1. Grecia e Isole della Grecia

    di , il 3/5/2008 16:45

    Le Guide per Caso delle isole greche sono Puccy e Artemisia59!

  2. fabioc27
    , 18/1/2017 17:05
    Ciao a tutti e buon anno!



    L’anno scorso grazie ai vostri consigli sono riuscito a
    vivere uno splendido viaggio a Creta con la mia famiglia (di cui forse un
    giorno riuscirò a pubblicare il diario!).



    Ora sono di nuovo qui a sognare, leggendovi, ed a chiedere
    il vostro prezioso aiuto e quello delle nostre esperte guide Puccy e
    Artemisia59!



    Quest’anno con la mia famiglia (moglie + 2 figli di 5 e 2
    anni) vorremmo conoscere qualche altra isola della Grecia cercando di
    soddisfare varie esigenze… mare bello ma anche facile per i bimbi, qualche
    bella chora, viaggio non troppo stressante, budget ecc. ecc.. Circa 2 settimane
    a partire dal 10 settembre.



    Contando che partiamo da Napoli ci siamo un pò fissati su
    due alternative.



    1)
    Due isole dello Iono (Cefalonia e Zante?)
    volendo imbarcare l’auto da Bari o Brindisi facendo viaggio di notte in cabina
    riducendo un pò i costi rispetto all’aereo e non dovendo poi noleggiare l’auto.
    E qui vi chiedo qualche parere e consiglio sul viaggio… mi pare di capire che
    non ci sono a metà settembre navi dirette per le isole ma per Igoumenitsa o
    Patrasso, giusto? Poi è facile e quanto costa più o meno spostarsi con l’auto
    sulle isole? Quale sito posso consultare? Ancora, il clima delle isole dello
    Ionio mi pare di capire che a metà settembre è meno “sicuro” delle cicladi?
    Quale isola ionica consigliereste anche per i bambini?



    2)
    La seconda alternativa è di sfruttare un volo
    diretto da Napoli per Santorini e fare appunto Santorini per pochi giorni (perché
    forse non è il massimo per i bambini?) e poi stare più giorni su un’altra isola
    più tranquilla con spiagge adatte ai bambini. Quale isola consigliereste
    volendo soddisfare l’esigenza mare dei bimbi e la voglia di noi genitori di
    vedere una bella isola? (siamo stati già a Mykonos e Creta). Conviene
    noleggiare l’auto già a Santorini e poi imbarcarla per l’altra isola se si può?
    Santorini si può fare anche senza auto? Conviene noleggiare due auto diverse? Cosa
    ne pensate?



    Qualsiasi consiglio è ben accetto, anche un’idea
    del tutto diversa…



    Grazie, Fabio
  3. pallina57
    , 18/1/2017 15:50
    Ciao,
    allora ho prenotato il volo dal 21 al 28 luglio. Mi consigliate di dormire in 2 o 3 località diverse? Io avevo visto su Agia Galini ed intorno a Chania. E' meglio la città o una località vicina tipo Gerani per visitare la zona comprese Elafonissi e Balos?
    Grazie
  4. cristianapd
    , 18/1/2017 15:17
    @strange62 Che bellezza sapere che i propri diari servono agli altri! Grazie.
    Quello di Amorgos lo sto facendo, ho già fatto la prima parte riguardante
    Schinoussa. Finalmente abbiamo installato il wi-fi a casa e quindi conto di velocizzare
    la stesura completa di foto. Nel frattempo sono a disposizione per informazioni.
    A noi è rimasta nel cuore per le sue montagne a picco, i panorami incredibili, la
    varietà di paesaggi e cose da vedere, il monastero, la Chora e gli studios che
    ci hanno ospitati…insomma è una di quelle isole in cui vogliamo tornare anche perché
    è grande e abbiamo ancora molto da vedere. Abbiamo noleggiato 3 gg una jeep e 4
    gg i motorini ma li sconsiglio per il tipo di strade a curve e ventose (questo
    lo dico io da mamma che portava anche la figlia di 12 anni dietro mentre mio
    marito con l’altra figlia era tranquillo!!!). ciao
  5. sandy86
    , 18/1/2017 09:55
    Correggo: Ho
    scritto “ci piacerebbe tornare nell'Egeo” ovviamente intendevo
    dire nel Dodecanneso!
  6. sandy86
    , 18/1/2017 09:51
    Anche
    se in ritardissimo auguro a tutti voi un felice 2017..... pieno di
    viaggi!!!


    Noi
    siamo rientrati da pochi giorni da una vacanza di 3 settimane in
    Thailandia e sentiamo già il bisogno di prepararci per agosto!


    Avremo
    molto probabilmente circa 3 settimane, la prima delle quali saremo
    FORSE accompagnati dai genitori di Fabri. Vorremmo fargli questo
    regalo ma non siamo ancora sicuri se accetteranno e se potranno
    venire con noi.


    Ci
    servirebbe quindi per loro un'isola facilmente raggiungibile in aereo
    (sono del Sud ma potrebbero volare anche da Roma) e facile da girare.
    Loro sono persone che non si muovono tanto e non amano camminare, per
    cui magari una soluzione vicina ad una bella spiaggia di sabbia con
    qualche locale per la sera. Abbiamo intenzione di passare con loro la
    prima settimana e, quando andranno via, girare poi in autonomia o
    spostarci su altre isolette vicine.


    Ho
    un paio di idee.... mi piacerebbe tornare nell'Egeo o comunque non
    nelle Cicladi, visto che ci siamo stati lo scorso anno. Anche lo
    Ionio ci è piaciuto parecchio, ma abbiamo già visto Zante,
    Cefalonia e Lefkada...


    Pensavo
    magari Kos o Karphatos (troppo vento per loro?) oppure al Peloponneso
    (fermarci magari in un bel posto di mare la prima settimana con loro
    e fare poi un giro per le restanti 2 settimane) o ancora qualche zona
    di mare bella vicino Atene?


    Tutti
    i vostri consigli sono ben accetti.... quest'anno magari riusciamo a
    prenotare per tempo gli aerei e risparmiamo qualcosina, visto che
    dovrò prenotarne 4 di biglietti!


    Un
    bacione a tutti
  7. ebbasta
    , 17/1/2017 22:32
    Ciao a tutti! :)
    come ogni gennaio si ricomincia a pensare alla GRECIA e ovviamente prima di prendere qualsiasi decisione passo di qui per un consulto.
    Quest'estate per la prima volta dopo anni potremo andare via a luglio e non ad agosto e sono felicissima (nonostante saranno le ultime 2 di luglio e forse cambierà poco)
    Mi consigliate un'isola o 2 piccoline da abbinare con belle spiagge sabbiose e che ci si arrivi possibilmente con volo diretto? Siamo in 3: io, mio marito e nostro figlio di 4 anni, l'anno scorso siamo andati a Cefalonia e ci è piaciuta tantissimo ma nonostante avessimo diviso il viaggio in 2 tappe per visitarla meglio abbiamo fatto tantissima macchina essendo l'isola bella grande, quindi quest'anno cerchiamo qualche isola più piccola e magari metterne insieme 2 o anche 3.......che dite?
    cosa ci consigliate??
    P.s. siamo già stati a Cefalonia, Zante, Rodi e Naxos
    Grazie mille
    Silvia
  8. Strange62
    , 17/1/2017 20:41
    @ cristianapd
    l'anno scorso siamo stati a Milos e, tra gli altri, avevamo anche il tuo diario...
    Ma di Amorgos non l'hai fatto?
  9. cristianapd
    , 17/1/2017 11:47
    @Lia
    Grazie Lia mi
    hai davvero incantata con i tuoi racconti e mi sono immaginata di essere già
    lì. Noi ormai da 5 estati “andiam per isole” (Samos, Milos, Kos-Lipsi,
    Tinos-Andros, Schinoussa-Amorgos) e anche le figlie (12 e 8 anni) adorano
    questo tipo di vacanza perché ci fa stare insieme e ci rilassa oltre a tutto
    quello che è GRECIA. A tutti noi sono piaciute molto Andros ed Amorgos, isole
    considerate più “dure” di altre pertanto credo che ameremo anche queste…in ogni
    caso dobbiamo farle tutte prima o poi



















    . Se ti è
    possibile mi indicheresti i nomi degli studios dove avete alloggiato? Grazie di
    cuore Cristiana



    P.S: anche io
    ricordo il colore “crosta di biscotto” di Puccy
  10. liaebeppe
    , 16/1/2017 22:11
    @cristinapd ti mando quanto già scritto a settembre scorsoDi ritorno dalla mia vacanza settembrina faccio alcune considerazioni.

    Ho trascorso una notte al Pireo, 4 a Kythnos, 4 a Serifos ed 1 ad Atene.

    Il Pireo questa volta l’ho girato un
    po’ nella zona porto turistico e zona movida/negozi. Un po’ meglio della zona
    imbarchi però…. Continua a non piacermi.



    Kythnos: se non ricordo male Puccy diceva che ti viene voglia di camminare
    in punta di piedi; in effetti è così: capisci che è casa loro ed il turismo è
    ben accetto ma resta comunque un corpo estraneo. Noleggio scooter al porto da
    Antonis: gentili, disponibili e professionali- direi ottimo (fanno anche
    biglietteria marittima). L’isola è molto arida e brulla. Non ho visto nessun
    tipo di coltivazioni; qualche sporadico olivo e vite: Non ho capito di che cosa
    vivano anche perché il turismo è poco: abbastanza greco, francesi (che sto
    notando li trovo numerosi in tutte le cicladi) ed americani. Le spiagge sono belle:
    Kolona tanto decantata non mi ha entusiasmata. L’ho vista sia affollata che
    deserta ma non mi ha emozionato anche se vista in entrambe le volte dalla
    chiesa del promontorio. Molto belle quelli al nord: Potamia e Ag.Sostis. Belle
    quelle in zona Est/sudEst. Sono comunque spiagge tipicamente greche; la solita
    mezzaluna con alcune piante di tamerici sempre ben accette anche perché quasi
    tutte (per fortuna) non sono attrezzate. E qui mi è venuto in mente che Puccy
    parlando del colore della sabbia ha detto “color crosta di biscotto” che non è
    la stessa cosa del color biscotto. Come fai Puccy a trovare questi paragoni?
    Forse è l’amore nel guardare le cose. E come dice sempre Puccy i muretti a
    secco di Kythnos sono i più belli delle cicladi. Vero, sono diversi. Ogni 2
    metri circa le piccole pietre sono interrotte da grandi pietre che possono
    essere rotonde, oblunghe, lastre geometriche (triangoli, trapezi); tutto questo
    movimento crea come un decoro, delle balconate create da artisti minimalisti.

    Chiese ovunque, di tutti i tipi, sperdute in ogni dove od in riva al mare
    (molto suggestive); una in modo particolare mi è rimasta nel cuore: credo si
    chiami Profiti Elias ed è forse un ex convento dove non ho trovato nessuno;
    sperduta sul cocuzzolo di un monte con un vento che imperava, un cielo blu da
    cartolina ed un bianco abbagliante (sembrava dipinta il giorno prima); sensazione
    incredibile tanto è vero che subito dopo siamo andati a vedere il monastero di
    Agia Nikou che è il più bello ed importante che pur bellissimo per me è passato
    in secondo piano.

    Località caratteristiche sono la Chora o Messaria e Driopida. La Chora è
    ben tenuta e curata con gusto (un sapore quasi provenzale) per me fin troppo;
    mi domando certi addobbi cosa centrano con le caratteristiche della terra
    ellenica. Ho assistito anche alla giornata dedicata ai battesimi; è una grande festa
    ricca, bella e partecipata.

    Driopida è diversa: case con tetti di tegole, un po’ più ruspante, però ha
    il suo fascino. Ho visitato anche le grotte Kalafiki: nulla di che, mi ha fatto
    tenerezza il ragazzo che ci ha fatto da guida che tante volte non trovava le
    parole inglesi per illustrare il sito. Non si paga biglietto ma si da una
    mancia.

    Strade buone, ma gli sterrati sono impegnativi. Per chi ama la natura rude,
    poca vita, poco turismo è una bella destinazione. Gli abitanti sono gentili e
    disponibili.

    Serifos: appena sbarcata a Serifos
    ho avuto un momento di nervosismo perché il porto, per i miei
    gusti, era troppo trafficato da macchine
    e pedoni ma, il mattino dopo quando ancora buio ho cominciato ad esplorare
    salendo a piedi da Livadi alla Chora mi sono riappacificata ed ho incominciato
    ad innamorarmi dell'isola. La Chora vista dal basso è uno spettacolo: sembrano
    due ali bianche appoggiate al monte ed una prende la luce dall’alba e l’altra quella del tramonto. Le
    tre chiese del kastro sono molto suggestive soprattutto quando arriva l’alba
    (peccato siano sempre chiuse). Non è stata stravolta da ristrutturazioni e
    talvolta è un po’ degradata da tante case abbandonate o ridotte a tuguri. Non
    so se sia un bene o un male perché così è più vera però morti gli ultimi
    vecchietti che la abitano non ho idea
    che cosa ne sarà. L’unico punto turistico è la piccola piazzetta
    attorniata da locali più che altro per aperitivi. Ristoranti e negozi ne ho
    visti molto pochi. Ci sono altri villaggi sparsi molto piccoli e nella loro
    piccolezza altrettanto suggestivi. Imponente il monastero Taxiarhon in
    posizione dominante e il Pope Makarios è disponibile a mostrare la chiesa (noi
    abbiamo trovato aperto- non so gli orari). Carina la chiesa cruciforme di
    Panagia (la più antica dell’isola) ovviamente chiusa. Le spiagge sono
    praticamente tutte belle, molto spesso sabbiose, alcune facili da raggiungere
    altre con sterrati impegnativi o sentieri. Come ha detto una volta mio marito
    sono “generose” in quanto molto ampie. Le mie preferite: Lia (naturalista) e
    mia omonima, Ag.Sostis istmo bellissimo, Psili Amos anche se troppo frequentata
    ma dai colori fantastici. Kalo Ambeli:
    la prima della lista: per raggiungerla bisogna fare 20 minuti di sentiero. Ho
    noleggiato lo scooter da Blu Bird ma li ho trovati poco professionali e del
    tutto inaffidabili. L’isola si può girare in modo circolare, la viabilità è
    buona, gli sterrati talvolta impegnativi. Si è costruito abbastanza ma belle
    case che rispettano la natura e mai invadenti. Tante volte sembrano spalmate sulla
    roccia che quasi non si notano. E’ un’edilizia,
    un grado superiore a Kythnos, dove sono rare le case con piscina mentre
    abbondano a Serifos. A proposito di edilizia: ho potuto vedere mio marito
    felice come un bambino; questa estate su una rivista di arredamento è stato
    pubblicato un servizio su una villa creata da un recupero di un vecchio
    mattatoio “villa Mandri” ed eravamo affascinati dalle foto. Un giorno che ci
    trovavamo nei paraggi sono arrivati
    degli operai per una manutenzione e mio marito è riuscito ad entrate con loro e
    vederla con i propri occhi. Anche Serifos
    è brulla ma in qualche zona ci sono piccoli tentativi di coltivazioni.

    Sono state due isole che mi sono piaciute molto, abbiamo avuto tutti i
    giorni un tempo fantastico con acqua calda e
    una brezza giusta per non soffrire.Lia
  11. cristianapd
    , 16/1/2017 16:31
    Buonasera a tutti e buon anno! Anche se non scrivo vi leggo
    spesso e sogno con voi pensando ai nostri prossimi viaggi. Per quest’anno sempre
    in agosto e con marito e figlie, sto pensando a Serifos e Kythnos e ho già
    letto il diario di Jasper e Catia sulla prima su Maldigrecia, che considero molto
    utile e che seguirò. Chiedevo se qualcun altro ha altri consigli tanto per
    farne bagaglio sia per Serifos ma soprattutto per Kythnos di cui conservo solo
    (per così dire SOLO perché è preziosissimo) quanto scritto un anno fa o anche più
    da Puccy. Grazie
  12. marviu
    , 16/1/2017 15:33
    Grazie mille per i consigli, ne farò tesoro!
  13. artemisia59
    , 16/1/2017 13:35
    @Adeliana
    Ci provo...
  14. artemisia59
    , 16/1/2017 13:34
    @cricciolino80



    Ottima
    scelta, nonostante agosto! Un’isola facile ma completa, con una varietà di
    spiagge straordinaria. Vi consiglio di alloggiare ad Adamas per praticità. Il
    paese di Plaka, leggermente in alto, in bella posizione panoramica, potrebbe
    essere un’ alternativa interessante, ma lo trovo alquanto scomodo per il
    parcheggio. Al porto di Adamas avrete tutto a portata di mano, comprese le gite
    giornaliere con i barconi che fanno il giro dell’isola: questa è una cosa da
    non perdere. Sarete portati comodamente anche in quelle spiagge della zona
    ovest, dove non si ha accesso con i mezzi non adatti e non si è coperti da
    assicurazione. Ma soprattutto farete il bagno tra gli scogli di Kleftiko, vero
    capolavoro della natura. Per girare l’isola naturalmente conviene noleggiare
    una piccola auto: gli autobus portano alle varie spiagge, ma naturalmente con
    orari non molto flessibili. L’isola non è grande, e calcola sempre dal punto
    centrale di Adamas di non percorrere più di una decina di km per arrivare alle
    varie spiagge. Ognuna merita una visita e un bagno, per i colori straordinari
    del mare e delle rocce. Per sfuggire dal vento, tieni sempre d’occhio i mulini
    che vedi da Adamas e dirigiti verso le spiagge in direzione opposta da dove
    girano le pale. Ti consiglio anche una gita in giornata all’isola di Kimolos,
    partendo dal porto di Apollonia: troverai una spiaggia degna dei Caraibi... Per
    avere una panoramica dell’isola, consiglio anche a te di dare una scorsa ai
    nostri diari con foto, dove troverai anche qualche dritta per studios e
    ristoranti: http://maldigrecia.blogspot.it/p/tutte-le-isole.html Naturalmente so che avrai altre domande: siamo qui :)
  15. Adeliana
    , 16/1/2017 13:05
    BENTORNATA Artemisia.......spero tu stia bene.....
  16. artemisia59
    , 16/1/2017 11:54
    @marviu



    Ciao. Direi che con bimbi al seguito, Naxos è proprio
    l’isola ideale. Le sue lunghe spiagge sabbiose, comode dalla Chora , sono davvero un paradiso per i bambini.
    L’isola si gira poi benissimo, per visitare altre spiagge e villaggi cicladici,
    rovine e Kouroi, chiese e cave di marmo, ma resta comunque un’isola per
    famiglie. Sbarcati di fronte alla Portara, avrete la bella Chora a
    disposizione, col passeggio serale, i ristorantini e la salita al Castro.
    Potreste alloggiare lì, oppure, forse ancora meglio con i bimbi, scegliere uno
    studios “piedi nell’acqua” in zona Agia Anna o Plaka, lungo la strada sterrata
    (percorribile anche dal bus), che costeggia la lunghissima spiaggia fino Mikri
    Vigla. Questo vi permetterebbe di godervi il mare migliore di Naxos con la
    massima tranquillità, anche quando magari la bimba non è propensa a spostarsi.



    Come seconda isola, potrebbe essere Paros la scelta giusta.
    Ancora mare straordinario, ancora facilità di spostamenti (un’unica strada che
    gira circolarmente intorno all’isola, con possibilità di discesa alle varie
    spiagge). Parikia ha una Chora meravigliosa e godibile, unita alla possibilità
    di visitare a poca distanza paesi
    deliziosi come Lefkes e Naoussa E anche qui, senza bisogno di spostarsi dalla
    Chora, avreste subito la bella spiaggia cittadina di Livadia.Ma a Paros le
    spiagge meravigliose non mancano, e soprattutto non sono difficoltose.Come già
    ti ha suggerito Adeliana, sul nostro blog trovi utilissimi diari con foto: http://maldigrecia.blogspot.it/p/tutte-le-isole.html