1. Tiziano vive ancora

    di , il 4/8/2004 00:00

    Da piccolo ammiravo Tiziano per i suoi viaggi e i suoi reportages, speravo di diventare come lui, ma ora che insegno in una scuola, farò conoscere i suoi libri ai miei studenti, magari adottando come testo di narrativa: "Lettere contro la guerra". Sarà un modo per farlo vivere ancora, per invitarlo a parlare ai giovani e insegnar loro il significato della pace e della solidarietà.

    Sarebbe bello se il suo rifugio nel'Himalaia divenisse una sorta di santuario della pace, meta di pellegrinaggi, per offrire a ciascuno che cerchi serenità e meditazione volendo riconciliarsi con il cosmo,un punto di approdo e di ripartenza.

    Mi auguro davvero che le iniziative per rinnovare la testimonianza di questo grande filosofo itinerante non si esauriscano mai.

  2. Carlo Felici
    , 4/8/2004 00:00
    Da piccolo ammiravo Tiziano per i suoi viaggi e i suoi reportages, speravo di diventare come lui, ma ora che insegno in una scuola, farò conoscere i suoi libri ai miei studenti, magari adottando come testo di narrativa: "Lettere contro la guerra". Sarà un modo per farlo vivere ancora, per invitarlo a parlare ai giovani e insegnar loro il significato della pace e della solidarietà.
    Sarebbe bello se il suo rifugio nel'Himalaia divenisse una sorta di santuario della pace, meta di pellegrinaggi, per offrire a ciascuno che cerchi serenità e meditazione volendo riconciliarsi con il cosmo,un punto di approdo e di ripartenza.
    Mi auguro davvero che le iniziative per rinnovare la testimonianza di questo grande filosofo itinerante non si esauriscano mai.