1. MAL D'INDIA

    di , il 7/7/2004 00:00

    Ciao a tutti!

    Da qualche mese sono tornata da un viaggio in India del nord e Nepal(premetto che l'India e ra il viaggio dei miei sogni da una vita).

    Mentre ero lì ero molto confusa e frastornata, ma appena tornata a Roma è arrivato....il mal d'iindia!

    Io non so come spiegare, ma provo una nostalgia struggente, come se avessi lasciato una parte di me lì e dovessi assolutamente andare a riprenderla!

    Mi sono risegnata a Yoga, ho lasciato la palestra xkè sentivo che dovevo seguire il mio cuore e questo mio viaggio interiore è solo all'inizio.......

    Se qualcuno di voi ha provato o prova le stesse sensazioni, mi dica come fa a contrastare questi momenti di struggimento che mi prendono soprattutto quando ascolto la loro musica e mi viene da piangere.......

    Prima di partire non era così....

    Grazie a chi vorrà rispondermi!

    Indiana

  2. Marged Trumper
    , 26/7/2004 00:00
    P.S.Per Froldi
    Non ti consiglio nemmeno io la profilassi...se proprio uno se la deve prendere è meglio curarla lì mi hanno detto. In ogni caso la profilassi non evita la probabilità e ti danneggia il fegato. La prevenzione è sempre migliore di tutto (rete antizanzare la notte, lì si usa molto lo zampirone e qualche crema o spray dal tramonto.) Non so chi mi aveva informata che esiste un rimedio omeopatico per evitare punture di insetti...ma forse è tardi e non ne so molto.
    Per il resto io consiglio sempre a tutti una cura prima dopo e durante di estratto di semi di pompelmo (grandiosi!) e fermenti lattici.
    Buon viaggio!!
  3. Marged Trumper
    , 26/7/2004 00:00
    Ciao a tutti i malati d'India!! Io sono un caso abbastanza grave...heheh...
    Sono stata in India solo una volta e dopo anni di studio (studio la lingua hindi e da qualche tempo anche la musica indiana), però è stato fatale.
    Non scherzo se dico che dopo quel viaggio molto di me e della mia vita è cambiato...magari non percettibilmente o concretamente...
    In India, come in pochi altri posti, ci sono delle energie particolari, molto intense, che ti portano a lasciare molte resistenze e ti aprono molte strade.
    Questo è successo anche a me.
    Da allora la mia passione e il mio studio continuano in maniera approfondita e spero presto di tornare...ma ci sono giorni che sento gli odori, le sensazioni ritornarmi alla mente, come un richiamo lontano, ma presente.
    Non sono una fanatica, penso che vivrei anche lontano dall'India, ma è ormai parte di me per molti versi.

    Un libro che ho apprezzato davvero molto, per quanto mi riguarda è Scale e serpenti di Gita Mehta, di cui consiglierei anche Karma Cola.
  4. Katia 17
    , 25/7/2004 00:00
    il mese di agosto...esattamente il 17...io eil mio ragazzo partiremo per un viggio in India...per adesso abbiamo solo un biglietto aereo per Delhi....vorrei conoscere qualcuno che intraprendera' lo stesso viaggio....
  5. Alessandra De roberto
    , 23/7/2004 00:00
    Cara Daniela, grazie x la tua esperienza.Tramite TPc ho conosciuto altre amiche "indiane" ed è una cosa bellissima!
    Il mio è stato un viaggio desiderato da tantissimi anni e che mi ha quasi sconvolta (nel senso buono) facendomi capire qual'era la strada che dovevo assolutamente percorrere.....ascoltare il mio cuore e non perdere + tempo iniziando a fare quello che desideravo veramente......
    Non è sempre facile reggere la nostalgia che ti lascia un paese come l'India e solo chi ci è stato e come dico io ha "aperto il suo cuore", può capire questa sensazione che si prova, di gioia mista alla tristezza di aver lasciato una parte di se stesso lì.....
    leggerò sicuramente questo libro che anche Karma mi ha consigliato.....
    Scriviamoci.... e grazie!

    Namaste

    Indiana
  6. Daniela Grillo 1
    , 23/7/2004 00:00
    Per Indiana,
    sono stata in India nel 1998 e più precisamente nel Tamil Nadu ed in Kerala.
    Appena rientrata è stato molto difficile abituarsi alla vita di sempre e la nostalgia, anche per me, era fortissima.
    A distanza di 6 anni c'è ancora(non così intensa), purtroppo per problemi di lavoro non ci sono più potuta andare, e quindi mi sono tuffata a capofitto sulla letteratura indiana, praticamente qualsiasi libro di autori indiani che ho trovato nelle librerie negli ultimi 6 anni è diventato mio.
    Comunque ti capisco, dopo essere stata in India qualsiasi viaggio fai ed in qualsiasi luogo ti trovi pensi sempre che non è assolutamente lo stesso.
    Nell'ultimo libro di Tiziano Terzani "Un'altro giro di giostra" c'è una pagina che descrive l'India e ci ho ritrovato le mie stesse sensazioni, ti manderò un'e-mail con il testo.
    Ciao e ......... cerca di sopravvivere fino al prossimo viaggio.
    Daniela
  7. Simona T.
    , 23/7/2004 00:00
    Per Paola,
    noi saremo a Varanasi attorno al 20 agosto, arrivando dal Rajasthan e con la speranza di raggiungere anche Calcutta.
    Anche noi con la Lonely (ovviamente!) viaggiando in assoluta libertà!
    Buon viaggio visto che quasi ci siamo!
  8. donnananda
    , 22/7/2004 00:00
    x simona,
    pensavamo di seguire il gange...
    e con l'aiuto della lonely planet, che finora ci è stata sempre utilissima.
    Grazie per il consiglio dell'albergo, cercherò qualcosa
    ciao paola
  9. Froldi Flavia
    , 22/7/2004 00:00
    Ciao, dovrei partire per Delhi il 15 agosto e abbiamo solo due settimane.So che sarà un viaggio difficile e non solo dal punto di vista fisico. Avrei bisogno di consigli per la profilassi perchè sono contraria alle vaccinazioni soprattutto l'antimalarica, che mi hanno detto procura effetti collaterali e poca copertura rispetto ai molteplici ceppi della malaria.Grazie
  10. Simona T.
    , 22/7/2004 00:00
    Paola,
    che itinerario pensate di seguire?
  11. Karma K.
    , 22/7/2004 00:00
    Tranquilla..niente ansia...ti capisco xkè anche x me l'anno scroso era la stessa cosa...e poi invece tutto è andato x il meglio...L'unica cosa che ti posso consigliare è di prenotare almeno la prima notte a Delhin (poi se l'albergo non ti piace..puoi sempre cambiarlo!) ma è cpmodo xkè ti vengono a prendere direttam. all'areoporto...E credimi..uscire di notte dall'areoporto...qs sì mi metterebbe un po' d'ansia..non tanto x il fatto che ti possa succedere qualcosa..ma xkè verresti "infastidita" da una miriade di persone che ti consiglierebbero il loro hotel...e poi l'impatto con l'India, secondo me, lo "senti" già appena fuori le porte dell'aereo!!! Per il resto..vai tranquilla..gli indiani sono sì molto curiosi (e qs a noi delle volte può dare un leggero "fastidio")..ma sono molto diposnibili e sempre "pronti" ad aiutare il turista in difficoltà! Almeno a noi è nadta così!!
    Buon viaggio
    Namastè
  12. donnananda
    , 21/7/2004 00:00
    ciao!
    parto il 1 agosto per l'india e avremmo intenzione di fare delhi-calcutta in treno, abbiamo un mese di tempo.. mi sta venendo un po' d'ansia, non abbiamo prenotato nulla. avete qualche consiglio?
    grazie paola
  13. Andrea De capoa
    , 17/7/2004 00:00
    Ciao a tutti.
    Parto ad Agosto per il mio terzo viaggio in India e
    non vedo l'ora che arrivi il momento. Voglio inserirmi sul discorso delle vaccinazioni.
    La cosa migliore da fare è andare all'ufficio d'igiene nel reparto "vaccinazioni internazionali". Li ti sanno dire esattamente cosa è prudente fare qualunque sia la tua destinazione nel pianeta. Inoltre sono aggiornati in tempo reale su ogni anche piccolo focolaio di epidemia per ogni malattia e regione geografica.

    Per quanto riguarda la profilassi antimalarica è quanto mai indispensabile rivolgersi a loro visto quanto sia vario il problema. A seconda della zona e della resistenza della malattia al farmaco, possono consigliarti Lariam o Clorochina+Paludrine. Se la persistenza sul luogo è lunga potrebbero consigliarti di non prendere niente visto che alcuni effetti collaterali di questi farmaci se presi a lungo sembrano essere peggiori della malaria stessa. Io personalmente non prenderò niente visto che il mio viaggio si svolge tutto sopra i 3000 metri, in Ladakh dove zanzare non ci sono.


    Un piccolo consiglio: attenti a non scambiare gli avvertimenti a fare attenzione a situazioni sanitarie particlari con inviti a non partire... non sia mai!!!

    Ciao,
    Andrea
    ------------------------------------------------------------------------
    www.decapoa.altervista.org
  14. Monique Fontana
    , 16/7/2004 00:00
    ciao a tutti!
    vivo nel kerala da poco più di un anno. ho visitato l'india per la prima volta nel 1973 ed è da allora che sono innamorata di questo paese, dei suoi colori, odori, vibrazioni, dalla sua cultura che ha tanto da insegnarci!
    sono felice di dividere la mia esperienza e conoscenza con chi è interessato. (email)
    monique
  15. Monica 28
    , 14/7/2004 00:00
    Ciao a tutti...
    new entry in questo sito e pongo subito la prima domanda...sto programmando il mio viaggio in india (sogno di una vita) ed avrei 1000 domande (e per questo mi sono stampata e letta tutti i resoconti trovati su questo meraviglioso sito), ma comincio da una: india del nord, rajastan, mumbai, delhi, quali vaccinazioni dovrei fare?
    Ora continua a leggere....
    grazie a tutti per i vs messaggi...

    ciao ciao
    monica
  16. Turista Anonimo
    , 14/7/2004 00:00
    antitifica, antiepatite e antimalarica con clorochina e paludrine.. però c'è da dire che su quest'ultima ci sono tre "partiti" uno dice assolutamente si l'altro di verificare sul posto semmai cominciarla lì, il terzo dice perchè intossicarsi ?
    io seguo la seconda...