1. Abbonarsi alla Rai, perchè farlo?

    di , il 16/2/2001 00:00

    Non capisco perchè obbligare. La televisone di stato è un diritto o un servizio?

    Se ho il diritto di avere un servizio di stato non pago.

    Se ho il dovere di pagare non voglio il servizio di stato.

    Se pago per un servizio non voglio pubblicità.

    Se Mediaset fa servizio mi sta bene, non la pago.

    Se la RAI fa servizio non la chiedo perchè devo pagarla?

    In quanti paesi Europei si paga il canone?

  2. Liliana Minghè
    , 28/2/2001 00:00
    Sarà anche vero che paghiamo il canone europeo più basso, ma Zaccaria si è dimenticato di dire che i salari sono molto più alti che da noi (almeno per quanto riguarda il centro Europa).

    Cari saluti a tutti.

    Liliana
  3. Lara S.
    , 27/2/2001 00:00
    Stavo gurdando un orribile Festival di Sanremo,e la risposta alla domanda di Mauro non può che essere:NO!
    Io sono di Torino e al concerto fatto lo scorso venerdì per la tre giorni del volontariato è intervenuto Zaccaria.Lui diceva che noi paghiamo meno di tutti i paesi europei.Sarà..però per es.in Germania il biglietto del treno è piu'caro del nostro,ma io facendo inter-rail ho potuto constatare che le ferrovie tedesche sono eccezionali:puntuali,personale sempre presente,treni puliti...Paghiamo meno ma il servizio fa schifo.
    Un mio amico mi ha fatto notare una cosa molto interessante:se la televisione è pubblica non deve occuparsi dei dati di ascolto ma solo della qualità e di accontentare il piu'possibile tutti i gusti e le età.
    Facendo zepping,sta sera su Raiuno ho beccato:due spazi pubblicitari e due messaggi promozionali..mi pare esagerato!
    Lo sapevate(credo proprio di si)che dopo che un avvocato ha fatto causa per il canone alla Rai(era disposto all'oscuramento)ora noi paghiamo non perchè vediamo la Rai ma perchè abbiamo un televisore!ASSURDO!
    Syusy,Patrizio..fate una televisione indipendente!
  4. Lara S.
    , 27/2/2001 00:00
    Stavo gurdando un orribile Festival di Sanremo,e la risposta alla domanda di Mauro non può che essere:NO!
    Io sono di Torino e al concerto fatto lo scorso venerdì per la tre giorni del volontariato è intervenuto Zaccaria.Lui diceva che noi paghiamo meno di tutti i paesi europei.Sarà..però per es.in Germania il biglietto del treno è piu'caro del nostro,ma io facendo inter-rail ho potuto constatare che le ferrovie tedesche sono eccezionali:puntuali,personale sempre presente,treni puliti...Paghiamo meno ma il servizio fa schifo.
    Un mio amico mi ha fatto notare una cosa molto interessante:se la televisione è pubblica non deve occuparsi dei dati di ascolto ma solo della qualità e di accontentare il piu'possibile tutti i gusti e le età.
    Facendo zepping,sta sera su Raiuno ho beccato:due spazi pubblicitari e due messaggi promozionali..mi pare esagerato!
    Lo sapevate(credo proprio di si)che dopo che un avvocato ha fatto causa per il canone alla Rai(era disposto all'oscuramento)ora noi paghiamo non perchè vediamo la Rai ma perchè abbiamo un televisore!ASSURDO!
    Syusy,Patrizio..fate una televisione indipendente!
  5. Massimiliano Francardi
    , 24/2/2001 00:00
    Credo che abbia proprio ragione pao, meglio un bel libro o un gran bel cd o uscire con gli amici per una pizza o un bel blues dal vivo. E TPC nel videoregistratore (appena escono le cassette, sigh!!) alla faccia della rai e della fininvest!!
    Salvaguardiamo il nostro prezioso cervello!!!!
  6. Liliana Minghè
    , 23/2/2001 00:00
    Rispondo a Mauro C.
    Una mia amica scozzese mi ha detto che in Scozia si paga - e costa tanto - molto di più di quello italiano!
    Si paga anche in Inghilterra e in Svizzera.

    In Germania ho fatto una piccola ricerca su internet. Il sito di una TV tedesca (WDR) dice che si pagano al giorno 1,40 DM per radio e TV. Al mese si paga DM 31.58, indipendentemente dal fatto se si ha solo la TV oppure la Radio + la TV. Se si possiede solo la radio si pagano DM 10.40 al mese.
    Nello stesso sito ho trovato addirittura che nel 1997, avendo questa emittente guadagnato oltre 1 miliardo di marchi, la corte d’appello di Augsburg ha deciso di fare risarcire ad ogni richiedente, la somma di DM 9.59 per ogni quadrimestre !!!

    Questo la dice lunga e mi chiedo: sarebbe possibile una cosa del genere anche da noi ?
  7. Alessandro Ravaglia
    , 23/2/2001 00:00
    Rispondo a quel c.. di Edoardo M. : se la rai mi fa pagare il canone io posso essere anche daccordo ma allora non mi metti ben due interruzioni pubblicitarie in un film come fa da un po' di tempo a questa parte. Se metti la pubblicità allora puoi campare anche senza il canone come fanno mediaset e tmc! E prima di fare lo spiritoso pensaci la prox volta!
  8. Mauro Contigiani
    , 22/2/2001 00:00
    La mia interrogazione, vedo che più o meno divide a metà i prò e i contro, ma io ancora non capisco se sia giusto o no pagare.
    Devo dire che sono più per il no perchè la mia esperienza fatta in spagna mi fa dire che li funziona bene anche senza pagare il canon, quindi la mia domanda è, in quanti paesi Europei si paga il canon?

    Io so per certo che in Spagna non si paga.
    In Svezia so che si paga, ma non trasmette pubblicità, (confermatemi se è vero).

    Ciao a tutti!
  9. Paolo Gioffre'
    , 22/2/2001 00:00
    E' giusto pagare il canone?
    Bisogna farlo perchè lo impone una legge.
    E' giusta la legge?
    Mah, me lo sono chiesto spesso.
    Se penso a Sanremo, a quiz show, a Bruno Vespa ecc. ecc. mi viene voglia di strappare il bollettino postale di pagamento.
    Però penso che, comunque, la RAI, anche se purtroppo fa anche lei le sue vergognose porcherie, talvolta qualche programmino carino, intelligente, provocatorio, non esclusivamente votato all'audience, lo tira fuori.
    (ad es. Reporter)
    Inoltre la qualità audio, video e di segnale è generalmente migliore.
    E, comunque, anche i varietà (che io, personalmente, non posso soffrire), mi paiono di un livello (almeno coreografico) diverso.
    Tutto ciò giustifica le 179.000 lire del Canone?
    Non lo so proprio.
    Però se tutta la TV fosse come quella Fininvest io non riuscirei a guardare che i film. Tutti gli altri programmi (sceneggiati, sit com, varietà, talk show, ecc ecc. li trovo repellenti) salvo solo striscia.
    Forse, in fondo, sarebbe meglio... un buon libro e della buona musica sono più educativi
  10. Alfredo Diolosà
    , 22/2/2001 00:00
    ....io penso che la tv si stia indirizzando verso la paytv nel senso che prima o poi pagheremo solo quello che realmente vogliamo vedere e questo mi sembra giusto canali tematici per tutti e non tv generalizzata...prego perciò TPC di attrezzarsi in tal senso poichè della RAI guardo solo loro e ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO ...e se mi chiedono il canone preferisco farmi tagliare il segnale tv ....E IO NON PAGO!!!!!!!!!!
  11. Antonella Sangalli
    , 22/2/2001 00:00
    Io il canone RAI lo pago da poco e malvolentieri,
    e il perchè è presto detto: se do il mio contributo
    economico a una qualche associazione,
    organizzazione, o altro, credo di avere anche
    il diritto di
    dire la mia su come questi soldi vengono poi
    utilizzati. E per esempio niente raffaelle, sanremi,
    qizzzzzz distribuisci milioni (i miei e i vostri soldini),
    programmi con persone anonime che ti raccontano
    i cazzi loro (che sono ancora più anonimi dei cazzi
    tuoi), telegiornali burletta, servili e piatti. Poter
    contribuire a disegnare un palinsesto (dopo che
    si è contribuito al suo budget) corrisponderebbe
    a una gestione democratica e trasparente, ma
    pare proprio che la
    RAI tutto sia fuor che trasparente, e se pensate
    che il grande fratello sia un'allucinazione orweliana,
    provate a disdire un abbonamento, e vedrete che
    razza di INFORMAZIONI RISERVATE la RAI pretende
    da voi in barba a qualsiasi legge sulla privacy!!!
  12. Liliana Minghè
    , 21/2/2001 00:00
    Poco tempo fa mi è successa una cosa strana. Ho ricevuto dalla URAR l'invito perentorio a versare il canone RAI (con effetto retroattivo). Nessuna frase del tipo "se Lei è già ns. abbonato ci scusi il disturbo......".
    Premetto che in casa mia stiamo già pagando un canone intestato a mio marito, regolarmente pagato da quando abbiamo il televisore. Inoltre, non ho acquistato altri televisori.
    Non capisco da dove la URAR prenda quelle liste di nominativi "nuovi", alla faccia della privacy!!!
    Mi convinco sempre più che sono poco seri.

    Qualcuno di voi ha avuto la stessa mia esperienza ? Mi interesserebbe saperlo.

    A questo punto me la sento di dire "vada per le tivù private nonostante ore e ore di pubblicità" !!

    Ciao a tutti.
  13. Riccardo Di ciommo
    , 20/2/2001 00:00
    Sentendo una intervista tra un DJ di una radio locale e una signorina del centralino della RAI sevizio pagamento canone radiotelevisivo(almeno credo visto che non ho sentito l'inizio di questa "intervista") sono venuto a sapere, e poi in fondo non ne sono nemmeno troppo stupito, che il canone RAI non è in realtà un rinnovo di un abbonamento, ma in realtà, come il bollo dell'auto, una tassa di possesso. In pratica tu compri il televisore e visto che una volta che hai pagato il bene è di tua proprietà, lo stato crede giusto dover applicare una tassa di possesso, chiamandola canone televisivo, ma in realtà si tratta di un furto legalizzato.
    Se non hai più intenzione di pagare il canone, esce la guardia di finanza e ti impacchetta in sacchi di juta il tuo televisore, piombando il sacco, impedendoti di poter utilizzare il televisore.
    Ora se il televisore è mio perchè lo ho pagato, se me lo piombano nel sacco di juta non sarebbe giusto ridarmi almeno indietro i soldi?
  14. Massimiliano Francardi
    , 20/2/2001 00:00
    Io sto pregando perchè qualcuno in mediaset si decida a comprare TPC. Ci saranno anche più pubblicità e altri (molti) programmi idioti, ma almeno è gratis, e sicuramente TPC sarebbe "commercializzato" con l'importanza che merita (non so se vi ricordate a che ora veniva trasmesso TPC quando ancora giravano solo per l'Italia). E comunque quelli dell'URAR abbiano la faccia di chiamarla tassa e non canone.
  15. Edoardo Marinelli
    , 20/2/2001 00:00
    Va bene, allora non pagatelo...finchè siete in due io ce la faccio a pagarlo al posto vostro...
  16. Luca Brozzi
    , 20/2/2001 00:00
    Credo sia giusta la tua affermazione....della Rai vedo solo tpc e i miei neanche quello, credo sia giusto pagare un canone se vuoi un servizio, se non lo vuoi o non ne vuoi usufruire sono soldi buttati.In un anno saranno anche pochi, ma moltiplichiamoli per tutti gli italiani che lo pagano allora....