1. Iran

    di , il 16/6/2002 00:00

    In questo forum parliamo di viaggi in Iran

    (Il forum è spostato tra i forum di viaggio dalla sezione Guide per Caso)

  2. Duccio
    , 23/1/2007 16:04
    Carissimi TpC,

    il provider cinese si e` finalmente deciso a (...dimenticato di non?) lasciarmi aprire questo sito, percio` colgo l'occasione al volo per dirvi che mi spiace aver lasciato senza risposta parecchi TpC, ma che partecipare assiduamente da qui la vedo parecchio dura...
    Forse dal prossimo paese in cui andro` a stare riusciro` ad essere presente come un tempo, ma fino ad allora mi limitero` a leggere gli interventi di tutti quando mi sara` permesso.
    Provate magari direttamente sul mio email, perche` ho visto che con hotmail qui lasciano piu` correre...

    Buon viaggio!!!
    Duccio
  3. Duccio
    , 7/5/2006 00:00
    Carissimi,

    con tutta la proganda con cui ci hanno bombardati in questi decenni non mi stupisce, ma mi spiace comunque vedere che esistano questo tipo di dissensi riguardo all'Iran...in un forum di viaggi. E mi auguro vivamente che chi si sta esprimendo (sia negativamente che postivamente) abbia una conoscenza diretta del Paese, e non solo letteraria.
    Vi pregherei percio` di discutere altrove, e partecipare a questo forum rimanendo focalizzati sulle questioni riguardanti il viaggio, riportando esperienze dirette in loco o richiedendo informazioni a proposito.

    Grazie!
    Duccio
  4. Turista Anonimo
    , 24/4/2006 00:00
    Mi sa che Leida ha problemi di vista oppure parla perchè è di parte..... Leida leggi il libro "Mai senza mia figlia" di Betty Mahmoody e capirai quanto sono cari nella realtà i tuoi amici iraniani......
  5. Davide Mulas
    , 16/3/2006 00:00
    Non sei credente, d'accordo, ma certamente disinformato: i budda li hanno buttati giù i talibani, fanatici sunniti acerrimi nemici degli sciiti iraniani; il povero don Santoro è stato ucciso in Turchia (pare) perché s'opponeva alla prostituzione; quanto all'attentato al papa, Alì Agca è un fascista turco manovrato da non si sa chi. Cosa c'entra l'Iran con tutto questo?
  6. Turista Anonimo
    , 13/2/2006 00:00
    Se l'Iran è un paese civile e rispettoso del prossimo e sopratutto religioso perchè allora non condanna l'assassinio di Don Andrea Santoro? Dovrebbe condannare anche l'abbattimento delle millenarie statue del Buddha in Afghanistan e non ha mai condannato l'attentato a Giovanni Paolo II nel 1981 da parte di un musulmano.Vorrei capire meglio il pensiero del musulmano credente. C'è un musulmano credente? Io non sono credente.
  7. Duccio
    , 4/2/2006 00:00
    Cara Adelaide,

    il visto turistico per l'Iran non ha a che vedere con i mezzi con cui ti sposti. Naturalmente, evita di sbandierare la cosa in ambasciata, e nell'eventualita` digli che ti muoverai coi mezzi locali.

    Aggirarsi non sara` un problema, anche perche` le strade sono pochissime, dritte come fusi, e ben tenute.

    A presto!
    Duccio
  8. Adelaide Purisiol
    , 2/2/2006 00:00
    ciao, io e il mio ragazzo vorremmo andare in iran il prossimo giugno, per un paio di settimane, noleggiando un'auto, quindi non con viaggi organizzati. E' possibile ottenere ugualmente un visto? E' difficile? Qualcuno sa consigliarci come muoverci? Grazie fin d'ora, adelaide
  9. Hossein Arbabi
    , 21/1/2006 00:00
    CIAO LIVIA
    SEI ANDATA IN ZAHEDAN? ANCORA SE HAI INTENZIONE DI ANDARE A ZAHEDAN O ZABOL SONO AL TUO COMPLETTO DISPOSIZIONE ( ANCHE PER GLI ALTRI AMICI): IO ABITO A LECCE ED DI ORIGINE SONO DI ZABOL ED A ZAHEDAN ABITANO LA MIA SORELLA E IL MIO FRATELLO ED ZIIII ED AMICI ED ... PER QUI PER ME E UN ONORE POTER ESSERE UTILE ED SERVIRE ED ..., VI LASCIO IL MIO E-MAIL ,PER QUALSIASI COSA.... COMUNQUE A ZAHEDAN CE UN BELL HOTEL "ESTEGLAL"CON UN BEL RISTORANTE, SE ANCORA DEVI ANDARE TI FACCIO COMPAGNARE DA QUALCUNO PER NON LASCIARTI DA SOLA ED BUON VIAGGIO A TUTTI
  10. Turista Anonimo
    , 16/12/2005 00:00
    Caro Duccio,

    anche io, come te, apprezzo ed ammiro l'arte e la cultura persiana, epperò anche io leggendo i giornali e le "uscite" ultime di Ahmadinejad su israele e sulla shoa comincio ad avere forti dubbi che l'iran oggi sia una repubblica islamica tra le più tolleranti e tra le piu' moderne ed all'avanguardia, questo primato mi sembra invece attribuibile alla repubblica islamica di oman del quale ho conosciuto diversi ufficiali in visita col sovrano qui a napoli, e che oggi permette alle donne di raggiungere i piu' alti livelli di cultura e nel lavoro.

    Abbracci e buon natale

    Vincenzo
  11. Leida
    , 6/12/2005 00:00
    Ciao a tutti! e benvenuti in Iran!
    Sono Leida (italianissima) e mi sono laureata in persiano a marzo 2005. In questo momento mi trovo in Iran e sono ormai tre mesi che sono qui. Tra l'altro questa e' la quinta volta che vengo qui, per un totale di 8 mesi.
    Mi permetto di far notare un paio di cose a Mary:
    primo, io le foto per il visto le ho fatte sempre a capo scoperto e a capo scoperto sono anche sempre andata in ambasciata e/o consolato per consegnare i documenti necessari.
    secondo, al contrario di quello che tutti in occidente credono, qui l'appoggio del popolo ad Ahmadinejad (il nuovo presidente) e' piu' che evidente. Dunque, come continuano a ripetermi gli iraniani, se i brogli ci sono stati nelle ultime elezioni, sono stati al primo turno, quando lui e' arrivato con una percentuale cosi' alta da farlo entrare quarto nella "classifica dei piu' votati", non certo nel ballottaggio dove gli iraniani, che al contrario di quello che crediamo nn sono stupidi, piuttosto che trovarsi di nuovo con Rafsanjani come presidente, hanno scelto in massa quello che tu chiami "filokhomeinista".
    terzo, l'appellativo che tu gli hai dato e' quanto di piu' sbagliato potessi trovare. nel senso che in qualsiasi caso il presidente sarebbe stato filokhomeinista. e questo solo per il fatto che se nn segui i dettami del capo della rivoluzione, nn entri neanche a far parte dei candidati. inoltre, come successo durante la presidenza di Khatami, anche se fosse stato eletto un moderato (cosa che Rafsanjani nn era i qualunque caso) avrebbe avuto le mani legate dalla guida suprema (ayatollah Khamenei) e dal suo entourage, ai quali, in qualunque caso spetta l'ultima parola sulle leggi o le proposte di riforma o qualsiasi cosa che riguardi il paese. Dunque, nn accusiamo sempre questi paesi di brogli elettorali, ma cerchiamo di capire cosa veramente sta dietro.
    Tra l'altro, anche se la cosa vi sembrera' un po' razzista forse, sulla base della mie esperienza vissuta in iran e soprattutto per gli studi fatti, nonche' in accordo con molti iraniani, e' inutile che noi occidentali ci adoperiamo cosi' fortemente per esportare il nostro concetto di democrazia (che poi, si puo' parlare davvero di democrazia in paesi dove tutte le comunicazioni sono in qualche modo controllate, dove molte volte - e succede anche in Italia - nn c'e' liberta' di espressione) in paesi dove la democrazia non c'e' mai stata. Perche' alla fine si creano solamente tanti Afghanistan (dove ricordo che la guerra non e' finita, solamente non se ne parla piu') e tanti Iraq, dove continuera' a esserci la guerra civile fino a che uno, piu' forte degli altri, come sempre e' stato, riuscira' a prendere il potere e a controllare di nuovo tutti.
    Nella storia dell'Iran, per quanto ne so io, non c'e' mai stato un momento in cui il potere era in mano al popolo. C'e' solamente stata una successione di shah (re), tra i quali c'era chi era piu' liberale e chi piu' tiranno, ma erano sempre re.
    Con la rivoluzione del '79 purtroppo gli iraniani si sono solamente presi una bella fregatura, perche', credendo alle belle promesse di liberta' fatte da Khomeini, hanno partecipato in massa all'estromissione dal potere di quello che consideravano un dittatore, trovandosi poi impantanati in un regime, perche' di questo si tratta, che e' ancora peggiore di quello che c'era ai tempi dello shah.
    attenzione, io sono innamorata di questa terra, la considero come una seconda patria, quando vengo qui mi sento come a casa e soprattutto penso che gli iraniani assomiglino molto a noi italiani. quindi nn posso che augurare ogni bene a questo popolo meraviglioso. solo che purtroppo non hanno un buon governo (come tra l'altro ce ne sono in molte parti del mondo ma che per interessi politici o economici non vengono alla ribalta delle cronache) e sono convintissima che se qualcosa deve cambiare - e cambiera'- deve cambiare dall'interno, senza nessuna intrusione esterna. solo cosi gli iraniani potranno di nuovo mostrare al mondo intero di essere quel fantastico popolo che solo venendo in Iran si puo' scoprire.
    Mary, in conclusione, metti da parte i pregiudizi, e vieni in Iran: sara' un'esperienza indimenticabile!
    baci a tutti
    e viva l'Iran
    Leida - Como, Tehran :-))
  12. Duccio
    , 19/11/2005 00:00
    Cara Livia,

    alberghi in particolare non me ne vengono in mente. Sappi che la citta` e` molto piccola, e veramente in mezzo al niente. Sia che ci arrivi in aereo che in bus vedrai che tristezza, e spero che tu ci vada solo per dirigerti poi altrove...
    "Partire da sola"...da dove: dall'Italia o da Zahedan? Ad ogni modo entrambe le opzioni sono possibili.

    A presto!
    Duccio
  13. Livia Degennaro
    , 16/11/2005 00:00
    vorrei andare a Zahedan in dicembre mi potete dare notizie
    su alberghi e se è possibile partire da sola ?
  14. Duccio
    , 23/10/2005 00:00
    Caro R.,

    Le limitazioni durante il Ramadan riguardano cibo e bevande, fumo e sesso: il tutto e` vietato durante il giorno, per tutta la durata del mese. La sera poi il tutto torna normale, e anzi si banchetta a piu` non posso. Infine, dopo il banchetto si visitano parenti e amici.
    Detto cio`, l'Iran rimane la nazione islamica tra le piu` liberali ed illuminate, percio` il Ramadan non pesa come altrove.

    Le carte di credito sono utilizzabili, ma solo nelle citta` e locali principali. Okkio pero` che conviene molto di piu` cambiare al mercato nero, che significa dollari o al massimo Euro.

    "Villaggetti di fango" ce ne sono un po' dappertutto, e la cosa piu` semplice e divertente e` probabilmente prendere un bus in una direzione qualsiasi, e scendere quando intravedi qualcosa che ti attira. Tornare indietro sara` facile, perche` tutti conoscono la citta` principale dalla quale sei arrivato.
    Il noleggio taxi e` possibile, ma sinceramente non so quanto costera` per tratte medio-lunghe. Dato pero` il costo quasi nullo del petrolio, ti consiglio di dare un'occhiata ai prezzi degli aerei, che di solito sono circa una decina di dollari per ora di viaggio (!).

    A presto!
    Duccio
  15. Duccio
    , 27/8/2005 00:00
    Cara Mary,

    in quanto al "ciascuno ha il governo che si merita"...con quello che negli ultimi 50'anni ci ritroviamo nella nostra "perfetta" Italia...altro che Iran: MAGARI!!!

    Scherzi a parte, hai sicuramente tutte le ragioni del mondo per offenderti riguardo al trattamento riservato alle donne nei Paesi di fede musulmana. Detto cio`, scusa la domanda provocatoria, ma...in Giappone invece ci andresti?
    La tua posizione cosi` improvvisamente rigida mi ricorda un po' quella dei Cinesi verso i Giapponesi, e viceversa: entrambi si odiano, fondamentalmente perche` l'uno parla male dell'altro. Il "bello" pero` e` che la maggior parte di questi Giapponesi infuriati non e` mai stato in Cina (!), e viceversa per un buon 99,99% dei Cinesi.

    Personalmente tendo a viaggiare con la mente piu` distaccata possibile, cercando di capire i perche` e i per come indipendentemente dal "giusto"/"sbagliato" (che tra l'altro sono raramente assoluti), ma ho avuto un atteggiamento come il tuo proprio in Giappone, e per lo stesso identico motivo.
    E` finita che dopo per i primi 6 mesi ho odiato tutto e tutti; poi ho semplicemente smesso di cercare di obbligare i Giapponesi a diventare "migliori" (cioe`, in pratica...Italiani! Figurati che presunzione...), e sono rimasto 5 anni in tutto. E quando sono venuto via ho lasciato moltissime brave persone e non pochi amici.
    Questa e` stata la mia esperienza, che non obbligatoriamente puo`/deve essere quella di tutti. Il mio vuole solo essere un consiglio ad entrare in contatto con le cose (anzi, ad entrarci dentro fino al collo!) per capirle meglio.

    A presto!
    Duccio
  16. Mary Del cont
    , 16/8/2005 00:00
    Non sono andata con i miei amici in Iran, non tanto per i pregiudizi nei confronti di questo Paese sicuramente ricco di storia e cultura millenaria, ma per il trattamento riservato alle donne: gia' al momento di fare il visto devi farti la fotografia con il velo, mi sembra un'assurdita'! Mi sono documentata, ho letto la Satrapi, la Nefisi (molto brave, sopratutto la prima), ma la recente presa di posizione nei confronti della preparazione della bomba atomica del presidente Ahmadinejead, filokomeneista recentemente eletto con brogli di ogni tipo, mi fa capire che il cammino verso la democrazia e,' ahime' , ancora lontano. Qualcuno sostiene che ciascuno ha il governo che si merita, io non penso sia cosi' Sauti, Mary