1. Grecia e Isole della Grecia

    di , il 3/5/2008 16:45

    Le Guide per Caso delle isole greche sono Puccy e Artemisia59!

  2. puccy
    , 2/12/2017 17:03
    @MAMAUANA ... Ciao :-) bentornata fra noi :-) le 2 spiagge che hai citato sono entrambe belle, con mare chiaro e trasparente, ma c'è una differenza sostanziale fra le due in caso di Meltemi e tieni presente che nelle Cicladi Occidentali il Meltemi è tutt'altro che tenero... Platy Gialos a Sifnos è piuttosto esposta e in caso di vento non puoi proprio stare in spiaggia. La spiaggia di Vathy è a ferro di cavallo e carina, riparatissima dal vento, la qualità della sabbia però non è bellissima, smbra un pò terra battuta, però lo scenario è bello e si fa il bagno
    ai piedi di una bellissima candida chiesa, qui trovi diversi studios e ristoranti. Faros è pure molto riparata e adatta ai piccoli, però é molto piccola e si riempie, con 2 passi a piedi si arriva a Fasolou che più bella. Kamares non è male, è ampia e attrezzata, quindi non scartarla. A Serifos invece Livadakia in caso di vento è quella più riparata e se il vento è molto forte è forse l'unica riparata, quindi è una buona scelta. Comunque Sifnos e Serifos sono due isole piccole e ovunque soggiorni ci metti poco ad arrivare ovunque. Sifnos ha una rete bus ottima. Serifos ha un bus che porta dalla Chora e Livadi alle spiagge del sud. Per Sifnos secondo me il posto migliore per soggiornare è la sua Chora, Apollonia o Artemonas che sia, perchè è centrale e da qui vai ovunque anche con i bus, queste località sono quasi "in piano" e si passeggia bene anche con i bambini. Per Serifos, soggiornare alla Chora è molto affascinante ma non è adatta a chi ha bambini, troppe scale, mentre sono ok Livadi e Livadakia che vedi qui sotto.....





    SERIFOS Piace per le numerose spiagge naturali, i paesaggi drammatici, la semplicità , il contrasto di una limitata cromia fatta di blu, bianco e bruno, l’atmosfera sospesa come se si fosse sempre in attesa di qualcosa che non arriva mai, come ne “Il Deserto dei Tartari”. Non piace se si cercano negozietti, ristorantini chic, club e centri animati. Serifos piace a romantici, esploratori e naufraghi, non piace agli adolescenti, agli amanti delle atmosfere glamour e festaiole.




    SIFNOS Piace per la qualità della vita, perché ben curata , linda e senza macchia, ricca di testimonianze storiche, attività culturali e gastronomiche, lunghe spiagge sabbiose e rocce levigate, panorama da cartolina con chiesette bianche sullo sfondo blu del mare come la Chrissopigi che vedi qui sopra. Non piace... bhè, impossibile direi, piace proprio a tutti. Forse si possono trovare a disagio quelli che non riescono a mangiare nulla se non i propri piatti nazionali. Piace ai chi vuole un ottimo mix di mare, cucina, aperitivi in luoghi gradevoli, magnifiche foto, serate glamour sotto le stelle.
  3. puccy
    , 2/12/2017 16:37
    @LIA&BEPPE .... eccomi qua... ANAFI è un'isola suggestiva e straordinaria che va programmata con consapevolezza. I voli su Santorini consentono di
    raggiungerla agevolmente (2 ore e mezza di mare) quindi non è quella isola "lontana" che qualcuno rappresenta... tuttavia non è un'isola collegata tutti i giorni con il
    "resto del mondo". Anafi la si immagina molto piccola, e piccola lo è, ma quando
    si è in loco hai invece la sensazione di un luogo solenne, imponente e
    maestoso. Le immagini e le descrizioni che troviamo in rete si limitano quasi sempre ad una piccola porzione dell'isola (il lato sud dove sfilano le spiagge)
    e nessuno sa dirti cosa ci sia oltre quella strada che corre lungo il lato sud
    e i suoi 2 sentieri più noti.

    Ebbene, dietro quella strada che a sud va dal porto di Agios Nikolaos a Mega Potamos / Monastiri (le foto che trovi in rete di Anafi sono fatte tutte su questo piccolo tratto di strada / isola) ci sono gli altri 8/10 dell'isola, spiagge selvagge e montagne, piccoli monasteri e panorami vulcanici che regalano emozioni uniche e intense, angoli ignoti e il piacere della scoperta a chi li percorre. In questo senso Anafi è uno di quei pochi posti dove il web non racconta tutto e quindi tutto non è preventivamente scontato. Ad ogni modo per me una Anafi non è un'isola da vivere solo in salsa balneare, questo limiterebbe moltissimo la conoscenza della sua particolare bellezza e su questa bellezza paesaggistica - naturalistica e tranquillità non ci piove, anche in pieno agosto. Io ci sono stata per una settimana intera e, alla fine, le spiagge del sud, per quanto belle, non sono la parte di Anafi che più ho amato



    Da un punto di vista "turistico" è frequentata da giovani campeggiatori "alternativi" (tipo Ikaria), da "radical-chic" in cerca di luoghi glamour (tipo Folegandros o Fourni) e da gente normale. Non c'è problema a trovare buone e confortevoli strutture per dormire, sono praticamente tutte
    nuove di zecca o recentemente ristrutturate, concentrate intorno al cono della
    Chora originaria che quindi sembra in qualche modo la stessa da sempre, solo che diventa ogni anno un pò più grande. Le taverne sono presenti in discreto numero alla Chora (direi che sono più numerose degli abitanti), tutte ottime e, salvo rare eccezioni, tutte con panorama straordinario. Un bus
    percorre regolarmente (in alta stagione era così) la strada asfaltata che collega la Chora al porto e le
    due limitrofe spiagge, pure percorre la strada asfaltata che dalla Chora va a
    Monastiri (ma ferma almeno 1 km e mezzo prima del Monastero), fermando in
    prossimità dei sentieri o stradette sterrate che scendono alle diverse spiagge
    che stanno sul lato sud dell'isola. Se si usa solo il bus si vedrà solo e
    soltanto questa piccola porzione di isola, che è quella sostanzialmente balneare. Se si aggiungono le gambe il raggio di esplorazione si allarga, più o meno sulla base del livello di allenamento e
    sopportazione al sole implacabile che ovunque picchia. Se si noleggia uno scooter si
    conquista senza una fatica esagerata l'intera isola soprattutto si arriva in luoghi davvero deserti. Mixando opportunamente mezzo motorizzato e gambe si conoscerà Anafi. Complemento consigliato a tutti è una gita in barca alle isolette vicine e da cui la prospettiva dell'isola assume finalmente
    l'unica visione d'insieme che si può avere e, soprattutto, si arriva sotto le
    altissime pareti rocciose del Monte Kalamos che da sotto sono forse ancora più
    impressionanti che da sopra.

    Nessuna spiaggia è attrezzata, la poca ombra è generalmente occupata dalle tende o accampamenti dei campeggiatori. Non c'è farmacia nè banca (solo un bancomat che non sempre è carico), i mini-market sono davvero molto mini e con forniture/assortimento limitato ma si trova tutto il necessario, ce ne sono un paio alla Chora e 1 al porto. Il panificio è uno solo e alla Chora. Come prima panoramica penso possa bastare :-)
  4. Marina68
    , 29/11/2017 21:51
    @Artemisia59 e @RamichiVi ringrazio immensamente.
    Mi metto subito al "lavoro"...vi chiederò qualche altro consiglio durante la costruzione del percorso!!
    Ancora mille grazie
  5. MAMAUANA
    , 27/11/2017 18:05
    buona sera cari,
    stavo giusto pensando anche io in queste giornate fredde al prossimo caldo sole greco.
    siamo una famiglia con bambini piccoli e mi stavo documentando su sifnos, in particolare platy gialos mi sembra che la spiaggia sia sabbiosa con fondale digradante vero?? leggo che ci sono sassi scivolosi sul fondo da un diario pubblicato, ma su tutto il fondale o solo su alcune parti?? perchè non vorrei che i bimbi si facessero male. potete darmi qualche altra informazione su questa spiaggia?? il mare è bello trasparente ??
    altrimenti stavo pensando serifos a livadakia perchè vicina al centro sempre se il mare è bello però, il fatto è che avendo due bimbi piccoli piccoli faccio fatica a spostarmi e visitare preferisco trovare un posto con un mare bello e stare li e riposarmi, lo so che la grecia è bella per ombrellone in spalla e via ma mi accontento anche di una spiaggia se il mare è bello.
    grazie ciao
  6. liaebeppe
    , 26/11/2017 15:33
    @Puccy



    In questa giornata grigia
    fredda e piovosa l’unica cosa che mi viene spontanea è pensare alla Grecia in
    primavera. Magari hai già fatto qualche post in merito ma me lo sono perso e
    potrei passare delle ore a cercarlo: mi puoi raccontare e descrivere Anafi?



    Grazie infinite



    Lia
  7. liaebeppe
    , 21/11/2017 21:24
    @Artemisia
    grazie dell'informazione
  8. artemisia59
    , 21/11/2017 14:15
    @Marina68


    Ramichi ti ha già dato molte utili
    indicazioni. Ti avrei risposto prima anch'io, ma ero in viaggio...


    Dunque, il Peloponneso è, secondo me,
    la quintessenza della Grecia intera: natura, rovine, mare. Con due
    settimane, togliendo anche due giorni per Atene, potresti concederti
    un bel giro circolare con rientro da Ovest, inserendo anche la visita
    di Olympia. Da Atene in autostrada si esce a Corinto (uscita A1) e ci
    si trova sul ponte che attraversa lo stretto. L'antica città di
    Corinto meriterebbe anche una visita, ma la lascerei per il ritorno
    se resta del tempo. Quindi da Corinto si arriva agevolmente ad
    Epidauro e Micene, assolutamente imperdibili e, per la sosta serale,
    bene la bella Nauplia con il suo castello sulla collina, e la
    piacevole spiaggetta cittadina. Ancora proseguendo verso sud,
    sicuramente imperdibile Monemvasia, la città che dalla terra e dal
    mare pare solo uno sperone roccioso. Per Elafonissi, come già ti
    hanno anticipato, c'è il comodo e frequente traghetto dal
    porticciolo di Pounda, ad 8 km ad ovest di Neapoli. Io ho alloggiato
    nella quieta Neapoli, da dove partono anche i traghetti per Kythira.
    Sosta tecnica per il Mani può essere Ghytio, che è anche molto
    vicina a Mystra, la bizantina “città fantasma” e a Sparta (c'è
    una veloce superstrada). Il Mani si può girare anche in giornata, ma
    meglio sarebbe dedicargli almeno un paio di giorni. In questo angolo
    unico di Grecia, direi semplicemente di girare e fermarti dove i tuoi
    occhi ti portano, tra mare profondo e violaceo, e paesini fantasma
    arroccati. Il Mani è strabiliante. L'unico consiglio mirato, può
    essere quello di visitare le Grotte marine di Diros. Dopo il Mani,
    spostandosi verso Ovest, si entra in Messenia e dopo Kalamata si
    scende nel “terzo dito” . Qui si possono visitare le due città
    “gemelle” di Koroni e Methoni, i due occhi del periodo veneziano,
    con le fortezze puntate verso il mare. Risalendo poi la costa, oltre
    l'imperdibile baia di Voidokilia, tutta la costa Navarino è un
    susseguirsi di piccole baie e lunghe spiagge sabbiose, che nulla
    hanno da invidiare a quelle delle isole. Da qui al Sito dell'Antica
    Olympia mancano non troppi km, per cui la visita è d'obbligo.
    Raccomando, oltre al famoso Sito, anche il bel Museo annesso. A
    questo punto potete rientrare ad Atene lungo la strada più interna,
    oppure ridiscendere a Tripoli e prendere l'autostrada. La percorrenza
    è circa la stessa, ma queste sono cose che controllerete su Google
    maps. Ripassando da Corinto, potreste fare una sosta al Sito
    Archeologico dell'Antica Corinto.



    Questo è un giro abbastanza completo,
    ma anche abbastanza impegnativo. Se volete fare un viaggio meno
    itinerante e più rilassante, magari dedicando più tempo al mare,
    potreste limitarvi alla prima parte, restando qualche giorno ad
    Elafonissi e godendo anche del mare maniota, risalendo poi
    direttamente da Ghytio verso Sparta, Tripoli, e ritorno ad Atene. Hai
    fatto anche una domanda sull'affollamento agostano, ma non so
    risponderti, essendo andata in queste zone sempre fuori stagione. Non
    credo comunque che avrai da lamentarti per la folla...
  9. ramichi
    , 21/11/2017 08:44
    seconda ed ultima parte viaggio peloponneso:
    A Kythira da fare la gita a Mylopotamos anche se di acqua ce n'è poca e il giro in barca all'Uovo,Hydra, a Kapsali,anche se è tutto in greco. Molto carina anche Avlemonas,dove ti fermeresti a leggere e a guardare il mare tutta la vita. Il Nord è più ventoso,ma ha belle spiaggie con molte casette direttamente sul mare. Bella Kakia lagada anche se occorre un po di sterrato.
    Prossima tappa il Mani, quindi torniamo a Neapoli(il traghetto da Kythira a Gythio era rotto,ma di certo è più comodo) e raggiungiamo Gytio ,bella cittadina con un sacco di ristorantini sul mare. Da lì a Neo Itiliao sull'altro versante. Qui avendo avuto una discussione sgradevole con la proprietaria del Selana Studio abbiamo optato per Petra and Fos,bellissimo Spa Hotel con vista spettacolare sul golfo.Consiglio moltissimo questo paesetto,non solo per la vista ,ma anche perchè è vicino a Areopoli, la capitale del Mani, alle grotte di Diros, da vedere, ed alla strada che attraversa il Mani per poi percorrere la costa Est,da fare. Stupenda la spiaggia di Alipa e Kokkala e da lì arrivare al promontorio di porto Kalo. Se vi piace camminare si arriva fino al Faro di Capo Matapan. Tutto il promontorio è stupendo: a Porto Calo si mangia con le tavole nell'acqua!!Tornando lungo la strada a ovest, più rettilinea e veloce, da fermarsi al paese fantasma di Vathia. Cenate una sera ad Areopoli che è vivacissima e soprattutto comperate i grissini al panificio.
    Ultima tappa verso la Messenia, percorrendo la strada costiera da Otilyo a Kalamata. Fermatevi a Kardamili: bellissima. Da Kalamata c'è una terribile e bellissima strada di montagna che posta a Mistra , da visitare. Noi poi avevamo l'ultima base al Thanos Village, vicino a Pylos,consigliatissimo, bello, comodo e gentilissimi. Lì c'è da vedere la spiaggia di Voidokilia,imperdibile , e Modone con la su afortezza veneziana . Cenate da Klemataria, in assoluto il ristorante migliore del peloponneso.
    Che dire: beati voi che ci andate,io tornerei subito
    se avete bisogno di altri suggerimenti...sono qua
    Raf
  10. Strange62
    , 20/11/2017 17:42
    @ artemisia: grazie!
  11. artemisia59
    , 20/11/2017 16:00
    @Strange e Liaebeppe
    Con Petas.gr non ho avuto alcun problema. Sulla prenotazione ci sono poi tutte le istruzioni per il ritiro del biglietto al porto. Per verificare la serietà, prima di partire ho scritto una mail dicendo di avere perso la prenotazione: mi hanno rimandato tutto in poche ore.
  12. ramichi
    , 19/11/2017 19:17
    Viaggio dal 14 al 31 luglio 2017.
    partenza da Venezia con volo Aegean per Atene. Ottima compagnia(ti danno persino il pranzo!)
    Ad Atene noleggio auto prenotata per i 17 gg di viaggio :questo è l'unico neo perchè le auto sono abbastanza care rispetto ad altre nazioni,ma non c'è verso sennò bisogna venire in traghetto ed è troppo lungo.
    da Atene prima tappa Nafplia,Chroma design Hotel and Suites(ovviamente con sosta a corinto ed a Epidauro lungo la strada): buono anche se è laborioso arrivarci con i bagagli.Città molto carina,il padrone dell'Hotel molto disponibile. Spiaggia di Karathova e poi visita a Micene e tomba di Agamennone: grandiose.
    seconda tappa Monemvasia con tappa intermedia alla bellissima Kryoneri beach. A Monemvasia soggiorniamo a Villa Kazala:dieci e lode per tutto,vista sul monte, colazione, cortesia. La città nascosta è molto particolare,da vedere: ovviamente se si mangia là è più caro del solito. Noi qui abbiamo incredibilmente avuto brutto tempo con pioggia per un giorno quindi posso dire poco della penisola che sicuramente merita. Segnalo il fiordo di Jeraka :bellissimo
    Terza tappa Elafonissos: traghetto a Pounta,in 10' sei la ed è un altro mondo:mare celeste e spiaggie caraibiche ..purtroppo molto frequentate quindi consiglio quelle meno famose. Alloggiamo al Voula resort:molto comodo perchè vicino al paese,ma stanza e bagno piccolissimo.. Noi siamo stati 3 giorni
    Quarta tappa Kythira. Da Elafonissos bisogna tornare a Pounta e poi spostarsi a Neapoli x il traghetto x Kythira. Noi abbiamo alloggiato 4 giorni da Aronis a Kapsali: ottimo appartamento vicino al paese ed alla Hora, con viste stupende.
    Kythira è bellissima con spiaggie stupende e poco frequentate,Chalkos,Melidoni,Kalami,Kaladi,le più belle. Ho frequentato poco il nord ma mi pare decisamente più bello il sud. Bellissimo Mylopotamos e la Chiesa nella grotta di Agia Sofia.
    Fine prima parte !!
  13. Strange62
    , 18/11/2017 18:14
    @ liaebeppe
    Io sono sempre qui tranne quando sono... in Grecia! :-)
  14. Marina68
    , 17/11/2017 13:20
    @ramichi.Ti ringrazio e aspetto tue notizie!!
    Strange62
    Ti ringrazio per l'indicazione!
  15. Marina68
    , 17/11/2017 13:13
    @ramichi.Ti ringrazio e aspetto tue notizie!!
    Strange62
    Ti ringrazio per l'indicazione!
  16. ramichi
    , 17/11/2017 07:58
    Ciao, Peloponneso scelta eccezionale!
    Appena ho un minuto ti scrivo il mio viaggio meraviglioso dello scorso anno