1. Caracol

    di , il 8/11/2003 00:00

    Salve a tutti!

    Sono stata per la seconda volta in Chiapas questa estate con Mani Tese di Lucca.

    Abbiamo assistito alla gran festa per la nascita delle Giunte di Buon Governo zapatiste, amministrazione regionale ribelle e autonoma degli Indigeni sui propri territori.

    Mi piacerebbe che si discutesse anche di questo dentro il Forum: in novembre ricorrono i 20 anni di lotta dell'EZLN e l'1 Gennaio 2004 saranno 10 anni dalla insurrezione. Tali annivesari oltre ai recenti fatti dell'Omc (WTO) a Cancùn rendono speciale questo momento.

    Mi rendo conto che forse non è un argomento opportuno per un sito un po' più "vacanziero" che politico, ma l'esperienza che ho vissuto merita di essere condivisa.

    Un grande abbraccio a tutti i viaggiatori , ai curiosi e ai valicatori di confini!

    Margherita Alessandro

  2. Sandro Scetta
    , 28/2/2004 00:00
    Virginia, sono Italiano e sono completamente d'accordo con te.Il messico è un paese meraviglioso. vivo a Cancun da 9 mesi e amo il popolo Messicano, la mia Ragazza è messicana del D.f.
    Asi que no escuchar los pendejos que hablan mal de tu pais,
    Arriba Mexico!!!
  3. Turista Anonimo
    , 18/2/2004 00:00
    veramente prendo le tue parole come molto inoccenti perche se non sarebbero veramente bruttine....ma sai che i messicani si prendono veramente en serio la sua politica??? ma cosa credi che sono?(siamo meglio detto)...io vorrei che gli stranieri come quelli che tu dici (i vicini) fossero piu nei suoi propi posti e ci lasciarano in pace, come altri che solo vanno per farsi la vita di zapatista per un giorno e dire sono stato li....ma guarda che messico ha una republica piu vecchia che quella vostra,allora non venire a dire che non sanno prenderse sul serio...soltanto che messico e 9 volte piu grande che la Italia e per quello uno di monterrey prende piu in capire lo che pasa a veracruz e viceversa...ma nemeno qui con tutto e il primermondismo lo fate...perche al nord non mi sembra que si prendano molto sul serio el sistemare i problemi del sud.... o si???
    scusate se mi sentite un po sulle mie, ma non mi piaciono i comenti critici quando non sono fondati in fatti coherenti.
  4. Margherita Alessandro
    , 11/2/2004 00:00
    I miei amici mi informano che la situazione politica peggiora. Con una prossima e-mail saprò di più.

    Per ora ho saputo che la Croce Rossa nazionale si è ritirata da una zona piena di profughi, lasciandoli in emergenza sanitaria e alimentare, pur non essendosi verificati di recente scontri o atti che potessero giustificare il ritiro.

    Si è inasprita la situazione nella riserva della biosfera dei Montes Azules, ma devo ancora leggere bene.

    Mi avvisano che si tratta di emergenze, quindi esorto chiunque legga a informarsi e a diffondere notizie!

    Ad esempio mi par che Indymedia ne tratti. Ci sono cominucati di organizzazioni coinvolte: Ciepac, Compitch, Fray Bartolomé de las casas.

    margherita
  5. Margherita Alessandro
    , 26/12/2003 00:00
    Buone feste a tutti!

    Buon anno nuovo!

    Margherita
  6. Marco Gianeletti
    , 14/12/2003 00:00
    ...o forse questi esperimenti rallenteranno il completamento del passaggio ad una democrazia compiuta,chissa', anch'io faccio il tifo per la tua prima ipotesi,quella che tutti i messicani finalmente si mettano in testa che la Politica e' cosa loro,di tutti,e' il momento giusto
    Ci sara' da aspettare ancora un po,almeno finche' un abitante di Monterrey si interessera' di cio' che succede a Veracruz,ovvero l'instaurarsi di cio' che si dice "coscienza sociale" (che paroloni) ma ci arriveremo.
    Certo che se il "malo vecino del norte" non remasse contro....

    Ciao
    Marco G

    p.s. ora ho capito, baccagliare = sbecare :-)
  7. Margherita Alessandro
    , 11/12/2003 00:00
    Ho una buona notizia.
    Amici dal Messico mi riferiscono che i municipi legali cominciano a riconoscere alcune decisioni dei municipi ribelli, considerate giuste; ad esempio un municipio ha riconosciuto ad un cittadino la licenza di tagliare della legna, concessa dalle autorità autonome. Si tratta ancora di piccole cose, però mi sembrano un bel segno di civiltà e razionalità dell'amministrazione.

    Naturalmente la situazione è ben lungi dalla pacificazione!

    Caro Marco, "baccagliare" significa in romanesco "fare chiasso"; volevo dire che i turisti hanno festeggiato in piazza urlando e cantando.

    Credo che il distacco tra il paese reale e quello legale sia insanabile a breve termine. Probabilmente questa fase di "ufficiale incostituzionalità" è un passo obbligato ;forse questi esperimenti di autonomia "legittima ma illegale" contribuiranno alla riappropriazione della politica da parte di tutti i messicani.

    Margherita
  8. Marco Gianeletti
    , 30/11/2003 00:00
    Un ultimo rapido intervento (vado anch'io di fretta)
    Mi era sfuggito il tuo secondo messaggio.
    La riforma di cui parli, e' stata notevolmente modificata (annacquata dicono in Messico) dal Congresso al momento del voto per convenienze politiche (Fox non ha una maggioranza al Congresso, di volta in volta si deve appoggiare ad esponenti dell'opposizione)
    E' un punto importante perche' lascia intravedere la volonta' del Presidente contrastata dal Congresso.
    Senz'altro riprenderemo il discorso

    Ciao
    Marco G
  9. Turista Anonimo
    , 30/11/2003 00:00
    Pero' rimane il fatto che le Giunte di Buon Governo sono anticostituzionali e questo a lungo andare potrebbe essere controproducente, potrebbe essere un motivo di "chiusura" da parte del Congresso,che gia' ascolta poco le proposte di Fox che,ricordo, anche nell'ultimo "informe de gobierno"
    di fine agosto scorso ha ribadito che non potra' esserci un pieno sviluppo del Messico senza aver trovato soluzione alla cosidetta "situazione indigena". Lo va ripetendo da tre anni e credo che possa trovare questa soluzione,sempre che riesca a concentrare una maggioranza di Partito senza dover dipendere da esponenti di Partiti che dovrebbero stare all'opposizione,primo fra tutti il PRI, massimo artefice dei vari disastri occorsi al Messico,nei suoi 70 e passa anni di governo ininterrotto.

    Ciao
    Marco G

    p.s. cosa vuol dire "i turisti hanno baccagliato... " ?
  10. Margherita Alessandro
    , 30/11/2003 00:00
    Caro Marco, Fox fa una politica di conciliazione costituzionale così come gli asini volano! Mi spiego in quattro punti principali.

    Secondo Mercedes Asuna, Navarro e Barraza, Fox è ben lungi dal fare riforme democratiche per la conciliazione in Chiapas.

    Saprai già (da come scrivi mi sembra che tu abbia una discreta conoscenza delle fonti ufficiali messicane) che dopo la Marcia del Colore della Terra , i tre Poteri hanno chiuso tutte le vie di dialogo con gli Zapatisti.
    1) Il Congresso ha votato la Ley de Reforma Constitucional, che riduce quei pochi diritti che gli indigeni avevano: gli indigeni diventano "oggetto di interesse pubblico ", il che significa che il loro formale diritto sulle proprie risorse naturali può essere esercitato solo dagli istituti governativi; questi ultimi nella storia recente hanno sempre teso a favorire gli interessi di privati stranieri sulle risorse naturali.
    2)La Corte Costituzionale ha rigettato i ricorsi (più di 300, avanzati da organizzazioni di studio sui diritti civili) contro la riforma, motivando di non essere l'organo competente per giudicare la legittimità delle modifiche costituzionali.
    3) Il Governo lascia il Chiapas militarizzato e sposta le truppe così da accerchiare diverse comunità. Fox ha appoggiato questa Riforma.
    4) Il Governo finanzia ong, che diventano quindi o. paragovernative, in progetti che dividono le comunità povere invece che emanciparle dalla povertà. Spinge una etnia da sempre privilegiata (I Lacandoni ) contro le altre e sfrutta il WWF-Messico per sottrarre territori agli indigeni con accuse false e tendenziose di deforestazione.

    Possiamo discutrne in modo più documentato e preciso con te e con chiunque altro voglia.

    Mi fermo qui per mancanza di tempo.

    Alla prossima (spero) !

    Margherita
  11. Margherita Alessandro
    , 27/11/2003 00:00
    Perdonate l'assenza!

    L'Esercito zapatista è la forza armata più "nonviolenta" che ci sia; basta sapere che i Beati i Costruttori di Pace li appoggiano senza riserve!

    E' giusto non giudicare con superficialità le culture diverse e le azioni armate. Io parlo per esperienza diretta e lunga analisi.

    Il fulcro dei cambiamenti chiapanechi di quest'anno sta proprio nel fatto che , con la nascita delle Giunte di Buon Governo, l'ez si mette in secondo piano.
    All'inizio della rivolta lo scontro era militare e guerreggiato; oggi la forza sociale zapatista è tanta e tale che lo scontro è civile e politico. L'esercito zapatista è la forza armata di difesa dei Municipi Autonomi , questi sì democraticamente eletti.

    Attualmente le autorità messicane locali non lo sono , giacché furono votate solo dal 40% dei cittadini! La avanguardia intellettuale nazionale, Ramon Vera Luìs Navarro Miguel Alvarez Onesimo di Ciepac etc, sono concordi nel considerare gli indigeni zapatisti , armati per necessità e per simbolo, la guida etica dei movimenti sociali nazionali e internazionali.

    Il 17 novembre le comunità indigene sono rimeste chiuse agli stranieri per festeggiare la nascita dell'esercito ribelle. A San Cristòbal i turisti hanno baccagliato con poco stile...

    Probabilmente la celebrazione più aperta e clamorosa sarà per capodanno.

    Spero di leggervi ancora!

    Margherita
  12. Marco Gianeletti
    , 16/11/2003 00:00
    Vado a memoria,a Zinacantan durante la ripresa del municipio, alla testa del gruppo si presentarono due "encapuchados" armati.
    Ora,per le modalita' ed il "travestimento" e' convinzione comune (oltreche' accusa delle controparti politiche) che gli "encapuchados" facessero parte dell'Ezln.
    C'e' da rilevare che l'Ezln smenti' tale partecipazione
    C'e' pero' da rilevare anche che l'Ezln sta' dando messaggi di riconoscimento ,se non di alleanza, con altre organizzazioni armate ancor piu radicali di altri Stati,fino ad ipotizzare un asse Chiapas-Oaxaca-Guerrero, come dire "attenzione,noi Ezln abbiamo le armi e cerchiamo di non usarle,ma siamo anche un punto di riferimento per chi le armi le vuole usare"
    Su queste evoluzioni, anche Carlos Montemayor e' molto critico
    Parlando di "turisti rivoluzionari",mi riferisco a chi si muove sull'onda dell'emotivita',magari di una certa forma di fascino data da taluni protagonisti,senza analizzare fino in fondo la (complicatissima) realta' e senza tenere in considerazione i passi fatti in avanti (magari a volte anche all'indietro).
    Di passi in avanti, Vicente Fox almeno ha tentato di farne,magari peccando di ingenuita' e promettendo cio' che il Congresso,dove il PAN non ha la maggioranza,non avrebbe mai sostenuto.
    Del resto il suo Governo stesso, molte volte non lo sostiene nelle scelte politiche (ricordo che Fox,gia' dal 2000 in disaccordo con il proprio partito, il PAN,ha scelto persone anche di altri partiti per formare un Governo)
    Ad ogni modo,almeno Fox ha il pregio di aver posto all'ordine del giorno la situazione indigena e se riuscira' a raccogliere consensi di partito su questo argomento,probabilmente qualcosa di buono ne uscira'.
    Almeno io preferisco questa strada, piuttosto che quella anticostituzionale della formazione dei municipios autonomos.

    Su tre cose credo che siamo perfettamente daccordo:
    sul fine,ovvero dare risposte concrete alle richieste delle comunita' indigene.
    Sul fatto che come dici tu,ci siano persone che per fortuna lavorano seriamente
    e,terzo,sul fatto che se ne possa discutere anche in un forum di viaggi,perche' il Messico e' unico nella sua complessita' e vale la pena di partire con qualche curiosita' in piu' da soddisfare.

    Marco G
  13. Zapata Vive!
    , 14/11/2003 00:00
    Parlando di superficialitá vorrei proprio sapere quand'é che l'EZLN si é presentato a Zinacantan col mitra in mano per spodestare le autoritá democraticamente elette. Che io sappia gli zapatisti non hanno partecipato in nessuna azione militare dal 94. Nel caso specifico di Zinacantan sebbene in quest'ultimo anno ci siano stati forti disturbi (aggressione con arme da fuoco) si tratta di scontri fra le autoritá tradizionali del PRI e l'antagonista partito PRD, che ha vinto le ultime elezioni e non ha permesso alle autoritá priiste di essere partecipi delle attivitá del municipio, da qui lo scontro. Tra l'altro come sempre nei villaggi indigeni del Chiapas questi problemi sono anche causati dalla tensioni costanti fra i cattolici tradizionalisti e i protestanti. Gli zapatisti quindi non centrano niente.
    I caracoles sono per me che vivo dal 97 in Chiapas una boccata d'ossigeno in un Paese che dal mio punto di vista ne ha molto bisogno, un esempio di organizzazione autonoma e indipendente in protesta contro un governo che purtroppo fa di tutto vper dimenticarsi degli indios. So che questo sito parla di viaggi e vacanze e non politica peró penso che sia giusto informare sulla situazione reale del Chiapas, ci saranno anche turisti rivoluzionari, ma ci sono anche molte persone serie che vengono a lavorare con le comunitá e non a divertirsi. Credo che comunque venire qui sia una esperienza che tutti dovrebbero permettersi di fare, sicuramente puó insegnare molte cose a chiunque abbia la volontá di aprirsi a questo mondo.
  14. Marco Gianeletti
    , 11/11/2003 00:00
    Non mi sembra ci sia molto da festeggiare quando i rappresentanti dell'Ezln si presentano in un Municipio con il mitra in mano per spodestare le autorita' democraticamente elette (Zinacantán)
    Occorre fare attenzione nello sposare una causa,si devono sentire tutte le campane,specie quando questa causa riguarda una situazione ed una cultura che non e' la nostra,specie quando questa cultura riguarda un Paese vasto e complesso come il Messico
    Il rischio, e' la superficialita' di opinione...in Messico,anche dal Morelos in giu',sanno che la nuova moda si chiama "turista rivoluzionario"...anche dal Morelos in giu',quando parlano di questa nuova moda lo fanno con quell'espressione a meta' strada fra un ghigno ed un sorriso, quell'espressione che solo un messicano puo' capire.
  15. Margherita Alessandro
    , 8/11/2003 00:00
    Salve a tutti!
    Sono stata per la seconda volta in Chiapas questa estate con Mani Tese di Lucca.
    Abbiamo assistito alla gran festa per la nascita delle Giunte di Buon Governo zapatiste, amministrazione regionale ribelle e autonoma degli Indigeni sui propri territori.
    Mi piacerebbe che si discutesse anche di questo dentro il Forum: in novembre ricorrono i 20 anni di lotta dell'EZLN e l'1 Gennaio 2004 saranno 10 anni dalla insurrezione. Tali annivesari oltre ai recenti fatti dell'Omc (WTO) a Cancùn rendono speciale questo momento.
    Mi rendo conto che forse non è un argomento opportuno per un sito un po' più "vacanziero" che politico, ma l'esperienza che ho vissuto merita di essere condivisa.
    Un grande abbraccio a tutti i viaggiatori , ai curiosi e ai valicatori di confini!
    Margherita Alessandro