1. Turismo mordi e fuggi

    di , il 9/3/2007 20:06

    Ciao a tutti i turisti. Voglio prporre un forum sul tanto criticato mordi e fuggi. Generato dai prezzi nn sempre popolari delle grandi città, allaf ine nn garantisce maggiori visite e minori spese?

    Voi che ne pensate?

  2. TClaudia
    , 20/3/2007 21:36
    caspita se è vero! il pross fine settimana vado a firenze in treno e mi costa di più che non un volo per il resto dell'europa!!!
  3. utente_deiscritto_10
    , 19/3/2007 19:39
    Quello sì. Però spesso, soprattutto partendo da certe zone, viaggiare in Italia costa di più che non viaggiare verso altri Paesi europei. Dalla Puglia, per esempio, costa meno raggiungere Londra o la Germania in aereo e tornare (sempre in aereo) che non fare solo il viaggio di andata in treno o in bus verso alcune destinazioni nazionali.
  4. TClaudia
    , 19/3/2007 19:09
    E' vero, spesso siamo portati ad organizzare viaggi all'estero ma anche in Italia ci sono dei posti bellissimi, magari proprio dietro l'angolo!
  5. ametista
    , 17/3/2007 21:37
    Certamente Matros che si possono fare gite anche di un giorno solo. Ci sono città e borghi bellissimi in Italia visitabili in un giorno che rendono il lunedì meno difficile per il rientro al lavoro.
    ^_^
  6. utente_deiscritto_10
    , 17/3/2007 21:11
    Anche i miei viaggi pur mordi e fuggi, come quelli di Claudia (che saluto!), oltre a cominciare prima della partenza con l'organizzazione del viaggio e il "rito" dell'informazione e del calarsi nella cultura del posto, non finisce mai... E quando una particolare meta mi ruba il cuore, continuo a "seguirla" e viverla anche dopo il viaggio, informandomi su cosa succede, continuando a "studiarla", ecc.. Con Barcellona e, soprattutto, Londra è così, per esempio. :-)
    Ed è in questo modo che un viaggio mordi e fuggi non solo può essere più interessante di un lungo viaggio, ma può anche durare di più... ;-)
  7. TClaudia
    , 17/3/2007 18:13
    e sono d'accordo con Annarita, spesso è più facile viaggiare soli o con poche altre persone che condividono la tua idea del viaggio; mi è capitato due anni fa di andare dieci giorni a tenerife, ma non credo di essermi goduta appieno la vacanza perchè c'erano troppe idee su cosa fare e poche cose concrete fatte veramente..
  8. TClaudia
    , 17/3/2007 18:11
    ciao! anch'io sono portata al turismo "mordi e fuggi" purchè sempre fatto in maniera intelligente: per me non deve essere una corsa per vedere più cose possibili nel minor tempo possibile ma un tuffo per assaporare la vita, l'atmosfera, la cultura del posto dove andiamo in vacanza. e poi il mio viaggio comincia sempre molto prima, a casa, su internet a leggere del posto dove andrò, in libreria tra le guide, nei forum per cercare le storie degli altri viaggiatori.. e non finisce mai perchè, a causa della mia passione per le fotografie, ogni volta che le guardo riesplode ogni emozione...
  9. utente_deiscritto_10
    , 14/3/2007 18:17
    Io, poi, se sto in un posto più di qualche giorno ne approfitto per visitare una località vicina in giornata. Ad esempio, faccio sempre così quando vado a Londra per più di due giorni. A volte mi rendo conto che ho troppa sete di vedere posti nuovi, conoscere culture nuovi, ecc. Se solo i soldini fossero di più... :-)
    Ma in effetti questo tipo di viaggio dà modo di vedere molto spendendo il minimo.
  10. supercarol
    , 14/3/2007 17:13
    ...secondo me non si può criticare o approvare a priori un tipo di turismo o l'altro...dipende molto dalla persona e dal luogo che si visita.
    di una città piccola o grande ke sia si può vedere tanto se non tutto con tanti giorni a disposizione ma anke tanto o tutto di quello ke interessa nonostante si abbia poco tempo...poi molto dipende dalla tipologia della città.
    un es.:Strasburgo, città molto carina, a misura d'uomo ma cmq con tante cose da vedere..io ho fatto una scelta di un giorno, ho noleggiato la bici e mi sono girata il centro storico percorrendo +km in meno tempo divertendomi e stancandomi fisicam molto meno, ho fatto il giro con il battello x vivere qsta esperienza e osservare la città da un'altra prospettiva. sicuram avrò tralasciato molte cose, ma sono stata soddisfatta delle mie scelte xkè ho visto tutto qllo ke mi interessava in poco tempo e senza stress.
    un altro es.Vienna o verona o Budapest o anke praga: se si hanno 1 o 2 gg si visita la città "esternam", le vie, le piazze, la cattedrale, il mercato o altre attrazioni particolari, se si hanno + gg allora si può anke spendere parte del tempo x musei, chiese o quant'altro.
    ciò ke conta è seguire il proprio istinto e i propri gusti e dei compagni di viaggio giusti! divertimento e soddisfazione assicurati!!
    carol
  11. utente_deiscritto_10
    , 14/3/2007 00:49
    Ah, Matros... Io ho letto su questo stesso sito ed anche su altri itinerari e racconti di viaggio scritti da persone che, approfittando di voli a bassisimo costo (tipo 20 o 30 euro a testa tra andata e ritorno), sono andati anche in una città estera per un solo giorno, partendo la mattina e tornando in Italia la notte.
    Per esempio, l'estate scorsa, prima di andare 3 giorni a Francoforte con una cara amica (conosciuta qui su TPC, tra l'altro!!), mentre mi stavo documentando ho trovato in Rete un racconto di un piccolo gruppo di ragazzi (mi pare 3 o 4) che dal Nord Italia erano andati a visitare la città tedesca proprio partendo la mattina e riprendendo l'aereo di sera, pagando una miseria per il volo. E ho notato che sono riusciti a vedere molte cose della città e pure a divertirsi e godersi i vari aspetti di Francoforte. :-)
  12. utente_deiscritto_10
    , 14/3/2007 00:44
    Ciao Romina! ;-)
    Visto che hai citato quel forum... Proprio i viaggi in solitaria sono adattissimi al turismo mordi e fuggi, dato che una persona fa cosa vuole, va dove vuole, visita quello che vuole, si organizza come vuole e si amministra il tempo senza rendere conto a nessuno e senza dover pensare alle esigenze altrui.
    Per esempio, ho notato che a Barcellona (dove sono stata, a seconda delle volte, per più o meno tempo) ho visto e fatto tantissime cose quando ho girato da sola, molte quando ho girato con una sola persona, poche (in rapporto al posto e a quello che offre) quando si era in gruppo (e pure abbastanza folto).
    L'ideale per i viaggi brevi credo sia essere in due o 3 al massimo, e meglio se già si è d'accordo sul tipo di viaggio da fare e sul tipo di soggiorno che si cerca. Perchè in un viaggio da una settimana nello stesso posto una cosa è perdere tempo e vedere meno di quel che si vuole vedere perchè è difficile mettere d'accordo tante teste, ben altra è farlo se i giorni a disposizione sono solo un paio!
  13. romi
    , 14/3/2007 00:35
    anche io mi adatto bene al mordi e fuggi. e in un certo senso ho fatto di necessità virtù perchè il tempo spesso e poco e i soldi ancora di più. dei viaggi che ho organizzato da me (quindi lasciando perdere gite scolastiche e le lunghe vacanze fuori fatte con la famiglia ormai molti anni fa) solo in belgio mi sono fermata una settimana abbondante, ma ho visitato 4 città e due di queste le ho viste tranquillamente in una giornata e me le sono godute proprio!
    però ho notato che c'è chi non è portato per un viaggio breve e nello stesso tempo intenso. ad esempio mia cugina ed il ragazzo sono stati di recente 10 giorni a londra (annarita tu sai di cosa sto parlando): hanno visitato tante cose e hanno girato certo, però io in 4 giorni diverso tempo fa ho visto quasi le stesse cose che loro hanno visto nel doppio del tempo (fatta eccezione per un paio di musei in meno visitati da me, e i musei e simili portano via tempo si sa).
    saluto anna e orsagiuliva che conto di rileggere sull'ormai "nostro" forum mitico dei viaggi in solitaria e fai da te. mahari matro, aurora e davide possono venirci a "trovare" ogni tanto.
  14. utente_deiscritto_10
    , 13/3/2007 23:09
    Matros, pardon! M'è scappata la E invece della A (sarà l'influenza greca che è in me, eheheheh!).
    :-)

    Riguardo il post di Davide, io devo dire che mi è capitato di visitare città anche solo per una giornata (Cambridge, Oxford e canterbury partendo da Londra, oppure alcune piccole località a nord e a sud della costa di Dublino partendo dalla capitale irlandese), e son riuscita a godermele e a viverle come magari può fare chi ci resta più giorni.
    Soprattutto quando non si tratta di metropoli (è normale, ad esempio, che di Londra in pochi giorni si vede il più possibile, ma non tutto), le cose che si riescono a fare e a vedere dipende da come una persona si riesce ad organizzare e da come vive questa avventura.
  15. utente_deiscritto_10
    , 13/3/2007 23:01
    Serve viaggiare... Sì sì! Ben detto cara Orsa! :-)

    E la penso esattamente come Aurora sul discorso del tempo da sfruttare nei viaggi, soprattutto quando si sta via pochi giorni.

    Per quanto riguarda la domanda di Metros, io rispondo "assolutamente sì".
    Io ora starò via per soli due giorni (anche meno, tolto il viaggio in aereo) in Germania e, conoscendomi, credo che, nonostante i tempi stretti, riuscirò a vedere un bel po' e a godermi al città.
    In Italia non mi è ancora capitato di fare viaggi così brevi al di fuori della mia regione se non una volta a Milano e dintorni. Altre volte, oltre al tempo maggiore che avevo a disposizione per star fuori, avevo la fortuna di essere ospitata da amici, quindi è stato possibile fermarmi per più giorni senza dover pesare sul portafoglio, come sarebbe stato se mi fossi pagata l'alloggio (certo, non è che mi accampo a casa della gente, se no mi cacciano, poco ma sicuro, hihihihi!).
  16. Orsagiuliva
    , 13/3/2007 12:12
    Xé no, Matros?
    mica sempre si ha tempo ed i soldi x star via qualche giorno.....ed io personalmente ho "scoperto" che anche intorno alla mia realtà ci sono un'infinità di luoghi che io ancora non conosco (o conosco male)e che vale la pena di visitare ....credo che pari discorso valga x tutti, nel senso che ognuno di noi ha vicino a se situazioni interessantissime (persino le grandi città sono straricche di spunti, angoli,mostre,manifestazioni,ecc ecc ecce che neppure in una vita riusciam a conoscere) e certe volte basta proprio pochissimo x avvicinarsi a qualcunina di queste:anche una gita fuoriporta x far correre il cane può servire allo scopo.
    Ha ragione Aurora ,non serve viaggiare "a lungo", serve viaggiare.