1. Fumatori: i soliti incivili

    di , il 10/7/2002 00:00

    Con l'inizio dell'estate e della stagione balneare si presente il problema della pulizia delle spiagge. Lega Ambiente denuncia: ci sono 12 milioni di cicche sepolte nella sabbia.

  2. Marina Sartirana
    , 26/9/2002 00:00
    Solo oggi riesco a leggervi...
    Volevo solo dire che nel mio messaggio precedente non mi sembra di aver fatto di un erba un fascio, ho detto che ero arrabbiata con tutti quei fumatori maleducati ed irrispettosi...che non chiedono se il loro fumo puo' dare fastidio...
    Anche paragonare il fumatore al carnivoro guardato male dal carotista non mi è sembrato un paragone tanto azzeccato.
    se tu mangi la costolettina (che peraltro adoro anch'io) non fai male a nessuno che ti è vicino, ma se fumi accanto a me o ai miei figli si, è per questo che ti guardo male, non perchè addenti la fiorentina...
    Non si sta parlando di gusti..
    Non mi sembra neanche corretto che sia io a chiedere a chi mi sta al tavolo vicino di non fumare, mi aspetto piuttosto il contrario.
    Non sono contro chi fuma, i miei l'hanno fatto fino a qualche anno fa, ma contro quelli che lo fanno fare per forza anche a chi gli sta vicino.
    Se siete a conoscenza dei danni causati dal fumo ma volete fumare lo stesso, siete liberi di farlo, ma anch'io conosco i danni e non voglio farlo neanche passivamente.
  3. Turista Anonimo
    , 4/9/2002 00:00
    non fumo neppure io e mi da fastidio il fumo se particolarmente denso...io penso che siamo tutti d'accordo nel dire che la maleducazione è indipendente dall'essere o non essere fumatori. Certo cicche ce ne sono in terra e parecchie ma allora i masticatori di gomma, i possessori di cani, chi esce dal bus e lancia il biglietto???......Negli ultimi anni si è fatta una giusta campagna anti fumo che però per me ha questi grossi difetti: non si è limitata a far conoscere ma ha demonizzato (anche per come presentata) il fumatore; é stata divulgata più di altre di cui s'è poco sentito parlare; è di una ipocrisia vergognosa perchè presentata sulle tv di quello stato che ha il monopolio di vendita.
    In questi ultimi anni devo dire ho visto più non fumatori fare un' espressione di puro schifo quando uno si accendeva una sigaretta con un miliardo di metri cubi di aria intorno che fumatori non chiedere se davano fastidio.
    Posso capire quanto fastidio dia ai fumatori questa paradossale intolleranza perchè io mangio la carne e sentirmi osservato e giudicato con espressione compassionevole da un carotista mentre addento una costicina di maiale, mi fa impazzire.
    Credo che abbiamo sempre bisogno di qualcuno di cui parlare male al quale attribuire colpe per sentirci meglio noi: oggi tocca ai fumatori.
    Mi convinco di questo quando sento parlare di categorie, perchè è di questo che si tratta, accostando al fumatore
    caratteristiche negative solo per un rapporto di causa effetto: fuma è maleducato.
  4. Turista Anonimo
    , 4/9/2002 00:00
    scusate ho messo il titolo ed omesso la mia identità.....quindi rivendico la maternità di quanto sotto scritto.
  5. Turista Anonimo
    , 4/9/2002 00:00
    Ogni tiro di sigaretta provoca una diminuzione della vitamina C nell'organismo umano,concorre al precoce invecchiamento dando man forte ai radicali liberi,con ogni tiro di sigaretta introduciamo nel nostro organismo migliaia di sostanze tossiche e nocive, in parte contenute nel condensato,in parte è la nicotina, in parte sono determinate dal processo di combustione della sigaretta....la carta bruciata non fà bene.
    Una persona su due atta al vizio del fumo soffre di malattie delle vie respiratorie e circolatorie che la possono portare alla morte.
    Questo è quello che rispondo ogni volta che mentre estraggo con sommo gusto una sigaretta dal pacchetto noto che c'è qualcuno pronto ad alzare il sopracciglio e a farmi il predicozzo.
    A me piace fumare mi piace il gusto, non sono ne inscura ne altro e se fumassi per insicurezza non troverei giusto essere criticata,a ciascuno la gestione dei suo personali limiti.
    Non mi sento una persona maleducata, ed evito di fumare in presenza di bambini o in ambianti angusti non dotati di impianti di aspirazione.
    L'indignazione nei confronti del fumo è sicuramente giustificata ma la cosa che mi fà più rabbia è che è fondamentalmente nata dalle pubblicità progresso.
    Fumare fa male.
    Bene indossare i giubbotti di jeans all'ultima moda distrugge il rio delle amazzoni a causa degli agenti chimici per tingerli.
    Coloro che sono freddolosi dovrebbero aggirarsi per casa con la tuta da sci e non creare microclimi sub equatoriali nel loro appartamento perthè questo aumenta i problemi annessi al buco dell'ozono.
    Gli esempi sono ancora molti.
    L'indignazione và bene, ma il fare di un'erba un fascio no. perciò non mi piace che mi si faccia rientrare a forza in una categoria di zotici irrispettosi.....
    Se mi si invita al rispetto, vorrei a mia volta riceverlo
  6. Non F
    , 27/8/2002 00:00
    Episodio realmente accaduto.
    Sabato 24 agosto. La sera prima di rientrare dalle vacanze, avendo già ripulito e sistemato la cucina del nostro appartamento, la mia ragazza ed io usciamo per mangiarci una pizza nella migliore, ma più affollata, pizzeria di Pontedilegno. Tavoli vicinissimi, forno a legna acceso e tanto caldo. Ovviamente NON esiste la zona fumatori e non fumatori... Il ragazzo della coppia seduta nel tavolino di fianco al nostro, staccato però di non più di 10 cm., chiede un posacenere, estrae il pacchetto e si accinge a fumarne una mentre aspetta la pizza. La mia ragazza, molto gentilmente e con il suo fantastico sorriso, chiede al ragazzo se per favore può resistere alla tentazione. Il ragazzo, altrettanto gentilmente, guarda con rimpianto il pacchetto, sorride alla mia ragazza e lo rimette in tasca. Il tutto senza occhiatacce, strepiti o battutine.
    Strascico della vicenda. Dopo un'oretta abbiamo incrociato l'altra coppietta (quella del fumatore "represso") mentre facevamo 4 passi, ci siamo sorrisi reciprocamente e pure salutati...
    Visto? Non è poi così difficile convivere....
  7. Marina Sartirana
    , 12/8/2002 00:00
    Ciao!
    Innanzi tutto sono una NON fumatrice e sono orgogliosissima di esserlo!
    Sono contenta di vedere che in tanti la pensate come me.
    Non sopporto chi fuma al ristorante, magari tra un piatto e l'altro; non sopporto chi si accende la sigaretta ancora prima di essere uscito dalla metropolitana come se qualche metro in piu' potesse causare la morte!
    Non sopporto chi non chiede a chi gli sta vicino se il fumo da fastidio...e comunque magari non lo da, ma sicuramente non fa bene!
    Non sopporto i ragazzini che per sentirsi grandi girano con la sigaretta accesa senza fumarla!
    Non sopporto che nei ristoranti, solo raramente ci siano le sale NoN Fumatori, come se noi fossimo l'eccezione.
    Non sopporto chi butta la sigaretta per terra e distrugge ettari di preziosa vegetazione!
    Non sopporto tutti quelli che non hanno rispetto per gli altri!
    Si perchè è proprio il caso di dirlo :si parla di rispetto !
    Sono arrabbiatissima con "tutti" quei fumatori!!
    Marina
  8. Turista Anonimo
    , 8/8/2002 00:00
    Ovviamente non stò zitto, perchè mi hai lasciato senza parole, Michela. Leggere il mio precedente intervento per capire...Ciao
  9. Michela Cucchi
    , 2/8/2002 00:00
    x Juan: inizi con "Verissimo tutto, a parte il fatto che:" e poi smonti tutto quello che avevo detto?!
    Comunque rigurado al 90%, forse non mi sono spiegata con la frase successiva, parlo dei fumatori in cui mi imbatto io, e, come ho detto, magari non è un dato scientifico, ma non credo che negli altri casi la sistuazione sia molto diversa. Non ho mai visto una persona spegnere una sigaretta e gettarla in un cestino per strada, ma, al contrario, vengono buttate a terra, e nemmeno spente il più delle volte. In ristoranti e pizzerie è pieno di persone che fumano a tavola mentre si mangia, e non chiedono mai (a chi non è a tavola con loro, ma siede vicino) se da' fastidio. In spiaggia è pieno di mozziconi, ma anche cartacce, ecc.
    Ok, non è giusto confondere il "vizio" del fumo, con la maleducazione, però bisogna ammettere che molte volte le due cose coincidono. Il mio 90% non si baserà su statistiche nazionali, ma non credo che vada molto lontano dalla realtà.
    Oltretutto non ho letto messaggi di nessun fumatore che ammettesse di buttare i mozziconi a terra, di non rispettare i divieti o le esigenze degli altri, ....
    Allora le cose sono due: o a questo forum partecipano solo non fumatori e fumatori molto educati, oppure qualcuno non la racconta del tutto giusta, perchè altrimenti non ci sarebbero tanti motivi per lamentarsi. E i motivi ci sono e come, invece!
    Per quel che riguarda il termine "riprendermi", "critica" può andar meglio? Accetti le critiche, mi sembra, ed è un termine più da adulti...
    E' vero che anche la MIA libertà finisce dove inizia la tua, ma penso che sia più importante il diritto alla salute di chi non fuma, che la libertà di fumare ovunque, anche se a qualcuno da fastidio.
    Ciao.
  10. Turista Anonimo
    , 2/8/2002 00:00
    Plaudo Non F. Mi rendo sempre più conto che la strada della mediazione e del buon senso (che io a volte abbandono per inutili sconfinamenti nell'estremismo) è quella che paga meglio.
  11. Non Fumatore
    , 31/7/2002 00:00
    Premessa: non fumo, ho sopportato fino all'età di 15 anni genitori-ciminiere che per il mio compleanno mi fecero (e si fecero) il regalo di smettere, mi capita di frequentare riunioni dove alcuni degli altri partecipanti fumano e non ho mai posto divieti a qualche fumatore che mi chiedeva se mi dava fastidio (anche se di fastidio me ne da, e molto).
    Detto questo, io credo che un fumatore non capisca il fastidio, il ribrezzo e la nausea che il suo fumo passivo provoca ad un non fumatore. Con l'esempio dei miei genitori vi posso assicurare che quando fumavano erano del tutto indifferenti alle mie proteste, mentre dopo 15 anni da non fumatori cominciano a tossire se c'è una sigaretta accesa nel raggio di 10 metri. Allo stesso modo i non fumatori probabilmente non sono in grado di comprendere il piacere, fisico e psicologico che il fumatore prova quando dà una bella boccata. in tutti i casi anche quì servirebbe un po' di equilibrio... Se sei in una stanza affollata e hai voglia di fumare, chettifrega di uscire un attimo o di aspettare qualche minuto ad accenderla. Se sei vicino ad uno che se ne accende una, ti costa così tanto spostarti un metro o tener duro quei 3 minuti? non è certo una sigaretta passiva ad ucciderti... Certo, gli eccessi sono da stigmatizzare, tipo quelli che ne fumano una dietro l'altra ovunque sono o quelli che come sentono il rumore di un accendino si mettono a sbraitare... L'unico caso in cui io interverrei con il lanciafiamme è quando vedo quei branchi di giovanissimi, soprattutto ragazzine starnazzanti sui 15 anni, che accendono una sigaretta dopo l'altra e le lasciano consumare perché il fumo fa schifo e rovina denti e alito, ma fa tanto donna adulta avere la sigaretta tra le dita.
    Ciao ciao...
    e come diceva il tale... state buoni se potete...
    (prima che esca il solito saccente, lo so che era Don Bosco....)
  12. Carlo P
    , 31/7/2002 00:00
    Io credo che debba essere consentito a tutti di fumare in qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento.
    ...Però SOLO QUANDO nessun fumatore si lamenterà che gli sparo i peti in faccia!!!!!!

    E non dite che il paragone non regge: l'unica differenza è che (forse) i peti sono meno dannosi.

    Comunque il problema dei fumatori sono loro stessi. "Basterebbe" che allontanino i maleducati che buttano le cicche per terra e fumano in faccia agli altri...
  13. Turista Anonimo
    , 29/7/2002 00:00
    Ti chiedo umilmente scusa Annie...un errore è un errore. Quando ho scritto il messaggio non avevo letto bene il copia-incolla. Uno dei tanti miei "orrori" da "estremista"...sorry
  14. Turista Anonimo
    , 29/7/2002 00:00
    dato che ti vedo qui.....allora fornisci con precisione riferimenti al mio generalizzare......sei la prima persona ch emi dice che generalizzo...anche nella vita di tutti i giorni. voglio capirci...che so magari hai ragione tu....
  15. Turista Anonimo
    , 29/7/2002 00:00
    Ah! da che fonte proviene quel 90 % così preciso...che mi documento anche io? La scienza è una cosa esatta...
  16. Turista Anonimo
    , 29/7/2002 00:00
    Verissimo tutto, a parte il fatto che:
    a) a "riprendermi" ci hanno pensato i miei genitori, fino a quando non ho avuto l'età giusta per prendere le decisioni da me sopportandone le conseguenze; di sicuro potrà consigliarmi qualcun'altro...riprendermi è proprio un parolone.
    b)Anche la TUA libertà finisce dove comincia la MIA.Ovviamente nel massimo rispetto di tutti.