1. Namibia

    di , il 2/7/2006 00:00

    Le guide di quest'area sono Ric e Catemig

    ***Messaggio per chi parte: DRIVE NAMIBIA SAFELY! Andate adagio!***

  2. Ric
    , 19/8/2013 17:53
    Ciao, buona parte delle agenzie locali che segnaliamo sul forum possono fornirvi questo servizio di autista/guida in italiano senza particolari problemi. Vi cito ancora una volta i nomi in modo che li possiate contattare.
    www.namibia-latitude24.com; www.eaglesrock.com; www.africanwanderer.com; www.namibia-travel.it;; www.hbsafaris.com; www.explore-namibia.com; www.afrozapping.com
    Maggio e ancor meglio giugno sono mesi buoni, alla fine della stagione umida; unico inconveniente un po’ di freddo notturno. In 20 giorni dovreste riuscire a vedere tutto, Windhoek, il deserto e, la costa (4-5 giorni), il Damaraland ed Etosha (4 giorni), poi 2 giorni per arrivare in Botswana, 2 giorni nel Delta, un paio verso il Chobe e chiusura a Vic Falls. Se avete altri dubbi chiedete pure.
  3. anto123
    , 8/8/2013 20:49
    ciao a tutti,dopo aver letto molti diari di viaggio e diverse pagine di questo forum, ho deciso di provare a chiedere consiglio a chi ha già fatto questa esperienza e soprattutto alla guida per caso Ric, che dimostra grande conoscenza, sensibilità, e dispensa risposte molto equilibrate e competenti.
    Darò qualche notizia su di noi, giusto per far capire che genere di viaggiatori siamo e che viaggio intendiamo fare.
    Premetto che abbiamo già visto alcuni parchi del Kenya, Tsavo Est, Amboseli, Masai Mara, Nakuru e Samburu, pertanto non siamo a digiuno per quanto riguarda la vista degli animali, che in pratica abbiamo visto numerosi e da vicino quasi tutti, meno il leopardo. Il leopardo lo abbiamo visto al Masai Mara, ma solo infrattato in un cespuglio, seminascosto dalla vegetazione.
    In questo viaggio oltre agli animali che vediamo sempre volentieri, siamo alla ricerca di paesaggi, della natura, delle persone.
    Siamo 50/60enni energici ed in salute ed abbiamo viaggiato abbastanza anche in fai da te, ultimamente preferiamo acquistare autonomamente i voli e rivolgerci ad un'agenzia locale per il tour.
    I T.O classici da agenzia non ci interessano.


    L'idea sarebbe quella di visitare la Namibia, tralasciando il sud, poi attraverso il Caprivi arrivare in Botswana, visitare il Chobe e Vic Falls.


    Vorremmo alloggiare in lodge e siccome odiamo guidare, vorremmo avere almeno l'autista, che possibilmente potesse fare anche da guida, quindi che parli in italiano.


    Il periodo prescelto sarebbe maggio o giugno, è buono?


    Avremo 20 giorni, compreso il viaggio, quale itinerario fare in Namibia?
    grazie a chi avrà voglia di rispondermi!
  4. Ric
    , 1/8/2013 10:31
    INFORMAZIONE DI SERVIZIO - Ciao a tutti, da domani fino a Domenica 18 avrò accesso saltuario al Forum; la discussione ovviamente rimane aperta. Tornerò a rispondere e moderare in modo più puntuale al mio ritorno. Buone vacanze a tutti.
  5. Africapersempre
    , 29/7/2013 08:45
    Grazie Ric per la bella notizia e soprattutto ad Okonjina per il costante impegno, sono sempre i miei preferiti :) !
  6. SIMOVIVI
    , 26/7/2013 21:00
    Ciao,
    grazie ,mille. Contatterò immediatamente l'agenzia.
  7. Ric
    , 26/7/2013 17:50
  8. Ric
    , 26/7/2013 17:49
    Ciao, se capisco bene parli del Tour African Life dell'operatore latitude24. E' un'agenzia seria, molto affidabile, con ottime guide. Tipicamente la vostra guida vi seguirà durante tutto il viaggio ed ovviamente anche durante le escursioni nei parchi ed in ogni altra visita. Comunque contattali, sono di solito gentilissimi e ti daranno tutte le spiegazioni del caso sull'organizzazione del tour.
  9. SIMOVIVI
    , 25/7/2013 12:16
    Ciao RIC,
    volevo chiederti un informazione: noi stiamo valutando la possibilità di partecipare ad un tour organizzato da LATITUDE _AFRICAN LIFE_ ma ci sembra di aver capito che ci si sposta con un minibus da un parco all'altro ma nn riusciamo a capire se poi all'interno del parco ci si debba arrangiare acquistando dei tour safari in loco o si venga accompagnati da loro con il minibus.
    Grazie mille per la disponibilità.
  10. Ric
    , 5/7/2013 14:41
    Ovviamente non è questa la sede per una discussione approfondita sul tema. E altrettanto ovviamente qualsiasi forma di violenza nei confronti degli animali è da condannare a priori e a prescindere. Resta il fatto che forme di culling e di caccia controllata possano essere in alcune condizioni necessarie per l’equilibrio ambientale. Ripeto, con metodi del tutto diversi da questa ignobile mattanza. Nel caso delle otarie namibiane tale necessità è peraltro controversa e la polemica sulle modalità di uccisione è da tempo viva anche nel paese. Nessuno scopre niente.
    Al di là di questo il vero grande problema in Namibia (e non solo) oggi si chiama bracconaggio. Non fraintendetemi, non voglio minimizzare il caso in questione; ma sottolineare il rischio di una scomparsa per sempre di straordinarie specie animali, rinoceronti e leoni in primo luogo. E’ un tema di valore assoluto, una battaglia difficilissima e che la fauna africana sta purtroppo perdendo.
  11. Melka
    , 5/7/2013 13:02
    ciao ric

    cosa pensi del video di EARTHRACE CONSERVATION (diffuso oggi anche dal corriere) sull'uccisione dei cuccioli di foca in Namibia? Quali sono i motivi di un simile intervento?
  12. Ric
    , 2/7/2013 22:57
    Noi siamo qui :-).
  13. curiosona
    , 2/7/2013 19:04
    Ciao, ringrazio tutti per i preziosi consigli e suggerimenti che hanno gentilmente voluto darci.
    Qualche giorno di riflessione e poi la decisione sarà presa per il nostro primo viaggio in Namibia.
    Buone vacanze a tutti!!!
    curiosona
  14. Ric
    , 28/6/2013 22:30
    Ciao, gli operatori suggeriti non sono sconosciuti ma testati e valutati positivamente. Sono in gran parte italiani e quindi i contatti facilitati. Il grande vantaggio è da un lato la simplificazione delle procedure di pronotazione, dall'altra il back-up che possono fornire localmente. Senza aumento di costi rispetto alla prenotazione individuale. Molti di questi possono persino "aggiustare" il vostro itinerario in base al budget che fornirete loro ed alcuni fanno anche un servizio di prenotazione voli. In generale per un tour self-drive di 2 settimane dovete considerare circa 1000 euro a testa per il volo (a settmebre magari riuscite anche a strappare qualcosina meno), più o meno 100 euro al giorno per l'auto e poi il costo dei pernottamenti che può variare moltissimo in base alle location scelte. Con 70-80 euro a testa al giorno potete davvero già trovare buone soluzioni. Insomma un viaggio con un mezzo semplice non 4x4 e pernottamenti semplici può partire dai 2.800/3.000 euro a testa per due settimane. Ragionevolmente difficile spendere meno. Contattate qualcuna delle agenzie e vedete cosa possono offririvi. Poi magari possiamo aiutarvi a finalizzare la cosa.
  15. curiosona
    , 28/6/2013 18:39
    Aiutoooo!
    Ringrazio tutti i tpc dei suggerimenti, ma a questo punto la confusione è totale.
    Quale sarebbe il vantaggio di organizzare con un operatore locale sconosciuto con cui dobbiamo decidere a distanza l'itinerario quando poi dobbiamo provvedere al volo dall'Italia noi stessi? I costi
    non aumentano in questo caso? Noi di solito, ove possibile, viaggiamo per conto proprio perchè abbiamo esperienze pluriennali di roulotte/camper ma in Namibia vorremmo alloggiare in lodge o campi tendati un pochino più confortevoli.
    Di che cifre stiamo parlando col fly & drive per una quindicina di gg. e un itinerario vario per
    vedere animali e natura? Al BIT quest'anno abbiamo chiesto a vari operatori locali ma i costi erano
    veramente fuori budget. Non siamo miliardari e stiamo molto attenti a come spendiamo i nostri
    soldi perché amiamo molto viaggiare....

    Potremmo anche anticipare a settembre se è meglio per il clima.

    Ciao a tutti e grazie 1000 dei suggerimenti che vorrete darci.
    curiosona
  16. Africapersempre
    , 28/6/2013 10:06
    Giustissimo . . . ad ognuno il proprio tipo e stile di viaggio . . . per me partire con un accompagnatore per tutta la durata del viaggio è impensabile così come non mi legherei ad un gruppo per quanto piccolo questo possa essere . . . preferisco la libertà ed eventualmente appoggiarmi a strutture o ad operatori locali per escursioni particolari.
    Molti lodge come ad esempio il Palmwag (per citarne uno recentemente nominato) offrono anche escursioni a piedi ottimo metodo per conoscere meglio la natura, altri sono vicini a parchi come la BullsPort guest house alle porte del Naukluft ricchissimo di vita e sentieri ben tracciati con altri si può andare alla ricerca di fossili preistorici (vedi Mesosaurus) o avere un contatto ravvicinato con animali che aspettano di essere reintrodotti in natura o ancora "perdersi" sulle Tiras Mountains o raggiungere Sossusvlei prima dell'alba. . . gli elefanti del deserto li abbiamo solo visti in lontananza . . . sono piuttosto schivi . . . ma va bene comunque!
    Un consiglio penso "classico" da dare a chi è al primo safari è quello di farsi accompagnare per qualche uscita da personale specializzato così da imparare a "scovare" gli animali e partire con una buona guida sugli animali . . . anche se pensate di conoscerli vi sorprenderà scoprire quanti tipi di antilope esistono !
    La Namibia ci ha regalato emozioni indimenticabili.