1. Grecia e Isole della Grecia

    di , il 3/5/2008 16:45

    Le Guide per Caso delle isole greche sono Puccy e Artemisia59!

  2. seb10
    , 5/6/2012 11:16
    ciao a tutti, l'ultima settimana di agosto vorrei andare a fare una bella vacanza relax in grecia dopo aver fatto l'on the road negli USA. Quindi questa settimana voglio dedicarla completamente a mare e relax. Per quanto riguarda l'isola escluderei Rodi (già stato) e Mykonos (troppo popolare e forse ancora troppo caotica). Mi direte che ci sono tante altre isole. Lo so, però non so quale scegliere. Mi ero interessato a Zante e Cefalonia. Che mi dite?

    grazie mille a tutti per i consigli! seba
  3. Adeliana
    , 5/6/2012 07:55
    Avevo chiesto aiuto a Puccy per descrivere le CICLADI e l'aiuto é arrivato e nel modo che ormai ci aspettavamo. Hai avuto un'ottima insegnante di storia dell'arte....ma mi sa che l'allieva spesso supera il maestro. Io, purtroppo, di storia dell'arte neppure l'ombra perché sono una ragioniera.


    PUCCY non drmi che sai anche dipingere....perché é troppoo!!!!! Quale ispirazione nelle cicladi.


    Io, dopo il messaggio di Luigi che condivido, noin sapevoi che cosa dire e tu, come sempre, hai avuto la frase MAGICA.





    @ Cicci, io a Mikonos e Santorini ci sono stata 10 anni fa proprio a metà settembre e ne ho un'ottimo ricordo anche dal lato clima. Anzi di Santorini ricordo il grande caldo e che continuavamo a comperare le bottigliette d'acqua perché la sete era tanta.
  4. puccy
    , 5/6/2012 00:44
    CICCI .... ma sei un ottovolante, difficilissimo starti dietro !!!! Prima cosa, se pensi a voli diretti su questi isole controlla bene se a fine settembre puoi ancora fare AR. Se il volo è via Atene no problem. Seconda cosa a fine settembre sicuramente sia Mikonos che Santorini sarnno tranquille e quindi ne godresti l'aspetto migliore dal punto di vista turistico ma non 'marino', temo una brezza un po' freschina, soprattutto a Mikonos, tieni presente che le Cicladi sono esposte in pieno ai venti da nord. La stagione più lunga dal punto di vista della temperatura tiepida è nel Dodecanneso, Creta e Cipro.
  5. puccy
    , 5/6/2012 00:34
    ADE ... quando facciamo il raduno porto carta da disegno e pastelli, vedrai che quadri !!!!
  6. puccy
    , 5/6/2012 00:32
    FOSCO NEMO_FERRAGUS ... ho solo avuto un'ottima insegnante di Storia dell'Arte che mi ha insegnato a "vedere" e a non dire mai "bello" o "brutto", mi ha insegnato a capire, a leggere il linguaggio della luce, del colore, di linee e forme e del loro gioco combinato ... la ringrazio quasi tutti i giorni e stasera lo faccio anche pubblicamente: grazie Maria Vita Lombardo..
  7. puccy
    , 5/6/2012 00:26
    LUIGI non hai tutti torti ad essere preoccupato e le tue preoccupazioni sono del tutto condivise, però non dobbiamo fare nostri i pensieri negativi, o quantomeno non dobbiamo cedere ad essi. dobbiamo invece cercare rifugio, come hai detto tu, conforto e sostegno in quello che di bello continua ad esistere e resistere, nonostante tutto. Siano pure le nostre Cicladi o semplicemente il nostro gusto di condividere, il nostro sentire insieme, questa è l'energia positiva che ci deve spingere e spronare ad andare avanti..Filakia.
  8. puccy
    , 5/6/2012 00:16
    EMILIANO .... fino ad ora non mi sono pronunciata su un'isola piuttosto che un'altra perchè per me sono davvero tutte belle e torno in ognuna volentieri. Quindi ok su tutte. Rileggiendo i vari post, pensando al nostro Luigi (che non può mancare) e agli amici che possono utilizzare i traghetti, me ne è venuta in mente una, mi pare non ancora citata, che ti segnalo e che potrebbe anche essere per noi un simbolo.... ITACA. Se il prx anno vengono confermati i voli diretti su Cefalonia potremmo mettere in lista anche questa, un pellegrinaggio alla patria di Ulisse, il principe dei viaggiatori a cui tutti noi ci ispiriamo. Ad Itaca ci sono spiaggette, sentieri, bei panorami, una cittadina graziosa molto tranquilla e graziosa. Qui il mordi e fuggi non esiste, il tempo è eterno.
  9. puccy
    , 5/6/2012 00:03
    EMILIANO segna tutto tutto tutto tutto, io volo indifferentemente da Milano o Bergamo, magari riesco a fare il viaggio con Ade.....
  10. puccy
    , 4/6/2012 23:57
    IDRA e SPETSES due isole vicine ad Atene che a me piacciono moltissimo. Di Idra mi piace il suo fascino da 'salotto buono', la sua atmosfera quasi snob, le sue nobili case turrite, una città ricca ed opulenta in contrasto con i sentiri impervi dell'isola e l'avarizia delle spiagge. Di Spetses mi piaciono gli opulenti pini di Aleppo e la trasparenza del mare, la grande spiaggia di Agia Paraskevi per l'eccellente visibilità e temperatura dell'acqua resta per me una delle regine dell'Egeo, una cittadina carina che profuma di biscotti, bandite le auto ma ammessi i motorini. Brava Zippy le isole del Saroniko sono a due passi da Atene !!
  11. puccy
    , 4/6/2012 23:43
    Bravissima SAGAPO' !!! I tuoi suggerimenti 'alternativi' di ANDROS (con volo su Mikonos o Atene), SIFNOS + SERIFOS (volo su Atene) e KALYMNOS + PSERIMOS (volo su Kos) sono veramente preziosi e rappresentano un'intelligente sollecitazione a guardare oltre i voli diretti. Ragazzi, tutte le isole citate sono molto molto vicine, quasi nell'orbita delle mete di cui si è parlato, quindi assolutamente in tema, per non dire... sulla rotta !! Spero che tanti Tpc, soprattutto quelli che magari hanno già visitato le isole più conosciute, posssano raccogliere questi spunti per uscire un po' dagli schemi suggeriti e quasi imposti dai voli diretti. Sagapò ti invito a continuare con queste simpatiche e stuzzicanti proposte.
  12. cicci2012
    , 4/6/2012 23:34
    Ciao a tutti... scusate le domande banalotte:

    Vi avevo detto che avevamo programmato le ns. ferie alle isole greche prima a giugno, poi che erano slittate alle prime 2 settimane di settembre. Ora sembra si debba posticipare alle ultime due settimane di settembre.

    Avevo scelto sulla base dei vostri commenti Mikonos come base e poi qualche escursione vicina o anche Santorini che forse per queste date diventa un po' piu' abordabile?

    Che ne dite di queste 2 isole in questa stagione ( fine settembre)?

    sarà ancora caldo per codersi il mare, le giornate troppo corte. Spero almeno non ci sarà la ressa.

    grazie Mitici!
  13. puccy
    , 4/6/2012 23:24
    @ELEKIKO...o....GIORGIO ciao, ti ringrazio tantissimo di tutto il materiale che stai inviando. Non preoccuparti per il nome, PUCCY o PUZZY va benissimo, Puzzy suona anche più divertente, è onomatopeico, ricorda una piccola 'ape', insetto che amo molto, invece Puccy è il nome di una nostra micia soriana molto dormigliona. Un caro saluto.
  14. puccy
    , 4/6/2012 23:16
    @ GILUC ciao, programmando un volo su Atene, le Cicladi sono certo la meta migliore e più comoda, l'entusiasmo di Adeliana ti avrà sicuramnete già convinto: quella è la meta ! La magia delle Cicladi, qualunque di essa si scelga, regala emozioni indimenticabili. Pensando ad un viaggio con 3 bimbe, però.non posso che pensare ad un mare godibile senza troppe avventure, paesi gradevoli e vivaci al punto giusto dove mangiare al tavolo di una colorata taverna e dove fare due passi per un gelato. Il suggerimento Milos + Sifnos è validissimo, due isole meravigliose e di sicuro successo, ultimamente un po' modaiole e per questo più care rispetto ad un tempo, Se si vuole spendere meno un'ottima alternativa, sono Naxos + Paros-Antiparos, ampia scelta di sistemazioni,spiagge facilissime e accessibilissime, atmosfera lenta a contatto con una natura dolce e rilassante. Infine l'accoppiata vincente suggerita da Sagapo' in qualche post addietro: Sifnos + Serifos, una coppia di assoluta bellezza, pace, con ancora angoli con il sapore della scoperta. Medita........
  15. ferragus
    , 4/6/2012 22:55
    Mi permetto di insistere cara Puccy; la tua descrizione della luce delle Ciladi è una descrizione da pittore: solo i bravi pittori "capiscono" la luce.
    Fosco Nemo
  16. puccy
    , 4/6/2012 22:41
    CICLADI.... non ci sono pennelli e tavolozze adeguate per dipingere le Cicladi !!! Ogni immagine che ci capita tra le mani, quelle delle riviste, quelle dei bei libri illustrati, quelle delle guide turistiche, persino quelle delle nostre più care fotografie, tutte queste immagini, rispetto agli originali, risultano ai nostri occhi spente, prive di quel contrasto drammatico che le contraddistingue, soprattutto prive di quella incredibile luce che le anima, le origina e le imprime nelle nostre anime come su un dagherrotipo. La luce è la vera protagonista delle Cicladi, una luce che costruisce e al tempo stesso distrugge, una luce riflettente, specchiata, anzi un immenso specchio frantumato in mille pezzi che rimandano a loro volta mille bagliori. Alle Cicladi la luce scende come una lama dritta sul mare, in un istante rimbalza dalle sue onde ai muri bianchi delle case e delle chiese, dalle strade e dalle scale di calce bianca corre veloce verso spiagge accecanti, dai brillanti granelli di sabbia si alza argentea sulle foglie degli ulivi, il vento agita gagliardo le fronde degli ulivi e ne rinvia al cielo i riflessi... e noi seguiamo incantati, letteralmente rapiti, questa luce in perenne movimento, questa luce assoluta che riesce ad illuminare anche i meandri più oscuri del nostro cuore... CICLADI