1. CONTANTE O CARTA?

    di , il 2/2/2004 00:00

    Quando siete all'estero quale modalità di pagamento preferite? Cash or Credit Card?

    Che ne pensate del traveller check?

    Credete che l'ultima invenzione delle Poste Italiane (Postepay) sia un buon strumento da portare fuori dai confini del nostro paese?

  2. liciajacek
    , 25/3/2004 00:00
    Con ordine:
    a) dipende dove vai : in che paese, in Europa o nel resto del mondo ( in Birmania non accettano che contanti), dove pensi di passare levacanze ( autogestite? prepagate? grandi hotel o guest house?) che tipo di viaggio fai: itinerante? stanziale?per quanto tempo 15 giorni o 6 mesi ?

    b) io comunque prima leggo le guide o cerco su internet per sapere: se ci sono difficoltà a ritirare nelle atm, quant'è la commissione che applicano sugli anticipi contanti in banca, qual'è la commissione che applicano per pagamenti con carta di credito,

    c) se è favorevole il cambio dell'Euro o se conviene portare $ ( ci sono ancora paesi dove il dollaro è cambiato pari all'Euro o meno : vedi Tanzania)
    c) tendenzialmente se sto via poco, non ci sono difficoltà a ritirare con la carta e non ci sono particolari commissioni e sono autogestita mi porto circa 500 euro in contanti e la carta di credito ( o Mastercard o cirrus se accettato).

    d) se sto via molto mi porto anche 100 Euro in TC. Costano di più, ma se mi rubano i soldi almeno su quelli ho l'assicurazione immediata.

    e) dipende inoltre se il paese da visitare sia o meno relativamente sicuro . O meglio la possibile incidenza di furti. Se si fa un viaggio itinerante il rischio grosso è nei trasferimenti.

    Mi porto anche i numero di telefono o l'e-mail di un parente gentile che in caso di furto i faccia avere entro qualche ora su e-mail un po' di contante.

    Basarsi solo sulla carta di credito ha infatti un rischio: se te la rubano o te la mangia la ATM ceh fai? Se non hai la carta oro non te la possono sostituire.
  3. Katia Katia
    , 23/2/2004 00:00
    Io normalmente preferisco carta di credito, ma vorrei riferire (se può essere utile a qualcuno) di un problema che mi si è presentato negli ultimi viaggi, prima in Egitto poi alle Canarie: tutto ok nei negozi, ristoranti, autonoleggi ecc (anzi, da quando c'è l'euro è una soddisfazione il fatto che viene considerato al pari del dollaro e quindi accettato bene anche fuori Europa!), ma quando è stata l'ora di pagare gli extra in hotel... fatalità la carta non funzionava regolarmente! Prova e riprova... non funziona, non c'è il collegamento, è smagnetizzata... e (e qui mi sono anche un po' spaventata) l'ultima di qualche giorno fa alle Canarie: la carta è inutilizzabile in quanto "mi dicono dalla banca che proprio qualche ora fa è stato eseguito un pagamento di circa 1000 euro (cosa non vera) e quindi per 48 ore la carta è inutilizzabile". Ma vi rendete conto?!?!? Mi hanno fatto credere di aver subito un furto! Mi sono prima spaventata e poi arrabbiata, e, dopo decine di tentativi a vuoto, al mio ultimatum: "O prendete la carta o vi devo fare un bonifico dall'Italia al mio rientro" ECCO che (magia!) la carta si è sbloccata... Ho poi saputo che spesso gli esercizi commerciali "strisciano" la carta al contrario proprio per mostrare che non funziona, così convincono il cliente a pagare in contanti, cosa preferibile (x loro) così non devono pagare commissioni...
    Comunque io, nel dubbio, ho bloccato la carta. Poi ho appurato che non era assolutamente vero del furto (potevo arrivarci anche prima da sola, ma mi sono un po' "impanicata"). Risultato: ora ho la carta inutilizzabile, dovrò rifarne un'altra e sborsare di conseguenza sicuramente parecchie decine di euro... A proposito: qualcuno sa se e con chi mi posso rivalere di questa carognata che mi ha giocato il tipo dell'albergo?
    Spero che quello che mi è capitato possa servire ad altri a non cadere nella stessa trappola, che so capita molto di frequente....
    Ciao a tutti!
  4. Turista Anonimo
    , 9/2/2004 00:00
    Ricordate che in Papua vogliono il contanti, cioè conchiglie......
  5. Turista Anonimo
    , 5/2/2004 00:00
    prima dell'Euro: traveller cheques e carta di credito
    dopo l'Euro, in Europa: cash o carta di credito
    nel mondo: carta di credito/bancomat (per pagare e prelevare) e qualche contante per iniziare
    comunque ci hanno accettato gli euro anche alle Seychelles.
    e caso strano: in Germania in Baviera quasi nessun posto prendeva la carta di credito! abbiamo dovuto pagare cash quasi tutto al di fuori delle grandi città, cioè quasi sempre! :)
    da sapere.....
  6. Turista Anonimo
    , 5/2/2004 00:00
    Opto sempre ( se è possibile ) per la carta di credito, dà più sicurezza e la gestisci meglio ( almeno per me è così ). Comunque vale sempre il discorso di dove sei.....
  7. Turista Anonimo
    , 4/2/2004 00:00
    dipende...da dove ti trovi: in svizzera la carta di credito ed il bancomat e qualche contante. In Perù carta di credito , poco contante e traveller's cheque, in Madagascar solo traveller's cheques per poi cambiarli tutti nell'unica banca che te li cambia e che ti rifila uno zaino di banconote di grosso taglio(4 euro circa)che nessun malgascio ti cambierà mai....
  8. Turista Anonimo
    , 4/2/2004 00:00
    Pochi contanti, e poi bancomat per prelevare e carta di creito...attenti perchè la carta electron non è sempre accettata anche per fare acquisti on line (biglietti aerei).

    Sara
  9. Turista Anonimo
    , 3/2/2004 00:00
    Carta di credito e bancomat. Megli entrambe le cose (non si sa mai, se ne perdi uno...). Porta poco contante e pensa che, in ogni caso, se ti serve lo puoi prelevare col bancomat o con la stessa carta di credito (ma paghi il 4% di commissione).
  10. Turista Anonimo
    , 3/2/2004 00:00
    A proposito della postepay. Ieri sono stato nell'agenzia di viaggi di fiducia e ho acquistato un biglietto aereo. Intendevo comprarlo con la Carta Postepay circuito Visa Electron, invece ho dovuto comprarlo con una carta di credito un po' più <<seria>>.
    Porto sempre con me contanti e carta. Nel prossimo viaggio (Corea del Sud e Giappone) mi porterò dietro anche la Carta Postepay, sperando che mi facciano prelevare del denaro da ATM consigliati dal sito web della Visa. Altrimenti...Amen!
  11. Rocco P.
    , 3/2/2004 00:00
    Io dico entrambi.
    Ho recentemente fatto la "Poste pay" e finora (anche se qui in Italia) è veramente una svolta, ma l'ho consigliata anche a mio fratello che domani va nel mio messico per tre mesi. A questo proposito però vi dico informatevi: io in guatemala per una scadente carta di credito ho rischiato la vita, salvata solo dalla squisitezza di due ragazzi svedesi...
    (se vi interessa "turisti per sbaglio", sezione messico).

    Comunque l'importante per i soldi è averli in qualsiasi forma essi siano! ;-)
  12. anna_mrcs
    , 3/2/2004 00:00
    La carta di credito.. tutto dove la prendono gliela rifiliamo.
    Solitamente partiamo con qualche Euro, la carta di credito e il bancomat.
    Il contante lo preleviamo, se serve, direttamente con il bancomat, così evitamo le commissioni sull'acquistio del denaro, etc. che pagheresti in Italia a cambiare la valuta.
    E poi.. non sermpre la valuta del paese in cui vai si trova.
  13. Turista Anonimo
    , 3/2/2004 00:00
    carta di credito, contante il minimo indispensabile.
  14. Davide Filippini
    , 2/2/2004 00:00
    Quando siete all'estero quale modalità di pagamento preferite? Cash or Credit Card?
    Che ne pensate del traveller check?
    Credete che l'ultima invenzione delle Poste Italiane (Postepay) sia un buon strumento da portare fuori dai confini del nostro paese?