1. La fauna australiana è pericolosa?

    di , il 18/1/2007 18:42

    La prossima estate proveremo di nuovo ad andare in Australia e già so che, se ancora una volta finiremo per rinunciare, prima ancora che per il costo del viaggio o la lunghezza del volo, sarà a causa della minacciosa fauna australiana.

    Chi di voi c'è stato ci può dire quale serio rischio di avere a che fare con serpenti (i più velenosi del mondo), ragni (la tarantola di Sidney e il Redback, ad esempio...) e cubomeduse avremo nel corso di un viaggio che non consisterà in nulla di più che nelle normali escurioni di turisti medio-evoluti? Faccio qualche esempio: faremo passeggiate con i ranger nel Kakadu, soggiorneremo nella foresta pluviale a Cape Tribulation, pernotteremo nei motel a Uluru e potremo benissimo NON fare il bagno (in luglio e agosto) nella barriera corallina, e MAI cose particolarmente avventurose nel bush, che ci è bastato il serpente a sonagli incontrato nello Zion appena ci siamo azzardati ad una escursioncina fuori degli itinerari più battuti.

    Grazie.

  2. Tama
    , 28/1/2007 13:18
    ciao io sono stata in Australia nel 2000 per due mesi, proprio a Sydney e di animali particolarmente strani o velenosi non ne ho trovati.
    Se vuoi un consiglio vai perchè l'Australia è favolosa, ogni angolo ti da un'emozione diversa. Ti rimane nel cuore.
    .. infatti ci tornerò penso l'anno prossimo..
    ciao
  3. silvana78
    , 28/1/2007 09:55
    Sono stata 1 anno in australia girando senza nessun itinerario prestabilito e vivendo da backpacker e anche se ho incontrato parecchi "pericoli" sono viva e vegeta e senza nessun danno tranne quello al mio cuore lasciato in quella terra bellissima.L'australia è meravigliosa!!Gli australiani tengono molto ai loro turisti perciò ti daranno tutte le inforazioni necessarie per non correre pericoli e una cosa sanno fare veramente bene, SCRIVERE I CARTELLI!!!ce ne sono ovunque ci sia un pericolo.sono stata con due amici in giro per il deserto con un furgoncino comprato li e poi rivenduto (è veramente facile fare questo e alla fine riesci a rivendere il tutto allo stesso costo), ho dormito a volte negli ostelli ma la maggior parte del tempo nel furgoncino.Ho avuto incontri ravvicinati con ragni spaventosi e serpenti gigentesci ma tutto ciò che è grosso non è pericoloso, a differenza delle creature marine (squali, coccodrilli, meduse...).Per i voli a volte ci sono delle compagnie che fanno delle offerte favolose come la THai, io ho pagato il mio biglietto 860,00.lo stesso prezzo di quello per il brasile, e sono partita a giugno (inizia l'inverno ma è il periodo migliore per stare al nord).il Kakadu è fantastico la barriera corallina meravigliosa e tutte le isole piccole o grandi compressa la tasmania!Non rinunciare la tuo sogno!ciao
  4. ERY ERY
    , 24/1/2007 10:08
    Io credo che mi convenga andarci in un mese che nn sia agosto (gli aerei son carissimi!!!), quindi magari per quest'anno niente (anche se mi mangio le mani...è una vita che sogno l'Australia..)!
    Adesso mi resta da trovare un posto che mi attragga in egual misura ma che mi costi un pò meno...impresa difficile...
  5. Palambo
    , 23/1/2007 20:47
    Io ho fatto un'esperienza analoga, ma per spendere poco ti conviene arrangiarti su internet a trovare il volo e il camper ( che è la soluzione migliore). L'australia costa poco meno dell'italia per cui per mangiare, dormire e spostarsi io ho speso circa 75 euro al giorno a testa (escluso quindi aereo e noleggi)
  6. ERY ERY
    , 23/1/2007 17:12
    Ciao a tutti!
    Qualcuno di voi sa dirmi se esiste un tour operator specializzato per vacanze in Australia da poter contattare?
    Vorrei andarci in Agosto e possibilmente fare un tour indipendente con camper...
    Qualcuno ha fatto un'esperienza simile?
    Sapreste dirmi una cifra indicativa di spesa?

    Grazie e ciao!
  7. Guida_Tanzania
    , 22/1/2007 09:59
    Sillustani:

    Mi sembra un pelino ironica la tua frase ma, forse, è solo impressione mia giusto?

    Giusto per dovere di cronaca... la lonely... è americana... adesso facciamo un piccolo ragionamento.

    Gli americani vanno dagli avvocati anche per fare la spesa.
    Le aziende americane lo sanna
    Le aziende americane hanno uno sterminio di avvocati
    I consumatori americani fanno causa se su una bottiglia di acqua non c'è scritto può farti scappare di andare in bagno
    Le aziende americane fanno prima a scrivere che la bottiglia di acqua è pericolosa e che prima di bere devi aprire il tappo e che non è consigliabile mangiarlo dopo averlo tolto.

    Tutto questo per dirti... la lonely fa terrorismo anche se prendi una guida italiana. Lo fa per tutelarsi e, a mio avviso, fa bene.

    Prova a prendere un'altra guida, ti consiglio la Rough che , pur essendo mezza americana, è ancora molto British.

    Guarda le differenze e vedrai che il capitolo pericoli e contrattempi è dimezzato...

    Non voglio essere facilone... o sprovveduto... ma penso di avere girato un pochino e questo è il mio piccolo e sindacabilissimo giudizio.

    E mi sembra di non essere l'unico a pensarla così...

    Ciao e buon viaggio!

    Vedrai che il tuo bambino si divertirà da matti!
  8. pankarita
    , 21/1/2007 13:02
    Ciao Sillustani

    Io in Australia ci vivo e posso dirti di venire tranquillamente! Basta semplicemente prestare un po' di normale attenzione durante le camminate nel bush o nella foresta pluviale... ma nulla di più. Per le meduse non devi preoccuparti perchè ad agosto nemmeno ci sono. Per il fatto di venire con un bimbo di 8 anni... che dire? Valgono le stesse regole... solo un po' d'attenzione. Qui ci sono migliaia di bambini (media per coppia 3) e, anche nel bush, vanno in giro tranquilli. La fauna australiana in fondo non è poi tanto più pericolosa di quella di altri Paesi... non fatevi scoraggiare e vedrete che, con molta probabilità, non vedrete nemmeno un animale pericoloso in libertà!
  9. Turista Anonimo
    , 21/1/2007 10:35
    Per Guida-Tanzania: Che vita intensa, la tua!!! Anch'io, sai, nel mio piccolo ho messo un piede su un serpente a sonagli e sono ancora qui a raccontarla. Però vedi, viaggerò con un bambino di otto anni, e sulla fauna australiana la Lonely Planet fa un po' di terrorismo...
  10. wdriva
    , 20/1/2007 23:35
    non temete la fauna australiana è solo un ostacolo che la vs mente ha partorito...una paura facilmente superabile!L'Australia è lontana e forse si è così idealizzata da distorcene un pochino il realismo!Anche per noi è stato così poi siamo partiti ..Spaziosa e diversa e accogliente ...l'Australia è così!Non perdetene la visione solo per paura di insetti che francamente noi proprio non abbiamo incontrato e mai abbiamo fatto escursioni guidate ad eccezione di una gita in barca sulla barriera corallina!!!
  11. Palambo
    , 20/1/2007 14:15
    Non ti preoccupare, io sono stato in viaggio di nozze ad agosto 2005 e devo dire che non ho avuto alcun problema. Noi abbiamo attraversato tutto l'outback in camper fino al kakadu, dormendo nei campeggi, siamo stati a cape tribulation e cook town, abbiamo girato il kakadu facendo trekking da soli e siamo stati alla barriera corallina. Di serpenti ne ho visto solo uno sull'albero, di coccodrilli tantissimi, basta stare attenti a non avvicinarsi troppo alle rive dei fiumi, e le meduse ad agosto non ci sono. Non pernsarci due volte, il viaggio è stupendo e gli australiani unici ed è molto facile e sicuro da girare. Se vuoi informazioni scrivimi pure. Ciao
  12. Guida_Tanzania
    , 19/1/2007 18:03
    Io non sono esperto... ma...

    Ho banchettato con i leoni a venti metri

    Ho evitato di qualche metro penso tutti i serpenti più mortali, mamba, vipera del gabon, e via dicendo

    Ho fatto immersioni con gli squali

    Ho dormito in una foresta su un amaca per quattro notti dove si aggiravano felini di vario genere e i ragni erano praticament maiali...

    Beh... sono ancora vivo...

    Non preoccuparti... la parte più difficile saranno i due giorni di spostamenti... se no anche andare sugli appenini è pericoloso... ci sono i lupi... e sotto la sicilia è zona di riproduzione dell squalo bianco (o era l'adriatico?) a penare così uno si chiude in casa... rischi sicuramente ce ne sono... ma penso sia più elevato un rischio di incidente in auto che morire per un morso di un ragno in australia mentre si fa un escursione "non avvenurosa" come te la definisci...

    ciao e divertiti!
  13. Turista Anonimo
    , 18/1/2007 18:42
    La prossima estate proveremo di nuovo ad andare in Australia e già so che, se ancora una volta finiremo per rinunciare, prima ancora che per il costo del viaggio o la lunghezza del volo, sarà a causa della minacciosa fauna australiana.
    Chi di voi c'è stato ci può dire quale serio rischio di avere a che fare con serpenti (i più velenosi del mondo), ragni (la tarantola di Sidney e il Redback, ad esempio...) e cubomeduse avremo nel corso di un viaggio che non consisterà in nulla di più che nelle normali escurioni di turisti medio-evoluti? Faccio qualche esempio: faremo passeggiate con i ranger nel Kakadu, soggiorneremo nella foresta pluviale a Cape Tribulation, pernotteremo nei motel a Uluru e potremo benissimo NON fare il bagno (in luglio e agosto) nella barriera corallina, e MAI cose particolarmente avventurose nel bush, che ci è bastato il serpente a sonagli incontrato nello Zion appena ci siamo azzardati ad una escursioncina fuori degli itinerari più battuti.
    Grazie.