cena al ristorante giapponese di palo alto era a 33 dollari piu' tip per 3 persone
    l'affitto era la spesa piu' grossa e attorno a 500 $ mese per una stanza, 1000 per un appartamento
    il motel ne voleva 32 al giorno

    metti pure che sia raddoppiato tutto ma ancora adesso i miei cugini di san diego si stupiscono dei costi assurdi per la stessa cosa a MI

    tranquilla, un postino prende piu' di 2500 $ in california

    e guarda che anche in italia un postino lordi non prende tanto meno di 2000 euro

    forse tu fai confusione tra uno stipendio italiano gia' decurtato dalle tasse e uno americano dove tutto viene pagato extra
    dovresti saperlo anche tu lo stipendio lordo e quello reale di un italiano somigliano al doppio l'uno dell'altro
  6. Turista Anonimo
    , 29/7/2005 00:00
    Non diciamo sciocchezze x favore! Un portalettere TI ASSICURO che non prende $ 2500 al mese!! Ma stai scherzando? E' vero che i prezzi della costa pacifica sono più contenuti rispetto ai prezzi della costa atlantica, ma non venirmi a dire che la vita a Los Angeles è cara quanto o meno che a Milano!! Please, this is a nonsense! Che un ingegnere prenda anche $50000 annui può darsi, ma un'impiegata, un' insegnante, un operaio, una commessa sono ben ben ben lontani da certi stipendi!! e la vita è molto molto molto cara!!
  7. Gg Gg 1
    , 28/7/2005 00:00
    50000 $ annui, intendo
  8. Gg Gg 1
    , 28/7/2005 00:00
    Be' dai, in media i prezzi a San Francisco erano quelli di Milano se non piu' bassi. Gli affitti erano cari, parliamo di 1200 $ per una casa di 4 locali, ma pane latte carne costavano meno decisamente che qui.
    I trasporti erano ridicoli se paragonati ai nostri, le tasse idem.
    E gli stipendi di un laureato almeno il doppio di quanto prendiamo qui.

    2500 $ e' lo stipendio di un portalettere, e un ingegnere al primo impiego prende almeno 50000 $

    d'accordo, togli l'8% di tasse, le assicurazioni, le previdenze, ma di sicuro, se il lavoro c'e', uno spende meno e prende di piu' che qui.

    naturlmente tutto l'opposto se non hai lavoro

    ciao
    GG
  9. Anna 54
    , 27/7/2005 00:00
    Cara Silvi, diciamo che per vivere e non sopravvivere almeno $ 2.300/2.500 al mese, e se riesci a trovare qualcuno con cui dividere le spese è meglio.
    La mia esperienza non è stata negativa, vivere negli USA è stato bello e non conservo brutti ricordi, anzi, ho conosciuto persone disponibili e gentilissime che mi hanno aiutato, la gente in generale è ben disposta nei confronti degli stranieri. quello che ho trovato impossibile è trovare un lavoro, uno sponsor che mi permettesse di ottenere un permesso di soggiorno definitivo e mi aiutasse con la green card. Anche laggiù la burocrazia non scherza e, ovviamente, se non lavori non campi, soprattutto negli USA. Quindi il consiglio che ti do è parti SOLO se hai la sicurezza di un lavoro, ma di un lavoro VERO che ti permetta di stabilirti e di vivere serenamente. Non ti fidare dei lavoretti stagionali che ti propongono, non ti portano a niente e con quelli non hai nessuna NESSUNA agevolazione per ottenere permessi di soggiorno senza i quali, per altro, non potrai mai stabilirti in America. Se hai queste sicurezze fai bene ad andare, ne vale la pena, altrimenti lascia perdere, goditi l'America da turista ma non buttare soldi e tempo pensando di andare là e trovare una sistemazione. O hai le spalle ultra coperte o non riesci. Fidati. Se vuoi contattarmi la mia email è: annybell@hotmail.it
  10. Turista Anonimo
    , 26/7/2005 00:00
    Grazie Anna..
    quindi secondo te, con meno di 2500 $ non si vive giusto??
    Se si divide l'affitto con qualcuno, forse, è più facile..??
    La tua esperienza mi è sembrata negativa.. Io non so davvero che fare..
    Si accettano consigli..
    A presto S
  11. Turista Anonimo
    , 26/7/2005 00:00
    Allora, un appartamento in una corporate house (sono appartamenti 'temporanei' che ti affittano x periodi brevi, da un mese a max 1 anno) arredato in maniera molto spartana SENZA pentole, posate, piatti, etc...alla periferia sud di S Diego costava comprensivo di spese (tranne il telefono) circa 1000 dollaroni al mese. Per quanto riguarda il kg di mele, circa 3 dollari. Non ti dico pasta e surrogati italiani!! Costano meno i ristoranti e le bollette del telefono, però.
  12. Turista Anonimo
    , 26/7/2005 00:00
    Visto che siete tutti ben orientati .. chiedo un consiglio pratico..
    partendo dal presupposto che avrei sponsor e stipendio (seppur minimo..ed è proprio lì il punto!).. e quindi non problemi di visto..
    quanto mi costerebbe la vita nella east coast??
    tra vitto e alloggio e qualche svago, quanto devo preventivare di spesa mensile??
    Mi ha colpito l'esempio di Anna sul kg di mele.. :-)..
    ma è quello che cerco per capire bene i preventivi dei costi che forse mi troverò a sostenere (non ho ancora deciso di partire..).. e di conseguenza quanto è opportuno chiedere come stipendio..
    grazie a tutti
    S
  13. Turista Anonimo
    , 20/7/2005 00:00
    Caro Gg G, mi sa che siamo circondati da nostalgici di telefilm come Beverly Hills e Melrose Place!! Ma voi credete di andare in America, meglio se in California con villa con piscina vista oceano, comprare un giornale, circolettare un annuncio di lavoro col pennarello rosso, andare al colloquio e iniziare a lavorare il lunedì successivo?? Accidenti quanto poco - anzi, affatto - conoscete la realtà americana!! I telefilm vi hanno annebbiato la mente. Puoi lavorare in USA solo se hai alle spalle un'azienda o ente che ti sponsorizza, oppure se hai conseguito una laurea in USA, ma x studiare nelle università americane, o sei un piccolo Einstein o sei figlio di Paperon de Paperoni! Non ci sono altri modi. E voi pensate che anche trovando un lavoretto stagionale come colf o baby sitter sareste in grado di mantenervi laggiù? Lo sapete quanto costa un kilo di mele in un supermercato della brutta periferia di LA??? Lo sapete che addirittura gli insegnanti dei licei devono trovare un secondo lavoro per arrivare a fine mese?? E poi di disoccupati ce ne sono anche là, e voi pensate che i lavori che ci sono li diano a dei fresconi italiani come noi?? Poveri noi, che ci ha fatto la TV!! Guardate che non siamo negli anni '20 quando le porte degli USA erano aperte agli emigranti perchè c'era bisogno di manodopera! E ve lo dice una che ci ha provato davvero, lasciando tutto e partendo, per poi rendersi conto che non è possibile. Oddio, si può sempre far colpo su un bel surfista californiano e sperare che ci sposi così da ottenere la green card....Wake up guys!! I telefilm sono una cosa, la vita è un'altra! Io continuo ad amare profondamente l'America, ma ci ho battuto il naso, me lo sono rotto, e ora ci torno da turista.
  14. Gg Gg
    , 19/7/2005 00:00
    concordo con Anna, se non c'e' uno sponsor con le palle e' quasi inutile
  15. Turista Anonimo
    , 18/7/2005 00:00
    Lacsiate perdere!!! Vivere e lavorare in USA è IMPOSSIBILE!! NOn si può, non ci si riesce, non è possibile! Sono stata tre mesi a San Diego pensando di trovare casa e lavoro, risultato: sono tornata indietro senza soldi e con i sogni infranti!! No green card? No job!! That's the truth!!
    Anna
  16. Turista Anonimo
    , 2/7/2005 00:00
    Ma figurati sono io che vi lascio in pace.
    Il problema e' che secondo me Gg G. non ha ben chiaro cosa dice, fai una gran confusione fra le regole di permessi per lavoro temporaneo (non immigrant visa), permessi per studio o lavori stagionali, sarebbe meglio a questo punto che tu consigliassi a tutti di visitare la web page dell'ambasciata USA in Italia oppure la web page del governo USA ( http://www.unitedstatesvisas.gov/ ) che sicuramente ha le notizie aggiornate ed esatte