1. Vivi l'habana serenamente

    di , il 9/9/2004 00:00

    Ho appena letto il racconto delle 3 ragazze di Milano che sono state a Cuba in agosto 2004. Il fatto che si sono divertite parecchio in un villaggio a Varadero, mentre i commenti dell'habana sono negativi. Volevo consigliere alle 3 belle ave maria, che il prossimo anno è meglio che vadano in qualche villaggio italiano, ed evitino 15 ore di viaggio solo per vedere una spiaggia ed una struttura turistica, che sinceramente da noi sono molto più belle.

    Non credete assolutamente a quello che dicono dell'Habana, è una bellissima città, attraente ed affascinante, sicura, e divertente, per tutti i gusti. E' ovvio, che 3 ragazze vengano fermate, anche in italia succede, il consiglio è quello di farsi guidare per la città da un Cubano fidato. In questo modo, vi lasceranno in pace, perchè già un Cubano sta lavorando. Per la sera, tutti i locali sono aperti, e c'è vita fino alle 6 del mattino. Esse sono arrivate all'Habana, dopo l'uragano, e come tutti i paesi del terzo modno, fanno fatica

  2. Mauro Benelli
    , 9/9/2004 00:00
    Ho appena letto il racconto delle 3 ragazze di Milano che sono state a Cuba in agosto 2004. Il fatto che si sono divertite parecchio in un villaggio a Varadero, mentre i commenti dell'habana sono negativi. Volevo consigliere alle 3 belle ave maria, che il prossimo anno è meglio che vadano in qualche villaggio italiano, ed evitino 15 ore di viaggio solo per vedere una spiaggia ed una struttura turistica, che sinceramente da noi sono molto più belle.
    Non credete assolutamente a quello che dicono dell'Habana, è una bellissima città, attraente ed affascinante, sicura, e divertente, per tutti i gusti. E' ovvio, che 3 ragazze vengano fermate, anche in italia succede, il consiglio è quello di farsi guidare per la città da un Cubano fidato. In questo modo, vi lasceranno in pace, perchè già un Cubano sta lavorando. Per la sera, tutti i locali sono aperti, e c'è vita fino alle 6 del mattino. Esse sono arrivate all'Habana, dopo l'uragano, e come tutti i paesi del terzo modno, fanno fatica