1. Namibia: abbigliamento ideale

    di , il 23/5/2007 09:30

    Ciao a tutti,

    Mi chiamo Ferruccio e dopo diverso tempo che ci pensavo, e che avevo nella mente, finalmente e' arrivato il giorno fatidico. Parlo del mio programma di un viaggio in quella terra meravigliosa che e' la Namibia. Il viaggio dovrebbe avvenire in Agosto, e siccome leggendo dei vostri commenti viaggio nella pagina dedicata alla Namibia, parlate di inizio primavera e con la possibilita' di temperature basse durante la sera e la mattina presto. A questo punto sono indeciso cosa portare con me, e per la mia compagna, l'abbigliamento adatto per poter viaggiare in comodita' e senza patire troppo il freddo durante i vari safari, visite e trasferimenti. Chiedo percio' un aiuto a tutti quelli che gia' ci sono stati...AIUTOOOOOO!!!!

    Ciao a tutti e buon viaggio a tutti quelli che stanno preparando il prossimo viaggio

    Grazie

    Ferruccio

  2. Ric
    , 27/7/2007 12:28
    Ciao
    se vuoi un po' di info ulteriori vieni anche sulla GpC Namibia, dove soprattutto in questo periodo molti si preparano a partire. Ad agosto se dormi in lodge la profilassi antimalarica non serve; solo nell'estremo nord può essere necessario proteggersi con un po' di repellente. Ma in qualche caso vedrai che di notte più delle zanzariere ti servirà...il piumone.
    Se hai già dei dollari portateli perchè spesso sono accettati più degli euro; altrimenti gli euro vanno bene.Soprattutto è bene cambiare in dollari namibiani per le zone più remote. In Italia potresti anche cambiare rand sudafricani che hanno valore corrente in Namibia.
  3. dony.ni
    , 27/7/2007 09:25
    ciao a tutti, siamo 4 ragazzi in partenza per la namibia il giorno 4 agosto dall'aereoporto malpensa via francoforte, passeremo 21 giorni in namibia, abbiamo affittato una jeep e prenotato i vari lodge, ci siamo gia' abbondantemente consultati su libricini e via internet, ma abbiamo ancora un punto di domanda x quanto riguarda la situazione malaria, chi dice di fare il vaccino e chi dice che è inutile.....per chi di voi è stato in agosto in questo periodo mi sa dire se ci sono zanzare? i lodge dispongono di zanzariere? e un'ultima cosa meglio portare dollari o euro ?
    Grazie a tutti per la collaborazione.....buon viaggio
  4. Ric
    , 20/7/2007 16:08
    Ciao
    scusa se rispondo in ritardo ma di qui passo solo ogni tanto. Sulla GpC ci sono più spesso.
    La risposta dipende dal tipo di giro/tappe previste e dalle tue abitudini.
    In generale, comunque, a meno di escursioni particolari un buon paio di scarpe da tennis va benissimo.
    In ogni caso, la Namibia non è un paese che richeda particolari equipaggiamenti.
  5. violadel
    , 17/7/2007 16:09
    scusate sempre io, solo un'informazione sulle scarpe,
    che mi dite: trekking o semplice ginnastica?
    grazie a tutti
  6. Ric
    , 17/7/2007 08:16
    Ciao Violadel
    Quante preoccupazioni!!! Stai tranquillissima, stiamo parlando di dettagli per rendere migliore il viaggio, non di una guerra. La Namibia è un luogo magnifico, tutto il resto conta poco.
    Comunque, proprio per rassicurarti: il cappellino di lana è utile se al mattino si fanno escursioni su mezzi scoperti; poi un maglione (di lana o pile) e, proprio se si è freddolosi, una giacca pesante risolvono il problema freddo. Ottimi sono i pantaloni con la zip che consente di trasformarli da lunghi in corti (et voilà!); calzini? Quelli che meglio si addicono ai tuoi piedi. La notte può essere fredda, ma dentro il sacco a pelo o sotto un piumone e con un pigiama lungo (o tuta) si dorme benissimo. Lavanderie, bagni e quant’altro di solito ampiamente disponibili ed in ottime condizioni.
    Davvero, ti assicuro che la Namibia, oltre ad essere bellissima è tutto sommato semplice e comoda.
    Se vuoi altre info vieni a fare un giro sulla Guida per Caso Namibia, sempre sul sito: troverai altri pareri molto rassicuranti.
  7. violadel
    , 16/7/2007 19:37
    ciao vi ho letto e devo dire la verità che non mi aspettavo di trovare tutto questo freddo ad agosto!!!!!!!anche io quindi chiedo aiuttttttttooooooooooooooooooooooo!!!
    Vorrei quindi riassumere l'abigliamento necessario:
    1) all'unanimità cappellino di lana, giusto?;
    2) anche sul pail posso stare trannquilla, correggetemi se sbaglio!;
    3) accetto consigli sull'abigliamento notturno, ancora non bene identificato (leggevo di una tutta per la notte, che dite?);
    4) ma se la matina presto si ghiaccia e si parte con il pantalone lungo, un pò pesante, che si fa poi a metà si cambia in corsa?;
    5) sulla sciarpa che mi dite, può servire ad arginare il ventaccio?;
    6) per favore illuminatemi sul calzini: spugna, lana e cotone?;
    7) vi prego scongiurate il pericolo guanto di lana!!!
    8) rassicuratemi sulle lavanderie così posso stare più o meno tanquilla sulle dimensioni del bagaglio;
    9) al livello di capeggi a bagni come stiamo?;
    10) pantaloncini corti: inutili o necessari?;
    11) la lana è sostituita dal pail?;
    12) e per quanto riguarda i bagni nei capeggi, tutto ok, qualche consiglio e/o suggerimento?
    13) felpe?.
    Grazie a tutti e non ridete (sono una femmina!!!)
    baci
  8. silviaTO
    , 29/6/2007 21:49
    Ciao, io sono stata quel paese meraviglioso che è la Namibia nell'agosto del 2006; in quella stagione consiglio di avere il classico equipaggiamento a "strati", partendo dalla maglietta (o anche canottiera al parco Etosha ) fino alla giacca cerata (possibilmente anche foderata),passando per pile leggeri e felpe più o meno pesanti. Ti assicuro che per i safari (che iniziano al mattino presto o finiscono dopo il tramonto) e per la Skeleton Coast è assolutamente necessario essere preparati;negli altri luoghi forse la differenza tra temperature massime e minime si sente meno, soprattutto perchè le attività sono diverse. Spero di essere stata utile e...ti invidio proprio!!
  9. Andrea68
    , 29/6/2007 17:43
    Ciao Laufer, sono stato nel 2004 in Namibia, fine ottobre inizio novembre
    Ho fatto il giro che farai tu
    Anche io ero preoccupato per l'abbigliamento ma io ho usato in campeggio un sacco pelo dell'estate
    Alla sera forse una maglietta, ma non mi sembra
    L'unico posto dove ho avuto freddo è stato a Swakopmund. Se puoi evitarlo evitalo. Solo dei tedeschi possono farsi 10 ore di volo per andare al mare in un posto osceno così.
    Per il resto (Etosha - Damaraland - Soussolvei _ Waterberg - Desert Namib - Twyfoltine etc e scusa per come li scrivo ma nn ricordo più con precisione i nomi esatti) goditi la Namibia senza pensieri. Credo sia uno dei paesi più belli al mondo, ma vivila e guardala non solo con gli occhi, bensì anche se nn soprattutto con lo spirito. Ho nella mia mente immagini e soprattutto sensazioni che nn spariranno mai. Fotografa con la mente piuttosto che con la qualsiasi macchina digitale.
    Ho lasciato un pezzo di me in Namibia, non so se ci tornerò perchè amo viaggiare e il mondo è grande, ma ricorderò fino a che vivrò quella gazzella che mi guardava fisso in mezzo alla strada dell'Etosha Park, solo accecante e aria calda. Eravamo in mezzo al nulla e in quel momento credo di avere raggiunto una felicità e una dimensione che solo certe situazioni possono dare. Vivila anche per me, non avere fretta ma assapora, assapora i suoi meravilgiosi paesaggi.
    Ho visitato la Namibia in tenda e se tornassi lo rifarei. Svegliarsi in un camp in mezzo all'Africa credo sia una delle cose per cui valga la pena vivere.
    ciao e se hai bisogno di altre informazioni fatti sentire
    Andrea
  10. Ric
    , 4/6/2007 08:28
    Riconfermo anche qui (per sicurezza!) le osservazioni fatte sulla GpC. Ottobre è molto caldo e anche di notte la temperatura non scende mai sotto i 10°. Poi dipende da te quanto sei freddolosa. Solo nel deserto la notte è abbastanza fresca.
    Anche per gli acquisti nessun problema.Supermarcatini e piccoli spacci sono dappertutto, anche nei rest-camp.
    ciao
  11. laufer
    , 1/6/2007 17:49
    Scusate se mi intrometto... Per quanto riguarda la seconda metà di ottobre e l'inizio di novembre (inizio estate, se non erro), seguendo l'itinerario classico (windhoek, etosha, epupa falls, twifelfontein, brandberg, swakopmund, sesriem e forse mariental) so che le temperature diurne saranno ancora più calde, ma quelle notturne? ? Perchè noi, di pesante, pensavamo di portare solo pile e giacca impermeabile (da sovrapporre anche a camicia e maglietta, eventualmente) + tuta per dormire. Facendo diverse notti in campeggio ci vorrà il sacco a pelo invernale o potrà bastare anche uno medio? Altra domanda: è vero che gli acquisti alimentari vanno effettuati tutti a windhoek perchè poi, fino a swakopmund, non si trova nulla? Nessun negozio-market ai lodge/campeggi più turistici come etosha e sesfontein?
    Grazie mille.
    lau
  12. Turista Anonimo
    , 30/5/2007 22:25
    Noi siamo stati in Namibia in luglio 2006, visitando tutto il paese da sud a nord passando anche per la costa. Dappertutto abbiamo trovato freddo la mattina e la sera e caldo durante il giorno. Ci sono serviti pile e giacca con berretto di lana e guanti per i safari all' alba ma anche le maniche corte durante il giorno.Al parco Etosha abbiamo raggiunto anche i 37 gradi di giorno. Nonostante ci fossimo documentati non sapevamo di non trovare nei lodge il riscaldamento e fare la doccia alla sera era davvero tragico. Al Canon Lodge nella zona del Fish River Canyon ci hanno messo la borsa con l' acqua calda nel letto! Per qualsiasi info puoi scriverci alla nostra mail.
  13. bodhi
    , 29/5/2007 22:26
    Ciao Ferruccio,
    Sono stato in Namibia 3 anni fa ad Agosto.Laggiù è inverno .A Luderitz faceva freddo...vuoi perchè il tempo non era dei migliori e vuoi perchè c'era vento dall'atlantico.Il termometro segnava 8°C.Percui per la mattina e la tarda serata una bella giacca a vento e un cappellino di lana non guastano.A Nord nell'Etosha Park caldo,intorno ai 25°C...quindi consiglio magliette,camice leggere,una un pò più pesante,una giacca a vento.Un paio di pantaloni pesanti e altri leggeri.La Namibia è molto grande e a seconda delle zone da visitare la temperatura cambia repentinamente.
  14. Ric
    , 28/5/2007 18:53
    Ciao Ferruccio

    Ti consiglio innanzitutto di consultare la Guida per caso Namibia del sito dove troverai molti consigli e commenti generali e di dettaglio sul paese.
    Per quanto riguarda nello specifico il clima, agosto è ancora un mese invernale in Namibia. Di giorno non ci sono problemi, si sta bene in maglietta (temperature anche vicine ai 30° in certe zone) ed il sole scalda l’aria già dalla mezza mattina. Solo sulla costa (Swakopmund, Walvis Bay) può esserci nebbia anche fino a mattina inoltrata ed il clima è decisamente più umido.
    Le prime ore del mattino, la sera e la notte possono essere invece fredde con temperature che sfiorano lo zero. Quindi è necessario coprirsi di conseguenza. Un capo di vestiario che trovo personalmente utilie è il cappellino di lana, ideale in caso di escursioni su mezzi scoperti. Peraltro molto dipende anche dal tipo di pernottamenti che farai: in tenda devi coprirti davvero bene, soprattutto nel deserto ed a sud.
    Un altro consiglio: se dormi in lodge o simili il servizio di lavanderia è rapido e poco costoso. Questo ti consente di minimizzare il bagaglio con evidenti vantaggi in caso di frequenti spostamenti
  15. Ferruccio
    , 23/5/2007 09:30
    Ciao a tutti,
    mi chiamo Ferruccio e dopo diverso tempo che ci pensavo, e che avevo nella mente, finalmente e' arrivato il giorno fatidico. Parlo del mio programma di un viaggio in quella terra meravigliosa che e' la Namibia. Il viaggio dovrebbe avvenire in Agosto, e siccome leggendo dei vostri commenti viaggio nella pagina dedicata alla Namibia, parlate di inizio primavera e con la possibilita' di temperature basse durante la sera e la mattina presto. A questo punto sono indeciso cosa portare con me, e per la mia compagna, l'abbigliamento adatto per poter viaggiare in comodita' e senza patire troppo il freddo durante i vari safari, visite e trasferimenti. Chiedo percio' un aiuto a tutti quelli che gia' ci sono stati...AIUTOOOOOO!!!!
    Ciao a tutti e buon viaggio a tutti quelli che stanno preparando il prossimo viaggio
    Grazie
    Ferruccio