1. Giustizia o vendetta?

    di , il 13/10/2003 00:00

    Il 10 ottobre è stata la giornata mondiale contro la pena di morte.

    I dati riportano che 112 paesi hanno abolito la pena di morte nella legge o nella pratica.

    83 paesi mantengono in vigore la pena capitale e, spesso, eseguono condanne a morte.

    Ritenente che la pena di morte sia un deterrente alla criminalità o si tratta solo di vendetta?

    So che l'argomento può facilmente scaldare gli animi, ma proviamo a mantenere il forum a elevati gradi di civiltà e buona educazione, senza insultare nessuno. Grazie.

  2. Turista Anonimo
    , 7/11/2003 00:00
    Ciao Luca.M, ancora non ti basta la merda che mangi tutti i giorni!!!!
  3. Turista Anonimo
    , 31/10/2003 00:00
    O.K. Marco. grazie per il chiarimento.
  4. Turista Anonimo
    , 30/10/2003 00:00
    non sono ma* e non sono ilchiaro@hotmail.com
  5. Turista Anonimo
    , 29/10/2003 00:00
    Ma tu sei Marco Marco o Ma*???
  6. Turista Anonimo
    , 29/10/2003 00:00
    indubbiamente i sentimenti nel forum sono accesi e discordanti, favorevolissimo alla pena di morte per rei confessi o pizzicati in fragranza di reato per reati che prevedano la morte della vittima, per il resto mi fa paura la lacunosa giustizia italiana, fino a pochi giorni fa prendevo per stupido l'atteggiamento di berlusconi verso i giudici da lui ritenuti non imparziali, poi ho provato sulla mia pelle la parzialità di un giudice di pace di bologna, di conseguenza non mi fiderei di una condanna a morte dopo un processo presieduto da un giudice "sopra le parti"
  7. Turista Anonimo
    , 22/10/2003 00:00
    ..culo Marco!!
  8. Turista Anonimo
    , 22/10/2003 00:00
    Giò, nel leggere quello che hai scritto, mi sono tornati alla mente i manifesti elettorali del Berlusca: "città più sicure"

    Per dirla alla Galeazzi.....ma vaffan.........
  9. Turista Anonimo
    , 21/10/2003 00:00
    Marco anch'io sono contro la pena di morte, anche se nella mia regione viene applicata quasi ogni giorno ferocemente e sulla pubblica piazza. Ogni tanto il "boia di turno" uccide anche qualche inerme passante o qualche bimbo innocente, ne sanno qualcosa i cittadini onesti di alcune città del Sud che da mesi stanno assistendo impotenti e terrorizzati ad una vera mattanza di alcune cosche mafiose, in barba alle forze dell'ordine che non riescono ad impedire la lunga catena di faide. Se questo è lo scotto che dobbiamo pagare per vivere in democrazia allora preferirei vivere in una nazione dove lo Stato sia meno garantista ma mi metta al riparo da questa gentaglia. Quindi e per concludere, non la pena di morte ma il carcere SICURO, DURATURO E DEFINITIVO per questi "galantuomini" che ammorbano la vita civile con le loro malefatte.
  10. Marco Chiarolini
    , 19/10/2003 00:00
    Ho usato la parola "medioevale" solamente per rispondere con la stessa terminologia a Ma*.
    Certo è difficile sostenere che gli States siano medioevali per quanto hanno raggiunto nei più svariati campi, ma in quello delle pene per certi reati sono rimasti fermi all'anno mille.
    Trovo che sia un'aggravante essere al top a livello mondiale ed avere ancora la pena di morte.
    Naturalmente non ci sono solo gli states, ma questa non è una scusante.
    Buon viaggio a tutti, Marco.
  11. Turista Anonimo
    , 19/10/2003 00:00
    Scusa Marco, come al solito "spariamo" parole e aggettivi senza riflettere più di tanto. Come fai a fefinire "medioevale" uno stato che adotta la pena di morte? allora sono medioevali anche molti States? o lo è stato il vaticano fino a qualche decennio fa? O meglio.....sono medioevali solo i paesi del 3° mondo che adottano la pena capitale e non quelli occidentali?
    Io sono contrario alla pena capitale ma non mi azzardo a definire "medioevali" gli stati che l'adottano.
  12. Marco Chiarolini
    , 19/10/2003 00:00
    Per Ma*, probabilmente gli embarghi comporterebbero un ritorno al medioevo, ma uno stato che attua la pena di morte è di per sè medioevale.
    Trovo molto incoerente condannare la pena di morte e la repressione della dignità umana e parallelamente concludere affari con quegli stati che praticano tali cose.
    Buon viaggio a tutti, Marco.
  13. Turista Anonimo
    , 18/10/2003 00:00
    Grazie Luca
    Ti ringrazio perchè mi dai spunto per esprimere un concetto che mi sta a cuore. Internet e i forum in particolare sono un mondo virtuale, etereo, spesso irreale, l'errore che commettiamo è quello di paragonare il virtuale alla vita do ogni giorno, quella delle decisioni dure, delle bollette, dei rapporti difficili. In realta qua è tutto un gioco, un teatro virtuale, una rappresentazione Kabuki, dove i ruoli non sono mai certi e dietro un gentile nick femminile può anche nascondesri un rude omone come Bud Spencer. Una cosa non bisogna però dimenticare: ANCHE SE SI GIOCA E SI USANO NICK DI PURA FANTASIA E DIVERSI, NON BISOGNA MAI OFFENDERE GRATUITAMENTE GLI ALTRI, CON PAROLACCE E FRASI VOLGARI. Questo fa parte dello stile di ognuno di noi e della sua educazione, CONGENITA ED ACQUISITA.
  14. Turista Anonimo
    , 17/10/2003 00:00
    questo nicola è un'altra persona rispetto al famoso simone-voltaire-alessandro-miki * etc.etc..

    ma lo si capisce subito perché non da del pezzo di merda fascista al primo che non la pensa come lui.

    il problema è che qui ognuno può mettersi ogni volta il nome che vuole, e su questa libertà certi personaggi ci sguazzano!
  15. Turista Anonimo
    , 17/10/2003 00:00
    Per N.d.s. o chiunque si celi dietro questa nota di servizio, caro tizio il tuo servizio lascia molto a desiderare perchè continui a prendere granchi a palate. NON SONO SIMONE O ALTRI, COME ACCIDENTI TE LO DEVO FAR CAPIRE? finiscila di sparare nel mucchio pensando di avere il dono della divinazione.
    Mi darai atto che non ti ho offeso ma la mia risposta è solo una legittima reazione alla tua cocciutaggine.
  16. Turista Anonimo
    , 17/10/2003 00:00
    che squallore!