1. Gli italiani sono cattivi turisti?

    di , il 29/5/2007 09:33

    Allego uno stralcio di un’indagine fatta raccogliendo le opinioni di oltre 15.000 hotel Europei. Voi, cosa ne pensate?

    “Gli italiani? Fra i peggiori turisti al mondo. A dirlo è l’Expedia Best Tourist League 2007, secondo la quale siamo tra gli ultimi nella classifica dei turisti migliori del mondo. Expedia ha chiesto di esprimere il loro parere sui turisti di diverse nazionalità tenendo conto di parametri come il comportamento, la cortesia, l'ordine e la pulizia, la capacità di adattarsi alla lingua del posto, la propensione alla spesa e l'abbigliamento. I turisti più apprezzati sono i giapponesi. A seguire, nella classifica generale, troviamo gli americani, gli svizzeri e gli svedesi. Sul fondo della classifica ci sono inglesi, israeliani, russi e francesi. Gli italiani, solo diciannovesimi, si consolano con i loro vestiti firmati. Il mondo li considera assolutamente inconfondibili per il loro abbigliamento, unico parametro, insieme alla rumorosità, che li vede primi in classifica."

    Siamo davvero così?

  2. Orsagiuliva
    , 18/10/2007 19:58
    Laura non hai ragione: ci hai ragionisssssssssssima!
    ....:O)
  3. La Spiaza
    , 18/10/2007 15:31
    Cavolo Laura!!!

    davvero brutta scena il topless in luoghi del genere...pensa che topless e perizoma sono considerati a Panama, che ha popolazione per maggioranza cristiana, una mancanza di rispetto!!

    Ely

    Ps ti posso chiedere in che nazione hai la tua attività? Se non ti scoccia mi piacerebbe contattarti privatamente x chiederti qualche consiglio, visto che io e il miomoroso stiamo facendo una cosa analoga. :D
  4. grignanilaura
    , 18/10/2007 15:19
    Io mi sono vergognata di essere italiana solo una volta.... me lo ero pure dimenticato... ma, ricopiando un diario di viaggio dello scorso anno nel Sinai, che ho pubblicato settimana scorsa su TPC, me lo sono ricordata perfettamente.
    Vi riporto qui di seguito uno stralcio di quelle che sono state le mie sensazioni:

    - Purtroppo oggi assistiamo ad uno spettacolo di massa che potrebbe essere definito la piú gretta dimostrazione del peggior esempio comportamentale dei turisti nel mondo.
    Sono parecchi anni che non frequentiamo le spiagge italiane, ma non rammentavo che la donna italiana, mediamente, fosse un'accanita praticante del topless. Personalmente non ho nulla contro il topless, ma credo che bisognerebbe saper valutare i luoghi e le maniere piú o meno consone alla pratica. Ad esempio, in questa spiaggia privata, gestita da beduini e frequentata anche da famiglie musulmane, ritengo che il topless sia assai fuori luogo e rasenti la mancanza di rispetto culturale.
    Venire proprio alla Sharks Bay a mostrare le tette nude a destra e a sinistra mi sembra alquanto disgustoso. Se poi il fatto fosse stato limitato alla zona lettini sulla spiaggia poteva (dico poteva...) anche essere tollerato, ma invece c'erano anche signore che si recavano al bar e ordinavano da bere con le loro tette sfrontatamente sul bancone! Disgustoso.
    Al ristorante, per pranzo, c'era anche un gruppo di italiani, le cui rispettive donne hanno mangiato con le tette penzolanti sul piatto di gamberoni alla griglia! In quel momento mi sono un pó vergognata di essere italiana, io che per andare al bar, in questi posti, mi metto persino il pareo o il copricostume... -

    -----------------------------------------------------------------
    Non vorrei scendere nel "classismo" ma, secondo me, al giorno d'oggi, la peggiore risma di turisti nel mondo sono i "nuovi ricchi" o gli arricchiti, ma indipendentemente dalla nazionalitá.
    Anch'io gestisco un piccolo agriturismo (all'estero) ed ho clienti di tutte le nazionalitá.
    Devo dire che le persone piú semplici sono le migliori!
    Le piú rispettose, le piú cordiali.....
    Devo dire anche che. (per fortuna) dato che la nostra struttura é molto semplice... bagno in comune, niente televisione, etc etc... di gente di un certo tipo non ne viene quasi mai!!
    :-)
    Laura
  5. La Spiaza
    , 15/10/2007 16:25
    Ciao ragazzi!
    beh stranamente io mi vergogno di essere italiana + quando sto in Italia che all'estero.
    Cioè spesso nei ns viaggi in centro america ci siamo imbattuti in italiani in viaggio o residenti che si son dimostrati almeno nel 90% dei casi dei buoni viaggiatori, rispettosi della diversità etnica e culturale del paese ospitante. Anzi quando sono in quei posti (soprattutto dove nn è arrivato il turismo di massa e, quindi, dove non hanno ancora conosciuto la faccia peggiore della medaglia) scopro dei pregi dell'Italia che a casa sono magari passati inosservati tra le tante cose del ns pease che nn mi piacciono. Per esempio a Panama chi ha nonni/bisnonni etc italiani ne va orgoglioso e te lo fa sempre notare (oltre a trattarti come un cugino alla lontana), xche per loro l'Italia è il paese della cultura e del buon gusto, un paese sviluppato (ma se vedessero com'è realmente vivere qui nn so se la continuerebbero a pensare così!!!) dove i suoi abitanti si contraddistinguono per l'arte, la moda e le delizie culinarie...e vedendolo dall'esterno...è vero!!!
    A noi è addirittura capitato alla frontiera da Panama a Costa Rica che l'agente de aduana, dopo aver appreso che eravamo italiani, ci lasciasse andare senza controllare i bagagli (e li stava già aprendo) con un "buena gente los italianos espero con toda mi alma que l'equipo de Italia va a ganar el mundial de futbol".
    A panama io mi sento orgogliosa della mia terra e dei miei connazionali, visti con gli occhi dei locali...mentre faccio + fatica a farlo quando mi scontro con la quotidianità italiana!

    Ely
  6. EL VIAJERO
    , 15/10/2007 16:01
    Forse è vero che noi italiani abbiamo qualche difetto, come tutti del resto. Ma quando viaggiando mi sono imbattutto con tedeschi, inglesi, olandesi o russi, ho notato che noi, con tutti i nostri limiti, eravamo abbastanza corretti. I turisti delle altre nazionalità, invece, spesso la sera erano ubriachi e completamente fusi dalla birra bevuta. Credo allora che siamo meglio noi, con il nostro modo di essere, piuttosto che dover ospitare un ubriaco.........
  7. Klau
    , 28/9/2007 20:12
    Io sono italianissima e solitamente sono molto corretta se prendo un imegno con terzi, ovviamente nei limiti dell'umano.

    E' vero però che ho amiche/i che non avvisano se in ritardo (ovvero quasi sempre), che ti fanno aspettare tutto il giorno in casa, che non sono insomma affidabili e mi fanno letteralmente imbestialire, per cui ti capisco.

    Però non dire mai che ti vergogni di essere italiano/a...
    ti prego! Se siamo noi i primi a vergognarci, nessuno ci prenderà mai sul serio!
  8. Chef
    , 26/9/2007 20:58
    sono d'accordo!
    gestisco un B&B e quando ho clienti italiani all'80% trovo sorprese e maleducazione!
    Per prima cosa l'orario di arrivo: chiedo loro quando arrivano per farmi trovare in casa, ed ecco che quasi mai mantengono l'ora che per di più hanno scelto loro e così mi tocca stare tutto il giorno in casa!
    Stesso discorso per la prima colazione: chiedo a che ora vogliono che gliela serva, ed ecco ancora 1-2 ore di ritardo, senza scuse e per di più non rispondono al citofono!
    Poi, se riescono portano a casa il ricordino e vergognoso: anche il rotolo di carta igienica (o vi sembra possibile che una coppia consuma 2 rotoli di carta igienica in 24 ore, compresa la notte?)
    E che dire quando si dimenticano di disdire e io li aspetto per ore e ore?
    sinceramente alcune volte mi vergogno di essere italiana.
    W i tedeschi e gli olandesi che mi disfano pure il letto piegando bene le lenzuola e sono sempre puntuali o tuttalpiù avvisano se hanno contrattempi!per di più lasciano sempre la mancia, mentre gli italiani tirano sempre sul prezzo!
    Non faccio di tutta l'erba un fascio però........
  9. Klau
    , 7/9/2007 20:20
    Pienamente d'accordo..sarebbe un pò ora di piantarla con quest'esterofilia, almeno in questi casi...
  10. Vale2003
    , 7/9/2007 00:24
    Oggi ho dovuto aiutare una famigliola di tedeschi che aveva preso un treno sbagliato.. Non parlavano un tubo di inglese, in compenso mentre cercavo di spiegare che treno dovevano prendere continuavano a scherzare tra loro e alla fine non mi hanno neanche ringraziata o salutata. A quelli che dicono che solo gli italiani urlano o sono incivili voglio dire: non è che siamo prevenuti e notiamo quelli e basta?
    Degli altri neanche ce ne accorgiamo oppure ce ne dimentichiamo come una cosa che può capitare all'estero ma le brutte figure dei nostri non ci sfuggono xkè vanno ad avvalorare i nostri pregiudizi
  11. marco
    , 6/9/2007 10:39
    Credo di aver viaggiato abbastanza per dire che nessuna popolazione "turistica" è meglio o peggio di un'altra. Chi dice che all'estero gli italiani si notanop più degli altri...E' OVVIO!!! Un italiano noterà sicuramente di più una persona che parla la propria lingua pittosto che un francese o tedesco...
    Comunque in qualsiasi paese in cui sono stato, appena dicevo di essere italiano sorridevano tutti e ci accoglievano bene quindi penso che molta gente si senta "discriminata" perchè si pone in modo sbagliato nei confronti degli altri.ciao
  12. Robin
    , 4/9/2007 15:51
    Come ho scritto tempo fa, per me non ci sono gli italiani cattivi tursiti ma ce ne sono di tutte le nazionalità. Solo che noi italiani, da sempre esterofili, siamo bravissimi a fare mea culpa e autocriticarci senza vedere anche le pecche degli altri.

    Voglio riportarvi l'esperienza di una cara amica tornata da pochi giorni da Cuba, dove ha fatto un tour organizzato.

    La guida le spiega che gli italiani sono al contempo le persone più e meno piacevoli da portare a zonzo per Cuba. Perchè?
    - Sono i più piacevoli perchè fanno tante domande, si interessano alla storia, a come si riesca a tirare avanti nonostante l'embargo ecc, alla politica (e poi finiscono per parlare della loro ;-D) ... al contrario di inglesi e canadesi che ammiravano tutto quanto proposto come si guarda un documentario.
    - Sono i meno piacevoli perchè: sono troppo esuberanti e bisogna avere polso fermo per eviatre che sciamino a vedere tutto quello che capita loro in mente (dei bambini insomma).

    Tutto sommato un giudizio più che positivo a mio parere. Non pensate?

    Altro fatto: la mia amica è rimasta davvero sconvolta dal grado di inciviltà dei canadesi a tavola. ..... Tutto il mondo è paese .... ci sono i bravi e i cattivi turisti! .... il resto è aria.
  13. sandropaola
    , 4/9/2007 15:38
    Per una mia recente esperienza posso dire con assoluta certezza che gli italiani in genere, ma per fortuna non tutti, sono parecchio maleducati e irrispettosi delle regole.
    Mi spiego meglio: due settimane fa ero in Germania, ho visitato i famosi castelli della Baviera, Monaco e la strada romantica. Fra musei, visite guidate o semplici passeggiate, ho notato con disappunto che chi faceva chiasso praticamente ovunque, lo faceva sempre in lingua italiana. Dove era vietato fotografare e filmare, chi non lo rispettava era quasi sempre italiano e perfino nel campo di concentramento di Dacau, dove il silenzio ed il rispetto è d'obbligo, chi rideva e scherzava ad alta voce lo faceva sempre in lingua italiana. Soprattutto in quest'ultimo caso mi sono vergognato di essere italiano...
  14. nikobsoul
    , 31/8/2007 02:19
    ..........sn quasi d'accordo con franciacorta...senza generalizzare troppo........nn importa se con lo zaino in spalla o nell'hotel di lusso.....ciao......
  15. Klau
    , 29/8/2007 19:58
    Franciacorta, ma li hai incontrati tutti tu?!? Per essere cosi' inferocita devi averne viste veramente di tutti i colori, ma non generalizziamo..sono sicura, per esempio, che la maggior parte (non dico tutti per scaramanzia :-) dei Tpc sono fatti di tutt'altra pasta!
    Spero che ti sia data la possibilità di ricrederti un giorno!
  16. franciacorta
    , 29/8/2007 18:43
    ITALIANI=CAFONI IMPERTINENTI MALEDUCATI CACIARONI IGNORANTI POLLI SPAESATI RINCOGLIONITI CRONICI ZOZZONI questi il mio giudizio sugli italiani all'estero ...in tanti viaggi all'estero sempre e dico sempre ho evitato gli italiani , gente che viaggi con le infradito gucci come ho visto sulle piramidi di teotihuacan o gente che a Machu Pichu rompeva I maroni perche da 10 giorno non beveva un caffe decente..... gente che va in messico per stare dieci giorni chiusi in villaggio ed è convinta di aver visitato il Messico, gente che a Pechino non parlando una e dico una parola di inglese si incazza come una bestia con il povero cameriere, gente che in costarica aveva l'unica pretesa di trovare mariuana e fumo, gente che davvero mi fa rabbrividire. si salvano i pochi turisti zaino in spalla , ma sono veramente pochi, per il resto una manica di pecoroni da turista all inclusive......madonna che scene .... davvero risultiamo simpatici alla fine ma ragazzi....... siamo mammoni pure nel turismo.